martedì 31 gennaio 2012

Siamo alle solite?


Secondo quanto riportato ieri su "La stampa" (non quindi le solite chiacchiere da bar-blog), a fine gara contro il Rivasamba, il nervosismo era alle stelle, con << ...il Presidente Antonio Gagliano reclamato a gran voce negli spogliatoi dalla squadra per alcuni chiarimenti, le frasi sibilline di qualche giocatore del tipo "Abbiamo il diritto di essere retribuiti" >>.
Inoltre, secondo il quotidiano ci sarebbe da giorni in corso una trattativa tra i 4 moschettieri ed un gruppo imprenditoriale genovese intenzionato ad affiancare o subentrare nella gestione del club nerazzurro...
Siamo alle solite?

Inutile dire che non sarebbe male se fosse fatta un po' di chiarezza su quanto sta avvenendo, in maniera tale da togliere dal cielo immediatamente le solite nubi nere che imperversano, a mesi alterni, sul club di piazza d'armi.

Sondaggio. Il nerazzurro dell'anno



Chiudo il sondaggio "Vota il migliore contro il Rivasamba" che ha visto la vittoria di Balbo col 25% dei voti, seguito da Iannolo col 23% dei voti e da Lamberti col 10% dei voti. I restanti voti sono stati assegnati ad altri 8 calciatori.
Per effetto di questo risultato, la classifica del "Nerazzurro dell'anno", è ora la seguente:
21 punti: Balbo
18 punti: Iannolo
10 punti: Monti
8 punti: Daddi
7 punti: Ibojo
6 punti: Gagliardi
6 punti: Curabba
1 punto: Gaggero
1 punto: Gagliano
1 punto: Lamberti
1 punto: Melis
1 punto: Papa
Appuntamento a domenica 12 febbraio, quando dovremo votare il migliore in campo contro la Fezzanese.

lunedì 30 gennaio 2012

Video. Imperia-Rivasamba: 1-3


video


Il filmato di Imperia-Rivasamba tratto da dilettantissimo.tv

Sull'orlo di una crisi di nervi e...





Non sarà forse una pietra tombale sul Campionato, come si sentiva dire a fine gara, ma la sconfitta interna di sabato pomeriggio e la vittoria in extremis del Sestri Levante contro il Vado (beneficiato di ben tre rigori, uno fallito e due realizzati, l'ultimo dei quali al 94'), ha posto i nerazzurri a ben 8 punti di distacco e lasciato solo speranze matematiche alla possibilità di vincere direttamente il Torneo.
Una mazzata terribile alle speranze nerazzurre che, nello spazio di una settimana, è passata dall'euforia della doppia vittoria al "Chittolina" contro Vado (in Campionato) e Sestri Levante (in Coppa Italia) alla depressione totale.
La sconfitta ha palesato tutti i difetti dei nerazzurri, soprattutto in fase difensiva, dove l'assenza di Monti pesa come un macigno, così come l'atavica mancanza di un uomo d'ordine in mezzo al campo (Papa è stato anche sabato a dir poco imbarazzante e richiamato più volte dai suoi stessi compagni di squadra).
Una squadra costruita in corso d'opera con una trazione anteriore forse troppo spregiudicata, che ha lasciato per lunghi tratti la metà campo in totale controllo di una squadra, il Rivasamba, forse ingiustamente sottovalutata, ma in possesso di alcune individualità davvero importanti per la categoria e, purtroppo, a questa situazione, dalla panchina non si è riusciti a porre rimedio anche, bisogna dirlo, per la penuria di cambi a disposizione.
E qui nasce uno dei punti dolenti. Non ricordo, a mia memoria, una squadra costruita per vincere un campionato che si ritrovi, contemporaneamente, con 4 giocatori fuori per squalifica. Segno evidente di un nervosismo del tutto fuori luogo, quando si vogliono raggiungere traguardi importanti e a cui, anche oggi, abbiamo pagato dazio con l'espulsione diretta (ingiusta?) di Balbo, che perderemo ora per almeno due giornate.
Altro segnale importante che la società dovrà valutare, facendo valere le sue ragioni, è lo scarso peso di cui gode in lega se ad arbitrare un incontro delicato come questo contro una squadra del genovesato viene chiamato un direttore di gara genovese! Non che la giacchetta gialla si sia macchiata di chissà quali nefandezze, ma non è passata inosservata la facilità con la quale ha fatto ricorso ai cartellini nei confronti dei nostri giocatori, anche per alcuni falli assolutamente veniali.
Insomma, una giornata davvero negativa sotto tutti i punti di vista...
Un augurio finale è che tutte le squadre che giocheranno di qui alla fine contro Sestri e Vado (senza particolari problemi o ambizioni di classifica) ci mettano la stessa grinta e la stessa... ferocia agonistica espressa oggi dal Rivasamba.
Non so se li avete sentiti, ma le urla dagli spogliatoi dopo la partita si sentivano dalla tribuna come se avessero vinto la "Champions League". Giustissimo per carità, ne va della regolarità del campionato. Purché accada tutte le domeniche, anche quando giocheranno contro le nostre avversarie.
Questo per ciò che riguarda il terreno di gioco... ma sabato circolavano anche altre voci... e quelle fanno stare ancor meno tranquilli... il leif motiv di questa stagione.
Forza Imperia sempre!

domenica 29 gennaio 2012

Coppa Italia. Le vincitrici regionali e gli accoppiamenti




E' quasi completo il quadro delle squadre che hanno vinto la Coppa Italia nelle rispettive regioni.
Eccolo nel dettaglio:
PIEMONTE: Verbania
LOMBARDIA: Caravaggio
LIGURIA: Imperia
TRENTINO: Fersina Pergine
VENETO: Real Vicenza
FRIULI: Manzanese
EMILIA: Castellarano
TOSCANA: O.Colligiana o Pisa SC
UMBRIA: San Sisto
MARCHE: Tolentino
LAZIO: Rieti
SARDEGNA: Torres
ABRUZZO: Rosetana o Sulmona
MOLISE: Termoli-Campobasso 1919
CAMPANIA: Savoia o Agropoli
PUGLIA: Bisceglie
BASILICATA: Atletico Potenza
CALABRIA: Soverato
SICILIA: Real Avola o Riviera dei Marmi
Questi, invece, gli accoppiamenti:
Imperia - Caravaggio - Verbania
Manzanese - Fersina Pergine - Real Vicenza
Castellarano - (O.Colligiana o Pisa SC)
Tolentino - San Sisto
Rieti - Torres
(Rosetana o Sulmona) - (Termoli-Campobasso 1919)
Atletico Potenza - Bisceglie - (Savoia o Agropoli)
Soverato - (Real Avola - Riviera Marmi Custonaci )
Di tutte queste squadre, le seguenti sono capoliste nei rispettivi gironi di Eccellenza (un fattore da tenere in forte considerazione in ottica promozioni in serie D): Verbania, Fersina Pergine, Real Vicenza, Torres, Termoli, Savoia ed Agropoli.

I Campionati sono ancora lunghissimi e alcune di queste non sono ancora sicure di disputare la fase nazionale della Coppa, ma Fersina, Torres, Agropoli e Savoia, rispetto alle altre, hanno gia´vantaggi di classifica considerevoli nei rispettivi gironi di Eccellenza.

19° giornata (4° ritorno). Risultati, marcatori e classifica






BUSALLA-VENTIMIGLIA: Rinviata per maltempo
CAIRESE-VELOCE: Rinviata per maltempo
CULMVPOLIS-FEZZANESE: 1-0. 30' Di Somma
FINALE-VALLESTURLA: 1-0. 13' Perlo
FONTANABUONA-CAMPOMORONE: 2-1. 15' Rivieccio (C), 40' Napello (F), 83' Biggio (F)
PONTEDECIMO-ARENZANO: Rinviata per maltempo
IMPERIA-RIVASAMBA: 1-3. 11' e 35' Oneto (R), 23' Stamilla (I), 70' Fontana (R)
SESTRI LEVANTE-VADO: 4-3. 3' Roselli (V), 15' Grabinsky (V), 26' Tarsimuri, 27' Florio, 31' rig. Florio, 50' Casalino (V), 93' rig. Mosti (S)
CLASSIFICA
Sestri Levante 42
Imperia 34
Vado 33
Finale 30
Fezzanese 28
Vallesturla 27
Rivasamba 27
Campomorone 25
Culmv Polis 25
Cairese 24 *
Veloce 24 *
Fontanabuona 22
Busalla 20 *
Ventimiglia 16 *
Pontedecimo 14 *
Arenzano 12
*
* 1 gara in meno

La mandrakata: risultati 4° giornata (ritorno)



Queste le risposte esatte del 4° concorso di ritorno de "La mandrakata":
1) 1-2
2) 1-3
3) Stamilla
4) Papa
5) No


Questa la classifica odierna (in rosso chi ha giocato il jolly):
3 punti: fantomas
1 punto: epascal, d.k, im1923, mah, gila, mattewthemonster
0 punti: toscofanclub, peo, skyfo

