giovedì 28 febbraio 2019

Classifica marcatori

17 RETI: Ilardo (Genova calcio)
15 RETI: Alessi (Cairese), Zunino (Pietra Ligure)
14 RETI: Battaglia (Angelo Baiardo)
12 RETI: Romei (Rivarolese)
11 RETI: Parodi (1 Genova calcio/10 Vado), Mura (Rivarolese)
10 RETI: Lupo (Alassio), Saviozzi (Cairese)
9 RETI: Compagnone (Busalla), Vittori (Finale), Costantini (Imperia), Donaggio (Vado)
8 RETI: Calcagno (Albenga), Rossi (Rapallo), Bertuccelli (4 Rapallo/3 Valdivara 5 terre), Capra (2 Vado/6 Finale)
7 RETI: Provenzano (Angelo Baiardo), Salzone (Finale), Castagna (Imperia), Baracco (Pietra Ligure)
6 RETI: Sassari (Alassio), Lobascio (Busalla), De Martini (Genova calcio), Gaggero (Pietra Ligure), Alvisi (Valdivara 5 terre)
5 RETI: Venturelli (Angelo Baiardo), Vallerga (Finale), Petracca Lepera (Genova calcio), Faedo (Imperia), Daddi (Ventimiglia)
4 RETI: Gerardi (Alassio), Figone (3 Cairese/1 Imperia), Minutoli (Molassana), Paparcone (3 Rapallo/1 Valdivara 5 Terre), Napello (Rivarolese), Privino (Sammargheritese), Galiera, Rea (Ventimiglia)
3 RETI:  Di Mario, Oxhallari, Sfinjari (Alassio), Fanelli (Albenga), Cotellessa, Repetto (Busalla), Ferrara (Finale), Camoirano, Massara (Genova calcio), Cotellessa, Giglio (Imperia), Auteri (Pietra Ligure), Cupini, Garrasi (Rapallo), De Persiis (Rivarolese), Calvo, Cilia, Masi  (Sammargheritese), D'Antoni, Redaelli (Vado), Naclerio (Valdivara 5 terre)
2 RETI: Ottonello, Viganò (Alassio), Gerini, Rossi (Albenga), Bianchino, Guidotti, Rosati (Angelo Baiardo), Moretti (Busalla), Nelli (1 Busalla/1 Genova calcio), De Matteis, Di Martino, Facello (Cairese), Buono (Genova calcio), Cavallone, Laera (Imperia), Cocurullo, Cuman, Falsini, Rapetti, Keita (Molassana), Badoino, Gaglioti, Rovere (Pietra Ligure), Carbone (Rapallo), Donato , Oliviero, Ungaro (Rivarolese), Gallio, Maucci (Sammargheritese), Vanacore (Valdivara 5 terre), Felici, Mamone (Ventimiglia)
1 RETE: Alfano, Arrigo, Battipiedi, Carro Gaiza, Galleano, Odasso (Alassio), Arrigo, Costamagna, Farinazzo, Haidic, Mela, Taku (Albenga), Briozzo, Camera, Dondero, Pascucci (Angelo Baiardo), Garrè (Busalla), Canaparo, Doffo, Magnani, Piana, Rizzo, Spozio (Cairese), Genta, Massa (Finale), Costa, De Martini, Giambarresi, Traverso (Genova calcio), Ambrosini, Di Lauro, Fazio, Mella, Moscatelli, Roda (Imperia), Costa (Molassana), Bottino, Corciulo, Rossi (Pietra Ligure), Barilari, Lunghi, Marchesi, Marrale, Michi, Neirotti (Rapallo), Cartosio, Ciminelli, Gambarelli, Macagno (Rivarolese), Amandolesi, Ferrari, Mehillaj, Mortola, Musante, Pezzi (Sammargheritese), Del Nero, Macagno, Oubakent, Puddu, Tona (Vado), Barilari, Cutugno, Franceschini, Matar, Ndiaje, Simonini, Terribile, Valletta (Valdivara 5 terre), Cafournelle, Eugeni, Sammartano (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Digno (Angelo Baiardo), Boccardo (Busalla), Cuman (Molassana), Napello (Rivarolese)

mercoledì 27 febbraio 2019

Abbatuccolo VS Bregolin

Il Direttore Generale della Rivarolese Mario Abbatuccolo ha replicato alle dichiarazioni del Team Manager neroazzurro Francesco Bregolin: "In merito alla mancanza di ospitalità mi sento chiamato in causa come società e vorrei ricordare al Signor Bregolin, che non conosco personalmente pur avendolo incontrato occasionalmente, che nella partita di andata l'Imperia ci fece riscaldare nel parcheggio in mezzo a delle macchine e che il nostro dirigente accompagnatore dovette andare a comprare della carta igenica perchè al campo ne erano sprovvisti...
Non accetto proprio che il Signor Bregolin possa fare delle accuse verso di noi riguardo l'ospitalità, quando al 'Ciccione' le squadre avversarie, o quanto meno la Rivarolese, hanno dovuto svolgere il riscaldamento pre partita sull'asfalto in mezzo alle macchine. Noi al contrario dell'Imperia, abbiamo concesso un campo in sintetico a 5 adiacente a quello a 11, regolamentare per il riscaldamento, poiché in quel momento non poteva essere utilizzato in quanto si stava svolgendo un' altra partita: se andiamo ad analizzare l'ospitalità concessa all'Imperia rispetto a quella nei nostri confronti c'è un abisso.
In merito all'attacco a mister Fresia vorrei intervenire, visto che per me è come difendere un membro della nostra famiglia. Quelle rilasciate verso il nostro allenatore sono state parole molto gravi ma vorrei ricordare una cosa al Signor Bregolin quando dichiara che i nostri giocatori sono grintosi, tecnici e che in campo hanno dato dimostrazione di essere superiore all'avversario: tutte queste caratteristiche le dà l'allenatore nel corso della stagione. E' un controsenso quello che ha detto, voglio pensare che queste siano parole di amarezza per il mancato raggiungimento in questo momento da parte dell'Imperia di un determinato obiettivo.
Il Signor Bregolin sta tentando di spostare l'attenzione cercando di accampare scuse poco sensate. È un eresia pensare che una squadra   prima in classifica, a +5 sulla seconda e a +7 dall'Imperia non possa meritare un allenatore come Fresia.
Stefano Fresia è un tecnico che allena da 25 anni, ha vinto dei campionati e ha il patentino UEFA di seconda categoria che li permette di allenare fino alla lega Pro: vorrei capire se il Signor Bregolin quando parla è a conoscenza dei requisiti tecnici di Fresia".

martedì 26 febbraio 2019

Sassu&Bregolinpensiero

Il D.S. Salvatore Sassu intervistato da Diego David su riviera24.it: "La classifica è quella che è, ma non non molliamo. In fondo dal secondo posto ci dividono solo due punti.
C’è rammarico per non essere riusciti a ingaggiare nel mercato invernale l’attaccante, ma bisogna fare i conti con le possibilità economiche".
Francesco Bregolin su rivierasport.it: "Ieri mattina mi sono scusato con tutti i ragazzi per la mia espulsione. Il diverbio non era assolutamente rivolto al direttore di gara, ma con l'allenatore della Rivarolese (Fresia). Non sono stati molto ospitali nei nostri confronti, come noi di regola lo siamo con gli avversari che vengono al "Ciccione".
La Rivarolese ha meritato, hanno creduto di più nella vittoria, è una bellissima squadra sotto l'aspetto della cattiveria agonistica, intensità ritmo, ma, secondo me i suoi ragazzi non meritano un mister di questo genere per gli atteggiamenti, per le parole dette e per il modo di porsi nei confronti degli avversari. Ho visto tutto bello, la cornice di pubblico, lo stadio, ma la nota stonata, ovviamente è una mia considerazione personale, è un allenatore del genere che non merita di avere un gruppo di ragazzi che si impegnano in questo modo e danno dei risultati importanti come quelli visti domenica contro l'Imperia. Oltre alla tecnica hanno dimostrato di essere grintosi e quindi onore al merito ai ragazzi ma non al loro allenatore.
La partita poteva stare tranquillamente sul pareggio però loro ci hanno creduto di più, dispiace per i sacrifici che vengono fatti, il calcio è questo, la società ha fatto e farà molti sacrifici anche sotto l'aspetto economico. Sarei curioso di sapere quante società, ad oggi, siano in linea con i rimborsi. Abbiamo messo a disposizione penso tutto quel che fosse in nostro potere per allenatore e giocatori, per stare bene ed essere sereni per fare i risultati.
Domenica purtroppo non è arrivato il risultato che tutti speravamo. Ci sono una serie di ragionamenti da fare. Sotto il punto di vista tecnico non mi esprimo, perchè non è di mia competenza, dispiace perchè si arriva li vicino. Tutto non è perduto, sicuramente non è facile adesso a sette punti dalla prima. Può succedere di tutto nel calcio ma non è facile, bisogna continuare a crederci. I ragazzi, da quel che ho capito e per come hanno risposto a fine partita, ci vogliono credere.
L'intento della società sulla scelta dell'allenatore e sulle scelte fatte successivamente era quello di vincere il campionato, vediamo quel che succede, alla fine tireremo le somme.
L'atteggiamento dei ragazzi è molto propositivo, c'è grande rammarico da parte di tutti, dai più vecchi ai più giovani. Ci credono e ci crediamo ancora tutti, ovviamente il volere bisogna tradurlo in campo e, secondo me, domenica qualcuno non l'ha tradotto come avrebbe dovuto sotto l'aspetto dell'atteggiamento. Quando bisogna crederci bisogna che lo facciano tutti altrimenti poi è tutto molto complicato.
Anche il "tormentone" della punta da venti gol, mi piacerebbe non sentirlo più. Noi siamo andati totalmente sul discorso delle scelte tecniche, gestite e fatte per avere un determinato tipo di fiato, poi tutti sono capaci di dire prendiamo una punta da venti gol a stagione. Inviterei tutti quelli che criticano a viverla più da dentro, la società ha fatto quel che doveva fare, ad oggi si è comportata nel modo corretto e coerente.
Io sono un tramite tra la dirigenza e la parte sportiva, però posso garantire che non c'è stata manchevolezza. Bisognerebbe comprendere che non ci sono soltanto le due ore di partita alla domenica ma c'è un mondo dietro di organizzazione, gestione ecc. e che ne dicano, di chi, come me, lo fa a titolo completamente gratuito.
Inviterei a chi scrive e commenta, sui vari social, che la società è deficitaria, quando, come e dove vogliono a chiarirsi a parlare e spiegare. Degli anni passati non parlo, perchè non c'ero e non so, parlo di quest'anno perchè c'ero dall'inizio. Le condizioni c'erano e ci sono tutt'ora per fare bene, non sono state sfruttate? E' stata mal gestita la cosa? E' stata mal fatta? Non darei troppo peso alla società, ci sono tanti fattori determinanti. Non voglio difendere il mio operato, perchè io parlo in generale, se io sono di troppo sono il primo a mettermi a disposizione e rimettere il mio operato a chi ha più competenze di me.
Ho pensato molto e penserò a mettermi in discussione direttamente perchè sono abituato a fare autocritica nel lavoro e nella vita in generale. Mi metterei in discussione per quello che ho fatto, mi chiedo: ho fatto abbastanza? Funziona così per me perchè sono fatto così io. La partita di ieri mi ha dato un colpetto, in generale però mi chiedo se potevamo fare delle scelte differenti, nel contempo mi metto in gioco e dico, con umiltà, posso aver sbagliato e se lo avessi fatto sarei pronto a mettermi in discussione.
Il calcio per me è un mondo che l'umiltà è una cosa particolarmente sconosciuta, io ci sono se volete mi faccio anche da parte su un discorso in generale e non legato alla società, è più rivolto a chi critica senza conoscere tutto l'impegno e quel che ruota intorno a quelle due ore di calcio giocato"

