martedì 31 luglio 2018

Ritiro pre Campionato. Fotogallery e interviste

L'Imperia ha iniziato a lavorare agli ordini del neo mister Pietro Buttu a Cervo, dove la compagine neroazzurra si è radunata presso il campo sportivo recentemente ristrutturato da Denis Muca.
(fotografie e filmati tratti da rivierasport.it)









Intervista a Pietro Buttu

Pietro Buttu, intervistato da imperiapost.it
“Imperia l’ho scelta per Denis Muca che mi ha convinto del progetto, per la società dell’Imperia, ma soprattutto per il blasone e per la grande tifoseria che ha questa piazza.
L'obiettivo per la prossima stagione è uno solo: lavorare, io non prendo in giro nessuno nè la città, nè la tifoseria. Bisogna lavorare, negli ultimi due anni con Bencardino, che è un allenatore che stimo, sono stati raggiunti il 2° e 3° posto.
Sono contento dei ragazzi che sono venuti, Costantini su tutti che è un giocatore fuori categoria per me e spero che lo dimostri alla società. Mancano degli esterni, ci vorrà un attaccante vicino a Castagna e un difensore centrale.
Prima di parlare di acquisti o cessioni, devo conoscere quelli che ci sono“.

Alessandro Ambrosini, intervistato da riviera24.it

Amerigo Castagna


lunedì 30 luglio 2018

Aspettando la notte delle stelle


Comincia ufficialmente oggi la stagione 2018-2019, con il ritiro pre Campionato che si svolgerà a Cervo nel campo ristrutturato da Denis Muca, main sponsor dell'Imperia 1923 e Responsabile della Prima squadra:  per ora questo è stato definito il suo ruolo dalla Triade che, tra le altre consuete "dimenticanze", non ha ancora presentato l'organigramma societario... anche se sappiamo bene che sono sempre le solite facce... purtroppo...
Pochi i volti nuovi, anzi solo uno, quello dello sconosciuto esterno d'attacco Luis Manini (classe 1999), tirato fuori da chissà quale cilindro, assieme a due ritorni, quelli del portiere Alessandro Trucco (classe 1991) e del centrocampista Nicholas Costantini (classe 1989).
Non fanno più parte della rosa, allenata dal neo mister Pietro Buttu, il centrocampista Arturo Ymeri, trasferitosi alla Rivarolese, l'attaccante Pietro Daddi, passato alla Loanesi, l'attaccante Leonardo Canu (1996) ed il portiere Daniele Miraglia (97), entrambi ceduti alla Dianese  & Golfo di Alfredo Bencardino ed il difensore Mirko Ravoncoli (95) al Taggia.
Ma a tener banco, sono sempre le voci societarie, come scritto anche da Diego David nel Secolo XIX del 29/07/2018.
"Stavolta le voci circolanti in città su un ingresso da parte di Renato Bersano nella società di piazza d'Armi non sono state smentite dall'ufficio stampa dell'Unione Sanremo. L'ex numero uno matuziano, titolare della Clas, azienda agroalimentare che ha sede a Chiusanico, prima dovrebbe liberarsi dagli accordi che lo legano alla famiglia Del Gratta iniziando la "scalata" societaria nel capoluogo portando in dote una sostanziosa sponsorizzazione sulle maglie.
Solo da gennaio 2019 sarebbe previsto un maggiore coinvolgimento nel sodalizio al cui timone rimarrebbe fino alla fine del
Campionato Fabrizio Gramondo. Al suo ritorno da Singapore, dove si trova per motivi di lavoro, Bersano avrà una serie di incontri con gli amministratori comunali ai quali chiederà garanzie in particolare sul “Ciccione” e, se tutto andrà per il verso giusto, per il 10 agosto è prevista l'ufficializzazione dell'inizio del nuovo rapporto. Insieme, forse, all'annuncio dell'ingaggio del
fantasista Edoardo Capra proveniente dal Finale. Capra, infatti, è un pupillo sia di Buttu che di Bersano che lo ha avuto con sé a Sanremo".
Parte, quindi, la stagione, ma anche il conto alla rovescia da oggi al fatidico (?!?) 10 agosto 2018, giorno celebrato da una celebre poesia di Giovanni Pascoli e la notte di San Lorenzo, quella delle stelle cadenti.

domenica 29 luglio 2018

Habemus Team Manager

La ASD Imperia, comunica che il nuovo Team Manager della prima squadra sarà Francesco Bregolin. La società ASD Imperia vuole dare il benvenuto al nuovo Team Manager augurandogli buon lavoro.
Dichiarazioni di Francesco Bregolin:
“Sinceramente è un grande onore e piacere ricoprire questo ruolo. Devo ringraziare il Presidente Fabrizio Gramondo e Denis Muca perchè la volontà è principalmente sua, io avevo piacere a seguirlo anche in questa sua nuova avventura. Vengo in questa società sicuramente a piccoli passi, nel senso che voglio entrare con calma, dare una mano, portare quello che conosco.
Ci sono figure storiche all’interno della società come Daniele Ciccione, Fabio Ramoino ed il DS Sassu, che è anni che si occupa di questo e ha la mia massima stima e rispetto, ha ottenuto grandi risultati anche con diverse difficoltà generali, poi tutti i dirigenti che ringrazio, mi hanno accolto bene.
Con mister Buttu devo ancora parlare però so che è un allenatore di qualità, non lo dico io ma lo dimostrano i risultati ottenuti che, sicuramente, lo porteranno a fare bene anche quest’anno. Si sta creando un bel clima.
Il mio ruolo sarà di fare da collante tra società, allenatore e giocatori. Sono molto “invogliato” anche perché so che la piazza è calda e cercheremo di portare sempre più persone allo stadio, cercheremo di migliorare i rapporti con l’amministrazione e sopratutto di far venire più persone a sostenere la squadra perché ci sono tutti i presupposti che, una città come Imperia, abbia una squadra in buone posizioni, non soltanto in questo campionato, poi un domani non si sa, vedremo”.

sabato 28 luglio 2018

Gente che va e gente che viene

Terza, quarta e quinta cessione per i neroazzurri: dopo Arturo Ymeri e Pietro Daddi, l'Imperia ha ceduto l'attaccante Leonardo Canu (1996) ed il portiere Daniele Miraglia (97) alla Dianese & Golfo di Alfredo Bencardino ed il difensore Mirko Ravoncoli (95) al Taggia.


Per tre giocatori che vanno, uno che potrebbe tornare, l'esterno offensivo imperiese Samuele Roda, classe 1997 che, nelle ultime due stagioni, ha giocato nel Finale, in Serie D, allenato dal neo mister neroazzurro Pietro Buttu: dopo un'ottima prima stagione, nella scorsa, a causa qualche infortunio di troppo, non si è confermato.