Questa la classifica dopo 4 giornate (in rosso chi ha giocato il jolly):
17 punti: epascal
14 punti: fantomas
11 punti: im1923
10 punti: toscofanclub
9 punti: gila
8 punti: mah
7 punti: d.k
5 punti: mattewthemonster
3 punti: peo
0 punti: skyfo

Classifica pressochè invariata, col solo fantomas (vincitore di tappa) che rosocchia 2 punti a epascal e si avvicina alla vetta. In fondo i soliti noti.
Appuntamento a giovedì per il pronostico di Campomorone-Imperia.

sabato 28 gennaio 2012

Sondaggio. Vota il migliore contro il Rivasamba


Col sondaggio odierno, vi invito a votare il miglior nerazzurro in campo contro il Rivasamba: si vota nel box alla destra di questo post.
Alla chiusura del sondaggio (tra due giorni), ai primi 3 in classifica verranno assegnati, nell'ordine, 5, 3 e 1 punto.
A fine stagione, coi voti dei vari sondaggi, effettuati dopo ogni gara interna, verrà decretato il "Nerazzurro dell'anno" e seguirà in questo speciale concorso a Marco Di Placido, Gian Luca Bocchi, Roberto Iannolo ed ancora Roberto Iannolo, vincitori nelle 4 stagioni precedenti.
La classifica attuale è la seguente:
16 punti: Balbo
15 punti: Iannolo
10 punti: Monti
8 punti: Daddi
7 punti: Ibojo
6 punti: Gagliardi
6 punti: Curabba
1 punto: Gaggero
1 punto: Gagliano
1 punto: Melis
1 punto: Papa
Votate!

19° giornata (4° ritorno). Imperia-Rivasamba:1-3

Questo pomeriggio alle ore 15,00, agli ordini di Davide Sonetti di Genova, l'Imperia affronta il Rivasamba nell'anticipo della 19° giornata di Campionato.
Dopo l'importantissima vittoria esterna contro il Vado ed il trionfo in Coppa Italia di mercoledì scorso contro il Sestri Levante, i ragazzi di Alfredo Bencardino sono subito attesi ad una verifica del buon momento contro avversaria pericolosa e che, nel girone d'andata, aveva inflitto ai nerazzurri la prima sconfitta stagionale.
Molte le insidie: la vena offensiva del trio Nicolini-Fontana-Oneto, le quattro assenze per squalifica e le gambe che potrebbero essere appesantite dopo il tour de force dell'ultima settimana.
Ma la contemporanea sfida tra Sestri Levante e Vado impone ai nerazzurri la vittoria, per continuare la rincorsa ai corsari di Juary e mantenere le distanze dai rossoblù di Maisano.
LA FORMAZIONE
Alfredo Bencardino deve rinunciare per squalifica a Ivan Monti, Paolo Ponzo, Nicholas Abedoy Ibojo e Giuseppe Raguseo. Scelte, quindi, quasi obbligate con il rientro di Valentino Papa in mezzo al campo ed il solito dilemma nella scelta degli Under (nel ballottaggio potrebbe rientrare anche Davide Marcucci, dopo la splendida prestazione nella finalissima di Coppa Italia). In attacco quasi certo al centro dell'attacco Pietro "Cavallo pazzo" Daddi, da verificare se scenderanno in campo, contemporaneamente Roberto Iannolo e Paolo Lamberti.
LA CRONACA
Come previsto Bencardino schiera questo undici: Marcucci in porta; in difesa centrali Ferrari e Melis, esterni Eugeni e Geraci; a centrocampo Papa al centro, con Stamilla e Balbo sugli esterni; in attacco Iannolo alle spalle di Daddi e Lamberti.
Giornata fredda e piovosa, terreno viscido e sugli spalti poco più di un centinaio di spettatori.
Prima del fischio d'inizio, il Presidente Gagliano ed il capitano nerazzurro Iannolo mostrano al pubblico imperiese la Coppa Italia, appena vinta nella finale contro il Sestri Levante... sarà l'unico momento bello di un pomeriggio da dimenticare.
L'Imperia ha un approccio molto molle alla gara, come purtroppo sta accadendo spesso quando deve affrontare squadra teoricamente meno forti di lei.
4' retropassaggio sciagurato che giunge sui piedi di Fontana che, solo davanti a Marcucci, con un diagonale, mette a lato di un soffio.
11' gol del vantaggio ospite: sulla fascia destra imperiese c'è una voragine nella quale si infila un esterno genovese che mette al centro per Oneto che non ha alcuna difficoltà ad infilare Marcucci.
17' irresistibile discesa sulla fascia sinistra di Balbo, cross al centro per Daddi che di testa scheggia la traversa.
22' punizione di Iannolo al centro dell'area e la sfera, sfiorata da un difensore giunge sui piedi di Melis il cui tiro è riespinto dal palo.
23' discesa di Lamberti, cross col contagiri per Stamilla che infila Bassi con un preciso diagonale
32' ammonito Papa per fallo a metà campo.
34' ammonito Lamberti per una trattenuta a metà campo.
35' azione fotocopia del gol del vantaggio del Rivasamba, con Oneto che, indisturbato, insacca nuovamente alle spalle di Marcucci.
36' punizione dai 25 metri di Iannolo, la palla si stampa sulla traversa... il terzo legno in poco più di mezz'ora, il solito dazio che i nerazzurri debbono pagare in ogni gara
40' punizione di Iannolo, deviata di pugno in tuffo da Bassi
Il primo tempo termina sull' 1-2
Nessun cambio ad inizio ripresa.
50' ammonito Stamilla
51' miracolo di Bassi su staffilata di Daddi dall'interno dell'area
53' ammonito Ferrari
55' espulso Balbo per un normale fallo a metà campo: è l'episodio che, di fatto, chiude la partita, privando i nerazzurri dell'uomo forse più in palla della formazione di Bencardino che si innervosiscono e non si rendono mai più pericolosi
70' discesa sulla sinistra di un centrocampista genovese, raccolto da Fontana che insacca il gol dell'1-3
87' Iannolo entra in area e tira un missile respinto d'istinto da Bassi, la palla giunge sulla testa di Lamberti che colpisce al volo, ma la sfera finisce di poco sopra la traversa
90' gran tiro dai 25 metri di Melis e Bassi vola e leva la palla dal sette della sua porta
Al termine di 5' di recupero l'arbitro (contestatissimo dal pubblico) fischia la fine dell'incontro: l'Imperia getta al vento la possibilità di accorciare il distacco dalla vetta e, al di là delle recriminazioni, deve fare il mea culpa per l'occasione persa.
IMPERIA: Marcucci, Papa (72’ Gaggero), Eugeni, Ferrari, Melis, Geraci, Stamilla, Balbo, Daddi, Iannolo, Lamberti. All. Bencardino
RIVASAMBA: Bassi, Cafferata, De Lucchi (84’ Massari), Mozzachiodi, Di Carlo, Cestari, Nicolini, Costa, Fontana, Paoletti, Oneto (85’ Russo). All. Stagnaro
ARBITRO: Sonetti di Genova

Anticipi





IMPERIA-RIVASAMBA: 1-3. 11' e 35' Oneto (R), 23' Stamilla (I), 70' Fontana (R)

