sabato 31 dicembre 2016

Ruspapensiero

Alfredo Bencardino ha rilasciato questa dichiarazione di fine anno su rivierasport.it: "Ci stiamo allenando da martedì e lo faremo fino a venerdì per poi ricominciare lunedì 2 Gennaio, abbiamo l'intenzione di riuscire a trovare la giusta via che possa esprimere un buon calcio e un buon equilibrio di squadra e, con tutto l'organico a disposizione, nutro buone speranze: poi bisogna essere realisti e analizzare le ultime cinque partite, abbiamo avuto molta sfortuna pareggiando delle partite allo scadere e non riuscendo a concretizzare colpendo numerosi pali o traverse. Se riuscissimo ad invertire questa tendenza, con un giusto equilibrio di squadra, potremo riuscire ad ottenere dei buoni risultati. Abbiamo, per questo girone di ritorno, due nuovi acquisti che sono Sanci, che presto sarà di nuovo a disposizione visto che si sta allenando già ora, evitando i colpi di testa, e l'ultimo arrivo Ymeri che è un ottimo centrocampista e può darci una grossa mano, per il resto cercheremo anche di sfruttare il nostro settore giovanile con gli innesti di alcuni giocatori come Risso, Calzia, Renna e Pinna che sono il futuro dell'Imperia. Auguro a tutti un buon 2017".

venerdì 30 dicembre 2016

10 anni di IM1923

Si festeggia quest'oggi il decimo compleanno di Im1923 e, come sempre in occasione di questo anniversario, faccio un breve bilancio di quello che è accaduto nell'arco dell'anno.
La squadra allenata da Gian Luca Bocchi termina il Campionato al quarto posto in classifica, al termine di un Torneo definito "più che soddisfacente" dalla dirigenza... solo da loro, perché, pur non avendo niente da rimproverare ai ragazzi che sono scesi in campo nonostante le difficoltà della società, i 20 punti di distacco da un Finale che, come noi, aveva una squadra composta per buona parte di giovani, o gli 11 punti di distacco da Magra Azzurri e Unione Sanremo, sono stati un gap notevole. Anche perché la squadra, negli scontri diretti, ha sempre destato un'ottima impressione riuscendo anche a portare a casa alcune vittorie (in casa contro il Magra Azzurri, e, soprattutto, le due storiche contro l'Unione Sanremo, in Coppa Italia ed in Campionato) venendo sconfitta sempre di misura in maniera assolutamente immeritata (in casa contro il Finale, dopo il pareggio in trasferta a Finale, in trasferta contro il Magra Azzurri e, soprattutto, il derby in casa contro l'Unione Sanremo).
Il Campionato termina dei neroazzurri, di fatto, termina a dicembre, ed il "Nino Ciccione" è sempre desolatamente deserto, come in occasione della gara interna contro il Rapallo alla quale assistono meno di 50 spettatori.
L'unica vera gioia è rappresentata dalla vittoria nei due derby esterni, specialmente in quello di ritorno, ma la goduria non è vissuta dal vivo, poiché la Prefettura di Imperia vieta la trasferta ai tifosi neroazzurri.
Terminato il Torneo, c'è la separazione non certo consensuale ma assai velenosa tra l'Imperia ed il mister Gian Luca Bocchi, con il Presidente Gramondo che, rompendo il consueto fastidioso silenzio dichiara che l'obbiettivo per la stagione successiva sarà la promozione in Serie D.
Comincia il ballottaggio per decidere chi sarà l'erede di Gian Luca Bocchi, vinto alla fine da Valentino Papa, scelta che desta non poche perplessità nei tifosi neroazzurri, per il passato di matuziano e per il suo curriculum non certo esaltante.
Si dimettono, dopo tre stagioni, anche il Direttore Tecnico Alfredo Bencardi ed il Direttore Generale Attilio Ascheri, mentre nuovo Direttore Sportivo è Salvatore Sassu.
L'Imperia 1923 ingaggia il difensore Roberto Fici dall'Unione Sanremo, i centrocampisti Valerio Gallo dall'Unione Sanremo,  Luca Celotto dall'Argentina, Simone Colavito dal Taggia e l'attaccante Riccardo Zambon dalla Fortis Juventus. Tornano ad indossare la casacca neroazzurra i difensori Agustin Battipiedi e Tommaso Corio ed il centrocampista Lorenzo Casassa Vigna, mentre sono ceduti il centrocampista Luca Garibbo e gli attaccanti Samuele Roda ed Enrico Dominici.
L'Imperia viene eliminata dalla Coppa Italia nel turno preliminare e, nelle prime dieci partite, ha un andamento altalenante, non tenendo il ritmo della capolista Albissola, che prende subito il largo, tallonata da Vado e Genova calcio: particolarmente pesante è la sconfitta interna contro la neo promossa Moconesi.
Dopo la sconfitta esterna contro l'Albenga, l'allenatore neroazzurro Valentino Papa rassegna le dimissioni e, al suo posto, è nominato Alfredo Bencardino.
Le cose, però, non cambiano e la squadra non cambia l'andamento negativo, scendendo in classifica, a ridosso della zona play out: la contestazione nei confronti della dirigenza neroazzurra monta sempre più, ma il Presidente Gramondo continua a sostenere che l'obbiettivo è il salto di categoria.
Dopo la sconfitta esterna contro il Ventimiglia, anche Alfredo Bencardino rassegna le dimissioni dal proprio incarico, ma la società neroazzurra le respinge.
A complicare notevolmente le cose, nel mercato di riparazione invernale, l'Imperia svincola ben dieci componenti della rosa (Daniele Alberti, Luca Celotto, Valerio Gallo, Nicholas Basso, Thomas Taliercio, Riccardo Zambon, Modestino Feliciello, Andrea Moraglia, Simone Colavito ed Alessandro Trucco) ed al loro posto arrivano soltanto l'attaccante Gabriele Sanci dalla Pro Dronero, il centrocampista Arturo Ymeri ed il giovane portiere Gabriele Prato dal Ventimiglia.
La dirigenza motiva questa epurazione come una scelta personale dei dieci calciatori, ma alcuni di loro respingono decisamente questa tesi.
Il clima di sfiducia è sempre maggiore, il pubblico diserta il "Nino Ciccione" che è sempre più desolatamente deserto, la prova del fallimento di questo gruppo dirigenziale cui la maggior parte del pubblico imperiese chiede a gran voce le dimissioni.
Eppure c'è sempre grande interesse intorno alle vicende neroazzurre, come dimostrato dai contatti e dai commenti sul blog, che raggiunge, nell'ultimo mese e mezzo numeri di visitatori mai raggiunti in questo decennio.
In questo anno ci ha lasciato due grandi ex neroazzurri, l'ex allenatore delle giovanili Bruno Demaurizi e l'ex portiere Marco Delfino.
Concludo, come sempre, ringraziandovi per aver seguito, anche quest'anno, le avventure (ma, forse, sarebbe meglio definirle disavventure) dell'Imperia attraverso il mio piccolo blog e vi do appuntamento tutti i giorni su queste pagine, aspettando i vostri contributi, i vostri commenti, le vostre critiche ed i vostri suggerimenti.
Forza Imperia... sempre!!!

giovedì 29 dicembre 2016

Gianbopensiero di fine girone d'andata

L'ex allenatore neroazzurro Gian Luca Bocchi ha fatto il punto sul girone d'andata del Campionato di Eccellenza su rivierasport.it:
"L'andata ha confermato quanto si ipotizzava a Settembre, quando la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori vedeva nell'Albissola di mister Monteforte la favorita per la vittoria finale. Il loro cammino è ancora più impressionante se si considerano le tantissime difficoltà che i ceramisti hanno dovuto affrontare tra infortuni e squalifiche. A loro vanno i miei complimenti per il lavoro svolto e per la capacità, da neopromossi, di essere subito competitivi per la vittoria finale. Genova Calcio e Vado sono attualmente staccate di 5 punti e potranno dare fastidio alla capolista, soprattutto i genovesi se confermeranno il ruolino di marcia delle ultime giornate senza incappare in battute d'arresto clamorose come a inizio stagione, anche se credo che il loro reale obiettivo sia il raggiungimento del secondo posto. Ottimo il campionato della neopromossa Rivarolese, una squadra con valori importanti per questa categoria. Sul loro campo sarà difficile fare risultato. Nelle retrovie mi stupisce un po' la posizione della Sestrese, tra l'altro finalista di Coppa Italia,mentre sono da valutare la forza del Rapallo dopo la rivoluzione dicembrina e compagini abituate alla lotta per non retrocedere come Busalla e Voltrese. Il Magra Azzurri, invece, credo che difficilmente potrà rientrare per giocarsi la salvezza anche attraverso i playout.
Il campionato del Ventimiglia si può considerare buono a mio modo di vedere. La lunga squalifica di Miceli li ha privati dell'uomo migliore, ma allo stesso tempo ha costretto i molti giovani in rosa ad alzare lo standard di rendimento. Al completo la ritengo una squadra capace di mettere in difficoltà chiunque e credo sia importante, in quest'ottica, mantenere un certo margine sulla zona calda per poter affrontare il girone di ritorno senza particolari patemi. Diverso il discorso sull'Imperia. Partita come una delle favorite, ha subìto nelle ultime settimane una vera e propria rivoluzione a livello di rosa. I risultati molto altalenanti hanno provocato anche una spaccatura tra tifosi e società e il fatto di essere molto staccati dal trio di testa rende la situazione ulteriormente difficile. I giocatori rimasti a disposizione garantiscono comunque la possibilità di risalire, e in fretta, la classifica, e per questo credo sarà fondamentale iniziare il 2017 con una serie di risultati importanti per invertire la tendenza delle ultime giornate che li vede ben al di sotto delle proprie potenzialità. Il trittico Valdivara in casa, Busalla fuori e Albissola in casa dirà se la squadra di Bencardino avrà assorbito l'ultimo brutto periodo".