Video. Rivarolese-Imperia: 2-1


Il video di Rivarolese-Imperia realizzato dilettantissimo.tv

lunedì 25 febbraio 2019

Con le spalle al... Mura

E come l'anno scorso, e come l'anno prima... con sette punti di distacco dalla vetta e gli scontri diretti a sfavore, l'Imperia deve anche quest'anno abbandonare ogni speranza di promozione diretta già alla 22° giornata del Torneo.
E' ormai una delle poche certezze che ci dà l'Imperia da quando al comando c'è la Triade, cioè che quando il gioco si fa duro, ce la prendiamo nel...
La sconfitta contro la Rivarolese, se ancora ce ne fosse stato bisogno di ribadirlo, mette spalle al muro (anzi, al Mura visto chi ci ha giustiziato oggi...) la dirigenza neroazzurra. Le squadre si fanno d'estate e la Rivarolese ne è la prova: il Campionato, a questo punto, possono solo decidere di perderlo i genovesi dato che hanno la rosa migliore del Campionato, un allenatore sicuramente all'altezza della situazione ed esperto in promozioni e, soprattutto, dimostrano di essere gli unici a voler veramente raggiungere l'obiettivo.
E dire che l'andamento del Torneo aveva dato più possibilità alla Triade per rimediare alle lacune della rosa: sarebbe bastato acquistare almeno un attaccante vero. Ricordiamo che l'ultima rete realizzata dal numero 9 titolare, Amerigo Castagna, risale nientemeno che a 10 partite fa, al 2 dicembre scorso, a Finale Ligure. E "Lenny", ricordiamolo, nella sua carriera, non è mai stato un attaccante da caterbe di gol realizzati, anche per i suoi problemi fisici che, periodicamente, tornano a limitarne il potenziale.
Col Vado ed il Genova calcio che hanno due punti più di noi e la Cairese a più uno, resta in ballo il solito, inutile per quanto ci riguarda, secondo posto: è facile prevedere, da qui a fine stagione, che ne vedremo ancora delle "belle" con la "corsa a ritroso" delle squadre cui non interessa minimamente raggiungere i play off promozione.
I numeri dei neroazzurri sono purtroppo impietosi. Iniziato il filotto di partite determinanti, raccolgono sei punti su dodici (tre dei quali, faticosissimi, contro la derelitta Albenga), cadono senza attenuanti a Vado ed a Genova e segnano la miseria di quattro gol in quattro partite con un difensore ed un centrocampista e soffrendo tantissimo per avere la meglio sugli ingauni e su un Pietra Ligure che più nulla ha da chiedere a questo campionato.
Serve altro per descrivere quanto siamo incazzati e quanto ci sentiamo presi in giro da questa società?

domenica 24 febbraio 2019

22° giornata (7° ritorno). Rivarolese-Imperia: 2-1

Questo pomeriggio alle ore 17,00, agli ordini di Gianluca Martino di Firenze, l'Imperia di Pietro Buttu affronta la Rivarolese di Stefano Fresia sul terreno sintetico del “Begato 9” di Genova Bolzaneto.
Gara decisiva per le sorti dei neroazzurri che, con un distacco di quattro punti dalla vetta, sulla quale ci sono i giallorossoneri, con un sconfitta, potrebbero dire addio ai sogni di gloria: una vittoria, invece, riaprirebbe tutti i giochi.
Molto interessate all'esito della gara, anche le due compagini che occupano la seconda piazza del Torneo, Cairese e Genova calcio, che affrontano, tra le mura amiche, rispettivamente Sammargheritese e Rapallo Ruentes.
I due mister hanno presentato così il big match.
Pietro Buttu: "Una partita importante, non decisiva, ma è chiaro che dobbiamo fare risultato, certo andando a meno 7 diventerebbe dura per noi puntare al primo posto. Ma attenzione, non siamo solo noi due a giocarci il titolo, ci sono Cairese e Genova che hanno dimostrato di essere pienamente in corsa, la Rivarolese rimane la candidata principe, e lo stesso Vado potrà rientrare in lizza. La squadra sta bene, consapevole che dovrà fare una grande partita, all'andata l'avevamo fatta ma fummo penalizzati da un rigore inesistente, mi auguro a tal proposito di avere domani una terna all'altezza".
Stefano Fresia: "Partita importante ma non determinante. L'Imperia è una grande squadra fisica e tecnica, con giocatori di grande mentalità. Noi abbiamo fatto un’ottima settimana ma molto normale. Comunque dopo ci saranno ancora otto partite, con tante squadre coinvolte e tanti scontri diretti".
Rivarolese ed Imperia si sono affrontate, nella loro storia, 26 volte. Il bilancio delle 13 sfide disputate in terra genovese è di 4 vittorie per i neroazzurri, 5 pareggi e 4 sconfitte, 15 i gol fatti dall'Imperia, 13 quelli subiti.
L'ultima vittoria neroazzurra risale all'ultima sfida tra le due compagini, cioè al 01 ottobre 2017.
Per motivi burocratici, riguardanti i diritti di immagine, il big match di Eccellenza Rivarolese Imperia, non potrà essere trasmessa in diretta TV su TeleNord, come annunciato nei giorni scorsi.
La gara d'andata, giocata il 28 ottobre 2018, era terminata 1-1, con le reti di Faedo e Romei su rigore.
LE FORMAZIONI
Scontato il turno di squalifica, torna a disposizione di Pietro Buttu anche Tommaso Corio, dopo 10 mesi di assenza (l'ultima sua gara era stata quella d’andata dei play-off nazionali contro il Lumignacco).
Questi i convocati: Trucco, Meda, Ambrosini, Fazio, Di Lauro, Corio, Laera, Risso, Faedo, Giglio, Costantini, Martelli, Mella, Cavallone, Castagna, Roda, Correale, Franco, Zanchi, Pelliccione.
L'Imperia si schiera con: Trucco, Fazio, Ambrosini, Giglio, Laera, Di Lauro, Mella, Martelli, Castagna, Costantini, Risso
La Rivarolese risponde con: Basso, Donato, Napello, Pedetta, Mura, Oliviero, Ciminelli, Ymeri, Gambarelli, Macagno, Romei
LA CRONACA
2' scambio tra Mella e Risso sulla fascia sinistra, tiro di Mella parato in presa da Basso
5'  Mura, dalla fascia sinistra, si accentra in area di rigore e conclude sul secondo palo, infilando Trucco: 1-0
12' fallo in area su Risso, l'arbitro prima decreta calcio di rigore, poi si rimangia la decisione
13' calcio d'angolo battuto da Costantini e colpo di testa di Laera e deviazione nella propria rete di Napello: 1-1
21' ammonito Castagna
23' ammonito Risso
24' ammonito Pedetta
25' esce Risso, entra Cavallone
35' discesa di Mura sulla sinistra e cross al centro per Romei, che manca di poco l'impatto vincente con la sfera
40' tiro dal limite di Oliviero che termina di poco fuori
44' colpo di testa di Mura, con Trucco che blocca la sfera in presa alta
Il primo tempo termina 1-1
48' ammonito Costantini
52' Romei, imbeccato da un compagno di squadra, s'infila nella retroguardia imperiese e fa partire un tiro respinto coi piedi da Trucco in angolo
53' cross dalla destra di Oliviero per Mura che, con una semi rovesciata, colpisce in pieno la traversa
54' esce Castagna, entra Faedo
58' ammonito Oliviero
60' tiro dal limite di Faedo che sfiora l'incrocio dei pali
61' esce Mella, entra Roda
63' ammonito Martelli
64' ammonito Donato
66' ammonito Gambarelli
67' cross di Romei sulla destra per Oliviero che, con un preciso rasoterra, infila Trucco: 2-1
76' tiro di Cavallone respinto coi piedi di Basso
80' esce Oliviero, entra Malatesta
81' esce Macagno, entra De Persiis
83' ammonito Laera
84' conclusione dal milite dell'area di Ymeri che termina alta sopra la traversa
85' esce Fazio, entra Pelliccione
86' esce Gambarelli, entra Eranio
91' rimpallo in area neroazzurra, la sfera giunge sui piedi di Mura il cui pallonetto finisce di poco a lato
93' esce Romei, entra Ungaro
94' esce Pedetta, entra Manca Romei
95' fischio finale: la gara termina 2-1