FINALE-VALLESTURLA: 1-0. 13' Perlo

venerdì 27 gennaio 2012

Il punto di Gian Burrasca



Il diciottesimo turno di campionato ci consegna un qualcosa che assomiglia ad una sentenza: il Sestri Levante deve guardarsi dalla rincorsa dell'Imperia. Il big match giocato al "Ferruccio Chittolina" di Vado ha premiato, probabilmente oltremisura per quello visto sul campo, la truppa di Bencardino, ma di fatto ha lanciato all'inseguimento del Sestri Levante la squadra che possiede maggiori "argomenti" per impensierire l'attuale capolista. Non me ne vogliano i vari Grabinsky, Pastorino, F.Rossi, Roselli e Davanzante, ma i nerazzurri possiedono, in questo momento, qualcosa in piu' per poter lanciare il guanto di sfida ai corsari.
Il calendario oltretutto è particolare: il Vado, che si sta ancora leccando le ferite per come ha ceduto i tre punti all'Imperia, è subito chiamato ad una partita da dentro o fuori e se dovesse uscire dal Sivori con una sconfitta, sarebbe quasi spacciato per la corsa al primo posto. In caso contrario se dovesse fermare, anche sul pareggio, il Sestri Levante il campionato avrebbe l'ennesimo scossone e caricherebbe a dismisura la gara che è in programma al Ciccione il 18 marzo. Ci aspettiamo sicuramente una prova di orgoglio da parte dei ragazzi di Maisano, se lo augurano in molti a Imperia...
L'Imperia, reduce dal bellismo trionfo in finale di coppa Italia (proprio sul Sestri Levante), ha sulla carta l'impegno piu' agevole. Il Rivasamba di scena al "Ciccione" sabato, allo stato attuale, ha poche chances, visto il grandissimo momento che sta vivendo la squadra del capoluogo. L'unica preoccupazione potrebbe essere rappresentata dalla troppa vicinanza con la partita di coppa. Tre giorni sono un po' pochi, anche se alcuni dei protagonisti sono stati tenuti a riposo. Bencardino dovra' nuovamente operare alcune scelte (fin'ora le ha azzeccate tutte), tenendo conto anche delle nuove squalifiche di Ponzo e Ibojo. Non scarterei l'opzione Marcucci, considerando la sua ottima prestazione di mercoledi' ed il fatto che in casa si potrebbe sviluppare una partita con una certa predominanza territoriale.
Il Rivasamba, cugino dei corsari (ogni anno si vocifera sempre di una possibile unione tra le due societa'), si presenta in riviera con la consapevolezza di non aver nulla da perdere. Una sconfitta in casa dei nerazzurri ci potrebbe anche stare, ma attenzione alla vena offensiva del trio Nicolini-Fontana-Oneto. I primi due molto mobili e dotati tecnicamente, mentre il terzo (ex Fontanabuona), molto pericoloso per la stazza (in questo la presenza di Ferrari dovrebbe essere una garanzia). Proprio il non aver nulla da perdere, potrebbe dare a Nicolini e Fonatana quella tranquillita' per mettere in risalto le loro caratteristiche. Per il resto, senza mai dare niente per scontato, i nerazzurri possiedono tantissime soluzioni per incamerare tre punti, facendo valere la legge del Ciccione.
Appuntamento quindi al "Ciccione" sabato pomeriggio, quando, con una vittoria, i Ruspa-boys metterebbero un sacco di pressione sul Sestri capolista.
Le altre gare del campionato offrono un paio di scontri salvezza davvero interessanti: Pontedecimo-Arenzano e Busalla-Ventimiglia assomigliano molto a delle partite spareggio nelle quali è proibito perdere.

Finale-Vallesturla potrebbe essere la gara piu' affascinante dal punto di vista tecnico, nella quale si affrontano due attacchi molto prolifici guidati dai due giocatori che guidano la classifica cannonieri: Edo Capra da una parte e il Pampa Martin dall'altra.

Chiudono il programma di giornata il derby savonese Cairese-Veloce, la CulmvPolis (rigenerata con la vittoria nel derby polceverasco contro il Campomorone) che ospita la Fezzanese di mister Gio-Figaia, ed il Fonatanbuona che provera' a fare punti utili per la salvezza ospitando sul sintetico di Monleone di Cicagna il Campomorone di mister Pirovano che, come molte squadre genovesi del recente passato, nel girone di ritorno faticano a mantenere la condizione di inizio campionato.
Buon campionato a tutti e forza Imperia... sempre !!!

La prossima avversaria: H.C.A. Rivasamba


Il Rivasamba di mister Boris Stagnaro è attualmente 9° in classifica ed ha totalizzato 24 punti, frutto di 6 vittorie (6 in casa e nessuna in trasferta), 6 pareggi (3 in casa e 3 in trasferta) e 6 sconfitte (1 in casa e 5 in trasferta).
I gol fatti sono 27 (20 in casa, 7 in trasferta) e quelli subiti 27 (13 in casa e 14 in trasferta).
Cannonieri arancioneroverdi:
10 RETI: Fontana
5 RETI: Nicolini
3 RETI: Costa e Russo
2 RETI: Mazzachiodi
1 RETE: Caponera, Ghiggheri, Lasagna e Oneto
Imperia e Rivasamba, nella loro storia, si sono affrontate al "Nino Ciccione" 2 volte: in entrambe le occasioni (stagione 2004/2005 e stagione 2005/2006) si sono imposti i nerazzurri. Questo il tabellino dell'ultima vittoria casalinga dell'Imperia è datata 8 dicembre 2005.
IMPERIA-RIVASAMBA: 2-0
RETI: 36' Mazzei, 40' Siciliano
IMPERIA: Bazzano, Benassi, Panizzi, Notari, Vago, Di Placido, Garibbo, Siciliano (82' Tenuta), Mazzei (61' Marino) (86' Balle), De Simeis, Clerino. All.: Riolfo
RIVASAMBA: Natale, Conti, Bregante, Massa (55' Farris), Leone (57' Hermitte), Bottaro, Ferron, Girardi, Giannotti, Cuccu, Fontana. All.: Bottaro
Arbitro: Pinzone di Genova
La gara d'andata era terminata con la vittoria del Rivasamba per 2-1: l'iniziale vantaggio realizzato da Iannolo e poi gol di Russo e Fontana, sancirono la prima sconfitta stagionale dei ragazzi di Alfredo Bencardino.

Squalifiche




Squalificato per un turno Nicholas Abedoy Ibojo e Paolo Ponzo.
Ammonizione (1° infrazione) per Pietro Daddi.
In relazione al reclamo presentato per gara Arenzano-Imperia, la L.N.D. "rinvia ogni decisione del G.S. in un prossimo C.U. in attesa della ricezione delle eventuali controdeduzioni da parte della Società reclamata".

La terna arbitrale


Arbitro di Imperia-Rivasamba (fischio d'inizio alle ore 15,00) sarà Davide Sonetti di Genova, coadiuvato da Riccardo Di Tullio eGiulio Fantino di Savona.
L'arbitro genovese ha già arbitrato quattro volte i nerazzurri nelle ultime tre stagioni: il 29/05/2010, contro il Bragno, partita terminata 3-1 l'Imperia; quest'anno, il 19/09/2010, all'esordio dello scorso Campionato contro la Carcarese (nella fotografia mentre si appresta ad entrare in campo), gara terminata 0-0 sul campo (e poi persa 3-0 a tavolino), il 17/10/2010, in casa contro l'Argentina, gara terminata 2-2, ed il 16/01/2011, in casa contro la Carcarese, gara terminata 0-0.

La mandrakata. 4° giornata (ritorno)


Quarta giornata del girone di ritorno de "La mandrakata", il concorso pronostici di Im1923.
Le modalità d'uso le conoscete e le potete rileggere qui.
Nei commenti a questo post dovete pronosticare, relativamente alla partita Imperia-Rivasamba:
1) il risultato del 1° tempo (2 punti). Risposta: il punteggio.
2) il risultato finale (4 punti). Risposta: il punteggio.
3) il nome dell'eventuale primo marcatore nerazzurro (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
4) il nome dell'eventuale primo nerazzurro a prendere un cartellino giallo o rosso (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
5) se sarà assegnato almeno un calcio di rigore (1 punto). Risposta: SI o NO.
Ricordo che, in una delle 15 giornate, sarà possibile giocarsi un jolly: gli scommettitori, quando lo giocheranno, raddoppieranno il punteggio ottenuto in quel pronostico.
Quello che vi chiedo è di crearvi (se non lo avete ancora) un account google: questo mi faciliterà per poter stilare la classifica settimanale e vi permetterà di poter eliminare o modificare il pronostico fatto, prima della scadenza del termine fissato.
Per crearlo, basta andare nella pagina dove scrivete in vostri commenti o cliccare qui.
In un minuto avrete il vostro account google, che potrete personalizzare con foto o altre belinate, andando su modifica profilo.
Chiunque vorrà iniziare a giocare da questa giornata, partirà dal punteggio dell'ultimo in classifica, cioè da 0 punti.
Pronosticate!
C'è tempo fino alle ore 14.30 di sabato.

giovedì 26 gennaio 2012

Caccia al tesoro

Quiz: di chi sono le due belle facce sulla sinistra della fotografia?

(fotografia Gerolamo Calcagno)

Fotocronaca di un trionfo















Grazie a Gerolamo Calcagno per le splendide fotografie

Vola cinema


(Chiunque abbia fotografie o filmati dell'impresa nerazzurra li invii ad im1923@libero.it e li pubblicherò sul blog)