mercoledì 28 dicembre 2016

La rosa neroazzurra. Gabriele Prato

Nome: GABRIELE
Cognome: PRATO
Luogo di nascita: IMPERIA
Data di nascita: 06-09-1999
Ruolo: PORTIERE
Carriera calcistica
Stagione: 2014-15. Squadra: ALESSANDRIA. Serie: GIOVANILI
Stagione: 2015-16. Squadra: VENTIMIGLIA. Serie: ECC. Pres:
Stagione: 2016-17. Squadra: IMPERIA. Serie: ECCEL. Pres:

martedì 27 dicembre 2016

La rosa neroazzurra. Paolo Risso

Nome: PAOLO
Cognome: RISSO
Luogo di nascita: IMPERIA
Data di nascita: 22-03-1999
Ruolo: CENTROCAMPISTA
Carriera calcistica.
Stagione: 2015-16. Squadra: IMPERIA. Serie: GIOVANILI
Stagione: 2016-17. Squadra: IMPERIA. Serie: ECCEL. Pres: . Gol:

A.A.A Cercasi foto disperatamente

lunedì 26 dicembre 2016

Ymeri-Sassupensiero

Queste le prime parole da neo neroazzurro Arturo Ymeri su rivierasport.it: "Solo a Quiliano- ho avuto modo di confrontarmi per un breve periodo con l'Eccellenza, ma sono convinto ci siano tutti i presupposti per fare bene.
Perchè Imperia? Ho ricevuto più di una proposta, non lo nego, ma a a far scoccare la scintilla è stato il feeling che si è immediatamente instaurato con la società: ho trovato delle persone per bene che mi hanno immediatamente convinto ad accettare la loro offerta. Rammaricato per l'addio al Savona? Non potrebbe essere altrimenti, è la squadra della mia città, ma ora è giunto il momento di voltare definitivamente pagina. Ci aspetta infatti un girone di ritorno difficile, dove daremo il massimo per scalare quante più posizioni di classifica possibili".
Feeling immediato con la società... ah! però...
E' poi stato il turno del Direttore Sportivo Salvatore Sassu: "Ora basta parole... Alla ripresa del campionato sono fiducioso che potremo fare bene. Secondo posto? Nel calcio tutto è possibile..."
Convinto lui...

domenica 25 dicembre 2016

Buon (si fa per dire) Natale



Vi informo che nel panettone dell'Imperia 1923 non ci sono i canditi non per scelta della dirigenza neroazzurra, ma per volontà degli stessi canditi...

sabato 24 dicembre 2016

Quando il gioco si fa duro, arriva l'Arturo..

Regalo natalizio per l'Imperia che ha ingaggiato il centrocampista Arturo Ymeri, che ha giocato la prima parte del campionato nel Savona. Centrocampista tatticamente duttile , Arturo Ymeri, nato a Savona il 28/01/1992 e cresciuto nelle fila del settore giovanile del Genoa, ha vestito le maglie del Savona (2010/2011) per poi trasferirsi a gennaio alla Lavagnese. La stagione successiva ha giocato nel Noto, poi il trasferimento al Casale nel 2013-2014 ed al Verbania.
Nella stagione 2014-2015 l'avventura in terra australiana con le casacche del Werribee e Avondale Heights, per poi fare ritorno alla Novese, il trasferimento all'Argentina e, come detto, nella prima parte di questa stagione al Savona.
Da segnalare anche, nell'aprile del 2012, la convocazione nella Nazionale under 21 Albanese, nazione che ha dato i natali al centrocampista neo neroazzurro.

Settore giovanile. Il punto settimanale

Ultimo turno di campionato prima della pausa natalizia la Scuola Calcio Asd Imperia che ha visto le squadre nerazzurre concludere la fase autunnale del campionato in modo soddisfacente.
La squadra mista 2004/2005 di mister Buonomo ha pareggiato contro l'Argentina rinforzata anch'essa da alcuni elementi di qualità della leva 2004 al termine di una gara molto combattuta in cui sono emersi molti errori in fase conclusiva dei babies nerazzurri.
La leva esordienti 2005 di mister Dalocchio ha pareggiato 2-2 contro la Dianese che schierava quasi tutti elementi del 2004; da rimarcare che con questo risultato i babies nerazzurri hanno terminato il loro girone con ottimi risultati.
La leva pulcini 2006 guidata da mister Robotti ha battuto la Dianese&Golfo dopo una gara in cui i nerazzurri sono sempre stati alla ricerca del gioco ma non hanno avuto grande concretezza in fase di realizzazione.
La leva 2007 di Vacca/Alberti ha pareggiato contro i pari età dell'Unione Sanremo che all'andata si erano dimostrati superiori a riprova di una costante crescita del gruppo nerazzurro.
Con queste gare si conclude la fase autunnale dei campionati che riprenderanno a gennaio dopo la pausa natalizia; ora il pensiero di tutto lo staff della Scuola calcio dell'Asd Imperia e' rivolto ai ragazzi e alle loro famiglie a cui va un grande augurio di Buon Natale e Felice anno nuovo,ringraziandoli per la disponibilità e passione profusa in questo primo scorcio di stagione.

venerdì 23 dicembre 2016

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno

Chiudo il sondaggio "Vota il migliore contro la Voltrese Vultur" che ha visto la vittoria di Corio (5 punti), seguito da De Simeis (3 punti) e Ambrosini (1 punto).
Per effetto di questo risultato, quindi, la classifica è la seguente:
14 punti: Giglio
10 punti: Ambrosini
7 punti: Zambon
6 punti: Battipiedi, Malafronte
5 punti: Corio, Faedo, Feliciello
3 punti: De Simeis
Appuntamento a domenica  8 gennaio, quando dovremo votare il migliore in campo contro il Valdivara 5 Terre .

giovedì 22 dicembre 2016

Occhio Pinocchi...

Copio/incollo l'intervista rilasciata da Riccardo Zambon a rivierasport.it
Riccardo Zambon-Imperia: che cosa è successo realmente tra lei e i nerazzurri? "L'avvicinarsi a casa non c'entra, visto che non avevo alcuna intenzione di andarmene dall'Imperia, nonostante ci fossero diverse situazioni che non andavano bene... Le cose sono andate in modo piuttosto strano sin dall'inizio, peggiorando continuamente fino ad un'ultima proposta che sembrava volesse spingermi ad andarmene, ritirandola poi quando avevo già dato la parola alla Clodiense Chioggia Sottomarina".
Una situazione non facile per lei... "Non c'è mai stata chiarezza, nei confronti di tutti, mi è dispiaciuto un sacco vedere dei bravissimi ragazzi, uomini ancor prima che giocatori, trattati come non meritavano... Bastava poco per fare bene in questo campionato".
Qual'è il suo ultimo messaggio alla piazza? "Vorrei dire di non abbandonare l'Imperia, di farlo per la storia, per il glorioso passato, anche se so che è difficile... La piazza deve supportare la squadra, perché i ragazzi ci mettono impegno e cuore durante la settimana e la domenica".                        
Il suo miglior momento nel periodo in nerazzurro? "Sicuramente la partita contro l'Albenga in Coppa, perché è stato il mio esordio in gara ufficiale, segnando e fornendo l'assist in una gara importante per i tifosi".                      
L'arrivo di Sanci ha condizionato la sua scelta? "L'arrivo di Sanci non c'entra nulla, anzi il mister mi ha pure detto che ci vedeva bene insieme. Ovviamente mi piacerebbe tornare se le cose dovessero cambiare: ripeto Ho trovato davvero belle persone e la zona è stupenda".