Coppa Italia. Il calendario del Primo turno

1° Giornata – Domenica 26 Agosto 2018  (ore 20.30)
GIRONE – A
Alassio-Pietra Ligure:
Imperia-Ventimiglia:
GIRONE – B
Finale-Albenga:
Cairese-Vado:
GIRONE – C
Busalla-Molassana Boero:
Genova Calcio-Rivarolese:
GIRONE – D
Angelo Baiardo-Sammargheritese:
Rapallo Ruentes-Valdivara 5 Terre:

2° Giornata – Domenica 02 Settembre 2018 (ore 20.30)
Pietra Ligure-Imperia:
Ventimiglia-Alassio:
GIRONE – B
Finale-Cairese:
Albenga-Vado:
GIRONE – C
Molassana Boero-Genova Calcio:
Rivarolese-Busalla:
GIRONE – D
Sammargheritese-Rapallo Ruentes:
Valdivara 5 Terre-Angelo Baiardo:

3° Giornata – Domenica 09 Settembre 2018 (ore 20.30)
Imperia-Alassio:
Pietra Ligure-Ventimiglia:
GIRONE – B
Albenga-Cairese:
Vado - Finale:
GIRONE – C
Genova Calcio -Busalla:
Molassana Boero - A.S.D. Rivarolese:
GIRONE – D
Rapallo Ruentes-Angelo Baiardo:
Sammargheritese-Valdivara 5 Terre:

Secondo Turno – Mercoledì 31 Ottobre 2018. Semifinali in gara unica e campo Neutro tra le prime quattro dei gironi  (vincente A contro vincente B e vincente C contro vincente D)

Terzo Turno – Domenica 06 Gennaio 2019. Gara di Finale – gara unica in campo neutro

venerdì 27 luglio 2018

Imperia Calcio Ti Amo. La consegna delle firme

Copio/incollo da imperiapost.it
Ieri mattina il "Club Imperia Calcio Ti Amo" e gli Ultras Imperia hanno consegnato all’Assessore allo Sport Simone Vassallo le 158 firme raccolte per chiedere all’Amministrazione Comunale di porsi come intermediario tra sport e imprenditoria per il rilancio dell’Imperia Calcio, ad oggi militante nel campionato di Eccellenza e di riqualificare lo stadio "Nino Ciccione".
A comunicare l’avvenuta consegna delle firme, il "Club Imperia Calcio Ti Amo" e gli "Ultras Imperia", con una nota stampa: “In data odierna negli uffici dell’Assessore Simone Vassallo è avvenuta la consegna della raccolta firme. Ringraziamo tutti i tifosi e gli appassionati per la partecipazione e l’Assessore per la disponibilità dimostrata. Come da accordi resteremo in attesa dell’evoluzione della situazione societaria e dei lavori allo stadio. Ci impegnamo a restare vigili e a tenere informati tutta l’Imperia sportiva sui relativi sviluppi”.
L’assessore Vassallo: “Questa mattina mi sono state consegnate le firme. I tifosi dell’Imperia vorrebbero che la squadra tornasse a militare in una categoria più prestigiosa. Io mi sto occupando della parte inerente i lavori della stadio.
Per quanto concerne il fronte sportivo, il Comune può far poco. Certamente, se dovesse avvicinarsi all’Imperia un imprenditore, faremo la nostra parte. Al momento, però, il nostro obiettivo è rimettere a posto lo stadio. Ho detto ai tifosi che li terrò aggiornati e che ci risentiremo verso settembre”.

Piccolo nota: l'Assessore allo sport aveva fatto una dichiarazione simile anche nell'ottobre del 2015 e nell'aprile del 2017., quando faceva parte della precedente amministrazione comunale.
Ma si sa, i tempi tecnici dei Comuni sono quelli che sono... giusto?


C'è Trucco, non c'è inganno

Alessandro Trucco, portiere classe 1991, torna ad indossare la casacca neroazzzurra dopo due stagione in Serie D con l'Argentina Arma.
Nato nel settore giovanile della Pro Imperia, ha indossato la maglia dell'Imperia in 82 occasioni, dalla stagione 2012-2013 alla stagione 2016-2017.
Queste le sue prime dichiarazioni: "Sono molto contento e orgoglioso di tornare a far parte della famiglia neroazzurra.
Darò tutto me stesso per la maglia e per realizzare gli obiettivi che ci siamo prefissati. Voglio ringraziare la società per avermi dato questa possibilità che sicuramente sfrutterò al meglio per il bene dell'Imperia e dei propri tifosi".

giovedì 26 luglio 2018

Fusse che fusse...

Grazie alle nostre talpe, ne avevamo parlato nel gennaio del 2015, lo abbiamo rifatto nel marzo scorso , nel mese di aprile scorso ed ad inizio mese ed ora, forse, è arrivato il momento tanto atteso: l'ingresso di Renato Bersano nell'Imperia 1923.
Copio/incollo da riviera24.it l'articolo di Diego David:
La notizia, più o meno mascherata, correva sui blog dei tifosi da alcuni giorni e ora trova una pur timida ammissione anche su sponda neroazzurra. Renato Bersano prima di mettere nero su bianco l’accordo con l’Imperia (si parla di un contratto di 60 mila euro) avrebbe trovato un “accomodamento” con la famiglia Del Gratta per la sua fuoriuscita dal board dall’Unione Sanremo, mantenendo, forse, una sponsorizzazione. C’è da capire come la prenderanno gli attuali soci e i tifosi matuziani.
“Me lo auguro”. Fabrizio Gramondo presidente della società di piazza D’Armi si limita a fornire una risposta sintetica e fare gli scongiuri. La domanda è quella sul possibile approdo dell’imprenditore sanremese titolare della Clas di Chiusanico in riva all’Impero.
“A quanto mi risulta- prosegue Gramondo – non ci sarebbero più ostacoli. Con Bersano si aprirebbero orizzonti nuovi non solo per l’Imperia ma anche per la città”.
Dopo l’ingresso nei ranghi societari dell’imprenditore albanese Denis Muca a Imperia, dunque, si attende l’arrivo di Renato Bersano che dal 2019 potrebbe assumere anche una carica ufficiale.
Muca ha portato in dote il tecnico Pietro Buttu. Da Bersano che in questi giorni è lontano dalla Riviera per motivi di lavoro i tifosi si aspettano i colpi per formare la squadra per tentare il salto di categoria dall’Eccellenza alla serie D.

E' finito il buio pesto e sta per arrivare il pesto? Visti i precedenti ed in personaggi in ballo, meglio essere prudentissimi...

mercoledì 25 luglio 2018

Torepensiero


Il D.S. neroazzurro Salvatore Sassu ha tracciato, su rivierasport.it, un primo bilancio sul mercato: "Devo dire che Denis Muca ha chiuso molto bene la trattativa con un giocatore importantissimo qual è Costantini. Stiamo valutando varie opzioni per quanto riguarda una prima punta, lavorandoci con calma.
Il nostro obiettivo? I traguardi che vuole raggiungere mister Buttu alla guida dell'Imperia sono molto ambiziosi: siamo pronti a realizzare un campionato di vertice".
E 'sti cazzi non lo vogliamo aggiungere?

martedì 24 luglio 2018

Ritiro pre Campionato

Lunedì 30 luglio l'Imperia 1923 si radunerà per iniziare a preparare la nuova stagione di Eccellenza agli ordini del neo allenatore Pietro Buttu.
Sede di questo ritiro pre Campionato e di preparazione alla prima fase della Coppa Italia Eccellenza sarà il campo sportivo di Cervo, l'impianto messo a nuovo dal main sponsor e responsabile della prima squadra Denis Muca: l'orario del ritrovo è ancora da stabilire.