Settore giovanile. Juniores



La formazione Juniores dell'Imperia Calcio si impone 2-1 nella trasferta a Cairo Montenotte.
Dopo la sconfitta subita nella trasferta di Finale, l'Imperia si riscatta in maniera autoritaria contro la Cairese seconda in classifica.
La gara vede subito la prevalenza territoriale dei padroni di casa ma l'Imperia, grazie all'ottima disposizione tattica, fa subito capire di poter essere pericolosa sulle ripartenze.
Nei primi 30' non ci sono praticamente azioni rilevanti salvo un lancio in profondità dei cairesi sventato con un'uscita fuori area da parte del portiere Calzia.
La gara si sbocca al 32' quando, su lancio dalla fascia centrale, Shaba anticipa i due difensori centrali e, dal limite dell'are,a mette la palla nell'angolino alto di sinistra.
La reazione della Cairese non dà frutti a causa dell'ottima disposizione difensiva degli imperiesi e, anzi, al 39', su un calcio di punizione dalla trequarti, Faedo si libera sulla destra dell'area di rigore, rientra al centro e mette la palla nell'angolino opposto.
A questo punto i padroni di casa accelerano le operazioni ed il gioco si fa più duro.
Al rientro in campo la Cairese si presenta con un assetto più offensivo mentre l'Imperia sostituisce Papamarino (per problemi dovuti ad un duro intervento) con Conti.
La Cairese crea problemi solamente sui calci piazzati spostando in area i saltatori ed al 74', sugli esiti di un calcio d'angolo, arriva il gol dell' 1 - 2: calcio d'angolo dalla sinistra battuto sul secondo palo con bel colpo di testa ad incrociare che colpisce il palo ed un attaccante ribadisce in rete suscitando le proteste per un probabile fuorigico.
Al 79' Shaba già ammonito viene espulso per un altro cartellino giallo e Nalbariu, provato per il gran lavoro a centrocampo, viene sostituito da Pasha.
All' 83' la Cairese ha l'occasione di pareggiare i conti con un ottimo inserimento centrale di un attaccante che si presenta solo in area ma vede il tiro respinto di piede da un freddo Calzia.
Sulla ripartenza Aroro interviene in anticipo su un difensore e serve un assist a Pasha che, dal limite, sfiora la traversa.
Gli ultimi minuti sono segnati da un gran nervosismo e vedono l'espulsione di un gialloblù per reazione su Pelassa ed attacchi a ripetizione dei padroni di casa seguiti da ripartenze imperiesi affidate soprattutto ad un inesauribile Conrieri.
Quindi vittoria importantissima frutto di un'ottima organizzazione di squadra e della grande coesione di tutto il gruppo.
La formazione schierata da Decesari è stata:
Calzia, Crescente, Conrieri, Aroro, Pelassa, Aloi, Vecchiotti, Nalbariu (Pasha), Shaba, Faedo, Papamarino (Conti) a disposizione: En Nouri, Bonifazio, Gagliardi C., Garello, Placido.
Grande la soddisfazione di tutta la squadra che vede avvicinarsi la testa della classifica grazie anche gli altri risultati di giornata:
Busalla – Ligorna 1-0
Cairese – Imperia 1-2
Culmvpolis – Loanesi 2-0
Finale – Golfodianese 2-1
Ospedaletti Citytouring – Sampierdarenese 1-0
Serra Riccò – CFFS Cogoleto 3-2
Virtusestri – Argentina 1-6

La Classifica:
Ligorna 31
Argentina 31
Busalla 31
Cairese 29
Imperia 29
Serra Riccò 28
Finale 26
Sampierdarenese 21
Ospedaletti Citytouring 21
Culmvpolis 18
Virtusestri 14
Loanesi 13
Cogoleto 10
Golfodianese 8

mercoledì 25 gennaio 2012

Coppa Italia (Finale). Imperia-Sestri Levante:3-0 (d.c.r.)




Questo pomeriggio, con fischio d'inizio dell'arbitro Paolo Libertini, coadiuvato da Fabio Canova ed Alessandro Macri' Speranza, tutti della sezione di Genova (?!?), alle ore 15,00, allo stadio "Ferruccio Chittolina" di Vado Ligure, si affrontano Imperia e Sestri Levante nella finalissima di Coppa Italia.
Le due prime in classifica del Torneo di Eccellenza giungono all'appuntamento caricatissime, dopo i successi ottenuti domenica scorsa in Campionato, pronte a darsi battaglia per alzare l'ambito trofeo, conquistato dalla Società nerazzurra nel 2006, nella finale contro un'altra levantina, l'Entella.
Il Sestri Levante giunge alla finale dopo aver eliminato Magra Azzurri, Tarros Romito, Fezzanese, Rivasamba e Fontanabuona, mentre l'Imperia ha fatto fuori Ceriale, Andora, Argentina, Cairese e Vado.
Le due squadre si sono già affrontate una volta, quest'anno, in Campionato e la gara, al "Giuseppe Sivori", terminò con la vittoria nerazzurra per 0-2.
La "formula" della gara è la solita: in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno. In caso di ulteriore parità anche dopo i tempi supplementari, l’arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore.
La vincente disputerà la fase finale Nazionale della manifestazione.
LA FORMAZIONE
Se il Sestri Levante schiera la formazione titolare al gran completo, l'Imperia opera un ampio turn over: Marcucci in porta; in difesa Raguseo e Melis sugli esterni, Ferrari e Monti al centro; a centrocampo Mangione e Ponzo al centro, sugli esterni Gagliardi e Stamilla; in attacco Daddi e Iannolo.
LA CRONACA
Cielo coperto, temperatura fredda, campo in condizioni non perfette, sugli spalti circa 400 spettatori, con rappresentanza di entrambe le tifoserie.
Il primo quarto d'ora scorre via senza particolari emozioni, con le due squadre impegnate a studiarsi.
14' calcio d'angolo di Iannolo con Ferrari che manca di poco l'impatto fatale con la sfera. 17' Incursione di Iannolo che entra sul lato sinistro dell'area corsara, ma la sua conclusione termina ben lontana dalla porta dei rossoblù difesa da Nassano.
35' Conclusione dal limite dell'area di Mangione che sfiora l'incrocio dei pali.
37' calcio di punzione di Iannolo, deviato con qualche difficoltà da Nassano.
La prima frazione di gioco termina con uno scialbo 0-0, con le due squadre mai pericolose nelle aree avversarie.
Le due squadre iniziano la seconda frazione di gioco senza effettuare nessun cambio.
47' tiro dal limite dell'area di Daddi alto sulla traversa.
Partita sempre bloccata e brutta.
74' la prima vera emozione della partita: cross dalla destra di Stamilla, tiro immediato di Daddi e miracolo di Nassano che respinge la sfera in angolo.
80' Entrano Eugeni, Balbo e Lamberti ed escono Stamilla, Ferrari e Gagliardi.
Al termine dei 2' di recupero, la gara termina 0-0: si va ai tempi supplementari, al termine di 90' poveri di emozioni.
2' del 1° t. s. occasionissima per il Sestri Levante: cross dalla destra di Cipollini, Florio cicca la palla che giunge sui piedi di Venturini che, a tu per tu con Marcucci, sbaglia completamente il tiro.
10' del 1° t. s. l'Imperia resta in 10 per l'espulsione di Eugeni per doppio giallo: la partita si incattivisce .
Il primo tempo supplentare termina 0-0
3' del 2° t.s. doppia clamorosa occasione per i corsari, ma Marcucci è strepitoso sulle conclusioni ravvicinate di Fiore e Arnulfo.
10' del 2° t.s. Daddi espulso per aver tirato un calcione a Venturini: Imperia in 9.
La gara termina 0-0: si va i rigori.
L'Imperia realizza tutti i calci di rigori.
Questa sequenza: Venturini alto, Melis gol, Arnulfo palo, Iannolo gol, Del Chiaro parato e Lamberti gol.
L'Imperia vince così la 2° Coppa Italia della sua storia!
IMPERIA: Marcucci, Melis, Raguseo, Ferrari, Monti, Mangione, Stamilla, Ponzo, Daddi, Iannolo, Gagliardi. All.: Bencardino. A disp.: Giovinazzo, Eugeni, Papa, Gagliano, Balbo, Aloi, Lamberti.
SESTRI LEVANTE: Nassano, Balbis, Di Sisto, Ustulin, Del Chiaro, Mosti, Molinari, Sabbione, Florio, Quintana, Venturini. All.: Jorge dos Santos Filho Juary. A disp.: Bartoletti, Adami, Termini, Tarsimuri, Arnulfo, Cipollini, Arroyo.
ARBITRO: Libertini di Genova

martedì 24 gennaio 2012

Cors(ar)i e Ricorsi




Copio/incollo dal forum calciodieccellenza.eu che ieri sera, nel corso della trasmissione "Punto Sport" su EntellaTV, il giornalista Joel, presentatore di questa nota trasmissione sportiva tigullina) da detto che dopo il ricorso della settimana scorsa del Sestri Levante, oggi anche la società dell'Imperia ha fatto anch'essa ricorso per la gara contro l'Arenzano (cioè Arenzano-Imperia 3-3) sempre per la posizione di Battaglia, che pare abbia giocato tutte le partite di questa stagione senza mai scontare il 3° turno della squalifica ricevuta alla terz'ultima giornata dello scorso campionato, infatti scontò i primi 2 turni di squalifica nelle ultime 2 giornate della scorsa stagione, ma non ha mai scontato il terzo!
Joel ha precisato però che i 2 ricorsi di Sestri Levante ed Imperia dovrebbero essere entrambi respinti poichè presentati fuori tempo massimo, ossia dopo le 48 ore di rito, ma il club arenzanese dovrebbero essere fortemente penalizzato.
Dunque adesso l'Arenzano potrebbe avere 1 punto di penalizzazione per ogni gara disputata con Battaglia in campo in questo campionato (quindi, se Battaglia le ha giocate tutte, sarebbe -18), oppure in alternativa potrebbero essergli tolti i 12 punti fin qui conquistati. Gli arenzanesi dovrebbero ricevere o l'una o l'altra delle due penalizzazioni (non entrambe), probabilmente la più afflittiva delle due, per cui in questo caso sarebbe più probabile che gli arrivi -18 anzichè -12, nel qual caso l'Arenzano scenderebbe a -6 punti in classifica.