Ricordiamo cosa aveva dichiarato l'8 dicembre scorso il D.S. Salvatore Sassu: "Zambon ha accettato l'offerta dalla Clodiense Chioggia Sottomarina per avvicinarsi a casa".
Cari i miei Pinocchietti di regione Perine, le bugie hanno le gambe corte.

mercoledì 21 dicembre 2016

Ruspapensiero

L'allenatore neroazzurro ha così commentato, a Diego David, sul Secolo XIX di ieri, il pareggio interno contro la Voltrese Vultur ed il momento dei neroazzurri: "Il primo responsabile di questa situazione sono io, ma anche tutti i miei calciatori devono farsi un bell'esame di coscienza. Ho una buona squadra e abbiamo tutto il tempo, nel girone di ritorno, per ritornare nelle zone più tranquille della graduatoria, anche col rientro di Sanci e il completo recupero fisico di Battipiedi e Castagna.
Il 2016 è un anno da mettere prima possibile da parte, da cancellare. Dobbiamo ripartire col piede giusto dal 1° gennaio 2017. In queste ultime 5 gare credo di avere avuto più sfortuna che in tutta la mia carriera di allenatore. I miei hanno colpito 4 pali che sisono rivelati tutti decisivi, più una autorete clamorosa e 2 errori come altrettanti autogoal. Potevamo avere tranquillamente 6 punti in più. È anche vero, però che fortune e sfortune, alla fine, te le vai a cercare. Riguardo la contestazione a fine gara, hanno contestato in 3: del resto se la società di più non può fare in base
alle proprie disponibilità, bisogna pure che venga accettato dai tifosi. Se mollano questi dirigenti ad Imperia finisce il calcio. A loro bisogna chiedere solo di mantenere fede alla linea dettata dai programmi, con coerenza".

lunedì 19 dicembre 2016

Che l'Epifania vi porti via!

Alla collezione di figure di merda di questa stagione, mancava anche un pareggio casalingo con rete ospite subita al 94° in doppia superiorità numerica: un'altra medaglia da apporre a questa dirigenza per la quale non ci sono più aggettivi negativi per definirla.
E' terminato ieri il peggior girone di andata degli ultimi quattro anni. Una pochezza disarmante in una squadra dove sembra abbastanza evidente che ognuno viaggi per i fatti propri e, soprattutto, un po' tutti non vedano l'ora di cambiare aria, visto che di cambiare il manico non se ne parla.
Il destino di questa squadra sembra apparentemente già scritto. Se in questa lunga pausa invernale non cambierà nulla a livello dirigenziale, risulta davvero difficile pensare con quale umore questi ragazzi potranno presentarsi alla prossima gara casalinga, prima del girone di ritorno ed altro spareggio salvezza (perché di questo ormai bisogna evidentemente parlare al di là di qualche farneticante dichiarazione di qualche pseudo dirigente che continua a parlare di secondo posto).
In un Torneo dove le seconde classificate sono state in grado di racimolare la miseria di 28 punti sui 45 disponibili sarebbe bastata una squadra NORMALE in una società NORMALE per portare facilmente a casa il Campionato.
Ora siamo, invece, di fronte all'ennesima stagione da buttare, con una società SENZA FUTURO e con lo spauracchio di dover addirittura provare ad evitare la discesa in Promozione dove, guarda un po', se anche le cose dovessero cambiare in estate, ci troveremmo di fronte la corazzata Alassio del Presidente Vincenzi con la prospettiva, anche lì, di vederci costretti ad un ruolo da sparring partner.
Non corriamo troppo coi tempi e pensiamo invece ad augurarci, tutti insieme, che queste festività possano essere le ultime che vedano al timone dell'Imperia calcio questi signori che nessuno vuole e che sono ormai invisi a tutta la tifoseria.
Per l'ennesima volta, lo abbiamo messo anche nella letterina a Babbo Natale, #liberatelimperiacalcio....
Auguri a tutti con la speranza che il Natale e il nuovo anno ci presentino, alla ripresa, un futuro più azzurro che nero...

domenica 18 dicembre 2016

Sondaggio, Vota il migliore contro la Voltrese Vultur

Settimo turno de "Il neroazzurro dell'anno". Dovete solo votare il miglior neroazzurro in campo contro la Voltrese Vultur nel box alla destra di questo post.
Con questo voto, con quello di un gruppo di amici che so per certo che hanno visto la partita, assieme alle pagelle del "Secolo XIX", di "La Stampa" e "Puntoimperia.it", viene fatta una "media" e porterà al risultato finale.
Questo in modo tale che il sondaggio possa essere il più possibile veritiero, cioè basato su quello visto in campo, e non "influenzato" da amici e parenti del calciatore. Alla chiusura del sondaggio (tra due giorni), ai primi 3 in classifica verranno assegnati, nell'ordine, 5, 3 e 1 punto.
A fine stagione, coi voti dei vari sondaggi, effettuati dopo ogni gara interna, verrà decretato il "Neroazzurro dell'anno" e seguirà in questo speciale concorso a Marco Di PlacidoGian Luca BocchiRoberto Iannolo , ancora Roberto IannoloGuido Balbo , Roberto IannoloMarco PrunecchiAmerigo Castagna Giuseppe Giglio vincitori nelle 9 stagioni precedenti.
La classifica, dopo la prima giornata, è la seguente:
14 punti: Giglio
9 punti: Ambrosini
7 punti: Zambon
6 punti: Battipiedi, Malafronte
5 punti: Faedo, Feliciello
Votiamo!

15° giornata (andata). Imperia-Voltrese Vultur: 1-1

Questo pomeriggio, alle ore 15,00, agli ordini di  Stefano Calzolari di Albenga, l'Imperia di Alfredo Bencardino, affronta la Voltrese Vultur di Fulvio Navone.
Neroazzurri in crisi nera, vittoria che manca da un mese e mezzo, tifosi in ebollizione, dieci calciatori che non fanno più parte della rosa (ma si parla di tredici), mister che ha rassegnato le dimissioni, poi rispinte dalla dirigenza la quale, nonostante tutto, continua a credere (a parole) nell'obbiettivo promozione in Serie D: questo il quadro per nulla tranquillizzante dell'Imperia 1923.
Al di là di tutto questo, è una sfida molto importante, a mio modesto avviso, quasi uno scontro diretto per la salvezza: i genovesi, reduci dalla vittoria in rimonta contro la Rivarolese, hanno tre punti in meno dei neroazzurri ed un eventuale ulteriore passo falso sarebbe imperdonabile e farebbe trascorrere la sosta natalizia in un clima ancora più preoccupante.
Imperia e Voltrese Vultur si sono affrontate, al "Nino Ciccione", nella loro storia, due volte: il bilancio è di due vittore per i neroazzurri.
LE FORMAZIONI
Questi i 18 convocati per la sfida. Portieri: Todde, Prato; Difensori: Laera, Ravoncoli, Fici, Corio, Renna, Pinna, Ambrosini, Battipiedi; Centrocampisti: De Simeis, Giglio, Calzia, Franco, Faedo; Attaccanti: Castagna, Malafronte, Risso.
L'Imperia scende in campo con: Todde, Ravoncoli, Fici, Laera, Battipiedi, Corio, Giglio, Ambrosini, Malafronte, De Simeis, Castagna. In panchina: Prato, Pinna, Franco, Calzia, Faedo, Renna, Risso.
La Voltrese risponde con: Ivaldi, Velati, Severi, Calautti, Virzi, Termini, Mantero, Icardi, Angius, Boggiano, Orlando.
LA CRONACA
Terreno in discrete condizioni, giornata primaverile, sugli spalti un centinaio scarso di spettatori
5' cross di Ambrosini per Castagna, il cui tito si stampa sul palo della porta difesa da Ivaldi
11' cross di De Simeis per Castagna che, da dentro l'area, infila porta avversaria: 1-0 e seconda rete stagione per l'attaccante di Alba
22' espulso Virzì per un brutto fallo ai danni di Giglio lanciato a rete. Proteste genovesi ed ammonizione per Velati
42' calcio di punizione di De Simeis per la testa di Ambrosini, la sfera esce di poco a lato
La prima frazione di gioco termina 1-0
La Voltrese si ripresenta in campo con Martis al posto di Orlando
51' cross di Fici per Malafronte, il cui tiro al volo esce a lato
57' primo cambio per l'Imperia: esce Battipiedi ed entra Franco
63' espulso Boggiano per vibranti proteste nei confronti dell'arbitro: ospiti in 9
70' secondo cambio per la Voltrese: esce Calautti ed entra Siligato
Nell'Imperia esce De Simeis ed entra Faedo
80' ultimo cambio per l'Imperia: esce Malafronte ed entra Risso
85' ammonito Siligato
89' azione personale di Giglio che salta un paio di avversari, entra in area e calcia a colpo di sicuro, Ivaldi respinge
94' calcio di punizione dalla metà campo nell'area neroazzurra, la sfera giunge sui piedi di Siligato che, con un gran tiro, beffa Todde: clamoroso 1-1 e fischio finale
(fotografie Mauro Giusto)

