martedì 24 maggio 2022

Parola di Capitano


 I Perino's continuano a tacere, a metterci la faccia, come sempre, è il nostro capitano, Giuseppe Giglio, che nella sua pagina facebook ha scritto queste parole


Un anno che servirà per la vita.

È stata una stagione molto particolare e lunga.

Non sempre è stato facile far combaciare lavoro e calcio, sempre di corsa per arrivare in tempo, ma nonostante ciò sono stato sempre presente e ho dato sempre tutto cercando di aiutare sempre i miei compagni.

Sicuramente peggio non poteva andare, retrocessi senza neanche avere la possibilità di giocarsi un play out,ma continuo a crescere come calciatore, come capitano, come uomo.

Arrivo a questo fine stagione sfinito ma l unica cosa a cui penso e per me importante è portare la mia Imperia dove merita, in qualsiasi modo e il prima possibile.

E come sempre grazie ai tifosi  💙🖤

Forza Imperia

ma che bella città ❤️❤️❤️❤️

lunedì 23 maggio 2022

Le ultime parole famose

In attesa che i Perino's si degnino di proferire verbo, andiamo a rileggere alcune delle rare (ma famose)  parole dei protagonisti di questa disgraziata stagione.

7 luglio 2021. Fabrizio Gramondo: "“E’ in corso una possibile collaborazione con imprenditori provenienti dal nord Italia: ci saranno ulteriori riunioni per verificare se si possa concretizzare questo accordo.

Abbiamo il budget per allestire una squadra competitiva con l’obiettivo di rimanere in serie D. In ogni caso siamo pronti ad affrontare il prossimo campionato dopo una stagione anomala.

Imperia è una piazza importante, la filosofia sarà quella di una squadra più giovane. Gli sponsor ci sono, pronti a mantenere gli impegni della scorsa stagione, il budget è simile a quello di un anno fa. Vogliamo rimanere in serie D, possibilmente senza passare attraverso i play-out, e allo stesso tempo valorizzare i giovani”.

17 luglio 2021. Paolo Cortellini: "Prediligo il 4-3-3, ma non mi fisso. il modulo può cambiare durante la partita. Se ho dei modelli? Direi i tecnici toscani, Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri. Il primo che ha allenato, tra l’altro, il mio Sansovino per la mentalità del lavoro, il secondo per la capacità di lettura della partita in corso. Ma ho molto anche di Antonio Conte per come vivo la gara, per come chiedo ai giocatori di affrontare il campo".

5 agosto 2021. Fabrizio Gramondo: "Speriamo di ripetere una bella stagione, di mantenere la categoria, se possibile fare ancora meglio: ci sono tutti i presupposti, c'è stato un grande cambiamento, ma siamo molto fiduciosi, sicuri di aver operato molto bene.

L'obbiettivo è quello di arrivare almeno in una posizione superiore a quella della scorsa stagione e fare qualche punto in più, mantenendo ovviamente la linea e la moderatezza e, ovviamente, la categoria, rimanendo fuori dai play off... ops! dai play out ovviamente".

5 agosto 2021. Cristiano Chiarlone: "Stiamo lavorando in piena sintonia con Bencardino e Cortellini, sappiamo cosa ci serve, su qualche profilo siamo molto vicini, poi vediamo, tra una settimana, come siamo messi e cosa ancora ci manca per completare la rosa.

In difesa, per il momento, siamo a posto, ci manca solo un terzino sinistro under, ci mancano sicuramente due centrocampisti e due attaccanti". 

8 settembre 2021. Alfredo Bencardino. "Ci stiamo guardando intorno per ingaggiare questa benedetta punta, lo sappiamo tutti che dobbiamo completare il reparto offensivo: abbiamo avuto 3/4 abboccamenti non andati a buon fine, però la società c'è e vuole rinforzare questo reparto; inoltre cerchiamo anche un difensore e dovremmo essere a posto.

Abbiamo tutta la voglia e la disponibilità per fare bene, poi sarà il campo a dire se abbiamo fatto bene".

18 settembre 2021. Cristiano Chiarlone: "Con Mistretta e Pastore il nostro mercato è chiuso. Il Mister chiedeva tre difensori centrali di esperienza e lo abbiamo accontentato. Mistretta, poi, è l’attaccante che cercavamo per completare il reparto, un profilo adatto sia da esterno  nel 4-3-3, che poi era il modulo scelto inizialmente dall’allenatore, sia da seconda punta accanto a Grazhdani nel 4-3-1-2, schema visto nelle ultime amichevole. Sono comunque valutazioni che spetteranno a Cortellini".