lunedì 23 luglio 2018

Tore, Triade, firme e Denis


Non capisco se qualcuno di fa o ci è, non capisco perché qualcuno pensi di avere a che fare con delle persone incapaci di intendere o volere.
Dopo averci fatto credere di aver presentato domanda di ripescaggio in Serie D, ecco che, mentre tutte le altre squadre del prossimo Campionato di Eccellenza hanno operato sul mercato da tempo, l'Imperia presenta il suo primo acquisto, spacciandolo per un ex calciatore Professionista: ma Luis Manini, esterno d'attacco di Lodi, ha giocato solo nelle formazioni giovanili di Pavia e Pro Piacenza, senza mai mettere gli scarpini su un campo di Serie C.
Riguardo il presunto interessamento nei confronti del giramondo serbo Mirolad Janjus stendiamo un velo pietoso... mi domando come possano passare certe idee nell'anticamera del cervello di qualche dirigente neroazzurro.
L'ingaggio di Nicholas Costantini, invece, al netto del suo stato fisico (la scorsa stagione, conla Sanremese, è stata tormentata da molti acciacchi fisici) non è male ma, evidentemente, non basta.
Altro piccolo particolare, se di poco conto lo sapremo più avanti, è un rapporto in passato conflittuale con parte della tifoseria imperiese...
A leggere i comunicati ufficiali pare che queste mosse di mercato siano state partorite dal nostro Direttore Sportivo Salvatore Sassu... posso avere il ragionevole dubbio che lui manco li conoscesse prima che qualcuno  glieli proponesse?
E poi, se anche venissero entrambi, dovendoli anche "mantenere" con vitto, alloggio e rimborso, come faremmo mai a mantenete fede agli accordi economici che verrebbero presi?

Mercoledì scorso, alcuni rappresentanti degli Ultras Imperia hanno consegnato all'Assessore allo sport del Comune di Imperia, Simone Vassallo, l'elenco della raccolta firme promossa dal "Comitato Club Imperia Calcio Ti Amo“ e si sono poi presentati al primo Consiglio Comunale dell'amministrazione Scajola.
Facile immaginare il probabile imbarazzo di alcuni dei presenti, un attuale dirigente di spicco della Triade neroazzurra, neo consigliere comunale (eletto nella lista civica "Obiettivo Imperia", promossa dall'attuale massimo dirigente imperiese), apertamente contestato sui social network, ed un ex Presidente, neo Assessore, ultimo massimo dirigente ad aver vinto con un Campionato una Coppa Italia, ma anche protagonista in negativo del fine dell'Imperia calcio e della successiva "fonduta" con la Pro Imperia, la madre di tutti mali di quest'ultimo decennio.
Le 158 firme raccolte corrispondono al 0,37% dei cittadini imperiesi, quindi una piccolissima percentuale che potrebbe essere tranquillamente ignorata dall'Amminastrazione comunale, anche se sappiamo tutti che le persone interessate alle vicende della storica società imperiese sono molte di più.

Non ho mai avuto il piacere di sorseggiare una di quelle famose birre che, leggo, offra a tutti (che Dio gline renda merito) e, quindi, non posso essere tacciato di essere stato "corrotto" (eheheh!!!) ma un'opinione su Denis Muca me la sono fatta,
Mi ha colpito la sua dichiarazione al momento della nomina di Responsabile della Prima squadra: “Per me è un sogno che si avvera, sono due anni che spero di riuscire ad entrare nell’Imperia perché per me è una grande società, squadra con una storia importante". Potrebbe essere una frase di circostanza, ma non lo è perché sono concetti da lui espressi anche in tempi "non sospetti". E, comunque, mai le ho sentite pronunciare dalla Triade, che pare ci faccia un favore a dirigere il nostro club.
Quindi, ben venga Denis Muca, ma è evidente che da solo non abbia le possibilità economiche nè la competenza calcistica per fare, da solo, il dirigente neroazzurro: se avesse al fianco un Presidente vero, sarebbe l'uomo giusto per noi.
In ogni caso, se Pietro Buttu, uno dei migliori allenatori in zona, è venuto da noi, gran parte (se non tutto) merito è dell'imprenditore edile di origine albanese. Ma immaginando che, giustamente, il tecnico ingauno non sia venuto qui solo per l'onore di sedere su una delle panchine più prestigiose del Ponente ligure, non è che la stragrande maggioranza del budget a nostra disposizione sarà investito per lui, a discapito del rinforzo della rosa, che ha già perso due dei "titolarissimi" della scorsa stagione (Ymeri e Daddi)?

domenica 22 luglio 2018

I 16 mister

Ecco i 16 mister del prossimo Campionato di Eccellenza:
ALASSIO: Marco Mambrin (nuovo)
ALBENGA: Giancarlo Delfino (nuovo)
ANGELO BAIARDO: Paolo Mazzocchi (nuovo)
BUSALLA: Gianni Cannistrà (confermato)
CAIRESE: Matteo Solari (confermato)
FINALE: Andrea Caverzan (nuovo)
GENOVA CALCIO: Roberto Balboni (riconfermato)
IMPERIA: Pietro Buttu (nuovo)
MOLASSANA BOERO: Alfio Scala (nuovo)
PIETRA LIGURE: Mario Pisano (confermato)
RAPALLO: Romano Camicioli (nuovo)
RIVAROLESE: Stefano Fresia (riconfermato)
SAMMARGHERITESE: Marco Camisa (confermato)
VADO: Luca Tarabotto (confermato)
VALDIVARA 5 TERRE: Andrea Cervia (nuovo)
VENTIMIGLIA: Sergio Soncin (nuovo)

sabato 21 luglio 2018

Il figlio del "Mago del carruggio"