15° giornata (andata). Risultati, marcatori e classifica

ALBISSOLA-BUSALLA: 4-3. 6' e 70' Compagnone (B), 17 Aslanaj (A), 17' Cargiolli (A), 36' Piccardo (B), 63' Doffo (A), 77' Pèiacentini (A)
SESTRESE-VENTIMIGLIA: 1-1. 52' Mossetti (S), 74' Alberti (V)
IMPERIA-VOLTRESE: 1-1. 11' Castagna (I), 94' Siligato (V)
MAGRA AZZURRI-ALBENGA: 0-1. 63' Bertuccelli
MOCONESI-VALDIVARA 5 TERRE: 1-1. 7' Bacigalupo (M), 83' Sbarra (V)
RAPALLO-SAMMARGHERITESE: 1-2. 50' Salku (R), 70' Cilia (S), 89' Marrale (S)
RIVAROLESE-RIVASAMBA: 6-1. 5' Romano (Ra), 10', 33, 75', 76' e 86' Mura (Re), 30' Sighieri (Re) 
VADO-GENOVA CALCIO: 0-3. 20' Bennati, 42' rig. Parodi, 56' Cappannelli
CLASSIFICA
ALBISSOLA 33
GENOVA CALCIO 28
VADO 28
RIVAROLESE 26
VALDIVARA 23
ALBENGA 22
VENTIMIGLIA 21
IMPERIA 20
MOCONESI 19
RIVASAMBA 19
SAMMARGHERITESE 19
BUSALLA 18
VOLTRESE 17
SESTRESE 16
RAPALLO 13
MAGRA AZZURRI 5

sabato 17 dicembre 2016

Ciao Marco


Ci ha lasciato Marco Delfino, portiere neroazzurro nelle stagioni che vanno dal 1988-1989 al 1990-1991, collezionando 83 presenze.
Secondo quanto riportato da imperiapost.it, Marco "è deceduto nelle scorse ore all’ospedale CTU di Torino, dove era stato ricoverato a seguito di una brutta caduta con gli sci a Limone Piemonte, dovuta a un ictus, a seguito della quale aveva riportato anche un forte trauma cranico, rimediato nonostante l’utilizzo del casco e  avrebbe da subito perso conoscenza. Subito soccorso era stato trasportato d’urgenza presso il nosocomio piemontese. Le sue condizioni fino a ieri erano stazionarie, poi peggiorate questa notte".
Un abbraccio da parte mia e di tutti i tifosi neroazzurri alla sua famiglia.

La terna arbitrale

Arbito di Imperia-Voltrese Vultur sarà Stefano Calzolari di Albenga, coadiuvato da Ettore Walter Isolabella e Luca Degiovanni di Novi Ligure.
Stefano Calzolari ha già diretto i neroazzurri in altre cinque occasioni: Ligorna-Imperia 2-1 del 30 marzo 2014Imperia-Quiliano 2-3 (Coppa Italia) del 7 settembre 2014 , Imperia-Genova calcio 1-1 del   27 settembre 2015, Imperia-Sestrese 2-2 del 25 ottobre 2015 e Imperia-Vado (Coppa Italia) 2-1 del 31 agosto 2016.

Giudice sportivo

Ammonizione con diffida (4° infrazione) per Fabio Laera, ammonizione (3° infrazione) per Mirko Ravoncoli ed ammonizione (2° infrazione) per Mattia De Simeis.

venerdì 16 dicembre 2016

Abbiamo fatto 13 !!!


Dopo le dieci potature invernali (ricordiamoli, Daniele Alberti, Luca Celotto,  Valerio Gallo, Nicholas Basso, Thomas Taliercio, Riccardo Zambon, Modestino Feliciello, Andrea Moraglia, Simone Colavito ed Alessandro Trucco) altri tre tagli pare siano ad un passo dall'essere ufficializzati.
I nomi? Aspettiamo, come detto, l'ufficializzazione, ma vi do qualche indicazione: sono tutti e tre nativi di Imperia e sono un difensore, un centrocampista offensivo ed un attaccante...
Ovviamente, l'obbiettivo dichiaratissimo dalla dirigenza è il secondo (e, perchè no?) il primo, vero?
SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! 
SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! SERIE D!!!!! 

Scontri diretti. Imperia VS Voltrese Vultur

Imperia e Voltrese Vultur si sono affrontate, al "Nino Ciccione", 2 volte: il bilancio è di due vittore per i neroazzurri.
Questo è il tabellino della prima partita, disputata il 09-01-2011.
IMPERIA-VOLTRESE VULTUR: 3-0
RETI: 19' Celea, 47' e 75' rig. Andorno
IMPERIA: Tranchida, Ambesi, Rizza, Bencistà, Monti (81’ Schiavon), Stabile, Aloi, Carioti, Andorno, Celea (80’ Cinquepalmi), Allaria (69’ Cuneo). All. Soncin
VOLTRESE VULTUR: Ivaldi, Alloisio (46’ Mantero), Neri, Castagnoli , Virzi, Di Capita, Bruzzone (65’ Beltran), Icardi, Mori, Cardillo, Altamura (77’ Bozzolo). All. Robello
ARBITRO: Parodi di Savona.
Questo, invece, quello della gara disputata il 28 febbraio 2016:
IMPERIA-VOLTRESE VULTUR: 4-1
RETI: 65' De Simeis, 67' e 84' Castagna, 70' Faedo, 82' Di Donna
IMPERIA: Trucco, Renna, Ambrosini, Laera, Feliciello, Moraglia (49' De Simeis), Faedo (72' Prunecchi), Franco, Castagna, Giglio (79' Semeria), Roda. All. Bocchi
VOLTRESE VULTUR: Branda, Alonso, Angus, Scattassi, Di Donna, Calautti, Mantero (83' Siciliano), Carli, Boggiano, Cardillo, Ferrari (78' Minutolo). All. Navone
ARBITRO: Quercioli di Chiavari
Questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria. A.S.D. Voltrese Vultur 1956

ANNO DI FONDAZIONE: 1956
COLORI SOCIALI: Giallo-Blu
CAMPO SPORTIVO: "San Carlo" sito in Genova Voltri. Terreno in erba sintetica
SITO INTERNET: voltresevultur.com   
PRESIDENTE: Rodolfo Traxino
VICE PRESIDENTE: Antonio Mantero
DIRETTORE SPORTIVO: Armando Tanghetti
DIRETTORE TECNICO: Fabrizio Maraglano
ALLENATORE: Fulvio Navone
PORTIERI: Andrea Colombi (88), Andrea Ivaldi (84), Ragusi (98)
DIFENSORI: Bruzzone (98), Alex Di Donna (86), Nicolò Limonta (96), Minutolo (96), Matteo Termini (92), Velati (97), Calogero Virzi (82), Severi (99)
CENTROCAMPISTI: Luca Angius (92), Davide Calautti (85), Davide Icardi (84), Luca Ferrari (96), Martis (98), Walter Scatassi (97)
ATTACCANTI: Sacha Anzalone (89), Andrea Boggiano (85), Umberto Cardillo (89), Luca Mantero (81), Davide Siciliano (97), Matteo Siligato ('86)

giovedì 15 dicembre 2016

Resta di stucco, il 10° che se ne va è Trucco

Decima uscita in casa neroazzurra: era da tempo nell'aria, ora c'è l'ufficialità dell'addio del portiere Alessandro Trucco, trasferitosi all'Argentina.
Proprio dai rossoneri arriva il nuovo portiere dell'Imperia, cioè Gabriele Prato, estremo difensore nato il 6 marzo 1999.
Figlio d’arte (il padre Stefano è il preparatore dei portieri del Ventimiglia Calcio), dopo aver giocato nella scuola calcio del Genoa e nei Giovanissimi dell'Imperia, è passato alle giovanili dell'Alessandria, allenato da Enrico Lombardi, dove ha giocato fino agli Allievi. La scorsa stagione è andato al Ventimiglia dove ha esordito in prima squadra, per poi trasferirsi, quest'estate, all'Argentina.
Chi volesse conoscerlo meglio, può vedere una serie di filmati cliccando qui ..

La precisazione di Battigol

Agustin Battipiedi su rivierasport.it ha smentito la voce che lo vedeva "proposto" tramite facebook alla Sanremese: "Non c'è nulla di vero, sono venuto qui a Imperia per fare tutta la stagione in neroazzurro".

mercoledì 14 dicembre 2016

Ruspa-Gramondopensiero

Le dichiarazioni di Alfredo Bencardino rilasciate a Diego David del Secolo XIX, dopo la mancata accettazione delle sue dimissioni: "Visto che la società ha respinto le mie dimissioni, preparo la gara con la Voltrese al meglio delle mie possibilità, ci mancherebbe altro. Poi, però,bisognerà sedersi a un tavolo coi dirigenti eaffronta-re di punta la situazione. Avremo a disposizione tutta la pausa natalizia per farlo. La società dovrà farsi sentire coi giocatori e lo farà.
Ma è anche giunto il momento di smetterla di prendersela in modo ipocrita coi dirigenti.
Per tanti o pochi soldi che possono investire nella squadra, è gente che ci mette la faccia e che mantiene in piedi il calcio cittadino. Se vogliono un mio consiglio è quello di cercare di portare in fondo al meglio questo campionato e poi passare la mano".
Questo, invece, il parere del presidente Fabrizio Gramondo sulle prospettive future dei neroazzurri (nulla di nuovo, ma sempre assai sorprendente): "Per la partita di domenica dovrebbe tornare a disposizione Castagna che sta bruciando le tappe, poi valuteremo a seconda delle condizioni di Sanci. Sappiamo benissimo come Bencardino sa sfruttare a suo favore le pause natalizie. Nel ritorno avremo tutti gli scontri diretti in casa, a parte il Genova calcio. Credo che la piazza d'onore rimanga alla nostra portata. E non dico il primo posto, anche se, in fin dei conti, l'Albissola, ha poi due punti in più sulla seconda".
In confronto, il mitico Gianni della celebre pubbicità dell'Unieuro era un pessimista cosmico...