12 ottobre 2021. Pino Fava: "Siamo molto soddisfatti degli acquisti fatti: Petti, dopo due soli giorni di allenamento, ha giocato 90 minuti con apporto importante. Sono convinto anche delle qualità di Montanari e di Cappelluzzo, che è un giocatore con tecnica e l’età giusta per esplodere, se trova l’ambiente adatto a lui.

Un calciatore che porterei ovunque, e penso che tutti i mister sarebbero felici, è Roberto Convitto. E’ un giocatore fantastico che abbiamo avuto, come dirigenza, già lo scorso anno a Sanremo: fa gol e salta l’uomo. Il mio sogno sarebbe stato vedere un attacco con Scalzi, da un lato, e Convitto dall’altro e una punta centrale importante.

Ci siamo insediati da poco quindi nella fase iniziale del campionato non seguivo molto l’Imperia. Entrati in società, abbiamo fatto il punto della situazione insieme alla dirigenza analizzando la rosa che aveva bisogno di alcuni inserimenti, soprattutto nel reparto Over. Siamo intervenuti sul mercato e domenica ha già giocato Alessio Petti, dando un contributo notevole. Siamo riusciti a portare a casa questo punto che dà morale e incentivo per il futuro. In settimana, verranno aggregati Cappelluzzo e Montanari. Insomma tre innesti importanti e di categoria che dovrebbero consentire alla rosa di fare un salto qualitativo e numerico. 

Giocando più partite posso fare una valutazione più precisa dei giocatori e questo facilita il lavoro. Rispetto all’allenamento, vedi la reazione del calciatore durante la partita, il temperamento, l’impatto col pubblico. Oppure come subentra a gara in corso. E’ la partita il banco d’esame più probante. Comunque le considerazioni sui giocatori vengono fatte dallo staff tecnico e dall’allenatore che dovrà valutare e dare indicazioni alla società, poi insieme ad Alfredo Bencardino ci muoveremo sul mercato per soddisfare le richieste del Mister.

Voglio fare un augurio di pronta guarigione al nostro patron Eugenio Minasso che sta passando un momento difficile. Spero possa rimettersi al più presto. Sono convinto che con il nostro gruppo, l’attuale dirigenza ed il rientro di Minasso, l’anno prossimo si possa fare qualcosa di importante per il centenario".

17 ottobre 2021, Nicola Ascoli: "Qui ho  trovato una società che mi da la possibilità di lavorare, con una squadra forte. Al mio predecessore non ho niente da dire, oggi c’erano 3/11 nuovi, quindi bisogna solo lavorare. È l'unica ricetta che conosco da quando gioca a calcio".

29 novembre 2021. Fabrizio Gramondo: "però dobbiamo metterci al lavoro con molta serenità e serietà, recuperare gli infortunati e sono sicuro che poi, alla fine, i risultati e i valori di questa squadra torneranno ai livelli di quello che la squadra meriti.

Ben venga, domenica prossima, il derby contro la Sanremese. C'è un desiderio di rivalsa, da quello che ho potuto sentire nei ragazzi oggi in panchina: c'è tanta voglia, tanta rabbia e quindi il derby viene a puntino, in maniera tale da poter tirare fuori tutti gli stimoli e, tutti insieme, poter ripartire facendo una gran prestazione, anche per i nostri tifosi che anche oggi sono stati encomiabili.

Ci seguono, ci supportano, son sempre vicini alla squadra anche se ci sono stati dei risultati difficili e meritano per questo un plauso, per l'attaccamento che hanno sempre dimostrato nei confronti dei nostri colori.

Non fate dare a me dei giudizi tecnici per non sono un allenatore e sarebbe sbagliato che io li dessi: già la prossima settimana abbiamo un appuntamento per fare tutti insieme le valutazioni sul da farsi dato che mercoledì si riapre il mercato.

Sarà il mister assieme allo staff tecnico a dirci dove siamo carenti e dove si può intervenire: la nostra volontà è quella di farlo e di potenziare ulteriormente la squadra.

In attesa della riunione che faremo nei prossimi giorni posso solo dire che Ascoli è confermato sulla nostra panchina, nonostante le quattro sconfitte consecutive".

