domenica 4 marzo 2007

Imperia- Alessandria: 0-1


Terza sconfitta consecutiva dei nerazzurri, al termine di una partita nella quale il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Se non altro, quest'oggi, a differenza delle ultime due deprimenti prestazioni, i nerazzurri se la sono giocata fino all'ultimo, buttando sul campo tutto quello che avevano... il problema é che questo non basta per raccogliere punti ed ora la classifica si fa sempre più preoccupante e le speranze di salvezza immediata, senza ricorrere alla tradizionalmente nefasta lotteria degli spareggi, é una pura utopia. Il problema più grave è la difficoltà a tirare in porta e, come direbbe Boskov, "se non tiri, non segni".
I nerazzurri hanno fatto la loro onesta partita di contenimento senza mai rendersi pericolosi. Nel primo tempo solo un paio di emozioni, tutte concentrate in torno al 30°: una punizione di Chiarlone, deviata da un difensore in barriera, mette i brividi a Campana. Sul susseguente calcio d'angolo, l'Alessandria parte in contropiede con il ghanese Keyeremateng, che serve Lorieri che, entrato in area, tenta una conclusione a rete in diagonale sulla quale Blasetta si è supera, respingendo di piedi in calcio d'angolo. Ad inizio ripresa, i nerazzurri sono parsi più decisi ed al 47° con Chiarlone lanciato in area davanti a Campana, sfiorano il vantaggio, ma il valbormidese non è riuscito a far di meglio che appoggiare il pallone tra le braccia dell'estremo difensore alessandrino. Al 52° il difensore Grillo colpisce la palla in modo maldestro e rischia un clamoroso autogol, sventato in angolo da un tuffo di Campana.
I grigi sono comunque riusciti a contenere, senza grosse difficoltà, gli attacchi imperiesi e si sono resi pericolosi sui calci da fermo, con la difesa nerazzurra in perenne apprensione: e proprio da un calcio d'angolo è scaturito l'episodio che ha deciso l'incontro. Al 68°, il difensore grigio Rodighiero é stato trattenuto in area e l'arbitro ha fischiato un calcio di rigore trasformato dall'ex granata Della Morte, subentrato nel corso della partita, che ha spiazzato Blasetta. Dopo il gol del vantaggio grigio, l'U.S. Imperia 1923 non é stata in grado di creare una sola palla gol e le uniche "emozioni" sono venute dal commuovente incessante incitamento della Curva Nord e dai battibecchi continui col portiere Campana che, ancora una volta, ha voluto dare il peggio di sè, insultando i tifosi di casa e sputando addosso ad uno di loro... e poi la vergogna del calcio sono gli Ultras... Nel finale i grigi sfiorano il raddoppio prima con Friso e poi all'84° con Della Morte, ma Blasetta evita il tracollo.

Questi i giocatori schierati da Barozzi:
Blasetta, Fiorentini (81° De Simeis), Vago, Garibbo (75° Clerino), Milianti, Di Placido, Benassi, Merzek, Brega (63° Battistin), Iannolo, Chiarlone

Questi i risultati delle altre partite:
Lavagnese-Canelli 3-2 2’ Lencina (L); 5’ Lencina (L);19’ Pattuglia (L); 23’ Spinelli (C);82’ Rig Lentini (C)
Borgomanero-PB Vercelli 1-2 39’ Scazzola (PB); 78’ Zirafa (C);85’ Brescia (B)
Casale-Sestri L. 1-0 36’ Ebagua(C)
Casteggio-Voghera 0-0
Saluzzo-Rivarolese 0-0
Savona-Castellettese 2-1 47’ Aime`, 88' Barone (S), 90° Prunecchi (S)

Per effetto di questi risultati, questa é la classifica:
Canavese 52
Savona 49
Casale 45
P.B. Vercelli 38
Orbassano 36
Alessandria 35
Voghera 34
Borgomanero 33
Lavagnese 32
Rivarolese 32
Giaveno 31
Imperia 26
Saluzzo 24
Sestri L. 23
Castellettese 22
Canelli 21
Casteggio Broni 18
Vado 17

3 commenti:

Anonimo ha detto...

mi spiegate x favore xkè ce l'avevate col portiere campana??? grazie. forza imperia

Anonimo ha detto...

credo fosse quello che quando giocava nel cuneo una volta fece una scenata incredibile simulando di essere stato colpito e facendosi poi portare via in barella. se non ricordo male e' questo il motivo dell'accanimento

im1923 ha detto...

Nel prossimo post, esaudirò la tua richiesta...