22° giornata (6° ritorno). Risultati, marcatori e classifica

ALBENGA-FINALE: 1-1. 63' Carro Gaiza (A), 83' Salzone (F)
ANGELO BAIARDO-VALDIVARA 5 TERRE: 3-0. 53' Rosati, 64' Guidotti, 75' Provenzano
GENOVA CALCIO-RAPALLO RUENTES: 0-0.
CAIRESE-SAMMARGHERITESE: 1-3. 11' Mortola (S), 38' Alessi (C), 75' e 86' Calvo (S)
MOLASSANA BOERO-ALASSIO F.C.: 1-0. 88' Keita (M)
PIETRA LIGURE-VENTIMIGLIA: 1-1. 49' Zunino (P), 75' Galiera (V)
RIVAROLESE-IMPERIA: 2-1. 5' Mura (R), 13' Napello (R), 67' Oliviero (R)
VADO-BUSALLA: 1-0. 54' Del Nero

CLASSIFICA
RIVAROLESE 46
GENOVA CALCIO 41
VADO 41
CAIRESE 40
IMPERIA 39
PIETRA LIGURE 34
ANGELO BAIARDO 34
FINALE 33
BUSALLA 24
ALASSIO 24
RAPALLO RUENTES 22
ALBENGA 22
VENTIMIGLIA 21
MOLASSANA BOERO 21
SAMMARGHERITESE 21
VALDIVARA 5 TERRE 10

sabato 23 febbraio 2019

No Diretta Tv

Per motivi burocratici, riguardanti i diritti di immagine, il big match di Eccellenza Rivarolese Imperia, non potrà essere trasmessa in diretta TV su TeleNord, come annunciato nei giorni scorsi.

La terna arbitrale

Arbitro di Rivarolese-Imperia (fischio d'inizio alle ore 17,00) sarà Gianluca Martino di Firenze, coadiuvato da Andrea Ciarletta e Guido Junior Cucchiar di La Spezia.
L'arbitro fiorentino dirige i neroazzurri per la prima volta nella sua carriera.

Giudice sportivo

Ammonizione con diffida (4° infrazione) per Amerigo Castagna ed ammonizione (1° infrazione) per Diego Mella e Paolo Risso

venerdì 22 febbraio 2019

Scontri diretti. Rivarolese VS Imperia

Rivarolese ed Imperia si sono affrontate, nella loro storia, 26 volte. Il bilancio delle 13 sfide disputate in terra genovese è di 4 vittorie per i neroazzurri, 5 pareggi e 4 sconfitte, 15 i gol fatti dall'Imperia, 13 quelli subiti.
L'ultima vittoria neroazzurra risale all'ultima sfida tra le due compagini, cioè al 01 ottobre 2017.
Questo il tabellino di quella gara:
RIVAROLESE-IMPERIA: 1-2
RETI: 41’ Chiarabini, 43′ e 88′ Daddi
RIVAROLESE: Bernini, Malatesta (68' Nocentino), Garrasi, Chiarabini, Sangiuliano, Mura, Sighieri, Oliviero (80' Morabito), Ciminelli, Ungaro, Memoli. All. Sorbello
IMPERIA: Todde, Ambrosini, Corio, Laera, Cocito, Franco (79' Sanci), Martini, Giglio, Daddi, Ymeri, Risso (63' Cugge). All. Bencardino
ARBITRO: Papale di Torino
La gara d'andata, giocata il 28 ottobre 2018, era terminata 1-1, con le reti di Faedo e Romei su rigore.
Tutti questi dati sono tratti da "Imperia calco, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria: U.S.D. Rivarolese 1919


La Rivarolese di Stefano Fresia è attualmente 1° in classifica ed ha totalizzato 43 punti frutto di 13 vittorie (8 in casa e 5 in trasferta), 4 pareggi (1 in casa e 3 in trasferta) e 4 sconfitte (1 in casa e 3 in trasferta), 38 i gol fatti (27 in casa e 11 in trasferta) e 22 i gol subiti (9 in casa e 13 in trasferta).
Marcatori giallorossoneri:
12 RETI: Romei
10 RETI: Mura
4 RETI: Napello 
3 RETI:  De Persiis
2 RETI: Donato, Ungaro
1 RETE: Cartosio, Ciminelli, Gambarelli, Macagno, Oliviero 
Per aggiornamenti della rosa della Rivarolese fate riferimento al post dedicato al calciomercato invernale.

giovedì 21 febbraio 2019

Diretta Gol

Domenica, dalle ore 17.00 andrà in onda in diretta TV (su "Telenord", canale 13 del digitale terrestre) e su Facebook ("Dilettantissimo" e "Telenord") il big match del campionato di Eccellenza tra Rivarolese-Imperia.

Classifica marcatori

17 RETI: Ilardo (Genova calcio)
14 RETI: Battaglia (Angelo Baiardo), Alessi (Cairese), Zunino (Pietra Ligure)
12 RETI: Romei (Rivarolese)
11 RETI: Parodi (1 Genova calcio/10 Vado)
10 RETI: Lupo (Alassio), Saviozzi (Cairese), Mura (Rivarolese)
9 RETI: Compagnone (Busalla), Vittori (Finale), Costantini (Imperia), Donaggio (Vado)
8 RETI: Calcagno (Albenga), Rossi (Rapallo), Bertuccelli (4 Rapallo/3 Valdivara 5 terre), Capra (2 Vado/6 Finale)
7 RETI: Castagna (Imperia), Baracco (Pietra Ligure)
6 RETI: Sassari (Alassio), Lobascio (Busalla), Salzone (Finale), Provenzano (Angelo Baiardo), De Martini (Genova calcio), Gaggero (Pietra Ligure), Alvisi (Valdivara 5 terre)
5 RETI: Venturelli (Angelo Baiardo), Vallerga (Finale), Petracca Lepera (Genova calcio), Faedo (Imperia), Daddi (Ventimiglia)
4 RETI: Gerardi (Alassio), Figone (3 Cairese/1 Imperia), Minutoli (Molassana), Paparcone (3 Rapallo/1 Valdivara 5 Terre), Napello (Rivarolese), Privino (Sammargheritese), Rea (Ventimiglia)
3 RETI:  Di Mario, Oxhallari, Sfinjari (Alassio), Fanelli (Albenga), Cotellessa, Repetto (Busalla), Ferrara (Finale), Camoirano, Massara (Genova calcio), Cotellessa, Giglio (Imperia), Auteri (Pietra Ligure), Cupini, Garrasi (Rapallo), De Persiis (Rivarolese), Cilia, Masi  (Sammargheritese), D'Antoni, Redaelli (Vado), Naclerio (Valdivara 5 terre), Galiera (Ventimiglia)
2 RETI: Ottonello, Viganò (Alassio), Gerini, Rossi (Albenga), Bianchino (Angelo Baiardo), Moretti (Busalla), Nelli (1 Busalla/1 Genova calcio), Canaparo, De Matteis, Di Martino (Cairese), Buono (Genova calcio), Cavallone, Laera (Imperia), Cocurullo, Cuman, Falsini, Rapetti (Molassana), Badoino, Gaglioti, Rovere (Pietra Ligure), Carbone (Rapallo), Donato, Ungaro (Rivarolese), Gallio, Maucci (Sammargheritese), Vanacore (Valdivara 5 terre), Felici, Mamone (Ventimiglia)
1 RETE: Alfano, Arrigo, Battipiedi, Galleano, Odasso (Alassio), Arrigo, Costamagna, Farinazzo, Haidic, Mela, Taku (Albenga), Briozzo, Camera, Dondero, Guidotti, Pascucci, Rosati (Angelo Baiardo), Garrè (Busalla), Doffo, Facello, Magnani, Piana, Rizzo, Spozio (Cairese), Genta, Massa (Finale), Costa, De Martini, Giambarresi, Traverso (Genova calcio), Ambrosini, Di Lauro, Fazio, Mella, Moscatelli, Roda (Imperia), Costa, Keita (Molassana), Bottino, Corciulo, Rossi (Pietra Ligure), Barilari, Lunghi, Marchesi, Marrale, Michi, Neirotti (Rapallo), Cartosio, Ciminelli, Gambarelli, Macagno, Oliviero (Rivarolese), Amandolesi, Calvo, Ferrari, Mehillaj, Musante, Pezzi (Sammargheritese), Macagno, Oubakent, Puddu, Tona (Vado), Barilari, Cutugno, Franceschini, Matar, Ndiaje, Simonini, Terribile, Valletta (Valdivara 5 terre), Cafournelle, Eugeni, Sammartano (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Digno (Angelo Baiardo), Boccardo (Busalla), Cuman (Molassana)

mercoledì 20 febbraio 2019

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno

Chiudo il sondaggio "Vota il migliore contro l'Albenga", che ha visto la vittoria di Giglio (5 punti), seguito da Faedo (3 punti) e Mella (1 punto).
Per effetto di questo risultato, quindi, la classifica è la seguente:
27 punti: Giglio
26 punti: Faedo
20 punti: Costantini
10 punti: Trucco
8 punti: Di Lauro
3 punti: Ambrosini, Laera, Sadiku
1 punto: Mella
Appuntamento a domenica 3 marzo, quando dovremo votare il migliore in campo contro la Cairese

Salta la, salta la panchina...