4 dicembre 2021. Marco Del Gratta: "La squadra non sta giocando come dovrebbe. Non voglio difendere mister Ascoli (altro ex ndr) che, comunque, è confermatissimo. Diciamo che tra la nuova dirigenza e quella vecchia abbiamo fatto un po’ di confusione. Siamo entrati in corsa, abbiamo preso giocatori nuovi e bravi ma li abbiamo inseriti in un contesto confuso. Sono convinto che faremo un girone di ritorno diverso, magari anche una fine del girone di andata. Andremo sul mercato per rinforzare la squadra in attacco, abbiamo già individuato un paio di punte che arriveranno la settimana prossima, forse col Casale ci sarà già un nuovo giocatore. La volontà e di tenere tutti quanti e di rinforzarci. Certo che se arrivano 3 attaccanti, qualcuno dovrà, necessariamente, farsi da parte. C’è, comunque, piena sintonia tra dirigenti. Dobbiamo dare ad Ascoli una squadra competitiva e ordinata. Sarà importante il recupero di Mistretta, intanto”

12 gennaio 2022. Fausto Coppola: "La pausa è servita per ricaricarci, siamo sereni ed allo stesso tempo concentrati. Già contro il Casale, vogliamo tornare a fare risultato e dimostrare a tutti che possiamo fare bene. Abbiamo parlato molto tra noi. La rosa è sicuramente importante e vogliamo fare bene da subito perché soltanto così potremo tirarci su in classifica e dimostrare il nostro valore.

Ascoli è un allenatore forte che, secondo me, può ambire a categorie superiori. I risultati di questo periodo non lo hanno certo aiutato ma vogliamo tornare a far bene, per noi e per lui. E soltanto così tutti potremo toglierci delle soddisfazioni"

5 febbraio 2022. Antonio Soda: "L'obbiettivo è condurre la nave in porto. Non abbiamo paura di nulla ma tutto l’ambiente deve fare quadrato: i ragazzi devono sentirsi forti perché sono loro che vanno in campo. Il primo obiettivo sarà la salvezza: a fine stagione, a salvezza raggiunta, ci siederemo ad un tavolo per pianificare poi il futuro. 

Ci sono giocatori di valore, che hanno vinto dei campionati, ma andranno aiutati anche da nuovi innesti. Non ho trovato una situazione disastrosa ma dobbiamo tutti dare il massimo per uscire da queste sabbie mobili. C’è ottimo materiale per creare un gruppo solido. I giocatori dovranno uscire dal campo a quattro zampe, è questo che voglio"

4 maggio 2022, Alfredo Bencardino: "L’analisi di tutta la fallimentare stagione, che ha già emesso un duro verdetto per noi, è però rimandata dopo le due conclusive gare che ci aspettano". 

Sono passati 18 giorni dall'ultima, stringatissima, dichiarazione ufficiale di un rappresentante della S.S.D. Imperia 1923, la bellezza di sei (6 !!!) mesi dall'ultima dichiarazione del Presidente Fabrizio Gramondo agli organi di stampa e sui canali ufficiali neroazzurro.
Se non disturbiamo, come sempre, qualcuno può dirci quali sono i programmi per la prossima stagione?

domenica 22 maggio 2022

Play off e play out. Risultati e marcatori


Play off 

SANREMESE-BRA: 0-0. (d.t.s.). 

CASALE-CITTA’ DI VARESE: 1-2. 9' Forte (C), 38' Disabato (V), 78' Minaj (V)

Play out

FOSSANO-R G TICINO: 2-2. (d.t.s.). 9' Galvagno (F), 23' Fontana (T), 104' rig. Vitiello (T), 108' Menabò (F)


FINALE PLAY OFF: SANREMESE- CASALE

RETROCESSO IN ECCELLENZA: R.G. TICINO

sabato 21 maggio 2022

Classifica marcatori

35 RETI: Vuthaj (Novara)

17 RETI: Diallo (Derthona), Mesina (Sestri Levante)

16 RETI: Aperi (Vado)

15 RETI: Forte (Casale), Vita (Sanremese)

14 RETI: Mamah (Città di Varese), Anastasia (Sanremese)

13 RETI: Alfiero (2 Novara, 11 Bra)

12 RETI: Menabò (Fossano)

11 RETI: Cassata (Imperia), Gomes De Pina (Ligorna)

10 RETI: Rancati (Borgosesia), Frugoli (Pont Donnaz)

9 RETI: Piana, Virdis (Asti), R. Esposito (Caronnese), Lombardi (Lavagnese), Cericola (Ligorna), Gonzalez (Novara), Valagussa (Sanremese)