Cercasi speaker disperatamente



Pubblico la mail di un lettore del blog che fa una richiesta alla Società nerazzurra:

A parte il lapsus finale in cui lo speaker dello stadio era probabilmente troppo deluso dal goal di Stamilla per annunciare l'ultimo cambio nerazzurro, non ho potuto fare a meno di notare quanto sia importante (pur essendo una piccolissima cosa) lo speaker dello stadio e per questo mi chiedo e chiedo alla Società se ci voglia così tanto a trovare una o magari anche più persone disposte una volta ogni tanto a seguire la partita dalla cabina radio dando (come appunto avvenuto oggi a Vado) la formazione iniziale, le sostituzioni nel corso della partita e gli autori dei goal delle due squadre.
Non mi sembra sarebbe chiedere la luna e aiuterebbe i tifosi a conoscere meglio i propri giocatori, molti dei quali, a metà campionato, risultano ancora semi sconosciuti proprio perché non abbinati ad un numero o ad un ruolo preciso.
In tribuna stampa ci sono sempre un discreto numero di giornalisti (le solite facce) perché la Società non chiede, magari a turno, a questi di occuparsi di questo piccolissimo compito?
Già l'impianto di illuminazione non è stato omologato ed il bar dello stadio chiuso da tempo immemore, è possibile risolvere questa piccola magagna?

Classifica marcatori


15 RETI: Martin (Vallesturla)
11 RETI: Capra (Finale), Romei (Fontanabuona), Quintavalle (Veloce)
10 RETI: Iannolo (Imperia)
9 RETI: Saoud (Fezzanese), Fontana (Rivasamba)
8 RETI: Perlo (Finale), Florio e Quintana (Sestri Levante), Roselli (Vado)
7 RETI: Battaglia (Arenzano), Lobascio (Busalla), Rivieccio (Campomorone), Daddi (Imperia), Prunecchi (Pontedecimo/5 con Ventimiglia), Grabinsky e Marelli (Vado)
6 RETI: D'Isanto, De Lucia (Campomorone), Scordo (Culmvpolis), Mendez (Veloce)
5 RETI: Quattrocchi (Culmv Polis), Ferrara e Pereyra (Pontedecimo), Nicolini (Rivasamba), Gandolfo (Vallesturla)
4 RETI: Andorno e Buelli (Cairese), Flagiello, Maggiore e Salvetti (Fezzanese), Memoli (Fontanabuona), Venturini (Sestri Levante), Pastorino (Vado), Maisano (Veloce)
3 RETI: Balestrero (Arenzano), Morando e Spinelli (Busalla), Torra (Cairese), Corallo, Di Somma e Pigliacelli (Culmv Polis), Gazzano (Finale), Biggio (Fontanabuona), Gagliardi (Imperia), Costa e Russo (Rivasamba), Arnulfo, Mosti e Tarsimuri (Sestri Levante), Rosset e Scarfò (Vado), Gandolfo e Lanati (Vallesturla), Doffo (Veloce), Molinaro e Tursi (Ventimiglia)
2 RETI: Virgili (Arenzano), Aloe (1 con Arenzano), Porcella e Prestia (Busalla), Barone, Curabba (1 con Imperia) e Di Pietro (Cairese), Ferrando e Madaio (Campomorone), Antonelli e Ruocco (Culmvpolis), Angella e Ponte (Fezzanese), Castorina e Okseti (Finale), Ferrari e Piroli (Imperia), Balestracci e Boccardo (Pontedecimo), Scarsi, Termini (Sestri Levante), Arena e Rampini (Vado), Ranieri (Vallesturla), Bresci e Ormenisan (Veloce), Rea (Ventimiglia)
1 RETE: F. Baroni, Bonadies, Carpignano, Crapisto, Perasso e Profumo (Arenzano), Colladon e Repetto (Busalla), Dini, Faggion, Laudisi, Lauro, Nonnis, G.Russo e Spozio (Cairese), Balestrino, Cappellano e Morasso (Campomorone), Ballabene, Basciano, F. Bevegni, Marraffa, Pagano, Paparella e Sangiuliano (Culmvpolis), Fiocchi, Imenez e Maggiore (Fezzanese), Buttu, Guardone, Kryemadhi, Olivieri, Puddu, Recagno, Sancinito, Scalia e Tornatore (Finale), Asini, M. Bacigalupo, Nappello, Oneto e Veloce (Fontanabuona), Balbo, Lamberti, Raguseo e Stamilla (Imperia), Bucchieri, Capozza e Fioretti (Pontedecimo), Caponera, Ghiggheri, Lasagna, Mazzachiodi e Oneto (Rivasamba), Adani, Molinari, Paternò e Sabbione (Sestri Levante), Aprile, Casalino e Compagnone (Vado), Busincu e Ferron (Vallesturla), Costagli e Glauda (Veloce), Amadei, Anfosso, Aretuso, Grifo, Mamone e Miceli (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Sanfilippo (Fontanabuona) pro Arenzano, Ferron (Vallesturla) pro Culmv Polis

lunedì 23 gennaio 2012

Segni del destino?



L'Imperia inizia alla grande la settimana di fuoco che la vedrà impegnata, dopo lo scontro diretto col Vado di ieri pomeriggio al "Chittolina", mercoledì nella finale di Coppa Italia contro il Sestri Levante (sempre nell'impianto savonese) e nell'anticipo della 19° giornata in programma sabato al "Ciccione" contro il Rivasamba.
E' stata una vittoria importantissima, un segnale importante al Campionato, perchè ha permesso ai nerazzurri di scavalcare al secondo posto in classifica gli uomini di Maisano che, anche da un punto di vista psicologico, non potranno non pesare le tre sconfitte su tre gare giocate, nell'ultimo mese, contro la squadra di Alfredo Bencardino.
Ma non è stata una passeggiata e bisognerà riflettere non poco per la grande sofferenza del secondo tempo e per l'ennesima espulsione patita in trasferta dai nerazzurri, che ancora una volta ha costretto la squadra a soffrire oltremodo in una partita che, nel primo tempo, sembravano tenere saldamente in pugno.
Nel secondo tempo è apparso evidente, dalla tribuna, uno scollamento fra la difesa e l'attacco, con unico schema il lancio a cercare il povero Lamberti (strepitoso) cui veniva chiesto di cantare e portare la croce, con Ponzo troppo arretrato a difesa del fortino nerazzurro e Balbo forse troppo stanco per costruire gioco.
Ma quel che contava era vincere e mantenere, a distanza accettabile (meno 5), il Sestri Levante che, tra l'altro, dopo la finale di Coppa contro di noi, ospiterà proprio il Vado, domenica prossima al "Sivori".
Da segnalare, poi, una chicca arbitrale, in occasione del gol vittoria: il segnalinee di destra ha sbandierato a più non posso (manco fosse al Palio di Siena) per segnalare il fuorigioco di Stamilla sul fatale retropassaggio del difensore vadese ad Imbesi. Meno male che, questa volta, l'arbitro è stato abbastanza attento e freddo per non fischiare d'istinto e per accorgersi che il passaggio era stato fatto da un difensore. Un altro segnale?
Da segnalare la presenza al "Chittolina" di una rappresentanza degli Ultras nerazzurri (circa una quindicina senza striscioni o vessilli) la cui partecipazione all'evento era tutt'altro che prevista, dal momento che nessun comunicato chiarificatore era stato emesso dopo l'ultima riunione.
Da rilevare, inoltre, che la squadra, a fine gara, seppur non in tutti i suoi elementi e pur non andando sotto al settore occupato dai tifosi stessi, è sembrata rispondere di buon grado all'applauso a loro tributato. Permettetemi di fare osservare (pur essendomi ripromesso di non tornare sull'argomento) come la distanza da colmare fra tifoseria e squadra appaia davvero esigua e come basterebbe davvero un piccolo sforzo per tornare tutti insieme a remare nella stessa direzione. Ma questa è un'opinione assolutamente personale e, forse, l'ultimo importante segnale di questa domenica particolare.