Fabrizio Gatti è il nuovo allenatore del Ventimiglia e sostituisce Sergio Soncin, che si è dimesso domenica scorsa dopo la sconfitta interna con la Rivarolese.

martedì 19 febbraio 2019

Buttu&Dido&Gramondopensiero


Pietro Buttu: "E' nel DNA di questa squadra quello di saper soffrire. Era pur sempre un derby ed il terreno di gioco non ci ha certo aiutato, anche se questo non vuole essere un alibi. Grande merito all'Albenga che ha sempre lottato fino alla fine, ma i miei sono stati straordinari perchè questa vittoria vale doppio.
Non siamo partiti in maniera fiacca: ci sono anche gli avversari ed il "Ciccione" non ci aiuta a giocare. L'Albenga aveva fermato altre squadre, ma in sto a guardare gli altri. Abbiamo riscattato il mezzo passo falso di Vado ed andiamo avanti.
Stasera festeggiamo poi, da martedì, pensiamo alla Rivarolese.
Il pubblico oggi è stato straordinario: spero di regalar loro la Serie D".
Stefano Faedo: "Sapevamo il modo di giocare dell'Albenga, sapevamo che si sarebbero chiusi, puntando sulle ripartenze. Il mister ci aveva chiesto pazienza, sapendo che la partita di sarebbe potuta giocare in un'occasione o su un calcio da fermo. Così è stato: è stata una bella zione di Giglio, che mi ha permesso di trovarmi in condizione di fare gol".


Diego David, su riviera24.it è tornato a parlare dello striscione presente domenica in gradinata Nord che, facendo esplicito riferimento al difficile passaggio al “porta a porta”, si appellava alla Teknoservice affinché “smaltisse il presidente Fabrizio Gramondo e i suoi soci con la differenziata”.
"Non raccolgo la provocazione – replica Gramondo – siamo impegnati e concentrati sul nostro obiettivo finale che è il campionato e non vogliamo disperdere energie. Agli scettici, però, ricordo che alla fine, la scorsa stagione, ce la siamo giocata agli spareggi anche se purtroppo è andata male".
La vena politica degli “Ultras” non si è esaurita nei confronti della dirigenza, ma ha coinvolto anche il sindaco Claudio Scajola al quale, sempre con uno striscione, è stato ricordato che “a sua insaputa” l’Imperia è in Eccellenza da 6 anni. Polemiche anche contro l’Ospedale unico.

Video. Imperia-Albenga: 1-0

Il video di Imperia-Albenga realizzato da asdimperia.tv

lunedì 18 febbraio 2019

Neanche con le mani...

Partiamo da qui. Emblematico di come ormai anche i gradoni del "Ciccione" si siano resi conto che la situazione è ai limiti dell'emergenza. Ad un certo punto della gara, dalla gradinata Nord (straordinario l'apporto dei ragazzi per tutti i 90 minuti, nonostante l'assenza della controparte ingauna) si è levato un grido "visto che non la mettiamo dentro neanche con le mani, facciamo un coro per un nostro amico che è venuto a trovarci". E qui è partito il vecchio coro a favore di uno dei più grandi bomber neroazzurri di sempre, l'indimenticabile Pino Alfano. Questa la fotografia di una partita francamente brutta, con pochissime occasioni ed una drammatica sensazione di impotenza di una squadra che a lungo tiene le redini del match, ma solo nel finale riesce a creare due limpide opportunità gettate al vento dagli attaccanti di giornata dopo il vantaggio giunto in maniera abbastanza occasionale dal sempre positivo Faedo.
Questa è la preghiera che rivolgiamo, inutilmente, a questa dirigenza. Vi preghiamo, scongiuriamo e chi più ne ha più ne metta. Mettetevi le mani nel portafogli e andate a cercare un attaccante svincolato disposto a giocare con non questi due mesi, ammesso che ci teniate davvero a raggiungere questo fantomatico obiettivo.
E' imbarazzante vedere tutta la squadra spingere fino alla tre quarti e poi non trovare mai un terminale offensivo di riferimento.
Lo stesso Lenny, che sulle spalle porta il numero 9, gira a chilometri dall'area di rigore e difficilmente riesce a rendersi pericoloso. Nessuno chiede un fenomeno, ma almeno uno che sappia fare quel mestiere, anche per liberare spazi agli altri attaccanti che allora sì potrebbero rendersi più incisivi.
Mancano solo nove partite alla fine della stagione, ma le prossime tre saranno determinanti ai fini del risultato finale con Rivarolese e Genova calcio in trasferta e Cairese al "Ciccione". A meno di un miracolo, difficile pensare di riuscire a risolvere queste partite se non con qualche invenzione su calcio da fermo del solito Costantini (quanto si è sentita la sua mancanza...) e se queste opportunità non si dovessero presentare, non resterebbe che sperare di non prendere gol contro le tre squadre che hanno i loro attaccanti ai vertici della classifica marcatori. Resteremo inascoltati come sempre?
(portorino)

domenica 17 febbraio 2019

Striscia lo striscione



... e voi dove e come la smaltireste questa dirigenza?

Vota il migliore contro l'Albenga

Undicesimo turno de "Il neroazzurro dell'anno". Dovete solo votare il miglior neroazzurro in campo contro l'Albenga nel box alla destra di questo post.
Con questo voto, con quello di un gruppo di amici che so per certo che hanno visto la partita, assieme alle pagelle del "Secolo XIX", di "La Stampa" e "Puntoimperia.it", viene fatta una "media" e porterà al risultato finale.
Questo in modo tale che il sondaggio possa essere il più possibile veritiero, cioè basato su quello visto in campo, e non "influenzato" da amici e parenti del calciatore. Alla chiusura del sondaggio (tra due giorni), ai primi 3 in classifica verranno assegnati, nell'ordine, 5, 3 e 1 punto.
A fine stagione, coi voti dei vari sondaggi, effettuati dopo ogni gara interna, verrà decretato il "Neroazzurro dell'anno" e seguirà in questo speciale concorso a Marco Di PlacidoGian Luca BocchiRoberto Iannolo , ancora Roberto IannoloGuido Balbo , Roberto IannoloMarco PrunecchiAmerigo Castagna,  Giuseppe GiglioAlessandro Ambrosini ed Arturo Ymeri vincitori nelle 11 stagioni precedenti.
La classifica, dopo nove giornate, è la seguente:
22 punti: Faedo
20 punti: Costantini
17 punti: Giglio
8 punti: Di Lauro
5 punti: Trucco
3 punti: Ambrosini, Laera, Sadiku

21° giornata (6° ritorno). Imperia-Albenga: 1-0

Questo pomeriggio, con fischio d'inizio dell'arbitro Stefano Foresti di Bologna alle ore 15,00, l'Imperia di Pietro Buttu affronta l'Albenga di Giancarlo Delfino.
Dopo la sconfitta esterna di Vado, che ha ricacciato i neroazzurri a meno 4 dalla vetta, i ragazzi di Pietro Buttu sono chiamati al pronto riscatto per non perdere le residue speranze di agganciare la vetta.
Come ormai triste consuetudine, Imperia-Albenga sarà blindata ed è annunciata l'assenza degli Ultras ingauni, in segno di protesta contro i Daspo che sono stati comminati ad alcuni rappresentanti della frangia più calda del tifo giallorosso.
Imperia-Albenga non è una partita come tutte le altre, poichè si tratta di una partita storica e lo dimostra il fatto che quella degli ingauni è la squadra che l'Imperia, in 94 anni di storia, ha affrontato più volte, ben 75.
Imperia ed Albenga si incontrano, al  "Nino Ciccione", per la trentasettesima volta nella loro storia: il bilancio è di 22 vittorie per i neroazzurri, 8 pareggi ed 7 dei bianconeri, 60 i gol realizzati dall'Imperia e 32 dall'Albenga.
La gara d'andata, giocata il 21 ottobre 2018, era terminata 0-4 grazie alle reti di Castagna (doppietta), Di Lauro e Faedo.
LE FORMAZIONI
Assente per squalifica Nicholas Costantini, Pietro Buttu ha convocato: Trucco, Meda, Fazio, Pelliccione, Laera, Di Lauro, Ambrosini, Roda, Castagna, Giglio, Martelli, Mella, Faedo, Pellegrino, Zanchi, Correale, Risso, Cavallone, Zeka
L'Imperia scende in campo con: Trucco, Fazio, Ambrosini, Martelli, Laera, Di Lauro, Cavallone G., Giglio, Castagna, Mella, Faedo
L'Albenga risponde con: Scola, Lamarra, Taku, Praino, Cocito, Maxena, Mela, Farinazzo, Rossi P., Calcagno, Arrigo
LA CRONACA
Sole, terreno in pessime condizioni, sugli spalti poco più di duecento spettatori
1' tiro dalla distanza di Castagna, che sfiora l'incrocio dei pali
19' discesa sulla fascia sinistra di Giglio e cross al centro, Mella tira al volo ma Scola para in due tempi
41' buco della difesa imperiese, con Arrigo che non ne approfitta e fa partire un tiro sbilenco che termina a lato
Il primo tempo termina 0-0
55' esce Fazio, entra Risso
67' esce Castagna, entra Roda
68' ennesima discesa diGiglio e cross per Faedo che controlla e tira: palla nel sacco. 1-0 e quinta rete stagionale per "Dido", che replica il gol realizzato nella gara d'andata
69' debole colpo di testa di Rossi bloccato in presa da Trucco
70' esce Arrigo, entra Caredda
74' corner di Mella, colpo di testa di Ambrosini, deviato col corpo da Cocito
82' combinazione tra Mella e Giglio, con quest'ultimo che serve al centro per l'accorrente Roda che, da favorevole posizione, manda la sfera alta sopra la traversa
88' tiro di Gigio respinto coi pugni da Scola, la sfera giunge sui piedi di Mella che tira alto
La partita termina 1-0

21° giornata (6° ritorno). Risultati, marcatori e classifica

ALASSIO F.C.-ANGELO BAIARDO: 2-3. 10' Venturelli (AB), 15' rig. Battipiedi (A), 45' Rosati (AB), 65' rig. Battaglia (AB), 84' Di Mario (A)
BUSALLA-PIETRA LIGURE: 0-2. 46' Auteri, 68' Baracco
FINALE-GENOVA CALCIO: 0-0
IMPERIA-ALBENGA: 1-0. 68' Faedo
RAPALLO RUENTES-CAIRESE: 0-1. 89' Rizzo
SAMMARGHERITESE-MOLASSANA BOERO: 2-2. 20' Cuman (M), 50' Minutoli (M), 81' Masi (S), 88' Calvo (S)
VALDIVARA 5 TERRE-VADO: 0-1. 50' Oubakent 
VENTIMIGLIA-RIVAROLESE: 1-2. 5' Daddi (Ve), 51' Napello (Ri), 55' rig. Romei (Ri)

CLASSIFICA
RIVAROLESE 43
GENOVA CALCIO 40
CAIRESE 40
IMPERIA 39
VADO 38
FINALE 32
PIETRA LIGURE 33
ANGELO BAIARDO 31
BUSALLA 24
ALASSIO 24
RAPALLO RUENTES 21
VENTIMIGLIA 20
ALBENGA 21
MOLASSANA BOERO 18
SAMMARGHERITESE 18
VALDIVARA 5 TERRE 10

sabato 16 febbraio 2019

La terna arbitrale

Arbitro di Imperia-Albenga sarà Stefano Foresti di Bergamo coadiuvato da Simone Battiato e Leonardo Rossini di Genova.
Il fischietto bergamasco non ha mai diretto i neroazzurri.