Classifica marcatori

17 RETI: Parodi (Genova calcio)
13 RETI: Mosto (Moconesi)
11 RETI: Di Pietro (Vado)
10 RETI: Piacentini (Albissola)
8 RETI: Sighieri (Rivarolese)
6 RETI: Battipiedi (Imperia), Battaglia (Sestrese), Miceli (Ventimiglia)
5 RETI: Cargiolli (Albissola), Zambon (Imperia), Mura (Rivarolese), Romano (Rivasamba), Massaro (Sammargheritese), Maggiore (Valdivara), Boggiano (Voltrese)
4 RETI: Gaggero, Raiola (Albenga), Sancinito (Albissola), Salku (Rapallo), Fontana (Rivasamba), Marrale (Sammargheritese), Aurelio (Vado), Cardillo (Voltrese)
3 RETI: Fanelli (Albenga), Romei (Albissola), Compagnone (Busalla), Ilardo (Genova calcio), Malafronte (Imperia), Monticone (Moconesi), Migliaccio, Mossetti (Sestrese), Pesare (Valdivara), Trotti (Ventimiglia)
2 RETI: Perlo  (Albenga), Alessi (Albissola), Roselli (Busalla), Bennati, Traverso (Genova calcio), Celotto (Imperia), J.Antonelli, Conodera, Michi (Magra Azzurri), Mengali, Vagge (Rapallo), Oliviero (Rivarolese), Latin, Nicolini (Rivasamba), Carbone (Sammargheritese), Job (Vado), Marchi (Valdivara), Cafournelle, Dominici, Eugeni, Mamone, Salzone (Ventimiglia)
1 RETE: Calcagno, Cesari, Gerini, Marrale, Pastorino, Praino (Albenga), Bennati, De Mattei, Piana (Albissola), Arnulfo, Bottaro, Dieci, Ottoboni, Sighieri, Velastagui (Busalla), Cappannelli, Riggio (Genova calcio), Castagna, Corio, De Simeis, Faedo, Giglio, Risso (Imperia), Giannini, Mencarelli, Shqypi (Magra Azzurri), Asimi, Foppiano (Moconesi), Capo, Coluccini, Verrini (Rapallo), Castro, Chiarabino, Memoli, Mura, Piccardo (Rivarolese), Bacigalupo, Naclerio, Paoletti (Rivasamba), Bertorello, Bozzo, Cagnazzo, Carbone, Cilia, Ilardo, Mortola (Sammargheritese), Leto, Lipani, Tangredi, Venturelli (Sestrese), Clematis, Ghigliazza, Mora (Vado), Mozzachiodi, Ortelli, Paparcone (Valdivara), Ala, Principato (Ventimiglia), Anzalone, Ferrari, Mantero, Nuradine, Siligato (Voltrese)
1 AUTORETE: Condolini (Albissola) pro Sammargheritese; Castagna (Imperia) pro Sammargheritese; Ravoncoli (Imperia) pro Magra Azzurri; Lombardo (Sestrese) pro Imperia; Ferrero (Ventimiglia) pro Albissola

martedì 13 dicembre 2016

A.A.Agustin offresi

Ecco che cosa ha scoperto Gerson Maceri di Sportivì: un parente di Agustin Battipiedi ha contattato tramite facebook il presidente della Sanremese Bersano per un eventuale trasferimento in biancoazzurro.
Ecco lo scambio di messaggi tra Emilio Battipiedi e Renato Bersano (con intermezzo di Nando):

Rabbia ed amarezza

Confesso di essere veramente a disagio in questa situazione. Come IM1923 sono tifoso nerazzurro ormai da quasi 40 anni (sigh!) e credo, pur nella moltitudine di situazioni negative vissute in questo pezzo di storia del club, di non aver mai assistito ad una cosa del genere. 
Ci troviamo di fronte ad una pseudo dirigenza completamente assente, che, pur avendo recentemente reso pubblico il fatto di aver ingaggiato una nuova addetta stampa, lascia trapelare solo tramite l'allenatore le informazioni e, sempre tramite il povero Ruspa, ci propina una serie di bufale devastanti. 
Siamo passati dall'obiettivo serie D, alla valorizzazione dei giovani (guarda caso i più validi e quelli che avrebbero potuto fare la differenza stanno altrove....), alla fuga "volontaria" di nove componenti della squadra (neanche il più ingenuo dei tifosi potrebbe credere ad una panzana del genere!). La cosa che indispettisce oltre ogni limite poi, è il fatto che vedendo i filmati delle partite e leggendo le cronache, appare persino evidente che, seppure con tutti i suoi problemi, la squadra, seppur ridotta all'osso, continua comunque a creare molto e, purtroppo, a realizzare poco, anche a causa dei cronici problemi fisici di Castagna (ma questo lo si sapeva dall'inizio della stagione).
A tutto quanto precisato nel suo post da IM1923 non si può che far notare che la squadra così com'era, con una prima punta di ruolo, avrebbe potuto comunque giocarsela visto l'andamento lento della classifica dove persino l'Albissola, che sembrava un rullo compressore, sta rallentando sensibilmente la marcia. 
Ora ci aspettiamo, magari già questa sera, una bella dichiarazione del mister che annunci che l'obiettivo è diventato la salvezza e che in questa situazione è impossibile pretendere di più. Dopo di che, magari, sarà retrocessione con questi signori ancora al timone in Promozione. 
Faccio un appello a quei pochi nostalgici che ancora hanno il coraggio di farsi del male la domenica andando al Ciccione: LASCIAMOLI SOLI!!! E' l'ultima carta che ci resta da giocare. Dispiace, e profondamente, per i ragazzi che di questa situazione sono gli unici non colpevoli, ma se a loro piace continuare a definirsi dirigenti di una squadra perennemente A PORTE CHIUSE, che continuino a cantarsela e suonarsela da soli.
Con infinita rabbia e amarezza.
Portorino 