La mandrakata: risultati 3° giornata (ritorno)




Queste le risposte esatte del 3° concorso di ritorno de "La mandrakata":
1) 0-1
2) 1-2
3) Daddi
4) Ibojo
5) No


Questa la classifica odierna (in rosso chi ha giocato il jolly):
8 punti: epascal
6 punti: toscofanclub
4 punti: mah, im1923, fantomas
3 punti: gila
1 punto: mattewthemonster, peo
0 punti: skyfo

Questa la classifica dopo 3 giornate (in rosso chi ha giocato il jolly):
16 punti: epascal
11 punti: fantomas
10 punti: im1923
10 punti: toscofanclub
8 punti: gila
8 punti: mah
6 punti: d.k
4 punti: mattewthemonster
3 punti: peo
0 punti: skyfo

Vince la tappa e scappa in fuga il solito epascal; alle sue spalle fantomas, a 5 lunghezze di distacco. In coda, i soliti noti, peo e skyfo.
A giovedì per il pronostico di Imperia-Rivasamba.

domenica 22 gennaio 2012

Video. Vado-Imperia: 1-2


video


Il servizio di Vado-Imperia tratto da dilettantissimo.tv

18° giornata (3° ritorno). Vado-Imperia: 1-2

Questo pomeriggio, con fischio d'inizio dell'arbitro Daniel Perdetti di Brescia alle ore 14,30, al "Ferruccio Chittolina" di Vado, l'Imperia di Alfredo Bencardino affronta il Vado di Beppe Maisano.
E' il big match della giornata, lo scontro diretto tra le due dirette inseguitrici del Sestri Levante, impegnato in trasferta contro il Ventimiglia.
Partita, quindi, delicatissima che potrebbe essere fondamentale per le sorti del torneo, uno scontro tra i migliori attacchi del Campionato, il Vado di Grabinsky, Marelli e Roselli e l'Imperia di Iannolo, Daddi e Lamberti.
Le due squadre si affrontano per la 52° volta nella loro storia e per la 3° in questa stagione: infatti, dopo il pareggio a reti bianche della gara d'andata, l'Imperia ha sconfitto il Vado in entrambe le gare di semifinale di Coppa Italia, che i nerazzurri disputeranno mercoledì prossimo, proprio al "Ferruccio Chittolina".
La settimana di fuoco dell'Imperia terminerà sabato prossimo, quando i ragazzi di Alfredo Bencardino giocheranno, in anticipo, contro il Rivasamba.
LA FORMAZIONE
Assenti per squalifica Ivan Monti e Bruno Raguseo che scontano il 2° dei 3 turni inflitti dal Giudice sportivo dopo il tumultuoso Arenzano-Imperia, Alfredo Bencardino recupera, rispetto a domenica scorsa, Roberto Iannolo e Nicholas Abedoy Ibojo.
Probabile la riconferma dei 3 Under che hanno ben figurato contro il Ventimiglia, Alessandro Geraci, Christian Cinquepalmi e Marco Eugeni e la coppia di centrali difensivi formata Enzo Giovanni Ferrari e Tobia Melis e, tra i pali, di Alex Giovinazzo e Paolo Ponzo in mezzo al campo.
Curiosità per vedere se giocheranno tutti assieme il trio delle meraviglie e, sugli esterni, Alessio Stamilla e Guido Balbo, con una squadra spregiudicata che rischierebbe qualcosa dietro, ma sarebbe devastante davanti.
LA CRONACA
Sotto un cielo plumbeo, ma con una temperatura gradevole, agli ordini del sig. Pedretti di Brescia, l'Imperia scende in campo con la seguente formazione: Giovinazzo, Ibojo, Eugeni, Ferrari, Melis, Geraci, Gaggero, Ponzo, Daddi, Balbo, Lamberti. Sorprende un pò tutti Ruspa rinunciando dall'inizio all'apporto del "mago" Iannolo e dell'esterno Stamilla. Tuttavia nella prima frazione di gioco le scelte sembrano dargli ragione.
Parte abbastanza bene infatti l'Imperia che mantiene a lungo l'iniziativa, mentre Giovinazzo fa praticamente da spettatore non pagante venendo impegnato una sola volta.
3' Tiro altissimo dalla distanza dei vadesi.
13' Gran girata di Daddi sventata in corner da un difensore.
16' Grande azione di rimessa dell'Imperia con "Lambo" che, lanciato sull'out di destra, vede arrivare Daddi a centro area e lo serve con un pallone pennellato che il bomber torinese non sbaglia infilando Iannattone sotto la traversa.
19' Lamberti tenta un pallonetto da urlo da fuori area che termina fuori di pochissimo.
23' Cross di Gaggero dalla destra che pesca, abbastanza libero al limite dell'area piccola, Balbo che mette di testa sul fondo.
26' Prima e unica occasione del Vado nel primo tempo, che, su punizione di Pastorino, scalda le mani a Giovinazzo che blocca senza problemi un tiro "telefonato".
27' Rimessa in gioco lunghissima di Ibojo che pesca Daddi a centro area. Girata prontissima che Imbesi para a terra.
37' Ancora un duetto Lamberti/Daddi al limite con "Lambo" che viene fermato per un fuorigioco molto dubbio.
40' Pallone di Ponzo in profondità per Daddi che, scivolando, tenta di sorprendere Imbesi con un pallonetto che resta però troppo basso per impensierire l'ex portiere nerazzurro.
43' Altro gran contropiede con Daddi che serve di precisione Lamberti, anticipato di un soffio da un difensore in corner, negando un gol quasi fatto all'11 imperiese.
Si va al riposo e, a sorpresa, il secondo tempo sembra un'altra partita.
47' Grabinski (fino a quel punto assai poco produttivo) lavora un pallone al limite dell'area servendolo a Roselli che lascia partire un tiro tutt'altro che irresistibile che Giovinazzo in tuffo sulla sua sinistra non riesce a fermare col pallone che, beffardo, si insacca lemme lemme a fil di palo.
52' Unica iniziativa nerazzurra nel secondo tempo con Daddi che cerca un tiro a giro dal vertice dell'area col pallone che termina lontanissimo dai pali di Imbesi.
Da questo momento la partita diventa un monologo vadese con Giovinazzo che si fa perdonare in più occasioni dall'errore in occasione del goal.
56' Su un pallone filtrante in area la difesa nerazzurra tenta di chiudere su Grabinski che, intelligentemente, lascia filtrare il pallone per Roselli che scarica addosso a Giovinazzo che intercetta sulla sua destra.
59' Sacrosanta espulsione per doppia ammonizione di Ibojo che entra in ritardo e abbatte l'esterno vadese lanciato sulla fascia. Sulla seguente punizione di Grabinsky paratona di Giovinazzo che sventa il pericolo.
60' Stamilla sostituisce un nervosissimo Daddi che battibecca con tutto il mondo uscendo dal campo e prende ripetutamente a pugni la copertura della panchina lanciando tutto quello che gli capita a tiro venendo accompagnato negli spogliatoi dai "complimenti" di tutta la tribuna di fede vadese.
67' Punizione dal limite per il Vado, la barriera devia il pallone che centra in pieno il palo alla sinistra di Giovinazzo che arriva in ritardo.
68' Il Vado ci crede e opera due sostituzioni e un attimo dopo altra paratona di Giovinazzo su colpo di testa successivo al corner generato dall'occasione precedente.
75' Iannolo lanciato nella mischia al posto di un Balbo abbastanza evanescente in quel momento.
78' Occasione in mischia per il Vado il cui attaccante gira a lato da buona posizione.
79' Conclusione da fuori del Vado che termina un metro a lato della porta di Giovinazzo.
82' Su un pallone respinto in affanno dalla difesa nerazzurra un centrocampista vadese calcia alto di prima intenzione.
Nel frattempo il Vado sostituisce uno stanchissimo e zoppicante Grabinski.
86' Accade l'incredibile. Ci si attende da un momento all'altro che l'Imperia possa capitolare e invece su un innocuo lancio dalle retrovie Casalino appoggia di testa all'indietro verso il proprio portiere senza avvedersi della presenza di Stamilla che ringrazia per il gentile omaggio, aggira Iannattone in disperata uscita e da posizione leggermente defilata infila la porta vuota per il tripudio della rappresentanza nerazzurra in tribuna.
89' Lamberti lascia il posto a Papa (cambio non annunciato dallo speaker della tribuna probabilmente svenuto...)
92' Per reiterate proteste viene espulso Rossi del Vado.
93' Nel disperato assalto finale del Vado sugli sviluppi di un calcio di punizione i savonesi centrano in pieno l'incrocio dei pali con Giovinazzo che sembrava battuto.
Al termine dei 4 minuti di recupero l'Imperia vince l'incontro e scavalca al secondo posto in graduatoria il Vado: invariato il distacco dalla capolista Setsri Levante, vittoriosa a Ventimiglia, ma questa vittoria potrebbe essere davvero essere fondamentale nell'economia della stagione.
Ed ora sotto con la finale di Coppa Italia contro il Sestri Levante!
VADO: Iannattone, Davanzante,Barranca, Rossi, Motta, Casalino, Roselli, Rampini (68’ Pelle), Grabinski (74’ Marelli), Pastorino, Scarfò (68’ Porrata). All.: Maisano
IMPERIA: Giovinazzo, Ibojo , Eugeni, Ferrari, Melis, Geraci, Gaggero, Ponzo, Daddi (61’ Stamilla), Balbo (75’ Iannolo), Lamberti (89’ Papa). All.: Bencardino
ARBITRO: Pedretti di Brescia

18° giornata (3° ritorno). Risultati, marcatori e classifica (parziali)