Giudice sportivo

Squalificato per un turno Nicholas Costantini.
Ammonizione con diffida (4° infrazione) per Giuseppe Giglio, ammonizione (7° infrazione) per Fabio Laera ed ammonizione (1° infrazione) per Giacomo Cavallone.

venerdì 15 febbraio 2019

Scontri diretti. Imperia VS Albenga

Imperia-Albenga non è una partita come tutte le altre, poichè si tratta di una partita storica e lo dimostra il fatto che quella degli ingauni è la squadra che l'Imperia, in 94 anni di storia, ha affrontato più volte, ben 73.
Imperia ed Albenga si incontrano, al  "Nino Ciccione", per la trentasettesima volta nella loro storia: il bilancio è di 22 vittorie per i neroazzurri, 8 pareggi ed 7 dei bianconeri, 60 i gol realizzati dall'Imperia e 32 dall'Albenga.
Questo il tabellino dell'ultima gara vinta dai neroazzurri, disputata l'11 marzo 2018.
IMPERIA-ALBENGA: 5-1
RETI: 13' Daddi, 17' aut. Pastorino, 44' Piazza, 66' rig. Castagna, 77' Laera, 87' Ymeri
IMPERIA: Todde, Ravoncoli, Pinna (79' Martini), Laera, Pollero, Risso (79' Chariq), Sanci (67' Franco), Giglio, Daddi (67' Ambrosini), Ymeri, Castagna. All. Bencardino
ALBENGA: F.M. Rossi, Praino, Pastorino, Licata (67' Fanelli), Cocito, F. Rossi (83' Alizzeri), Gaggero, Revello, Andreis (67' Gerini), Piazza, Calcagno. All. Monti
ARBITRO: Campazzo di Genova
La gara d'andata, giocata il 21 ottobre 2018, era terminata 0-4 grazie alle reti di Castagna (doppietta), Di Lauro e Faedo.
Questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria. U.S. Albenga 1927

L'Albenga di Giancarlo Delfino è attualmente 13° in classifica ed ha totalizzato 21 punti frutto di 4 vittorie (3 in casa e 1 in trasferta), 9 pareggi (5 in casa e 4 in trasferta) e 7 sconfitte (2 in casa e 5 in trasferta), 21 i gol fatti (9 in casa e 12 in trasferta) e 30 i gol subiti (15 in casa e 15 in trasferta).
Marcatori biancoazzurri:
8 RETI: Calcagno
3 RETI: Fanelli
2 RETI: Gerini, Rossi 
1 RETE: Arrigo, Costamagna, Farinazzo, Haidic, Mela, Taku 
Per aggiornamenti della rosa dell'Albenga fate riferimento al post dedicato al calciomercato invernale.

giovedì 14 febbraio 2019

Imperia-Albenga. Istruzioni per l'uso

Come ormai triste consuetudine, Imperia-Albenga sarà blindata.
(copio/incollo da riviera24.it a firma Diego David)
Il prefetto Silvana Tizzano ha emanato le disposizioni in vista del derby di Eccellenza in programma domenica prossima allo stadio “Ciccione” tra i neroazzurri e l’Albenga.
Il numero dei tagliandi (che si potranno acquistare fino alle 19 di sabato 16 febbraio) a disposizione dei  tifosi ospiti sarà limitato secondo quanto stabilito dalle autorità di pubblica sicurezza. I supporter ingauni potranno acquistare i biglietti esclusivamente  nelle ricevitorie indicate dalle società stesse previa esibizione da parte dell’acquirente di un documento di identità. L’elenco dovrà essere trasmesso poi entro le 20 di sabato alla questura del capoluogo.
Il settore ospiti (la gradinata Sud) dovrà essere presidiato da volontari con casacca riconoscibile simile a quella degli stewart.
Previsti anche modifiche alla viabilità per quanto riguarda via XXV Aprile ed un eccezionale dispiegamento di forze di polizia dopo i fatti accaduti in occasione del derby disputato tra Imperia e Albenga disputato nel capoluogo due stagioni fa.

Una notizia che non mi sorprende, visti i precedenti, ma che fa riflettere.
Una sconfitta per tutti i protagonisti: per i giocatori in campo che giocheranno in una cornice sicuramente inferiore alle potenzialità delle due tifoserie; per coloro che non saranno presenti sugli spalti, a causa del "numero chiuso"; per chi dà l'impressione di non saper gestire l'ordine pubblico per una gara che richiamerà, al massimo, 200/300 persone.
E se, per un miracolo che è difficile prevedere, tornassimo in Serie D, cosa succederebbe?
Tutto questo non fa che confermare le mie convinzioni, cioè che, anche per queste ragioni, da questa merda di categoria difficilmente ci schioderemo...

mercoledì 13 febbraio 2019

Classifica marcatori

17 RETI: Ilardo (Genova calcio)
14 RETI: Alessi (Cairese), Zunino (Pietra Ligure)
13 RETI: Battaglia (Angelo Baiardo)
11 RETI: Parodi (1 Genova calcio/10 Vado), Mura (Rivarolese)
10 RETI: Lupo (Alassio), Saviozzi (Cairese), Romei (Rivarolese)
9 RETI: Compagnone (Busalla), Vittori (Finale), Costantini (Imperia), Donaggio (Vado)
8 RETI: Calcagno (Albenga), Rossi (Rapallo), Bertuccelli (4 Rapallo/3 Valdivara 5 terre), Capra (2 Vado/6 Finale)
7 RETI: Castagna (Imperia)
6 RETI: Sassari (Alassio), Lobascio (Busalla), Salzone (Finale), Provenzano (Angelo Baiardo), De Martini (Genova calcio), Baracco, Gaggero (Pietra Ligure), Alvisi (Valdivara 5 terre)
5 RETI: Vallerga (Finale), Petracca Lepera (Genova calcio)
4 RETI: Gerardi (Alassio), Venturelli (Angelo Baiardo), Figone (3 Cairese/1 Imperia), Faedo (Imperia), Paparcone (3 Rapallo/1 Valdivara 5 Terre), Privino (Sammargheritese), Daddi, Rea (Ventimiglia)
3 RETI: Oxhallari, Sfinjari (Alassio), Fanelli (Albenga), Cotellessa, Repetto (Busalla), Ferrara (Finale), Camoirano, Massara (Genova calcio), Minutoli (Molassana), Cotellessa, Giglio (Imperia), Cupini, Garrasi (Rapallo), De Persiis, Napello (Rivarolese), Cilia (Sammargheritese), D'Antoni, Redaelli (Vado), Naclerio (Valdivara 5 terre), Galiera (Ventimiglia)
2 RETI: Di Mario, Ottonello, Viganò (Alassio), Gerini, Rossi (Albenga), Bianchino (Angelo Baiardo), Moretti (Busalla), Nelli (1 Busalla/1 Genova calcio), Canaparo, De Matteis, Di Martino (Cairese), Buono (Genova calcio), Cavallone, Laera (Imperia), Cocurullo, Falsini, Minutoli, Rapetti (Molassana), Auteri, Badoino, Gaglioti, Rovere (Pietra Ligure), Carbone (Rapallo), Donato, Ungaro (Rivarolese), Gallio, Masi, Maucci (Sammargheritese), , Vanacore (Valdivara 5 terre), Felici, Mamone (Ventimiglia)
1 RETE: Alfano, Arrigo, Galleano, Odasso (Alassio), Arrigo, Costamagna, Farinazzo, Haidic, Mela, Taku (Albenga), Briozzo, Camera, Dondero, Guidotti, Pascucci (Angelo Baiardo), Garrè (Busalla), Doffo, Facello, Magnani, Piana, Spozio (Cairese), Genta, Massa (Finale), Costa, De Martini, Giambarresi, Traverso (Genova calcio), Ambrosini, Di Lauro, Fazio, Mella, Moscatelli, Roda (Imperia), Costa, Keita (Molassana), Bottino, Corciulo, Rossi (Pietra Ligure), Barilari, Lunghi, Marchesi, Marrale, Michi, Neirotti (Rapallo), Cartosio, Ciminelli, D'Antoni, Gambarelli, Macagno, Oliviero (Rivarolese), Amandolesi, Ferrari, Mehillaj, Musante, Pezzi (Sammargheritese), Macagno, Puddu, Tona (Vado), Barilari, Cutugno, Franceschini, Matar, Ndiaje, Simonini, Terribile, Valletta (Valdivara 5 terre), Cafournelle, Eugeni, Sammartano (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Digno (Angelo Baiardo), Boccardo (Busalla), Cuman (Molassana)

martedì 12 febbraio 2019

Buttu&Didopensiero

Pietru Buttu: "Non abbiamo avuto un approccio dei migliori, il Vado è entrato in campo più cattivo, più motivato, più motivato,  con più fame di noi. Alla fine del primo tempo ho fatto capire che questo non era l'atteggiamento giusto: naturalmente la responsabilità è sempre del sottoscritto, perchè se hai un approccio così non hai capito che tipo di campionato vai a fare. Si vede che ci siamo rilassati sui 18 risultati utili. Il campionato non finisce qua: a Vado si può perdere ma non si può avere un approccio come nel primo tempo. Domenica bisogna riscattare questa sconfitta ed andare avanti".
Stefano Faedo: "Purtroppo è stata una partita no dove siamo scesi male in campo. Nel primo tempo siamo stati molli e abbiamo concesso troppo spazio al Vado. Nel secondo tempo gli abbiamo schiacciati ma purtroppo non siamo riusciti a creare occasioni. Ma grande partita del Vado e vittoria meritata.
Restiamo fiduciosi, siamo un grande gruppo. E' dal 1º Agosto che siamo sempre sul pezzo e sempre concentrati per cercare di centrare il nostro obiettivo e di certo non molleremo adesso. Le altre squadre non le guardiamo, pensiamo a noi stessi e a fare il meglio possibile. Ma la squadra che mi ha impressionato di più è il Vado".