Video. Ventimiglia-Imperia: 2-1


La sintesi di Ventmiglia-Imperia realizzata da Franco Rebaudo

lunedì 12 dicembre 2016

PRO Imperia, PROgetto, PROclami, PROmesse, sPROfondo neroazzurro

Non vi ho/abbiamo mai amato, fin dai tempi in cui, con la morte dell'U.S.Imperia, quasi tutti noi ci siamo schierati dalla parte dell'Imperia calcio e voi avete iniziato a cambiare nome fino al definitivo Pro Imperia (con e senza puntini).
Nell'estate del 2012, dopo l'inopinata fine dell'Imperia calcio e l'indigesta fonduta, abbiamo imparato a conoscervi più da vicino e la scintilla non scattata, anzi... la prima stagione è stata un disastro, forse la peggiore della storia neroazzurra.
Il vostro capo se n'è andato e siete rimasti voi ed i risultati, dopo oltre tre anni, sono sotto gli occhi di tutti.
Eppure, una via di uscita low coast l'avevate. Piccolo excursus storico necessario per vedere che patrimonio è stato, di fatto, sperperato nelle ultime stagioni, dalla dirigenza neroazzurra.
Nel maggio del 2013, la formazione Allievi  (composta da ragazzi del classe 1997, quindi anche fuori quota anche in questa stagione) allenata da Adriano Pisano, approdava alle finali regionali di categoria, sconfitta nel triangolare dal Canaletto.
Esattamente un anno dopo, la formazione Allievi, ora allenata da Gian Luca Bocchi, affrontava, nella finale regionale di categoria, il Rapallo Bogliasco, perdendo la gara 2-0. I genovesi, un mese dopo, arrivarono secondo nazionali, sconfitti in finale dalla Juventus Stars Torino.
La stagione successiva, la stessa formazione, allenata da Alfredo Bencardino dopo che "Gianbo" era passato ad allenare la prima squadra, composta da ragazzi del 1997 e del 1998, vinceva il titolo di categoria contro il Genova calcio, proseguendo poi l'avventura a livello nazionale fino ad essere eliminato dall'Alzano Cene, poi vicecampione italiano Juniores Regionali.
Avevamo una squadra fatta in casa, a costo zero, da gestire senza spese aggiuntive (senza necessità di ingaggiare stranieri o ragazzi provenienti da altre regioni, con annesse spese di affitti, rimborsi spesa esorbitanti ecc ecc) ed è stata smembrata: una squadra che, a livello regionale, ha dominato i pari età e che, se avesse continuato la sua crescita con un tecnico capace ed una dirigenza accorta, ora sarebbe cresciuta coccolata dai suoi concittadini.
Di quella squadra facevano parte, per fare i primi nomi che mi vengono in mente, Garattoni, Roda, i fratelli Semeria, Dominici, Todde, Corio, Amoretti, Bruno ed altri che sicuramente dimentico: alcuni notevoli elementi, altri che potevano giocare in questo mediocre Campionato e, quasi tutti, lo hanno anche dimostrato quando sono stati fatti scendere in campo.
Affiancavate a questi giocatori, altri ragazzi di Imperia (o imperiesi di adozione) "over" da alcuni anni in rosa (penso a Giglio, Laera, Trucco, De Simeis, Ambrosini, Faedo, Ravoncoli...) ed un paio di "foresti" d'esperienza ed ecco che non eravamo a questo punto e la vostra promessa, il vostro proposito, la promozione in Serie D, non sarebbe stato un sogno di mezza estate.
Ho letto, qualche giorno fa, il neo acquisto Gabriele Sanci dichiarare "Ho scelto Imperia per la sua importanza e perché credo nel progetto":  qualcuno dei lettori del blog mi spiega il nesso tra la parola progetto ed Imperia 1923, anche alla luce di quanto letto in questo post?
Già che ci siamo, nella logica della potatura invernale, qualcuno mi può anche spiegare la ragione dell'ingaggio di Sanci, che non sarà certo venuto qui per amore della nostra casacca.
Ultime due considerazioni: ma è così difficile dire la verità, cioè che siete alla frutta e che le nove partenze (e non finirà forse qui !!!) non sono dovute a scelte di vita dei "fuggitivi"?
"Ruspa", Imperia ti ama: qualora le tue dimissioni fosse respinte o facessi un passo indietro, non accostare più il tuo buon nome a questa dirigenza, occupati di allenare la squadra e fai parlare loro. Anche se forse il loro silenzio è spiegato perfettamente da un famoso aforisma di Oscar Wilde: "A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio".
Ah! Dimenticavo: abbiamo perso a Ventimiglia 2-1 ed ora la zona play out è solo tre punti sotto.

domenica 11 dicembre 2016

(Ultimo?) Ruspapensiero

Il mister neroazzurro Alfredo Bencardino alla fine gara contro il Ventimiglia ha rilasciato questa dichiarazione: "“Non sono riuscito a dare la scossa che serve a questa squadra per farla reagire da questo brutto periodo quindi stò valutando di abbandonare, prendiamo dei goal troppo ingenui frutto di disattenzioni o errori individuali. Rassegno le dimissioni perchè non mi sento più di andare avanti in questo modo”.
Un'altra settimana di passione sta per iniziare...
AGGIORNAMENTO
L'Imperia ha respinto le dimissioni di mister Alfredo Bencardino, confermando l'allenatore l'incarico della Prima Squadra nerazzurra.
La società del Presidente Gramondo ha piena fiducia nell'operato del suo attuale tecnico, nonostante i risultati non certo ottimali dell'ultimo periodo..

14° giornata (andata). Ventimiglia-Imperia: 2-1

Questo pomeriggio alle ore 15,00, agli ordini di Gilberto Gregoris di Pescara, sul terreno sintetico del "Simone Morel" di Ventimiglia, l'Imperia di Alfredo Bencardino, affronta il Ventimiglia di Andrea Caverzan.
I neroazzurri sono in crisi nera, non vincono da oltre un mese e neppure il cambio in panchina ha sortito gli effetti desiderati ed i sogni di gloria sono solo un sogno di mezza estate sbandierato della dirigenza imperiese... anzi le cose sono peggiorate e il notevole sfoltimento della rosa nel mercato invernale non ha certo aiutato, anzi ha indebolito ulteriormente la situazione, creando un'inevitabile clima di sfiducia nei confronti della dirigenza imperiese, mai troppo amata fin dal suo insediamento.
Il Ventimiglia dei molti ex (a partire da mister "Giotto" Caverzan) è reduce da una sconfitta esterna ed ha due punti di svantaggio nei confronti dell'Imperia, compagine che ha già sconfitto (ed eliminato) in occasione della gara di Coppa Italia.
Ventimiglia ed Imperia si affrontano nella città di confine per la 25° volta nella loro storia: nei 24 precedenti giocati nella città frontaliera, il bilancio parla di 10 vittorie per i granata, 7 pareggi e 7 vittorie dei neroazzurri, con 32 gol fatti e 40 subiti dall'Imperia.
LE FORMAZIONI
La formazione imperiese è un mistero: non più disponibili per i sopra citati tagli, Daniele Alberti, Luca Celotto,  Valerio Gallo, Nicholas Basso, Thomas Taliercio, Roberto Zambon, Modestino Feliciello e Simone Colavito; infortunati Luca Amoretti ed Agustin Battipiedi, con Amerigo Castagna in panchina in condizioni precarie.
L'Imperia scende in campo con questo undici: Todde, Ravoncoli, Fici, Laera, Corio, Ambrosini, Faedo, Giglio, Sanci, De Simeis, Malafronte. A disposizione: Trucco, Pinna, Franco, Renna, Calzia, Risso, Castagna.
Il Ventimiglia risponde con: Scognamiglio, Mamone, Alberti, Allegro, Ferrero, Mannella, Salzone, Principato, Dominici, Allaria, Trotti
LA CRONACA
2' tiro di Sanci deviato nella sua porta da Mannella: rete annullata per fuorigioco dell'attaccante neroazzurro
9' colpo di testa di Laera, la sfera colpisce il palo ed arriva sui piedi di Malafronte che, da posizione favorevole, non riesce a ribadire in rete
12' gran tiro di Dominici respinto da Todde, sulla ribattuta Trotti tira a botta sicura, l'estremo difensore imperiese sventa la favorevole occasione
25' tiro di Faedo respinto con un grande intervento da Scognamiglio
30' contropiede dei padroni di casa, orchestrato da Dominici che serve Salzone che infila Todde: 1-0
33' incertezza di Laera, ne approfitta Dominici il cui pallonetto dal limite dell'area sfiora l'incrocio dei pali a Todde battuto
45' occasione da rete per Malafronte la cui conclusione è stoppata dalla difesa granata
La prima frazione di gioco termina 1-0
Il Ventimiglia si ripresenta in campo con Ala al posto di Allegro
58' primo cambio per l'Imperia: esce Sanci (colpito al volto da un avversario) ed entra Risso
59' scambio tra Allaria e Trotti, sfera giunge a Principato, ma Giglio lo anticipa prima che possa concludere a rete
60' ancora una palla gol per Malafronte sventata da un provvidenziale intervento di Ferrero
64' raddoppio del Ventimiglia con un pallonetto del neo entrato Ala
70' secondo cambio per l'Imperia: esce De Simeis ed entra Franco
73' Risso, tutto solo davanti a Scognamiglio, fa partire un tiro debole bloccato senza patemi dall'estremo difensore frontaliero
74' tambureggiante attacco dell'Imperia, con tiro di Risso che entra in rete: 2-1 e prima rete in carriera per il giovane attaccante imperiese
75' ammonito Alberti per gioco falloso
78' ammonito Laera per gioco falloso
81' secondo cambio per il Ventimiglia: esce Salzone ed entra Amedei
91' terzo cambio per il Ventimiglia: esce Dominici ed entra Rea
94' fischio finale: la gara termina 2-1
Crisi sempre più profonda per i neroazzurri, con la zona play out sempre più vicina.

14° giornata (andata). Risultati, marcatori e classifica

ALBENGA-RAPALLO: 3-0. 51' Pastorino, 53' Praino, 86' Fanelli
BUSALLA-SESTRESE: 0-2. 65' Mossetti, 78' Migliaccio
GENOVA CALCIO-MAGRA AZZURRI: 4-1. 14' e 75' Bennati (G), 44' Mencarelli (M), 49' e 70' Parodi (G)
RIVASAMBA-VADO: 0-1. 13' Clematis
SAMMARGHERITESE –MOCONESI: 1-1. 28' rig. Mosto (M), 34' Bertorello (S)
VALDIVARA 5 TERRE-ALBISSOLA: 1-0. 5' Maggiore
VENTIMIGLIA-IMPERIA: 2-1. 30' Salzone (V), 64' Ala (V), 75' Risso (I)
VOLTRESE-RIVAROLESE: 3-2. 10' Mura (R), 31' rig. Sighieri (R), 51' e 73' Cardillo (V), 88' Siligato (V)
CLASSIFICA
ALBISSOLA 30
VADO 28
GENOVA CALCIO 25
RIVAROLESE 23
VALDIVARA 22
MOCONESI 20
VENTIMIGLIA 20
ALBENGA 19
RIVASAMBA 19
IMPERIA 19
BUSALLA 18
SAMMARGHERITESE 16
VOLTRESE 16
SESTRESE 15
RAPALLO 13
MAGRA AZZURRI 5