ARENZANO-BUSALLA: 1-1. 47' Profumo (A), 55' rig. Lobascio (B)
CAMPOMORONE-CULMVPOLIS: 1-3. 13' Rivieccio (Ca), 63' Di Somma (Cu), 66' Antonelli (Cu), 70' Ballabene (Cu)
FEZZANESE-CAIRESE: 3-0. 6' Angella, 42' Saoud, 61' Maggiore
RIVASAMBA-FONTANABUONA: 1-1. 23' Romei (F), 90' Fontana(R)
VADO-IMPERIA: 1-2. 16' Daddi (I), 47' Roselli (V), 86' Stamilla (I)
VALLESTURLA-PONTEDECIMO: 1-1. 17' Pereyra (P), 91' Lanati (V)
VELOCE-FINALE: 3-2.9' e 52' Quintavalle (V), 39' Puddu (F), 64' Perlo (F), 94' rig. Mendez (V)
VENTIMIGLIA-SESTRI LEVANTE: 0-3. 1' Quintana, 21' Venturini, 85' Tarsimuri
CLASSIFICA

Sestri Levante 39
Imperia 34
Vado 33
Fezzanese 28
Finale 27
Vallesturla 27
Campomorone 25
Cairese 24
Veloce 24
Rivasamba 24
Culmv Polis 22
Busalla 20

Fontanabuona 19
Ventimiglia 16
Pontedecimo 14
Arenzano 12

La mandrakata. 3° giornata (ritorno)



Terza giornata del girone di ritorno de "La mandrakata", il concorso pronostici di Im1923.
Le modalità d'uso le conoscete e le potete rileggere qui.
Nei commenti a questo post dovete pronosticare, relativamente alla partita Vado-Imperia:
1) il risultato del 1° tempo (2 punti). Risposta: il punteggio.
2) il risultato finale (4 punti). Risposta: il punteggio.
3) il nome dell'eventuale primo marcatore nerazzurro (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
4) il nome dell'eventuale primo nerazzurro a prendere un cartellino giallo o rosso (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
5) se sarà assegnato almeno un calcio di rigore (1 punto). Risposta: SI o NO.
Ricordo che, in una delle 15 giornate, sarà possibile giocarsi un jolly: gli scommettitori, quando lo giocheranno, raddoppieranno il punteggio ottenuto in quel pronostico.
Quello che vi chiedo è di crearvi (se non lo avete ancora) un account google: questo mi faciliterà per poter stilare la classifica settimanale e vi permetterà di poter eliminare o modificare il pronostico fatto, prima della scadenza del termine fissato.
Per crearlo, basta andare nella pagina dove scrivete in vostri commenti o cliccare qui.
In un minuto avrete il vostro account google, che potrete personalizzare con foto o altre belinate, andando su modifica profilo.
Chiunque vorrà iniziare a giocare da questa giornata, partirà dal punteggio dell'ultimo in classifica, cioè da 0 punti.
Pronosticate!
C'è tempo fino alle ore 14.30 di domenica.

sabato 21 gennaio 2012

Anticipo



Pirotecnico ed emozionante anticipo della 18° giornata del Campionato di Eccellenza.

La gara Veloce-Finale, infatti, è terminata con la vittoria dei padroni di casa per 3-2.

Questa la sequenza dei gol:

9' e 52' Quintavalle (V), 39' Puddu (F), 64' Perlo (F), 94' rig. Mendez (V).

Grazie a questa vittoria la Veloce raggiunge quota 24 punti ed interrompe la mini-serie positiva del Finale, reduce da due vittorie consecutive, e che resta a quota 27 punti.

Ricorso?




Ennesimo colpo di scena che potrebbe rimescolare le carte in vetta ed in coda al Campionato di Eccellenza. Secondo quanto scritto sul quotidiano on-line I.V.G. il Sestri Levante avrebbe fatto ricorso contestando la posizione irregolare del giovane attaccante Battaglia sul quale, secondo la dirigenza rossoblù, pendeva ancora una giornata di squalifica dalla scorsa stagione e mai scontata nel corso di questo campionato.
Secondo quanto ricostruito dal Sestri Levante la punta arenzanese era stato squalificato per tre giornate nel campionato Juniores nazionale disputato l’anno scorso sempre con la maglia del Borgorosso Arenzano.
L’attaccante avrebbe scontato solo due giornate di squalifica nello scorso campionato, e la terza ed ultima giornata di squalifica, secondo quanto previsto dal regolamento federale, avrebbe dovuto essere scontata alla prima partita utile di questa stagione anche se si trattava di un campionato giovanile e non di prima squadra.
La cosa incredibile è che nessuna società, in tutto il girone d’andata, si sia accorta della probabile posizione irregolare di Battaglia e che nessuna abbia quindi fatto ricorso, in primis l'Imperia calcio alla quale, oltretutto, l'attaccante dell'Arenzano ha segnato sia all'andata che al ritorno. C'è da aggiungere, però, che il risultato della gara è stato regolarmente omologato sul C.U. n° 37 del 19/01/2012 e che il termine massimo per inviare il reclamo in Lega ed alla controparte è nelle 48 ore successive: questo, alla luce della omologazione del risultato, renderebbe impossibile il ricorso. Staremo a vedere...

La terna arbitrale



Arbitro di Vado-Imperia (fischio d'inizio alle ore 14,30) sarà Daniel Perdetti di Brescia coadiuvato da Davide Maccagno e Dario Vitiello di Novi Ligure.
Trattandosi di un arbitro proveniente dalla C.A.N. della Serie D, si spera non sia così disastroso come il suo "pari grado" Luca Antonello di Bassano del Grappa che ha diretto due domeniche fa Arenzano-Imperia.

Squalifiche



Ammonizione (5° infrazione) per Guido Balbo.

Favicon Im1923

L'avete notata in alto a sinistra, dove c'è l'indizzo del blog?

venerdì 20 gennaio 2012

La prossima avversaria: F.C. Vado 1913


Il Vado di mister Giuseppe Maisano, subentrato ad Adriano Monari, è attualmente 2° in classifica ed ha totalizzato 33 punti, frutto di 9 vittorie (6 in casa ed 3 in trasferta), 6 pareggi (2 in casa ed 4 in trasferta) e 2 sconfitte (1 in casa ed 1 in trasferta).
I gol fatti sono 38 (25 in casa, 13 in trasferta) e quelli subiti 23 (13 in casa e 10 in trasferta).
Cannonieri rossoblù:
7 RETI: Grabinsky, Marelli e Roselli
4 RETI: Pastorino
3 RETI: Rosset e Scarfò
2 RETI: Arena e Rampini
1 RETE: Aprile, Casalino e Compagnone
Vado ed Imperia, nella loro storia, si sono già affrontate 51 volte: i precedenti giocati al "Ferruccio Chittolina", il bilancio parla di 4 vittorie per i nerazzurri, 9 pareggi e 12 vittorie dei nerazzurri, con 20 gol fatti e 39 subiti dall'Imperia.
L'ultima vittoria nerazzurra è datata 5 gennaio 2003 (stagione 2002/2003, Campionato di Serie D). Questo il tabellino:
RETE: 65' Tamborino
VADO: Azzaro, Turone, Quintavalle (67' G. Bresci), Balducci, Cappanera, Vecchio, Gilardi (70' Santanelli), A. Bresci, Lubiano (80' Bafico), Ottonello, Prunecchi. All: Lovisolo
IMPERIA: Minori, Bianchi, Piccolo, Tamborino, Cocito, Panucci, Ghini, Notari, Lupo, Iannolo (5' Rossi), Grande. All. Cavallaro
ARBITRO: Granella di Nichelino
La partita d'andata era terminata 0-0.
Le due squadre, quest'anno, si sono affrontate anche nelle due semifinali di Coppa Italia ed entrambe le gare sono terminate con la vittoria dei nerazzurri, 2-1 in casa e 1-3 in trasferta.

Coppa Italia. La sede della finalissima




Sarà il "Ferruccio Chittolina" di Vado Ligure il teatro della finalissima di Coppa Italia tra Imperia e Sestri Levante in programma mercoledì 25 gennaio.

Fischio d'inizio alle ore 15,00.