Video. Vado-Imperia: 2-1


Il video di Vado-Imperia realizzato da asdimperia.tv

lunedì 11 febbraio 2019

Vado... a picco

Impossibile descrivere la frustrazione che stiamo provando dopo l'ennesima occasione sciupata ed al ripetersi, ormai nauseante, di situazioni che deprimono il tifoso neroazzurro.
Depressione che cresce al vedere una situazione al limite del grottesco. Vengono mandati in tv su facebook il capitano neroazzurro ed un dirigente che, nonostante la domanda diretta del giornalista, fanno una fatica terribile a pronunciare la parola Serie D (le parole sono sempre la stesse, "daremo tutto, raggiungeremo il nostro obiettivo, ecc... ecc...", ma mai uno che dica chiaramente VOGLIAMO LA SERIE D) e infatti, guarda caso, all'ennesima partita della svolta, dopo i soliti appelli ai tifosi per recarsi allo stadio e "invadere" il "Chittolina", il castello di carte crolla miseramente con, nell'ordine, per l'ennesima volta nessun gol dell'attacco (il nostro "teorico" centravanti non segna dal 2 dicembre), due calci di rigore provocati, l'espulsione diretta (quindi, almeno due giornate di squalifica e ciao ciao Rivarolese) del miglior giocatore, dal punto di vista tecnico della squadra e il mister che a fine gara dichiara "approccio molle alla partita, forse ci siamo adagiati sui 18 risultati utili consecutivi...".
Il tutto ovviamente alla vigilia del derby con l'Albenga che vi lascio solo immaginare cosa avrebbe potuto rappresentare in caso fosse arrivata una vittoria a Vado.
Certo, non tutto è perduto, ma di certo fin da ora si prospetta, fra due settimane, una partita a Genova con la Rivarolese che sarà l'ultimissimo appello. Perdere in casa dei genovesi scriverebbe la parola fine al sogno (ammesso che ci sia mai stato) di vittoria del Campionato, ma anche un pareggio sarebbe da considerarsi risultato negativo perché di fatto aprirebbe la corsa (!?!?) all'inutilissimo (per noi, visti i precedenti) secondo posto, quindi in pratica una partita da vincere senza Costantini e con un reparto offensivo che segna gol col contagocce.
C'è bisogno di aggiungere altro?
(portorino)

domenica 10 febbraio 2019

20° giornata (5° ritorno). Vado-Imperia: 2-1

Questo pomeriggio alle ore 15,00, agli ordini di Riccardo Dasso di Genova, l'Imperia di Pietro Buttu affronta il Vado di Luca Tarabotto, sul rinnovato terreno sintetico del "Ferruccio Chittolina" di Vado Ligure.
Gara di importanza fondamentale per il Torneo di entrambe le formazioni: i neroazzurri ed i rossoblù sono distanziati tra loro di quattro punti e puntano decisamente alla vittoria per non essere tagliati fuori dalla lotta al primato. Le due capoliste, Cairese e Rivarolese, invece, affrontano, tra le mura amiche, l'Alassio F.C ed il Rapallo Ruentes, mentre il Genova Calcio, che appaia i neroazzurri al secondo posto, gioca il Molassana Boero, anche lei in casa.
Vado ed Imperianella loro storia, si sono già affrontate 54 volte: i precedenti giocati al "Ferruccio Chittolina", il bilancio parla di 5 vittorie per i nerazzurri, 10 pareggi e 13 vittorie dei nerazzurri, con 24 gol fatti e 40 subiti dall'Imperia.
L'ultima vittoria nerazzurra è datata 16 ottobre 2016.
La gara d'andata, disputata il 14 ottobre 2018, era terminata 1-1 grazie alle reti di Faedo e Redaelli.
LE FORMAZIONI
Assente per squalifica Giacomo Fazio, Pietro Buttu ha convocato questi giocatori: Trucco, Meda, Correale, Pelliccione, Franco, Tahiri, Zanchi, Pellegrino, Ambrosini, Di Lauro, Laera, Risso, Faedo, Cavallone, Giglio, Martelli, Costantini, Castagna, Roda, Mella.
Il Vado scende in campo con: Illiante, Tona, Tecchiati, Redaelli, Puddu, Del Nero, Capra, Marmiroli, D'Antoni, Gallo, Donaggio
L'Imperia risponde con: Trucco, Ambrosini, Risso, Martelli, Laera, Di Lauro, Cavallone G., Giglio, Castagna, Costantini, Faedo
LA CRONACA
16' ammonito Ambrosini
17' cross dalla destra di Donaggio e tiro al volo di Marmiroli che termina a lato
19' presunto atterramento di Ambrosini ai danni di Capra: calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Donaggio che insacca alle spalle di Trucco: 1-0
21' fallo di Laera su D'Antoni: cartellino giallo per il difensore imperiese e calcio di rigore. Sul dischetto ancora Donaggio che fa secco Trucco: 2-0
23' tiro cross di Faedo dalla destra, Iliante blocca la sfera
35' tiro dal limite dell'area di Martelli, Iliante blocca
38' tiro dalla distanza di Costantini, Castagna sfiora la sfera che termina a lato
44' ammonito Donaggio
Il primo tempo termina 2-0
L'Imperia si ripresenta in campo con Tahiri al posto di Martelli e Mella al posto di Castagna
47' Capra serve Donaggio il cui tiro, da posizione defilata, esce di poco a lato
50' strepitoso calcio di punizione di Costantini dai 25 metri che s'insacca alle spalle di Ilardo: 2-1 e non rete stagionale per Nicholas
53' esce Tecchiati, esce Severi
57' tiro di Capra dal limite dell'area bloccato da Trucco
63' esce Donaggio, enra Oubakent
66' esce Ambrosini, entra Roda
77' ammonito Cavallone
85' ammoniti Giglio, Illiante e Capra
87' espulso Costantini per gioco falloso: Imperia in 10
93' ammonito Bianco
La gara termina 2-1

20° giornata (5° ritorno). Risultati, marcatori e classifica

ALBENGA-SAMMARGHERITESE: 1-1. 43' Pezzi (S), 80' Mela (A)
ANGELO BAIARDO-VENTIMIGLIA: 1-0. 60' Guidotti   
CAIRESE-ALASSIO F.C.: 0-1. 45' Sassari
GENOVA CALCIO-MOLASSANA BOERO: 2-0. 30' Buono, 90' rig. Ilardo
PIETRA LIGURE-FINALE: 1-1. 7' Ferrara (F), 44' Badoino (P)
RIVAROLESE-RAPALLO RUENTES: 2-1. 40' Macagno (Ri), 58' Bertuccelli (Ra), 72' Romei (R)
VADO-IMPERIA: 2-0. 19' rig. e 21' rig. Donaggio (V), 50' Costantini (I)
VALDIVARA 5 TERRE-BUSALLA: 2-2. 43' e 45' Cotellessa (B), 47' Matar (V), 49' Vanacore (V)

CLASSIFICA
RIVAROLESE 40
GENOVA CALCIO 39
CAIRESE 37
IMPERIA 36
VADO 35
FINALE 31
PIETRA LIGURE 30
ANGELO BAIARDO 28
BUSALLA 24
ALASSIO 24
RAPALLO RUENTES 21
VENTIMIGLIA 20
ALBENGA 21
MOLASSANA BOERO 17
SAMMARGHERITESE 17
VALDIVARA 5 TERRE 10

sabato 9 febbraio 2019

La terna arbitrale


Terna arbitrale genovese per Vado-Imperia: arbitro sarà Riccardo Dasso, coadiuvato da Andrea Raimondo e Sandro Trunzo, tutti della sezione di Genova.
L'arbitro genovese dirigerà i neroazzurri per la sesta volta nella sua carriera: il primo precedente è datato 22 ottobre 2017, Imperia-Moconesi 4-0, il secondo 18 marzo 2018, Imperia-Pietra Ligure 4-3, il terzo il 29 aprile 2018, Imperia-Vado 3-1,  il quarto 8 ottobre 2018, Pietra Ligure-Imperia 1-1 ed il quinto il 2 dicembre 2018, Finale-Imperia 2-2.