Conosciamo meglio il neo acquisto (che poi è un ritorno a distanza di 6 stagioni) Nicholas Costantini.
Nato ad Imperia il 31 luglio 1989, Nicholas Costantini è un figlio d'arte: suo padre Danilo è "il Mago del carruggio" grande capitano neroazzurro negli anni '80 e '90.
Per chi non lo avesse mai visto giocare, Danilo Costantini
era un giocatore polivalente che sarebbe perfetto ancora oggi nel cosiddetto "calcio moderno".
In grado di fare qualsiasi altro sport con ottimi risultati, la sua facilità di corsa unita alla tecnica e al senso della posizione gli consentono di ricoprire tutti i ruoli di centrocampo; la sua carriera si svolge per lo più sulla fascia destra dove incanta per le sue scorribande e i suoi inserimenti sino al cross quasi sempre perfetto.
Come altri giocatori imperiesi rifiuta il calcio professionistico (ad esempio la Biellese in Serie C) per rimanere vicino a casa ed ai suoi affetti: tanto grintoso e determinato in campo, quanto buono e generoso fuori è sempre considerato dagli amici ed dagli ex colleghi un ottimo compagno.
Centrocampista come il padre, dopo aver iniziato nelle giovanili dell'Imperia, Nicholas Costantini viene ingaggiato dal Genoa, dopo  fa tutta la trafila, bruciando le tappe, diventando il capitano della formazione genovese, del responsabile Michele Sbravati ed allenata da Luca Chiappino, che ha vinto la Coppa Italia, nella stagione 2008-2009, in finale contro la Roma, assieme, tra gli altri, a Stephan El Shaarawy.
In quella stagione è ad un passo dall'esordio nella massima Serie, essendo stato convocato in prima squadra, in più occasioni, da Gianpiero Gasperini.
Nella stagione 2009-2010 viene ingaggiato dalla Ternana, in Serie C1, dopo ha disputato 15 partite (0 gol realizzati).
La stagione successiva si trasferisce alla Lucchese (12 presente ed 1 gol fatto), sempre in Serie C1.
Nicholas Costantini inizia la stagione 2011-2012 nel Foligno, in Serie C1, collezionando 11 presenze (0 gol realizzati), per poi trasferirsi a gennaio a Prato (4 presente e nessun gol fatto).
Nella stagione 2012-2013 indossa la casacca neroazzurra dell'Imperia, nel disastroso Campionato di Serie D, e colleziona 18 presente realizzando 3 reti.
Le due successive stagioni gioca nel'Argentina Arma, contribuendo nella prima alla vittoria del Campionato di Eccellenza, realizzando ben 13 reti e lasciando il segno anche nella successiva con uno score di 29 presenze e 7 reti fatte.
Nella stagione 2015-2016 il trasferimento al Savona (Serie D) con 13 presenze ed il ritorno, a gennaio, all'Argentina Arma (Serie D) con 14 presenze e 4 gol realizzati.
Resta coi rossoneri anche nella stagione successiva con uno score di 23 presenze e 7 gol fatti.
Infine, la scorsa stagione, sempre in Serie D, con la Sanremese, in una stagione condizionata da acciacchi fisici, 24 presenze ed 1 gol fatto.
Ora il ritorno nella città natale, sua e del padre.

venerdì 20 luglio 2018

Il ritorno

Importante ritorno del centrocampista, classe '89, Nicholas Costantini che ritorna a imperia dopo cinque anni. Graditissimo ritorno quello di Costantini che va a rinforzare ulteriormente il reparto di centrocampo nero azzurro e la rosa per mister Buttu per la stagione 2018-19.
Costantini vanta un curriculum di grande risalto: settore giovanile del Genoa, Ternana, Lucchese, Foligno, Prato, Argentina, Savona e Sanremese gravitando sempre tra la serie D e serie C.
Asd Imperia 1923

Queste le sue prime parole da giocatore dell'Imperia: "Ho ricevuto alcune offerte ma ho preferito venire a Imperia per più ragioni, per la mia famiglia in primis e perchè vorrei fare qualcosa di importante con la maglia della mia città. Sinceramente non avrei scelto altre squadre in Eccellenza, ho preso questa decisione perchè per me Imperia è veramente casa mia, ho dato i miei primi calci al pallone nel "Ciccione" e tornare a giocarci adesso per me è significante.
Ai tifosi voglio dire che darò il massimo impegno. So che Imperia viene da anni non belli, per via della categoria, e so anche  che l'attaccamento e l'amore per la maglia non è mai mancato. Per vincere c'è bisogno sicuramente del loro sostegno, di tutti i supporter e di una società forte. L'Imperia con l'Eccellenza centra poco deve stare almeno in serie D, mi piacerebbe tornarci con la maglia della mia città, conosco buona parte dei miei compagni e posso assicurare che anche per loro è così.
Sono felice di essere tornato, sono nato e cresciuto guardando mio padre giocare al "Ciccione" e questa è una motivazione in più per cercare di fare bene però c'è anche un minimo di pressione in questo. Ci tengo a fare bene, la mia unica parentesi a Imperia, nella stagione 2012/13, è da dimenticare per il risultato finale quindi ci terrei a cancellare quella parentesi per scriverne una più bella".

Coppa Italia. I gironi

Ecco la composizione dei gironi della prima fase della Coppa Italia: il calendario della manifestazione verrà pubblicato sul prossimo Comunicato Ufficiale.
GIRONE A
Alassio Fc
Imperia
Pietra Ligure
Ventimiglia

GIRONE B
Albenga
Cairese
Finale
Vado

GIRONE C
Busalla
Genova Calcio
Molassana
Rivarolese

GIRONE D
Angelo Baiardo
Rapallo
Sammargheritese
Valdivara

giovedì 19 luglio 2018

Calciomercato neroazzurro

L'Imperia ha tesserato l'attaccante Luis Manini: classe 1999, è il primo rinforzo per la rosa neroazzurra nella stagione 2018-2019.
Esterno d'attacco, adattabile a sinistra e destra, nella sua carriera ha vestito le seguenti maglie: 2015-16 Pavia, nella categoria Allievi Nazionali under 17 Lega Pro, collezionando 34 presenze e 9 reti, riuscendo a conquistare il titolo nazionale.
Nella stagione 2016-2017 e 2017-2018 ha vestito la maglia del Pro Piacenza totalizzando 46 presenze, 15 gol e 7 assist, sempre nelle formazioni giovanili, senza però mai giocare in Prima squadra.
Queste le sue prime dichiarazioni da giocatore dell'Imperia:
"Sono molto felice di essere qui, darò il meglio di me stesso per conquistare un posto tra i titolari e per cercare di centrare l'obiettivo stagionale.
Imperia è una grande piazza e sicuramente merita categorie molto più alte di quella attuale, io cercherò di dare il mio contributo ogni qual volta sarò chiamato in causa dall'allenatore e dai miei compagni che non vedo l'ora di conoscere".

I neroazzurri pare siano interessati all'attaccante serbo Mirolad Janjus, 36 anni ed attualmente svincolato.
Nato a Novi Sad 15/07/1982, nella scorsa stagione ha difeso i colori dei maltesi del Xaghra Unt. In carriera ha vestito anche le maglie in patria di Novi Sad, Spartak, Pakhtakor (Uzbekistan), Sepahan (Iran), SHB Da Nang (Vietnam) e Sarawag (Malesia).
Due scelte che lasciano perplessi: con tutti calciatori che ci sono in giro, perchè prendere un ragazzino senza alcuna esperienza ed un giramondo straniero?