8 RETI: D'Iglio, Ponsat (Chieri), Sangiorgio (Gozzano)

7 RETI: Rocco (Caronnese), Pastore (Città di Varese), Donaggio (Ligorna), Gagliardi (Sanremese)

6 RETI: Omoregbe (Borgosesia), Marchisone (Bra), Corno (Caronnese), Candido, Rossini (Casale), Corsini (Chieri), Minaj (Città di Varese), Manasiev (Derthona), Coppola (Imperia), Avellino (Lavagnese), Longo (R.G. Ticino)

5 RETI: Areco, Manfrè Cataldi (Borgosesia), Capellupo (Bra), D'Ancora, Gatto (Casale), Di Rienzo, Piraccini (Città di Varese), Filip (Derthona), Cominetti (Gozzano), Rosati (Imperia), Di Masi (Novara), Forcini, Gulli, Sterrantino (Pont Donnaz), Larotonda, Scalzi (Sanremese)

4 RETI: Gaddini (Borgosesia), Putzolu, Santi (Caronnese), Otelè (Derthona), Adorni, L. Di Salvatore, Scarafia (Fossano), Rao (Gozzano), Giglio (Imperia), Silvestri (Ligorna), Zucchini (Pont Donnaz), Sansone (R.G. Ticino), Gaboardi (Saluzzo), Conti (Sanremese), Gonella, Soplantai (Sestri Levante), Galvanio (3 Vado, 1 Saluzzo), Capra, Lo Bosco (Vado)

3 RETI: Diagne, Kerroumi (Asti), Marra (Borgosesia), Bongiovanni, Masawoud, Pavesi (Bra), Alvitrez, Balan (Chieri), Disabato (Città di Varese), Gueye, Romairone (Derthona), Coulibaly, Della Valle, Rosano (Fossano), Castelletto, Ciappellano, Cozzari, Montesano (Gozzano), Lupoli (Imperia), Croci, Valenti (Lavagnese), Benassi, Laaribi, Pereira, Tentoni (Novara), Frugoli, Jeantet, Tassi (Pont Donnaz), Vitiello (R.G. Ticino), Lewandowski (Saluzzo), Cirrincione, Pane, Parlanti (Sestri Levante)

2 RETI: Legal, Ndiaye, Picone, Plado, Trevisiol (Asti), Bertani, Farinelli, Frana, Gaddini (Borgosesia), Tos (Bra), Arpino, F. Esposito, Lazzaroni (Caronnese), Continella, Perez Moreno, Ricciardo, Silvestri (Casale), Conrotto, Foglia, Marras, Pautassi, Varvelli (Chieri), Cantatore, D'Orazio, Foschiani, Marcaletti, Monticone (Città di Varese), Saccà (Derthona), Gassama, Pennati (Gozzano), Castaldo, Mara, Petti (Imperia), Casagrande, Romanengo, Rovedo (Lavagnese), Cipolletta (Ligorna), Bonaccorsi, Bortoletti, Capano, Diop, Vaccari (Novara), Demontis (Pont Donnaz), Kambo, Longhi, Makota Ngalle, Puntoriere, Rosato (R.G. Ticino), Pucinelli (Saluzzo), Ferrari, Nossa (Sanremese), Grosso (Sestri Levante), Cenci, Costantini, Papi (Vado)

1 RETE: Ciletta, Gaddini, Taddei, Toma (Asti), Bernardi, Bernardo, Carrara, Gualtieri, Latini, Salvestroni (Borgosesia), Daqoune, Greco, Pavesi, Sia, Tuzza (Bra), Argento, Cosentino, Santi, Vernocchi, Vitiello, Zeroli (Caronnese), Darini, Gianola, Malaury, Pugliese (Casale), Benedetto, Bianco, Bove, Calò, D'Ippolito, Poppa, Sbarbati (Chieri), Cappai, Mapelli, Premoli (Città di Varese), Akouah, Galliani, Gjura, Luzzetti, Mutti, Nnanga, Todisco (Derthona), Fogliarino, Galvagno, Giraudo, Scotto, Specchia (Fossano), Bane, Faye, Gemelli, Molinari, Pici, Renolfi, Repossi (Gozzano), Cappelluzzo, Fatnassi (Imperia), Olivieri, Righetti, Rovido (Lavagnese), Bacigalupo, Brunozzi, Brusacà, Placido, Raja, Salvini, Scannapieco (Ligorna), Di Munno, Vimercati (Novara), De Cerchio, Florio, Lugnan, Mazzotti, Perez Moreno, Vesi (Pont Donnaz), Battistello, Fontana, Lionetti, Napoli, Pavesi, Sbrissa, Spitale, Viti (R.G. Ticino), Bedino, Cinquemani, Fink, Greco, Kieling, Mazzafera, Sima, Thiam (Saluzzo), Maglione, Mikhaylovskyi, Nouri (Sanremese), Bonaventura, Costa, Gualtieri, Marquez, Podda (Sestri Levante), Brero, Cattaneo, Quarta (Vado)