Giudice sportivo

Squalificato per un turno Giacomo Fazio.
Ammonizione (6° infrazione) per Fabio Laera ed ammonizione (3° infrazione) per Giuseppe Giglio.

venerdì 8 febbraio 2019

Scontri diretti. Vado VS Imperia

Vado ed Imperia, nella loro storia, si sono già affrontate 54 volte: i precedenti giocati al "Ferruccio Chittolina", il bilancio parla di 5 vittorie per i nerazzurri, 10 pareggi e 13 vittorie dei nerazzurri, con 24 gol fatti e 40 subiti dall'Imperia.
L'ultima vittoria nerazzurra è datata 16 ottobre 2016.
Questo il tabellino:
RETI: 56' rig. e 92' Battipiedi
VADO: Illiante, Mora, Pasquino (48' Tona), Eretta, Buono, Donaggio, Job (60' D’Ambroso), Ghigliazza, Di Pietro, Aurelio, Sassari (74' Scaburri). All. Tarabotto
IMPERIA: Todde, Ambrosini, Fici, Feliciello, Battipiedi, Moraglia, Faedo (73' Ravoncoli), Gallo (60' Franco), Castagna (65' Zambon), Giglio, Celotto. All. Papa
ARBITRO: Ceriello di Chiari
La gara d'andata, disputata il 14 ottobre 2018, era terminata 1-1 grazie alle reti di Faedo e Redaelli.
Questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria. F.C. Vado 1913

Il Vado di Luca Tarabotto è attualmente 5° in classifica ed ha totalizzato 32 punti frutto di 9 vittorie (6 in casa e 3 in trasferta), 5 pareggi (2 in casa e 3 in trasferta) e 5 sconfitte (1 in casa e 4 in trasferta), 28 i gol fatti (15 in casa e 8 in trasferta) e 21 i gol subiti (8 in casa e 13 in trasferta).
Marcatori biancoazzurri:
10 RETI: Parodi
7 RETI: Donaggio
3 RETI: Redaelli. D'Antoni
2 RETI: Capra
1 RETE: Macagno, Puddu, Tona 
Per aggiornamenti della rosa del Vado fate riferimento al post dedicato al calciomercato invernale.

giovedì 7 febbraio 2019

Classifica marcatori

16 RETI: Ilardo (Genova calcio)
14 RETI: Alessi (Cairese), Zunino (Pietra Ligure)
13 RETI: Battaglia (Angelo Baiardo)
11 RETI: Parodi (1 Genova calcio/10 Vado), Mura (Rivarolese)
10 RETI: Lupo (Alassio), Saviozzi (Cairese)
9 RETI: Compagnone (Busalla), Vittori (Finale), Romei (Rivarolese)
8 RETI: Calcagno (Albenga), Costantini (Imperia), Rossi (Rapallo), Capra (2 Vado/6 Finale)
7 RETI: Castagna (Imperia), Bertuccelli (4 Rapallo/3 Valdivara 5 terre), Donaggio (Vado)
6 RETI: Lobascio (Busalla), Salzone (Finale), Provenzano (Angelo Baiardo), De Martini (Genova calcio), Baracco, Gaggero (Pietra Ligure), Alvisi (Valdivara 5 terre)
5 RETI: Sassari (Alassio), Vallerga (Finale), Petracca Lepera (Genova calcio)
4 RETI: Gerardi (Alassio), Venturelli (Angelo Baiardo), Figone (3 Cairese/1 Imperia), Faedo (Imperia), Paparcone (3 Rapallo/1 Valdivara 5 Terre), Privino (Sammargheritese), Daddi, Rea (Ventimiglia)
3 RETI: Oxhallari, Sfinjari (Alassio), Repetto (Busalla), Camoirano, Massara (Genova calcio), Minutoli (Molassana), Cotellessa, Giglio (Imperia), Cupini, Garrasi (Rapallo), De Persiis, Napello (Rivarolese), Cilia (Sammargheritese), D'Antoni, Redaelli (Vado), Naclerio (Valdivara 5 terre), Galiera (Ventimiglia)
2 RETI: Di Mario, Ottonello, Viganò (Alassio), Gerini, Rossi (Albenga), Bianchino (Angelo Baiardo), Moretti (Busalla), Nelli (1 Busalla/1 Genova calcio), Canaparo, De Matteis, Di Martino (Cairese), Ferrara (Finale), Cavallone, Laera (Imperia), Cocurullo, Falsini, Minutoli, Rapetti (Molassana), Auteri, Gaglioti, Rovere (Pietra Ligure), Carbone (Rapallo), Donato, Ungaro (Rivarolese), Gallio, Masi, Maucci (Sammargheritese), Felici, Mamone (Ventimiglia)
1 RETE: Alfano, Arrigo, Galleano, Odasso (Alassio), Barison, Fanelli, Farinazzo, Haidic, Taku (Albenga), Briozzo, Camera, Dondero, Pascucci (Angelo Baiardo), Cotellessa, Garrè (Busalla), Doffo, Facello, Magnani, Piana, Spozio (Cairese), Genta, Massa (Finale), Buono, Costa, De Martini, Giambarresi, Traverso (Genova calcio), Ambrosini, Di Lauro, Fazio, Mella, Moscatelli, Roda (Imperia), Costa, Keita (Molassana), Badoino, Bottino, Corciulo, Rossi (Pietra Ligure), Barilari, Lunghi, Marchesi, Marrale, Michi, Neirotti (Rapallo), Cartosio, Ciminelli, D'Antoni, Gambarelli, Oliviero (Rivarolese), Amandolesi, Ferrari, Mehillaj, Musante (Sammargheritese), Macagno, Puddu, Tona (Vado), Barilari, Cutugno, Franceschini, Ndiaje, Simonini, Terribile, Valletta, Vanacore (Valdivara 5 terre), Cafournelle, Eugeni, Sammartano (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Digno (Angelo Baiardo), Boccardo (Busalla), Cuman (Molassana)

mercoledì 6 febbraio 2019

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno

Chiudo il sondaggio "Vota il migliore contro il Pietra Ligure", che ha visto la vittoria di Trucco (5 punti), seguito da Giglio (3 punti) e Faedo (1 punto).
Per effetto di questo risultato, quindi, la classifica è la seguente:
23 punti: Faedo
22 punti: Giglio
20 punti: Costantini
10 punti: Trucco
8 punti: Di Lauro
3 punti: Ambrosini, Laera, Sadiku
Appuntamento a domenica 17 febbraio, quando dovremo votare il migliore in campo contro l'Albenga

martedì 5 febbraio 2019

Trucco&Mellapensiero


Alessandro Trucco: "E' stata una partita difficilissima e nonostante l'espulsione siamo riusciti a portarla a casa. Andiamo avanti partita dopo partita ed alla fine vedremo dove saremmo arrivati".
Diego Mella: "Contro il Pietra Ligure è stata una vittoria importante perché così lasciamo dietro una concorrente per la lotta al primato. Crediamo assolutamente alla testa della classifica e al salto di categoria, il gruppo c’è ed e compatto: penso che domenica si sia visto in campo.
Il goal lo dedico ai miei compagni di squadra, allo staff, ai tifosi e alla società".

Video. Imperia-Pietra Ligure: 1-0

Il video di Imperia-Pietra Ligure realizzato da Claudio Mandica

lunedì 4 febbraio 2019

Vittoria del cuore


"Giocare col cuore" è una frase spesso abusata ed una delle tanti frasi fatte nelle narrazioni delle partite di calcio. Non ieri, coi neroazzurri che hanno davvero gettato il cuore oltre l'ostacolo e sono stati quasi commuoventi per la tigna con cui hanno aggredito la partita, specialmente dopo essere rimasti in inferiorità numerica per oltre un'ora di gioco per l'espulsione (parsa decisamente affrettata) di Fazio per doppia ammonizione.
Nonostante le assenze, nell'undici iniziale, dei convalescenti Castagna e Costantini, entrati poi in campo nella ripresa, i ragazzi di Pietro Buttu sono così riusciti a piegare un Pietra Ligure mai domo grazie ad una rete di Mella pronto a sfruttare un assist al bacio del sempre più fondamentale Faedo.
Una vittoria importantissima visti i risultati di giornata che, di fatto, sembrano consegnare al Campionato una nuova situazione con le "sette sorelle" che sembrano essere diventate, di colpo, le "fantastiche quattro" (Rivarolese, Cairese, Genova calcio ed Imperia).
Ora i neroazzurri sono attesi dal secondo esame del filotto previsto dal calendario (a tal proposito i ragazzi di Pietro Buttu, al momento, hanno già fatto meglio del girone d'andata, visto che pareggiarono tutte le sei gare contro le altre "sorelle", mentre ora sono partiti con una vittoria) al "Chittolina" contro il Vado di bomber Capra che in passato ci ha già creato più volte problemi. Speriamo che mister Buttu possa presentarsi al cospetto dei rossoblu con la formazione migliore, ma soprattutto con i sopra citati Castagna e Costantini nelle migliori condizioni fisiche anche perché, ancora una volta, il campo ha dimostrato che i pur volenterosi Moscatelli e Tahiri non sono, al momento, all'altezza dei titolari.
Ha fatto molto piacere vedere nel finale di gara e nel dopo partita mister Buttu "caricare" i ragazzi della gradinata Nord che, ancora una volta, non hanno fatto mai mancare il loro appoggio alla squadra.
L'ambiente in questo momento sembra davvero carico e, come suggerito da un lettore del blog, sarebbe meglio battere il ferro finché è caldo anche per iniziare ad avere al "Ciccione" un ambiente finalmente più caldo che possa spingere i ragazzi anche oltre le loro possibilità.
Vogliamo evidenziare un particolare non di poco conto: tra i migliori in campo di ieri, ci sono sicuramente coloro che rappresentano il nucleo storico di questa squadra, i reduci dalla disastrosa stagione 2012-2013, l'ultima in cui l'Imperia ha giocato (o meglio, ha partecipato viste le bastoste in serie subite...) in Serie D, quella categoria che i vari Trucco, Ambrosini, Laera, Giglio e Castagna, vorrebbero riconquistare... magari in barba ai propositi ed ai presunti programmi di altri...
I prossimi due appuntamenti, come dicevamo contro il Vado ed il sempre atteso derby contro gli ingauni nella prossima al "Ciccione", non potranno essere falliti visto che, a chiusura del ciclo terribile, il calendario presenterà, in rapida sequenza, le sfide contro Rivarolese, Cairese e Genova calcio delle quali la prima e l'ultima lontane dal "Ciccione".
Come dire degli autentici spareggi ai quali sarebbe fondamentale presentarsi quantomeno nell'attuale posizione di classifica se non più avanti.
FORZA RAGAZZI!!!