Pietro Daddi, invece, è ufficialmente un calciatore della Loanesi.

mercoledì 18 luglio 2018

Rispetto genera rispetto

Negli ultimi giorni sto ricevendo molti messaggi di fuoco che, per correttezza nei confronti di coloro contro cui sono indirizzati (rispetto che è dovuto a tutti e che, in oltre dieci anni di Im1923 credo di aver dato a tutti i protagonisti delle vicende neroazzurre) non pubblico.
La ragione è semplice, sempre la stessa: se si sono nomina e si accusa una persona con tanto di nome e cognome sarebbe necessario apporre ai propri commenti la propria firma... è una semplice forma di rispetto, non credete?
Messaggi di fuoco contro la Triade ed i loro collaboratori,  da parte di tifosi, di calciatori (ex e presumo non ex) neroazzurri ed altri, che, se li pubblicassi, farebbero scoppiare delle merde che neppure vi immaginate.
Talvolta mi spiace doverli bannare e non poterli far leggere anche a voi, perché contengono molte tristissime e condivisibili verità, la cartina al tornasole di un malcontento sempre più diffuso nei confronti di una dirigenza che è definire poco credibile è poco (la vicenda dell'annunciata domanda di ripescaggio poi mai inoltrata è solo l'ultima perla...).
Quindi, nessuna censura, ma una richiesta di metterci la faccia, perché gettare il sasso e nascondere la mano non è onorevole...

martedì 17 luglio 2018

Comunicato del ”Comitato Imperia Calcio ti amo”

Ieri si è conclusa la raccolta firme promossa dal Comitato Club Imperia Calcio Ti Amo“, in meno di un mese sono state raccolte oltre 150 firme.
“Rispetto al passato, dove avevamo organizzato banchetti in città, questa volta abbiamo scelto tre punti di raccolta, presso amici e tifosi, poichè i tempi erano ristretti. La tifoseria imperiese, e non solo, è sempre attenta e sensibile verso le vicissitudini della società nero azzurra.
L’obiettivo prefissato dal comitato è stato raggiunto, prossimamente le firme verranno consegnate alla nuova amministrazione comunale”.

AGGIORNAMENTO
Dopo aver raccolto 150 firme, in poco meno di un mese, gli ultras dell'Imperia si sono presentati ieri sera al primo Consiglio Comunale dell'amministrazione Scajola.
A margine di questo hanno incontrato l'assessore allo Sport Simone Vassallo al quale hanno presentato, appunto, i nomi dei firmatari. Al centro della pacata discussione le problematiche dello stadio Nino Ciccione, con la gestione del bar del campo, chiuso in questa stagione, e con la messa in regola e sicurezza dell'impianto stesso.
Le firme saranno prese in consegna dall'assessore durante i prossimi giorni, a queste si aggiungerà un incontro ufficiale tra le parti per parlare di quanto anticipato ieri e per far conoscere meglio la storia del gruppo ultras che da anni segue la squadra cittadina.

lunedì 16 luglio 2018

A domanda, Gramondorispondo...

Giovedì scorso avevo suggerito una semplice domanda che i giornalisti avrebbero dovuto porre ai dirigenti:
"Che ci dite della domanda di ripescaggio che avete annunciato di aver fatto e poi mai inoltrata?".
Fabrizio Gramondo ha risposto a Diego David sul Secolo XIX: "Non esistono termini temporali, in teoria è ancora possibile. Un mese fa aspettavamo l’ingresso in società di un personaggio (Renato Bersano) che poi non è avvenuto".
Ma lo stesso Presidente non aveva dichiarato, il 20 giugno scorso, sempre al giornalista del quotidiano genovese, testuali parole: "Manteniamo fede al nostro impegno: presenteremo domanda di ripescaggio. Non mi sento di assumermi ulteriori oneri oltre a quello di inoltrare la domanda"?
Se il Dipartimento Interregionale, venerdì 6 luglio, in una nota ufficiale, alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande di ripescaggio per le società non aventi diritto,  ha reso noto, con una nota ufficiale, l'elenco dei 19 club che hanno presentato domanda di ammissione al campionato di Serie D 2018/2019, perchè non dire come stanno le cose? Lo sanno anche i sassi (e Sassu) che parteciperemo, per la sesta stagione consecutiva, al Campionato di Eccellenza ligure...

domenica 15 luglio 2018

Una firma tira l'altra?

E' arrivata l'ufficializzazione: Pietro Buttu, nel tardo pomeriggio di venerdì, ha firmato il contratto che lo legherà alla società neroazzurra nella stagione 2018-19.
Neroazzurri sulle tracce del terzino destro, classe 2000, Giacomo Fazio.
Come riportato sul sito ufficiale neroazzurro, il neo mister sta sottoponendo diversi giocatori, della prima squadra e della Juniores, alla propria attenzione per testare le motivazioni e altre componenti necessarie per formare la miglior squadra possibile per affrontare il prossimo Campionato.
Giacomo Fazio, frutto delle giovanili del Vado, ha giocato, la scorsa stagione, in Promozione con l'Alassio Football Club ed ha realizzato una rete.
Convocato nella rappresentativa ligure ha partecipato al Torneo delle Regioni 2018 ed è anche nel mirino del Finale di Andrea Caverzan.
Inoltre si profila l'ennesimo ritorno di Alessandro Trucco a difendere i pali dello porta dell'Imperia, dopo l'esperienza in Serie D con l'Argentina Arma: contemporaneamente dovrebbero essere ceduti gli altri due portieri, Giacomo Todde e Daniele Miraglia

sabato 14 luglio 2018

Meglio tardi che maIM

Mi era sfuggita perchè non seguo facebook: ma grazie alla segnalazione di un lettore vengo a sapere che, in data 21 giugno alle ore 08:13, è comparsO, nella pagina facebook dell'ASD Imperia 1923 questo messaggio:
La società ASD Imperia comunica il cambio dell’indirizzo email da info@proimperia.it a asdimperiacalcio@gmail.com.
Considerando che la nefasta fonduta tra Imperia calcio e Pro Imperia risale all'estate del 2012, direi che 6 anni per cambiare un indirizzo email siano "sufficienti"...

venerdì 13 luglio 2018

Il polemico addio di "Cavallo pazzo"

Mancava l'ufficialità che è arrivata ieri, non dall'Imperia 1923 (e sai che novità...), ma direttamente da Pietro Daddi.
Il capocannoniere dello scorso Campionato di Eccellenza non sarà un giocatore neroazzurro la prossima stagione.
Contattato da rivierasport.it, "Cavallo pazzo" ha dichiarato: ""Ho aspettato l'Imperia fino a quindici giorni dal ritiro per i colori e la piazza. Fino a ieri sera, quando mi è stato comunicato dal mister Buttu che doveva prendersi un altro giorno per ragionare sulla mia permanenza affinché i dubbi che poteva avere gli si toglievano del tutto, sono intervenuto decidendo di lasciare Imperia e facendogli il miglio augurio per la sua nuova stagione all'Imperia: la mia priorità era per giocare in questa squadra, ho fatto 34 gol stagionali e parlare di dubbi mi sembra assurdo...
Ringrazio i miei compagni di squadra, i tifosi che ci hanno sempre sostenuto e tutte le persone che hanno lavorato per il bene di questi colori. Il "vecchietto" che è stato il capocannoniere del campionato di Eccellenza li abbraccia tutti di cuore".
E così, dopo Arturo Ymeri, che è passato alla Rivarolese, ecco che uno protagonisti della scorsa stagione, lasciano il club di piazza d'armi... ops! regione Perine...

Don't cry for me Argentina...

