domenica 31 marzo 2019

27° giornata (12° ritorno). Imperia-Finale: 2-0

Questo pomeriggio alle ore 15,00, agli ordini di Stefano Calzolari di Albenga, l'Imperia di Nicola Colavito affronta il Finale di Vincenzo Sgambato.
Domenica che potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti del Campionato, quanto meno per i neroazzurri, alla luce delle altre gare in programma: l'esito di Vado-Genova Calcio, Alassio F.C.-Rivarolese ed Angelo Baiardo-Cairese, diranno molto in chiave primo e secondo posto.
I neroazzurri, reduci dalle due vittorie di misura contro Sammargheritese e Molassana Boero, cercano la terza vittoria consecutiva contro un'avversaria in crisi: nel girone di ritorno, infatti, i giallorossi, dopo la vittoria della Coppa Italia e le dimissioni di Andrea Caverzan, hanno ottenuto una sola vittoria (contro il Valdivara 5 terre), quattro pareggi e cinque sconfitte.
Imperia e Finale si sono affrontate, nella loro storia, 23 volte al "Nino Ciccione" di Imperia.
Il bilancio è di 13 vittorie per i neroazzurri, 7 pareggi e 3 vittorie dei giallorossi, 46 i gol realizzati dall'Imperia e 22 quelli realizzati dal Finale. L'ultima vittoria neroazzurra è datata 23-11-2014.
La partita d'andata, disputata il 2 dicembre 2018, è terminata 2-2, grazie alle reti di Giglio e Castagna per l'Imperia e Vittori e Vallerga per il Finale.
LE FORMAZIONI
Questi i convocati: Trucco, Meda, Fazio, Laera, Ambrosini, Corio, Faedo, Mella, Martelli, Tahiri, Costantini, Roda, Castagna, Risso, Di Lauro, Giglio, Franco, Cavallone, Delice, Pallini
L'Imperia scende in campo con: Trucco, Fazio, Ambrosini, Martelli, Laera, Di Lauro, Faedo, Giglio, Castagna, Costantini, Risso
Il Finale risponde con: Porta, Conti (61' Buonocore), Finocchio, Ghigliazza, Scalia, De Benedetti, Ferrara, Pollero, Vittori, Genta, Vallerga
LA CRONACA
Terreno in buonen condizioni, sugli spalti un centinaio scarso di spettatori
Prima del fischio d'inizio premiato Fabio Laera che lascia l'Imperia per un'esperienza lavorativa all'estero ed osservato un minuto di silenzio per la scomparsa del direttore di gara Raffaele Astorino.
LA CRONACA
12' ammonito Costantini
18' tiro di Costantini che termina alto sopra la traversa
15' ammonito Conti
34' calcio di punizione di Costantini respinto dal palo, sulla sfera si avventa Castagna che insacca alle spalle di Porta: 1-0 e nona rete stagionale per "Lenny"
41' colpo di testa di Vallerga e miracolo di Trucco che, con uncolpo di reni, deviare la sfera sopra la traversa
Il primo tempo termina 1-0
46' assist di Costantini per Castagna che non riesce a superare Porta che devia la sua conclusione con i piedi
48' Faedo serve Giglio il cui tiro finisce alto sopra la traversa
56' assist di Giglio per Castagna, tiro dell'attaccante imperiese deviato in angolo da Porta
58' esce Vittori, entra Galli
61' esce Conti, entra Buonocore
72' esce Pollero, entra Intili
73' incertezza della difesa ospite, ne approfitta Martelli che infila Porta: 2-0 e prima rete stagionale per il centrocampista imperiese
75' tiro a giro di Faedo che esce di poco a lato
92' esce Laera, applauditissimo, entra Franco
La partita termina 2-0

3 commenti:

SANLORENZO ha detto...

Per la dirigenza è sempre più imbarazzante...campionato da vincere a mani basse solo con un po' di capacità ed organizzazione.

Skyfo ha detto...

54 punti su 81 disponibili. Una capolista che viaggia sotto la perfetta media inglese. Hai proprio ragione San Lorenzo. Se il Vado o la Rivarolese vinceranno tutte le ultime tre partite chiuderanno il campionato con 63 o 62 punti su 90. Fai tu. Appena sopra la media inglese. Bastava fare una squadra "completa" per vincere comodi il campionato, ma sappiamo tutti quali sono gli obiettivi in regione Perine....

Anonimo ha detto...

Yankee is back!