domenica 3 febbraio 2019

Sondaggio. Vota il migliore contro il Pietra Ligure

Decimo turno de "Il neroazzurro dell'anno". Dovete solo votare il miglior neroazzurro in campo contro il Pietra Ligure nel box alla destra di questo post.
Con questo voto, con quello di un gruppo di amici che so per certo che hanno visto la partita, assieme alle pagelle del "Secolo XIX", di "La Stampa" e "Puntoimperia.it", viene fatta una "media" e porterà al risultato finale.
Questo in modo tale che il sondaggio possa essere il più possibile veritiero, cioè basato su quello visto in campo, e non "influenzato" da amici e parenti del calciatore. Alla chiusura del sondaggio (tra due giorni), ai primi 3 in classifica verranno assegnati, nell'ordine, 5, 3 e 1 punto.
A fine stagione, coi voti dei vari sondaggi, effettuati dopo ogni gara interna, verrà decretato il "Neroazzurro dell'anno" e seguirà in questo speciale concorso a Marco Di PlacidoGian Luca BocchiRoberto Iannolo , ancora Roberto IannoloGuido Balbo , Roberto IannoloMarco PrunecchiAmerigo Castagna,  Giuseppe GiglioAlessandro Ambrosini ed Arturo Ymeri vincitori nelle 11 stagioni precedenti.
La classifica, dopo nove giornate, è la seguente:
22 punti: Faedo
20 punti: Costantini
17 punti: Giglio
8 punti: Di Lauro
5 punti: Trucco
3 punti: Ambrosini, Laera, Sadiku

19° giornata (4°ritorno). Imperia-Pietra Ligure: 1-0

Questo pomeriggio alle ore 15,00, agli ordini di Clemente Cortese di Bologna, affronta il Pietra Ligure di Mario Pisano.
Dopo il contestato pareggio esterno contro l'Angelo Baiardo, i neroazzurri affronta i biancoazzurri per mantenere la seconda posizione in classifica, sempre che non arrivino buone notizie dalle altre due partite che vedono protagoniste le capoliste, Cairese-Molassana e Rivarolese-Finale.
Imperia e Pietra Ligure si sono affrontate al "Nino Ciccione", nella loro storia, due volte: il bilancio è di una vittoria neroazzurra e di un pareggio, 4 i gol realizzati dagli imperiesi e 3 dai savonesi.
La gara d'andata, disputata il 7 ottobre 2018, era terminata 1-1, grazie alle reti di Laera e Zunino.
LE FORMAZIONI
Assente Martelli per squalifica, Pietro Buttu ha convocati: Trucco, Meda, Costantini, Castagna, Roda, Fazio, Laera, Di Lauro, Ambrosini, Pelliccione, Faedo, Tahiri, Giglio, Mella, Moscatelli, Cavallone, Risso, Correale, Fatnassi, Zanchi.
L'Imperia scende in campo con: Trucco, Fazio, Ambrosini, Giglio, Laera, Di Lauro, Faedo, Tahiri, Moscatelli, Cavallone, Mella
Il Pietra Ligure risponde con: Alberico, Ciceri, Gaglioti, Baracco, Bottino, Corciulo, Bonavia, Badoino, Gaggero, Zunino, Auteri
LA CRONACA
Giornata fredda, terreno in discrete condizioni, sugli spalti circa 150 spettatori
14' pericoloso contropiede ospite, con Zunino che si presenta tutto solo davanti a Trucco che lo anticipa in disperata uscita
24' discesa sulla fascia sinistra di Feado e palla in mezzo per Mella che tira immediatamente ed insacca alle spalle di Alberico: 1-0 e prima rete stagionale per l'esterno d'attacco milanese, che festeggia aggrappandosi alla rete della Gradinata Nord
29' ammonito Fazio per gioco falloso
30' proteste neroazzurre per un atterramento ai danni di Faedo: l'arbitro lascia correre, ma idubbi restano
37' ammonito Giglio per gioco falloso
39' seconda ammonizione per gioco falloso per Fazio: cartellino rosso ed Imperia in 10
40' velenoso calcio di punizione di Zunino che esce di poco alla destra di Trucco
47' fine primo tempo sul risultato di 1-0
L'Imperia si ripresenta in campo con Risso al posto di Moscatelli
47' liscio in area di Di Lauro
55' esce Tahiri, entra Costantini, Gaggero tutto solo davanti a Trucco che si supera e respinge il tiro
57' tiro di Zunino che termina di poco alto sopra la traversa
58' calcio di punizione di Costantini, sfera alta sopra la traversa
59' contropiede ospte, palla a Zunino anticipato da Laera in angolo
60' Pietra Ligure ancora pericoloso con Baracco, il cui tiro è deviato in angolo
66' cross di Ambrosini per Risso che, in rovesciata, colpisce la traversa
67' Risso si presenta tutto solo davanti ad Alberico che respinge il debole tiro
71' triangolazione tra Zunino e Gaggero, che si presenta tutto solo a Trucco, che è prodigioso nel respingere il suo tiro
73' esce Mella, entra Castagna
76′ escono Bonavia e Corciulo, entrano Decia e Battuello
81' calcio di punizione dalla sinistra di Costantini, con la sfera che termina di poco alta sopra la traversa
82' corner di Costantini, colpo di testa di Laera con la sfera che termina poco sopra la traversa
83' ammonito Gaglioti
84' ammonito Laera
88' fallo laterale battuto da Ambrosini, con la sfera che giunge sui piedi di Risso il cui tiro, deviato, esce sul fondo
95' fischio finale: 1-0

19° giornata (4° ritorno). Risultati, marcatori e classifica

ALASSIO F.C.-VALDIVARA 5 TERRE: 5-0. 39' e 51' Lupo, 43' Di Mario 72' Oxhallari, 90' Sassari
BUSALLA-ANGELO BAIARDO: 1-2. 14' Venturelli (A), 19' Battaglia (A), 55' Cotellessa (B)
FINALE-RIVAROLESE: 0-1. 35' Romei (R)
IMPERIA-PIETRA LIGURE: 1-0. 24' Mella (I)
MOLASSANA BOERO-CAIRESE: 1-5. 25' Alessi (C), 39' e 68' Figone (C), 88' Costa (M), 94' Saviozzi (C), 95' Facello (C)
RAPALLO RUENTES-ALBENGA: 2-3. 36' rig. e 79' rig. Calcagno (A), 43' Bertuccelli (R), 61' Arrigo (R), 64' Garrasi (R)
SAMMARGHERITESE-GENOVA CALCIO: 0-1. 5' Ilardo (G)
VENTIMIGLIA-VADO: 2-3. 16' rig. Donaggio (Va), 19' rig. Daddi (Ve), 67' Puddu (Va), 80' Eugeni (Ve), 90' Capra (Va)

CLASSIFICA
RIVAROLESE 37
CAIRESE 37
GENOVA CALCIO 36
IMPERIA 36
VADO 32
FINALE 30
PIETRA LIGURE 29
ANGELO BAIARDO 25
BUSALLA 23
RAPALLO RUENTES 21
VENTIMIGLIA 20
ALASSIO 21
ALBENGA 20
MOLASSANA BOERO 17
SAMMARGHERITESE 16
VALDIVARA 5 TERRE 9

sabato 2 febbraio 2019

La terna arbitrale

Arbitro di Imperia-Pietra Ligure sarà Clemente Cortese di Bologna, coadiuvato da Nicolo' Pasquini e Christian Davico di Genova.
L'arbitro emiliano non ha mai diretto i neroazzurri.

Giudice sportivo

Squalificato per un turno Matteo Martelli.
250,00 euro di multa per l'Imperia "per il comportamento di dieci propri sostenitori che, dal 10' del 2º t. e per tutta la restante parte della gara, insultavano reiteratamente un Assistente Arbitrale, lanciandogli anche per tre volte della birra, colpendolo nella schiena.

venerdì 1 febbraio 2019

Scontri diretti. Imperia VS Pietra Ligure

Imperia e Pietra Ligure si sono affrontate al "Nino Ciccione", nella loro storia, due volte.
Il primo precedente è datato 07-03-2010.
Questo il tabellino della partita
IMPERIA-PIETRA LIGURE: 0-0
IMPERIA: Amoretti, Stabile, Braggio, Spiaggi, Bocchi, Schiavon, Raguseo (37’ Gigliotti), Ciaramitaro (86’ Finocchiaro), Pennone, Iannolo, Cuneo (89’ Mela). All.: Benedetti
PIETRA LIGURE: Bosio, Bertone, Usai, Monaco, Carobbi, Sancinito, Sparzo, Sole (63’ Fornari), Fontana (81’ Palermo), Patitucci, Riva (72’ Ricotta). All.: Dondo
ARBITRO: Bozzone di Genova
Il secondo 18-03-2017
IMPERIA-PIETRA LIGURE: 4-3
RETI: 17' Risso, 31' Pollero, 46' e 67' Anselmo, 73' Giglio, 86' Bottino, 96' Castagna
IMPERIA: Todde, Ravoncoli, Pinna, Corio, Pollero, Risso, Sanci (46' Ambrosini), Giglio, Daddi (76' Franco), Ymeri, Castagna. All. Bencardino
PIETRA LIGURE: Alberico, Bottino, Puddu, Facello, Rovere (65' Titi), Danio (83' Tarditi), Zunino (88' Barone), Anselmo, Spadoni (65' Rossi), Centino, Monteanni (69' Serra). All. Pisano
ARBITRO: Dasso di Genova
La gara d'andata, disputata il 7 ottobre 2018, era terminata 1-1, grazie alle reti di Laera e Zunino.

La prossima avversaria. A.S.D. Pietra Ligure 1956

Il Pietra Ligure di Mario Pisano è attualmente 6° in classifica ed ha totalizzato 29 punti frutto di 7 vittorie (5 in casa e 2 in trasferta), 8 pareggi (3 in casa e 5 in trasferta) e 3 sconfitte (1 in casa e 2 in trasferta), 36 i gol fatti (26 in casa e 10 in trasferta) e 25 i gol subiti (15 in casa e 10 in trasferta).
Marcatori biancoazzurri:
14 RETI: Zunino
6 RETI: Baracco, Gaggero
2 RETI: Auteri, Gaglioti, Rovere
1 RETE:  Badoino, Bottino, Corciulo, Rossi 
Per aggiornamenti della rosa del Pietra Ligure fate riferimento al post dedicato al calciomercato invernale.