E' arrivata l'ufficialità: l'Argentina non si iscriverà al prossimo Campionato di Eccellenza ed il suo posto sarà preso dall'Alassio F.C. dell'ex Presidente neroazzurro Fabrizio Vincenzi (Serie D, stagione 2001-2002), che, pertanto, conquista la quarta promozione consecutiva dal giorno della propria fondazione.
Ecco le 16 squadre:
Le 16 squadre partecipanti al prossimo Campionato di Eccellenza
ALASSIO
ALBENGA
ANGELO BAIARDO
BUSALLA
CAIRESE
FINALE
GENOVA CALCIO
IMPERIA
MOLASSANA BOERO
PIETRA LIGURE
RAPALLO
RIVAROLESE
SAMMARGHERITESE
VADO
VALDIVARA 5 TERRE
VENTIMIGLIA

giovedì 12 luglio 2018

Question time

L'Imperia 1923, domani, venerdì 13 luglio, presso lo stadio "Nino Ciccione", avrebbe dovuto presentare ufficialmente agli organi di stampa il nuovo allenatore Pietro Buttu.
Assieme a lui, anche Denis Muca, in qualità di Responsabile della Prima Squadra ed il riconfermato Direttore Sportivo Salvatore Sassu.
Ma, 24 ore dopo, il retromarcia: la presentazione multipla è saltata e rinviata a data da destinarsi.
I soliti misteri di regione Perine.
In ogni caso, agevolo il lavoro dei dei giornalisti presenti suggerendo loro una semplice domanda da porre ai dirigenti che si presenteranno:
- che ci dite della domanda di ripescaggio che avete annunciato di aver fatto e poi mai inoltrata?

mercoledì 11 luglio 2018

Cambiare tutto, per non cambiare nulla...

Manca l'ufficializzazione, ma pare certa la riconferma di Salvatore Sassu come Direttore Sportivo dell'Imperia 1923 (e sti cazzi!!!).
Contattato da rivierasport.it ha dichiarato: "In questi giorni ci siamo sentiti con mister Buttu e sono pronto a rimanere anche nella prossima stagione come Direttore Sportivo dell'Imperia.
I primi obiettivi di mercato? Al momento è ancora presto per riuscire a dire qualcosa di preciso".
Eh già! Siamo solo a metà luglio... noi, di solito, la formazione definitiva la facciamo a gennaio...

Settore giovanile. 1° Sampdoria Camp

Grande partecipazione al 1° Sampdoria Camp presso il campo "F.Salvo" ai Piani di Imperia con 80 bambini iscritti classe 2009,2010 che da lunedì 9 a sabato 14 Luglio si alleneranno presso la struttura della ASD Imperia sotto la super visione dello staff composto dalla U.C. Sampdoria.
Non solo bambini della provincia di Imperia hanno preso parte a questo bellissimo camp ma anche dalla provincia di Savona. Per tutti i giovani atleti, non solo calcio, ma anche attività extra ludiche condite da un ottima cucina "Da Lidia" che oltre a servire il pranzo offre anche una buona merenda.
Le attività partono al mattino dalle ore 9.30 fino alle 18:00 con un programma ben delineato che vede al mattino un allenamento tecnico e nel pomeriggio partitelle libere miste in modo da coniugare il divertimento e l'apprendimento allo stesso tempo.
A.S.D. Imperia 1923
.

martedì 10 luglio 2018

Venghino siore e siori...

... ad assistere a un'altra settimana di delirio neroazzurro.
Un'altra se n'è andata e l'unica notizia è stata che il "main sponsor" della società è entrato ufficialmente nella stessa come "responsabile della Prima Squadra". Magari, poi, un giorno qualcuno ci spiegherà cosa rappresenti questa carica.
Onestamente, dopo anni e anni di calcio è la prima volta che sento parlare di questo ruolo. Abbiamo un presidente (parole sue) dimissionario ed un responsabile della Prima Squadra. Mah!
Un benvenuto intanto in questa gabbia di matti a mister Buttu, unica buona notizia da due mesi a questa parte, che rappresenta anche una piccola speranza. Conosciamo le qualità del mister, da sempre considerato uno dei tecnici più quotati della categoria ed il fatto che abbia accettato di venire a mettersi alla prova in una piazza impegnativa (per il potenziale di pubblico ma, purtroppo, anche per la gestione a dir poco ultra dilettantistica degli ultimi anni) potrebbe significare che abbia avuto delle garanzie sul fatto che possa essergli messa a disposizione una squadra competitiva e, conseguentemente, che tali garanzie non possano essergli state fornite dall'attuale dirigenza.
Aspettiamo un'altra settimana, sperando sia quella buona per saperne di più.
Fedelissimi Portorini

lunedì 9 luglio 2018

Le cavallette! Le cavallette!!!

La dirigenza neroazzurra, giovedì scorso, dopo aver ufficializzato l'arrivo di Pietro Buttu sulla panchina neroazzurra, aveva emesso un altro Comunicato Ufficiale nel quale diceva testulamente: "La ASD Imperia comunica l'ingresso di Denis Muca che rivestirà il ruolo di Responsabile della prima squadra. A Denis Muca il benvenuto di tutta la società e l'augurio di buon lavoro".
Come evidenziato da Diego David sul Secolo XIX a livello federale non esiste la figura di "Responsabile della Prima squadra" ed il Presidente Fabrizio Gramondo si è affrettato a correggere il tiro del Comunicato dichiando: "Confermo i rapporti con Muca e l'esistenza di una trattativa per il suo ingresso nei ranghi societari, ma non c'è alcuna ufficializzazione".
Quindi? Non è che questa nomina non ufficializzata è stata fatta in fretta e furia per cercare di placare la piazza, in aperta contestazione con la Triade, e che vede, invece, di buon occhio l'imprenditore di origine albanese?
Personalmente non avevo alcun dubbio sul fatto che la Triade non avesse mai intenzione di inoltrare la domanda di ripescaggio in Serie D: le bugie hanno le gambe corte ed anche una persona dotata di un minimo di intelligenza come il sottoscritto avrebbe evitato di sbandierarla ai quattro venti.
Ed infatti, ecco che sabato li ho smascherati!... ma sai che soddisfazione.
Ritengo sia deprimente, anzi offensivo nei confronti dei sostenitori neroazzurri, credere di poterli prendere in giro in continuazione: tutti lo sapevano, anche l'ultimo arrivato, il neo mister Pietro Buttu, che, in occasione della sua prima dichiarazione ufficiale, ha affermato: "Gli obbiettivi per questa stagione sono fare meglio della scorsa stagione, quindi vincere il Campionato".
Considerando che non si riferisse ad un'eventuale desiderio di scalata in Serie C, evidentemente Denis Muca lo aveva già informato.
E la Triade cosa dirà? Ve lo anticipo. Ecco quale sarà la prossima dichiarazione ufficiale:
"Non vi ho mentito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!  Le cavallette!  Le cavallette!!!"

domenica 8 luglio 2018

Panchina sempre più lunga

Dopo l'ampliamento del numero delle sostituzioni, passate da tre a cinque nell'ultima stagione sportiva, aumenterà per i Campionati 2018/2019 anche il numero dei giocatori che i tecnici potranno portare con loro in panchina.
Infatti il Comitato Regionale Liguria ha consentito, in via sperimentale, di indicare nell'elenco dei calciatori di riserva un massimo di 9 calciatori, tra cui saranno scelti gli eventuali sostituti.
Prepariamoci ad allungare le panchine.

sabato 7 luglio 2018

Bugiardi !!!

Alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande di ripescaggio per le società non aventi diritto, il Dipartimento Interregionale ha reso noto, con una nota ufficiale, che hanno presentato domanda di ammissione al campionato di Serie D 2018/2019 diciannove club.
Hanno presentato richiesta di ripescaggio i seguenti club retrocessi dalla massima serie dilettantistica nazionale: Alto Tavoliere San Severo, Anzio, Castelvetro, Correggese, Fabriano Cerreto, Grumellese, Jesina, Lumezzane, Montebelluna, Nuorese, Rignanese, Varese e Varesina. 
Dai club che nella scorsa stagionerano in Eccellenza ed hanno partecipato ai play off nazionali hanno richiesto il ripescaggio Agropoli, Busto, Cannara, Città S. Agata, Classe e Villafranca.
E l'Imperia? Ricordate cosa aveva dichiarato qualcuno il 20 giugno scorso?
Cara Triade, le bugie hanno le gambe corte.
Smettetela di prenderci in giro, dimettetevi tutti!!!

Ymeri, oggi e... domani?

Il neroazzurro dell'anno 2018 Arturo Ymeri, che ha appena firmato per l'ambiziosa la Rivarolese (che per il centenario degli avvoltoi sta allestendo una formazione per vincere il prossimo Campionato), parla di passato, presente e futuro a rivierasport.it: "Sono dispiaciuto soprattutto per non aver raggiunto l'obiettivo finale, anche se abbiamo dato tutto per riuscirci.
Con l'Imperia non si è rotto nulla, anzi... Con l'ingresso della persona più seria e affidabile dell'intero calcio ponentino, Denis Muca, ho un rapporto speciale come con tutta Imperia, sia la piazza che coi miei ex compagni di squadra.
L'addio di Bencardino ovviamente pesa essendo lui la storia dell'Imperia e, inoltre, la piazza perde un grande allenatore, ma soprattutto un grande uomo. So e spero che farà benissimo anche a Diano Marina. Penso che Denis Muca ha scelto un allenatore che è tra i migliori in circolazione.
La prossima stagione, con la Rivarolese, mi aspetto a livello personale di migliorare la stagione passata".
Le betoneghe neroazzurre, però, parlano di un tentativo in extremis del centrocampista albanese di restare ad Imperia... come andrà a finire?

venerdì 6 luglio 2018

Buttulogy

Conosciamo meglio il neo mister neroazzurro Pietro Buttu.
Nato ad Albenga il 4 novembre 1970, da padre sardo di Gavoi, di professione postino, come calciatore è stato un mediano che ha giocato, tra le altre, con i bianconeri della sua città.
Pietro Buttu ha allenato il Finale dieci stagioni, con una breve parentesi nel Vado (Serie D) nella stagione 2014-2015, terminata nel mese di dicembre del 2014, quando venne esonerato dai rossoblù.
Ma la sua prima esperienza in panchina è col Laigueglia, nella stagione 2006/2007, quando vince il Campionato di Prima Categoria superando la Carcarese 3-0 nello spareggio decisivo giocato allo stadio “Riva” di Albenga. Dopo tre anni coi biancoblù, si trasferisce al Finale
Con i giallorossi finalesi ha ottenuto due promozioni, la prima nella stagione 2011/2012 dalla Promozione all'Eccellenza, la seconda nella stagione 2015-2016 dall'Eccellenza in Serie D, risultato storico, perchè mai i giallorossi erano approdato nella massima categoria dilettantistica.
Nella stagione successiva accede ai play off ed è sconfitto nella semifinale dalla Massese, mentre nell'ultima stagione è retrocesso in Eccellenza.

giovedì 5 luglio 2018

Stasera c'è Buttu, stasera c'è Buttu, c'è Buttu per noi...

Denis Muca, sul proprio profilo facebook, ieri sera aveva postato una sua fotografia in compagnia dell'ex mister del Finale Pietro Buttu.
Poche ore dopo è arivata l'ufficializzazione della sua nomina a nuovo mister dell'Imperia calcio.
Ecco il comunicato ufficiale e le sue prime dichiarazioni:
L'ASD Imperia comunica di aver raggiunto l’accordo, per l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra per la stagione 2018/2019, con Pietro Buttu. La società augura buon lavoro al tecnico dando il più caloroso benvenuto.
"Sono contento di avere questa opportunità: ringrazio Denis Muca ed il Presidente dell'Imperia insieme a tutta la società. Questa è una delle piazze più importanti con una storia, un blasone da onorare e da "rivitalizzare". Gli obbiettivi per questa stagione sono fare meglio della scorsa stagione, quindi vincere il Campionato, per ora voglio concentrarmi sul lavoro che c'è da fare per arrivare al meglio all'inizio del Campionato".
Il fatto che sia stato proprio Denis Muca a comunicare in anteprima la notizia, vorrà dire qualcosa?
AGGIORNAMENTO
Ed infatti, pochi minuti dopo è arrivata una nuova comunicazione nella quale si dice che Denis Muca rivestirà il ruolo di Responsabile della prima squadra.
Denis Muca ha così dichiarato: "Per me è un sogno che si avvera, sono due anni che spero di riuscire ad entrare nell'Imperia perchè per me è una grande società, squadra con una storia importante. Ringrazio la società rappresentata dal Presidente Fabrizio Gramondo e Daniele Ciccione per avermi messo nelle condizioni di poter essere dentro questa grande famiglia. Sono contento perchè stiamo cominciando bene con l'arrivo di mister Buttu che, spero, di nuovamente entusiasmo a tutto l'ambiente nero azzurro. Forza Imperia!"

BersaNO !!!

In attesa di sapere chi sarà il prossimo mister dei neroazzurri (che poi è l'ultimo dei nostri problemi da risolvere...),con Pietro Buttu in ploe position e Gian Luca Bocchi alle sue spalle, il Presidente Fabrizio Gramondo dà solo pessime notizie a Diego David, sul Secolo XIX: "Purtroppo l'approdo di Renato Bersano ad  Imperia non si è potuto concretizzare, almeno per ora. L'imprenditore sanremese, la cui azienda si trova nel nostro entroterra e col quale abbiamo intessuto in questi mesi comunque dei buoni rapporti ha deciso di rimanere legato ai colori biancoazzurri.
Proseguiamo con le nostre forze (e 'sti cazzi direi io...) ma non escludiamo in futuro di poter collaborare con lui.
Con Muça abbiamo ottimi rapporti ed apprezziamo il suo entusiasmo, vedi l'amichevole tra Sion e Genoa organizzata al "Ciccione" l'autunno scorso.
Per ciò che riguarda la figura del direttore sportivo, Salvatore Sassu potrebbe lasciare il club pur essendo stato sulla carta confermato".
Insomma, se tutto va bene, siamo rovinati...

mercoledì 4 luglio 2018

Fuori due...