sabato 10 dicembre 2016

Ruspapensiero e replica di Feliciello e Moraglia

L'allenatore neroazzurro Alfredo Bencardino ha così commentato, su rivierasport.it, i molti tagli alla rosa: "Vorrei precisare che tutte le cessioni che ci sono state durante questo periodo di mercato non sono per volontà della società, andando per ordine mi viene da pensare a Felicello che per necessità lavorative difficilmente poteva allenarsi con continuità ma nonostante tutto avrebbe potuto far parte della prima squadra magari non da titolare, con Moraglia abbiamo tempo per parlare e discutere del futuro fino a lunedì, Alberti è stata una sua volontà quella di andare all'Albenga così come Zambon che ha voluto avvicinarsi a casa sua. Gli unici giocatori che abbiamo deciso di far rientrare dal prestito sono Valerio Gallo e Luca Celottoperchè in ottica societaria preferiamo far crescere i nostri ragazzi come Pinna, Calzia e altri giocatori che fanno parte del nostro vivaio di giovani, piuttosto che metterli da parte per far giocare elementi di altre società.
Smentisco le voci di mercato che riguardano De Simeis perchè il giocatore è felice di rimanere a Imperia e così sarà. La società non sta smembrando la rosa ma sono scelte dei singoli giocatori che preferiscono vestire altre maglie.
In ottica del difficile momento economico che sta interessando tutti possiamo solamente affidarci al mercato dei giocatori svincolati, nel caso in cui trovassimo qualche giocatore di valore faremo sicuramente di tutto per poterlo acquisire anche perchè questa Domenica siamo già in emergenza con Castagna e Battipiedi fuori dalla formazione titolare".

A "Ruspa" ha voluto replicare, sempre su rivierasport.it, Modestino Feliciello: "Non sono stato io a decidere di lasciare l'Imperia. Mi è stato comunicato che non rientravo più nei loro piani. Almeno che si assumano le loro responsabilità".
Questo, invece, l'opinione di Andrea Moraglia: ""Ho scelto di andare via da Imperia per vari motivi che mi tengo per me, visto che non voglio fare polemiche, perchè di parole se ne sono fatte troppe...
Lascio un gruppo eccezionale e ragazzi speciali e devo anche ringraziare mister Biffi e l'Ospedaletti perché potevo unirmi a loro. Abitando a Imperia ho cercato di privilegiare la comodità della vicinanza e degli orari, per essere più possibile vicino alla mia famiglia"

E 8 !!!... e 9 !!!

E otto! Non conosce fine la potatura invernale del'Imperia 1923. Dopo Daniele Alberti, Luca Celotto,  Valerio Gallo, Nicholas Basso, Thomas Taliercio, Roberto Zambon e Modestino Feliciello, è ora il turno del centrocampista esterno Simone Colavito (97) di lasciare i neroazzurri per trasferirsi al Taggia: un altro under, quindi, in meno a disposizione di Alfredo Bencardino per il prosieguo del Campionato.




ULTIMORA
Non ho fatto in tempo a registrare l'ottavo taglio in casa neroazzurra, che bisogna segnalare il nono, quello del centrocampista Andrea Moraglia (83), anche lui trasferitosi al Taggia.
Per domenica, a Ventimiglia, considerate le assenze degli infortunati Amerigo Castagna, Agustin Battipiedi e Luca Amoretti, chiunque voglia scendere in campo deve presentarsi con scarpini d'ordinanza al "Simone Morel" di Ventimiglia... ovviamente gratis.

La terna arbitrale

Arbitro di Ventimiglia-Imperia sarà Gilberto Gregoris di Pescara, coadiuvato da Fabrizio Ferlito e Gianluca Lazzaro di Imperia.
Il ventitreenne fischietto abruzzese è stato premiato, la scorsa stagione, come miglior arbitro d’Abruzzo: ma che senso ha fargli fare (da casello a caseelo) 809 km per dirigere una gara di Eccellenza?

Giudice sportivo

Ammonizione con diffida (4° infrazione) per Giuseppe Giglio, ammonizione (2° infrazione) per Mirko Ravoncoli ed ammonizione (1° infrazione) per Tommaso Corio ed Andrea Moraglia.

Settore giovanile. Fotogallery

 Alessandro Nastasi
 Edoardo Gandolfi
 Pietro Panaino
 Simone Macaluso
Vincenzo Tauro

Settore giovanile. Il programma

Attività di campionato a pieno ritmo per la Scuola calcio Asd Imperia prima della pausa natalizia.
La leva esordienti 2004 di mister Monterosso ha già terminato le sue fatiche per il 2016,mentre la squadra mista di Luciano Buonomo giocherà in trasferta sabato 10 alle 15,30 la Virtus Sanremo al campo Grammatica di Sanremo.
La leva esordienti 2005 del mister Dalocchio affronterà il Rva Ligure al comunale di Riva,  sabato 10 alle ore 15,00.
La leva Pulcini 2006 avrà un turno doppio contro i rossoneri Arnesi;infatti il gruppo di Mauro Robotti incontrerà i pari età rossoneri martedi 13 dicembre alle ore 18 al campo Salvo.
Invece la squadra guidata da Meda-Japichino sarà in trasferta sempre con l'Argentina al campo Sclavi martedì 13 alle ore 18.
La leva Pulcini 2007 ha terminato la fase autunnale del proprio campionato che riprenderà dopo la pausa natalizia.
A.S.D. IMPERIA

venerdì 9 dicembre 2016

- 7 !!!

E sette!!!
Come anticipato anche il difensore Modestino Feliciello lascia i neroazzurri e si acca all'Ospedaletti Orange.
La potatura invernale non conosce soste: per chi si fosse perso le puntate (anzi, le potature) precedenti, non indosseranno più la casacca neroazzurra Daniele Alberti, Luca Celotto,  Valerio Gallo, Nicholas Basso, Thomas Taliercio, Roberto Zambon e Modestino Feliciello... forse me ne sono perso qualcuno...
I prossimi? I nomi caldi, in questa folle epurazione,  sono quelli di Andrea Moraglia, Alessandro Trucco e Mattia De Simeis.

Scontri diretti. Ventimiglia VS Imperia

Ventimiglia ed Imperia si affrontano nella città di confine per la 25° volta nella loro storia: nei 24 precedenti giocati nella città frontaliera, il bilancio parla di 10 vittorie per i granata, 7 pareggi e 7 vittorie dei neroazzurri, con 32 gol fatti e 40 subiti dall'Imperia.
Che si tratti di una sfida storica, lo dimostra il fatto che le due compagini abbiano giocato contro, per la prima volta, addirittura il 26 dicembre 1926, Campionato di 3° Divisione Liguria, il primo disputato nella sua storia dal club di Piazza d'armi: la sfida terminò 1-1.
L'ultima vittoria neroazzurra a Ventimiglia è datata 20 febbraio 2005, (Campionato di Eccellenza): in quell'occasione l'Imperia, allenata da Giorgio Benedetti, con l'attuale mister imperiese Gian Luca Bocchi in campo, vinse 0-2.
Questo il tabellino di quell'incontro:
RETI: 25' e 32' Di Dio
VENTIMIGLIA: Frasson, Corrias, Cannito, Casbarra, De Marte (87' Gallo), Festa (46' Cascina), Bosio, Principato, Gioffre', Gozzi, Beatrici
IMPERIA: Minori, Brilla, Cano, Spiaggi, Bocchi, Di Placido; Castagno (90' Alassio), Garibbo (81' Timpani), Di Dio (88' De Simeis), Mazzei, Sparaccio. All. Benedetti
ARBITRO: Pinzone
La gara d'andata, disputata l'8 dicembre 2015, era terminata 1-1, grazie alle reti di Castagna per i neroazzurri e Lamberti per i granata.
Questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria. Ventimiglia calcio 1909