Comunicazione Samurai Ultras Imperia



Venerdì 20 gennaio. Ore 22,00
Riunione importante in sala biliardi
Samurai Ultras Imperia 1982

giovedì 19 gennaio 2012

Il punto di Gian Burrasca



Ho accettato con molto piacere la proposta dell'amico Im1923 di fare un commento esclusivamente tecnico, con cadenza settimanale, sul campionato di pertinenza dell'Imperia (e magari qualche sconfinamento piu' su, ma anche piu' giu', a seconda dei casi).
Cerchero' di essere il piu' obbiettivo possibile, traendo spunto, per le mie opinioni, su quanto il campo ci offre settimanalmente (soprattutto) e tenendo in considerazione le eventuali problematiche societarie solo per i risvolti che potranno avere sul fatto sportivo.
Venendo al campionato e quindi al mio commento, posso tranquillamente affermare che le prossime 13 partite saranno senz'altro ricche di colpi di scena e di grandissimo interesse.
Sembra di rivedere il campionato di eccellenza della scorsa stagione, con tre squadre a giocarsi la vittoria finale e il secondo posto valido per gli spareggi nazionali. Sestri Levante, Vado e Imperia stanno facendo quello che l'anno passato fecero Bogliasco, Pro Imperia e Cairese. Con una differenza sostanziale: le altre squadre del campionato, specie dopo il mercato di dicembre-gennaio, si sono rinforzate parecchio (vedi il doppio exploit dell' Arenzano ) e potrebbero dare al campionato quell'imprevedibilita' che l'anno passato solo gli scontri diretti (posizionati nelle ultime due giornate di campionato) avevano potuto assicurare. Mi vengono in mente Arenzano (che deve affrontare solo il Vado), CulmvPolis e Pontedecimo, tre squadre che hanno potenziato il loro organico con innesti importanti (le ultime due con giocatori come Antonelli e Prunecchi) e che venderanno cara la pelle per raggiungere la salvezza. Poi ci sono squadre gia' collaudate fin dall'inizio, come Vallesturla, Rivasamba e Cairese (ottimi gli innesti degli ex nerazzurri Andorno e Curabba) che , se dovutamente stimolate, potrebbero creare alcuni grattacapi nella singola partita. Discorso a parte merita il Finale: se si eccettuano le prime 5/6 gare di campionato , è la squadra dal rendimento migliore. Anche la scorsa stagione fecero altrettanto, segno evidente che la condizione fisica e alcuni sincronismi, una volta assimilati, ne fanno una squadra temibilissima. Non credo che per la vittoria finale possa avere grandi chances (al pari delle altre 3), pero', comlice anche il calendario, potrebbe diventare l'arbitro del campionato stesso.
Venendo alla prossima giornata, il calendario ci offre un turno che sulla carta potrebbe essere favorevole al Sestri capolista. Lo scontro diretto tra Vado e Imperia offre ai corsari (impegnati in casa di un Ventimiglia ridimensionato dal mercato di riparazione) la possibilita' di allungare su una delle due inseguitrici, o addirittura tutte e due. Le voci di un possibile dissidio interno tra dirigenti a Sestri Levante sono state dissipate dalla rielezione a capo della societa' del vulcanico Mario Arioni, ormai in sella da oltre 10 anni. Lo stesso Arioni, durante l'ultima sessione di mercato , ha inserito due tasselli importantissimi: Del Chiaro in difesa e Baudi (capocannoniere l'anno scorso con la Fezzanese) in attacco. Questi giocatori hanno alzato ulteriormente il tasso tecnico di una squadra gia'forte che annovera tra le proprie fila giocatori del calibro di Venturini, Quintana e Florio. Quindi credo che i corsari dovrebbero superare l'ostacolo frontaliero che in questo momento possono fare affidamento solo su una grandissima carica agonistica.
Venendo al big match, si affronteranno due squadre che si conoscono benissimo.Oltre alle recenti gare di Coppa Italia, le due formazioni sono composte da atleti che conoscono benissimo i propri avversari. Il Vado ultimamente ha apportato alcuni cambiamenti (Imbesi in porta, F.Rossi in mediana soprattutto) e puo' contare su un giocatore che personalmente reputo il piu' forte del campionato, purche' in condizioni psico-fisiche accettabili. Cesar Grabinsky è un giocatore, per queste categorie, straordinario e , se giochera', sara' sicuramente l'osservato speciale in casa nerazzurra.
Venendo in casa nerazzurra, il mercato ha potenziato incredibilmente una squadra gia' competitiva. La rosa ha qualita' e soprattutto quantita'. Questo potrebbe essere l'unico problema, l'abbondanza. Su quest'aspetto, la squadra deve dimostrare una grandissima maturita'. Per vincere i campionati ognuno deve dare il proprio contributo quando viene chiamato in causa e , qualora venisse chiamato un altro, bisogna essere sempre a disposizione. Dopo aver scontato le squalifiche, tornano a disposizione Iannolo e Ibojo. Due giocatori, soprattutto Iannolo, preziosissimi. A Bencardino non rimane che scegliere i giocatori piu' in forma e i giocatori dovranno solo agevolare questa scelta, senza perdersi in mugugni controproducenti.
Di sicuro, la partita Vado-Imperia, sara' fondamentale, ma non decisiva. Con altre 12 partite da giocare e cosi' tante squadre-mine vaganti, la possibilita' di recuperare ci sara' ancora almeno fino a marzo inoltrato. Certo una vittoria anche in campionato, darebbe al Vado un segnale d'inferiorita' importante.
Venendo alle altre gare in programma, occhi puntati sul Finale di Buttu. Sara' interessante vedere come la sua squadra, impegnata nel derby con la Veloce, sapra' dare continuita' ai propri risultati piu' che lusinghieri, mettendo in mostra un bel gioco, alcuni giovani interessanti e un giocatore in particolare, Capra(classe '88), davvero di categoria superiore.
Buon campionato a tutti e forza Imperia...sempre !!!

Fuorigioco

Salita Piazza d'armi, antistante gli spogliatoi del "Nino Ciccione".




Cantate con me: "Quel settore lì, quel settore lì, sembra Napoli!"

mercoledì 18 gennaio 2012

Classifica marcatori



15 RETI: Martin (Vallesturla)
11 RETI: Capra (Finale)
10 RETI: Romei (Fontanabuona), Iannolo (Imperia)
9 RETI: Quintavalle (Veloce)
8 RETI: Saoud (Fezzanese), Fontana (Rivasamba), Florio (Sestri Levante)
7 RETI: Battaglia (Arenzano), Perlo (Finale), Prunecchi (Pontedecimo/5 con Ventimiglia), Quintana (Sestri Levante), Grabinsky, Marelli e Roselli (Vado) 6 RETI: Lobascio (Busalla), D'Isanto, De Lucia e Rivieccio (Campomorone), Scordo (Culmvpolis), Daddi (Imperia), Daddi (Imperia)
5 RETI: Quattrocchi (Culmv Polis), Ferrara (Pontedecimo), Nicolini (Rivasamba), Gandolfo (Vallesturla), Mendez (Veloce)
4 RETI: Andorno e Buelli (Cairese), Flagiello, Maggiore e Salvetti (Fezzanese), Memoli (Fontanabuona), Pereyra (Pontedecimo), Pastorino (Vado), Maisano (Veloce)
3 RETI: Balestrero (Arenzano), Morando e Spinelli (Busalla), Torra (Cairese), Corallo e Pigliacelli (Culmv Polis), Gazzano (Finale), Biggio (Fontanabuona), Gagliardi (Imperia), Costa e Russo (Rivasamba), Arnulfo, Mosti e Venturini (Sestri Levante), Rosset e Scarfò (Vado), Gandolfo (Vallesturla), Doffo (Veloce), Molinaro e Tursi (Ventimiglia)
2 RETI: Virgili (Arenzano), Aloe (1 con Arenzano), Porcella e Prestia (Busalla), Barone, Curabba (1 con Imperia) e Di Pietro (Cairese), Ferrando e Madaio (Campomorone), Di Somma e Ruocco (Culmvpolis), Ponte (Fezzanese), Castorina e Okseti (Finale), Ferrari e Piroli (Imperia), Balestracci e Boccardo (Pontedecimo), Scarsi, Tarsimuri e Termini (Sestri Levante), Arena e Rampini (Vado), Lanati e Ranieri (Vallesturla), Bresci e Ormenisan (Veloce), Rea (Ventimiglia)
1 RETE: F. Baroni, Bonadies, Carpignano, Crapisto e Perasso (Arenzano), Colladon e Repetto (Busalla), Dini, Faggion, Laudisi, Lauro, Nonnis, G.Russo e Spozio (Cairese), Balestrino, Cappellano e Morasso (Campomorone), Antonelli, Basciano, F. Bevegni, Marraffa, Pagano, Paparella e Sangiuliano (Culmvpolis), Angella, Fiocchi e Imenez (Fezzanese), Buttu, Guardone, Kryemadhi, Olivieri, Recagno, Sancinito, Scalia e Tornatore (Finale), Asini, M. Bacigalupo, Nappello, Oneto e Veloce (Fontanabuona), Balbo, Lamberti e Raguseo (Imperia), Bucchieri, Capozza e Fioretti (Pontedecimo), Caponera, Ghiggheri, Lasagna, Mazzachiodi e Oneto (Rivasamba), Adani, Molinari, Paternò e Sabbione (Sestri Levante), Aprile, Casalino e Compagnone (Vado), Busincu e Ferron (Vallesturla), Costagli e Glauda (Veloce), Amadei, Anfosso, Aretuso, Grifo, Mamone e Miceli (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Sanfilippo (Fontanabuona) pro Arenzano, Ferron (Vallesturla) pro Culmv Polis