L'Imperia perde i suoi pezzi pregiati, andando a rinforzare le altre compagini del prossimo Torneo di Eccellenza... perchè sappiamo benissimo che la domanda di ripescaggio in Serie D è solo una presa in giro.
La Rivarolese ha ufficializzato l'ingaggio del centrocampista Arturo Ymeri (92), neroazzurro dell'anno 2018.
Pietro Daddi, invece, sarebbe sul punto di accettare le lusinghe del F.C.Alassio del neo mister Marco Mambrin, che nei prossimi giorni sarà ripescato in Eccellenza, dopo il botto dell'Argentina.
La Cairese, invece, ha convocato ieri i propri giocatori ed ha presentato sette nuovi acquisti:
il portiere Alberto Moraglio, passando poi per i difensori Luca Doffo e Pietro Cavallone, il centrocampista Lorenzo Facello, l'esterno Giacomo Cavallone, il jolly offensivo Leonardo Pastorino e la punta Luca Realini.
L'Angelo Baiardo, poi, ha tesserato Matteo Battaglia, Mattia Memoli, Adamo Digno, Lorenzo Cappadona, Cosimo Dondero, Cristian Sanna e Simone Carlucci.
E mentre il Ventimiglia ha già ufficializzato già tutta la rosa e gli staff societari e tecnici della Prima squadra e del Settore giovanile, noi... ma che ve lo dico a fare?
E mentre il Ventimiglia  ha ufficializzato già tutta la rosa (e continua a darsi da fare sul mercato) e gli staff societari e tecnici della Prima squadra e del Settore giovanile, noi... ma che ve lo dico a fare?

martedì 3 luglio 2018

Sopra la panca...

Alfredo Bencadino è il nuovo mister della Dianese&Golfo, neopromossa in Promozione: assieme a lui il fido vice Gianpaolo Annibale.
L'addio del recordman di presenze sulla panchina neroazzurra non è stato privo di polemica: "Ho accettato volentieri l'offerta dei Dianesi, anche perchè dopo due annate "fallimentari" ad Imperia era giusto cambiare: anche se sentirsi dire che sono state fallimentari due annate dove siamo arrivati terzi e secondi mi pare un po' riduttivo, anche se lo accetto".
Per la panchina neroazzurra, dopo quello di Alberto Baldisserri, spuntano i nomi dell'ex mister del Finale Pietro Buttu (in passato già accostato ai neroazzurri) e quello di Gian Luca Bocchi che, su rivierasport.it, ha dichiarato: "Un vero e proprio contatto non c’e’ ancora stato, ma la situazione credo si sbloccherà nelle prossime ore e i dirigenti prenderanno una decisione definitiva.
Un mio ritorno ad Imperia? Da parte mia, e i dirigenti lo sanno benissimo, c’e’ la disponibilità più’ ampia ed in questo periodo di inattività ho accumulato una voglia incredibile di tornare ad allenare e ritornare dove avevo lasciato, su una panchina a cui sono legatissimo, mi darebbe la possibilità di dare veramente il mio meglio".

lunedì 2 luglio 2018

Pantomima inaccettabile

Ormai ci è rimasta solo la speranza che a fare un minimo di luce nelle solite tenebre estive che affliggono da più di un lustro la tifoseria nerazzurra sia la prossima fine ufficiale della stagione 2017/2018 che coincide col 30 giugno e che l'inizio della nuova porti finalmente la notizia che stiamo aspettando da tempo, ovvero il DEFINITIVO passaggio di consegne fra l'ormai di fatto inesistente dirigenza attuale e una nuova proprietà.
Fa male ai tifosi leggere, come consuetudine, le testate locali cartacee e online e scoprire che tutte, ma proprio tutte le società, a partire dalla Seconda Categoria fino alla Serie D stanno facendo mercato dopo aver già da tempo sistemato le rispettive guide tecniche, mentre da noi nessuno sa nulla.
Ci dobbiamo anche prendere, purtroppo senza poter replicare, le battute ironiche e di scherno delle tifoserie rivali, ma soprattutto quelle dei cugini matuziani che annunciano praticamente ogni giorno cambiamenti all'interno della rosa mentre noi neppure sappiamo se ce l'abbiamo ancora una rosa, mentre voci di corridoio danno un altro ex matuziano (Alberto Baldisserri) con un curriculum non propriamente di prim'ordine, alla guida della navicella neroazzurra la prossima stagione.
La sensazione è che se non dovessero verificarsi cambiamenti "epocali" ci aspetti una stagione peggiore di quella passata anche perché dalle parti del genovesato c'è una società, la Rivarolese, che sta facendo le cose molto in grande in occasione del proprio centenario e solo un profondo rinnovamento qualitativo e quantitativo della nostra rosa potrebbe evitare che per l'ennesima volta la corsa possa essere solo ed esclusivamente per il secondo posto con le conseguenze che tutti conosciamo benissimo.
Se sarà Eccellenza (ormai alla bufala del ripescaggio non crede più nessuno...) non è difficile immaginare un campionato combattuto con il ritorno di avversarie storiche come Cairese, Finale e, quasi sicuramente, F.C. Alassio e con la già citata Rivarolese a fare la parte della lepre e con l'incognita del Vado tutta da scoprire.
A maggior ragione questa totale mancanza di comunicazione, che rappresenta una mancanza di rispetto verso quella che è stata e potrebbe tornare ad essere una delle più affezionate tifoserie del ponente (se solo le venissero date finalmente delle certezze), è davvero umiliante e deprimente.
RIDATECI I DISTINTI!!!!!
Portorino

domenica 1 luglio 2018

Fuorigioco. "Cena con delitto"

A grande richiesta torna "Cena con delitto" una serata dove tu diventerai il vero protagonista.
Lo spettacolo è una bella novità realizzata dalla Compagnia Teatrale "Ramaiolo in scena" non sarà solo uno spettacolo teatrake ma anche una signora cena!
Inoltre gli spettatori saranno chiamati a scoprire chi ha commesso il delitto e per poterlo fare avranno al loro tavolo, nell'intervallo della rappresentazione , mentre si consumerà la cena, gli attori a cui potranno fare le domande per arrivare a scoprire l'omicida -
Ad ogni portata cambierà l'attore commensale, per cui ogni tavolata avrà la possibilità di indagare col possibile colpevole!
A fine pranzo ogni gruppo partecipante dovrà motivare la scelta del colpevole, in base alle risposte date avrà un punteggio da cui risulterà il tavolo vincitore a cui verrà consegnato un simpatico riconoscimento e... qualcos'altro.
A questo punto gli attori saliranno nuovamente sul palco ed il commissario Biancofiore scoprirà il colpevole
Gli interpreti sono:
Serena Alberti Federico Finocchiaro, Paola Luperto, Alessandro Manera, Alessia Mela ed Alessandro Merlino.
Il testo è stato scritto da Chiara Merlino, le musiche sono di Franco Bianco, i costumi di Antonella Micali.
Collaborano dietro le quinte Marco Macchiavelli, Annalina Brizio, Federico Manera, Dario Bruzzone, Piero Saglietto, Cristina Coscia ed Elisabetta Donatiello.
La regia è di Alessandro Manera.
Prenotazione obbligatoria.
Per info e prenotazioni
Fabio 328.2376783 anche Whatsapp
Marco 335.5970908 anche Whatsapp