ANNO DI FONDAZIONE: 1909
COLORI SOCIALI: Granata
CAMPO SPORTIVO: "Simone Morel", sito in Località Peglia a Ventimiglia. Terreno in erba sintetica
SITO INTERNET: asdventimigliacalcio.it
PRESIDENTE: Vincenzo Savarino
VICE PRESIDENTE: Roberto Giavarini, Rocco Ricevuto
DIRETTORE SPORTIVO: Nicola Veneziano
TEAM MANAGER: Roberto Di Maio
ALLENATORE: Andrea Caverzan
LA ROSA
PORTIERI: Andrea Bevilacqua (91), Gabriele Prato (99), Simone Saccani (99), Claudio Scognamiglio (86), Paolo Serpe (96)
DIFENSORI: Davide Costo (98), Marco Eugeni (94), Alessio Ferrero (98), Michele Mamone (92), Daniele Mannella (93), Alessio Santaiti (98), Lorenzo Serra (97)
CENTROCAMPISTI: Andrea Ala (96), Simone Allegro (90), Roberto Amadei (98), John Cafournelle (80), Facciolo (95), Armando Miceli (91), Daniele Principato (78), Marco Spanò (99)
ATTACCANTI: Federico Allaria (91), Alessandro Bosio (83), Enrico Dominici (97), Matteo Galiera (95), Amedeo Gasciarino (98), Alessandro Ginatta (93), Paolo Lamberti (76), Armando Miceli (91), Alfonso Rea (98), Danilo Rea (99), Alessio Salzone (99), Cristian Trotti (89)

giovedì 8 dicembre 2016

Per sfortuna non c'è più Riccardo


Continua l'infinita potatura invernale dei neroazzurri (con questo, se non ho fatto male i calcoli sono sei!!!).
Come anticipato qualche giorno fa, è ora il turno dell'attaccante Riccardo Zambon che si è accasato alla formazione veneta della Clodiense Chioggia Sottomarina (Eccellenza).
Questo il laconico commento del D.S. Salvatore Sassu a rivierasport.it: "Zambon ha accettato l'offerta dalla Clodiense Chioggia Sottomarina per avvicinarsi a casa".
In realtà ad Imperia non c'erano le condizioni per proseguire la sua avventura in neroazzurro, nella quale si era avvicinato, assieme alla ragazza, con grande entusiasmo... ma (immaginate facilmente voi le ragioni dell'addio).
Un ringraziamento a Riccardo da parte mia e dei tifosi neroazzurri e la speranza, per lui, di trovare società più serie nelle quali proseguire la sua carriera.

Settore giovanile. Fotogallery











Settore giovanile. Il punto

Week end positivo per la Scuola Calcio Asd Imperia che ha visto le squadre nerazzurre raccogliere risultati lusinghieri.
La leva esordienti 2004 di mister Monterosso ha superato l'Unione Sanremo in trasferta al termine di una gara combattuta e ben giocata da entrambe le formazioni mentre la squadra mista 2004/2005 di mister Buonomo ha vinto largamente con i pari età dell'Ospedaletti;un grande plauso alla qualità e all'impegno degli elementi  della leva 2005.
La leva esordienti 2005 della coppia Dalocchio-Pippia ha vinto 3 a 2 contro la Riviera dei Fiori.
La leva pulcini 2006 guidata da mister Robotti ha pareggiato nel derby con la Riviera dei Fiori in una gara in cui le due compagini di sono affrontate a viso aperto.
Invece quella guidata dal duo Meda-Iapichino e' stata sconfitta a domicilio dalla Matuziana Sanremo in una gara in cui i babies nerazzurri hanno difettato di concretezza sotto porta;da rimarcare però che gli avversari sono scesi in campo con 8 elementi del 2005 e solo 4 del 2006.
La leva pulcini 2007 di mister Vacca e' stata sconfitta dal Taggia in una gara in cui il risultato non rispecchia la qualità del gioco espresso mentre  la  squadra Pulcini mista 2007/08 guidata da mister Palazzeschi ha terminato la sua fase di campionato. Nella giornata di sabato  03 dicembre c'è stata anche una bella iniziativa dei Piccoli amici e primi Calci, giornata dedicata al divertimento puro con i pari età dell'Argentina guidati dai mister Lupo e De Col, soddisfazione anche per i mister Cavarero e De Pierro dei nostri colori
Infine il gruppo Pulcini 2007 di Valle-Alberti ha sconfitto i pari età della Riviera dei a Fiori nel derby pur continuando a difettare sotto porta.
Da rimarcare la disputa del "quarto tempo" con grande divertimento di tutti i bambini.
La Direzione Sportiva

mercoledì 7 dicembre 2016

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno

Chiudo il sondaggio "Vota il migliore contro il Genova calcio" che ha visto la vittoria di Ambrosini (5 punti), seguito da Malafronte (3 punti) e Giglio (1 punto).
Per effetto di questo risultato, quindi, la classifica è la seguente:
14 punti: Giglio
9 punti: Ambrosini
7 punti: Zambon
6 punti: Battipiedi, Malafronte
5 punti: Faedo, Feliciello
Appuntamento a domenica 18 dicembre, quando dovremo votare il migliore in campo contro la Voltrese.

Classifica marcatori

14 RETI: Parodi (Genova calcio),
12 RETI: Mosto (Moconesi), Di Pietro (Vado)
11 RETI: Piacentini (Albissola)
7 RETI: Sighieri (Rivarolese), Battaglia (Sestrese)
6 RETI: Battipiedi (Imperia), Mura (Rivarolese), Romano (Rivasamba), Miceli (Ventimiglia)
5 RETI: Cargiolli (Albissola), Zambon (Imperia), Massaro (Sammargheritese), Boggiano (Voltrese)
4 RETI: Gaggero, Raiola (Albenga), Alessi, Sancinito (Albissola), Malafronte (Imperia), Salku (Rapallo), Fontana (Rivasamba), Marrale (Sammargheritese), Aurelio (Vado), Maggiore, Marchi (Valdivara)
3 RETI: Romei (Albissola), Compagnone (Busalla), Cappannelli, Ilardo (Genova calcio), Monticone (Moconesi), Mengali (Rapallo), Marchi (Valdivara), Dominici, Trotti (Ventimiglia)
2 RETI: Fanelli, Perlo (Albenga), Roselli (Busalla), Traverso (Genova calcio), Celotto (Imperia), J.Antonelli, Conodera, Michi, Shqypi (Magra Azzurri), Vagge (Rapallo), Oliviero (Rivarolese), Latin, Naclerio, Nicolini (Rivasamba), Carbone (Sammargheritese), Migliaccio, Mossetti (Sestrese), Job (Vado), Cafournelle, Eugeni, Mamone (Ventimiglia), Cardillo (Voltrese)
1 RETE: Bertuccelli, Calcagno, Cesari, Fanelli, Gerini, Marrale (Albenga), Bennati, De Mattei, Piana (Albissola), Arnulfo, Bottaro, Dieci, Ottoboni, Sighieri, Velastagui (Busalla), Riggio (Genova calcio), Ambrosini, Castagna, Corio, De Simeis, Faedo, Giglio (Imperia), Giannini (Magra Azzurri), Asimi, Foppiano (Moconesi), Capo, Carusio, Coluccini, Verrini (Rapallo), Castro, Chiarabino, Memoli, Mura, Piccardo (Rivarolese), Bacigalupo, Paoletti, Pezzi (Rivasamba), Bozzo, Cagnazzo, Carbone, Cilia, Ilardo, Mortola (Sammargheritese), Leto, Lipani, Tangredi, Venturelli (Sestrese), Ghigliazza, Mora (Vado), Mozzachiodi, Ortelli, Paparcone (Valdivara), Principato, Salzone (Ventimiglia), Anzalone, Ferrari, Mantero, Nuradine, Velati (Voltrese)
1 AUTORETE: Condolini (Albissola) pro Sammargheritese; Castagna (Imperia) pro Sammargheritese; Ravoncoli (Imperia) pro Magra Azzurri; Mortola (Sammargheritese) pro Vado; Fontana (Rivasamba) pro Sestrese; Lombardo (Sestrese) pro Imperia; Ferrero (Ventimiglia) pro Albissola

martedì 6 dicembre 2016

Perdono perdono, perdono...

E' qualche anno che critico questa dirigenza per il suo operato e per alcune affermazioni (poche, in effetti, visto che, come noto, non amano molto palare) che oserei definire azzardate.
Quella che, da quest'estate, mi martella in testa, e che subito non avevo compreso (lo ammetto), ora finalmente l'ho capita appieno (e mi scuso per l'ironia con cui l'ho accolta allora e l'ho evidenziata in questi mesi).
La frase "incriminata" è la seguente: "Siamo arrivati prima noni, poi sesti e, la scorsa stagione, quarti: per il prossimo anno l'obiettivo sarà la promozione".
Che coglione che sono... ma mi ha ingannato un errore ortografico, una lettera minuscola al posto di una maiuscola. Non promozione, ma Promozione... per una volta che paiono mantenere le promesse...
INTEGRAZIONE POST
Ad integrazione di questo post, riporto quanto dichiarato da Alfredo Bencardino, a Diego David sul Secolo XIX, di oggi: "Occorre calarsi nella realtà attuale: non siamo più l'Imperia dei professionisti, di gente che vive di calcio, ma di ragazzi che svolgono attività professionali anche molto impegnative epoi vengono ad allenarsi la sera. Detto questo abbiamo le potenzialità per misurarci con potenze come il Genova calcio o il Vado e in una partita secca pure con la stessa Albissola.
Per questo dico che anche il secondo posto non sarebbe un risultato da disprezzare, tutt'altro. Piuttosto comprendo meno tutte le aspettative che sono state riposte in questa squadra da inizio campionato, visto che negli ultimi 2 anni non è cambiata molto e si era classificata a molti punti di distanza rispetto al vertice".
Dai "Ruspa", lo sai bene chi ha creato le "aspettative" (si potrebbe anche discutere su questo, visto che puntare alla Serie D sarebbe doveroso per un piazza come la nostra)... fai un salto in sede..