1 AUTORETE: De Lucca (Caronnese), Calzetta (Lavagnese), Vesi (Pont Donnaz), Mikhaylovskyi (Sanremese), De Bode (Vado)

Giudice sportivo

Squalificato per un turno (5° infrazione) per Giacomo Fazio

venerdì 20 maggio 2022

Il boCIccIone prelibato

Copio/incollo da imperianews.it a firma Diego David

Il Comune vuole rifare il look allo stadio 'Ciccione', teatro delle gare casalinghe dell'Imperia, facendolo diventare una vera e propria 'Cittadella dello sport.

Palazzo civico, infatti, ha partecipato al bando lanciato dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che scadeva il 22 aprile scorso con l’obiettivo di incrementare l’inclusione e l’integrazione sociale attraverso la realizzazione o la rigenerazione di impianti sportivi che favoriscano il recupero di aree urbane.

Per la precisione l’antistadio del 'Ciccione' è destinato, se il finanziamento richiesto di di 1milione e 400mila euro andrà a buon fine, ad ospitare campi di padel, di bocce e un percorso benessere. Prevista anche una ristrutturazione dell’attuale ‘stecca’ degli spogliatoi e una rigenerazione complessiva della tribuna al di sotto della quale potrebbe essere realizzata una palestra.

La dotazione complessiva che comprende, oltre la misura ‘Cittadella dello Sport’ anche impianto polivalente indoor o natatorio è di 538 milioni di euro, ed è destinata ai Comuni capoluogo di Regione e di Provincia con popolazione superiore ai 20.000 abitanti e ai Comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti. 

Una seconda misura (alla quale il Comune di Imperia non ha partecipato) riguarda la rigenerazione di impianti esistenti ma che siano di interesse delle Federazioni Sportive.  

Le due iniziative sono finanziate con 700 milioni di euro dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), Missione 5 - Componente 2 - Investimento 3.1 ‘Sport e inclusione sociale’ 


Capito perchè l'Imperia calcio è un boccone prelibato per chi ne detiene la gestione? E io che pensavo che fossero dei filantropi...

giovedì 19 maggio 2022

Eccellence League

La L.N.D. al termine del Campionato di Eccellenza e dei relativi play out della stagione sportiva 2021/2022, ha determinato le retrocessioni al Campionato di Promozione di Alassio F.C., Molassana Boero, Cadimare Calcio, Ospedaletti Calcio, Varazze Don Bosco.

Inoltre, dovendo definire un organico di 18 squadre per il Campionato Regionale di Eccellenza della stagione sportiva 2022/2023 in relazione al quale erano stati redatti i meccanismi di promozione/retrocessione ha determinato quanto segue:

Poichè sono retrocesse dal Campionato Nazionale di Serie “D” due squadre (Imperia e Lavagnese) retrocederanno al Campionato di Promozione 2022-2023 il Ventimiglia Calcio (quart'ultima classificata nel girone di play out) e il Pietra Ligure 1956 (quint'ultima classificata nel girone di play out);

Qualora il Taggia dovesse vincere gli spareggi nazionali tra le seconde classificate nei Campionati di Eccellenza (in programma a partire dal  29 maggio 2022, retrocederà al Campionato di Promozione 2022-2023 soltanto il Ventimiglia Calcio.

Questo, quindi, il tabellone provvisorio delle diciotto squadre del prossimo Campionato di Eccellenza:

Albenga

Angelo Baiardo

Arenzano FC

Athletic Club Albaro

Busalla

Cairese

Campomorone Sant'Olcese

Canaletto Sepor

Finale

Forza e Coraggio 1914

Genova Calcio

Imperia

Lavagnese

Rapallo Rivarolese

Rivasamba

Sestrese

Voltrese

Taggia (o Pietra Ligure)

Insomma, parafrasando una delle partecipanti, ci vorrà davvero molta Forza e Coraggio per assistere a un simile Campionato. 


mercoledì 18 maggio 2022

E noi?

La Lavagnese, retrocessa in Eccellenza come i neroazzurri, a poche ore dalla fine del Campionato, ha annunciato ufficialmente il ritorno in bianconero di Giacomo Nicolini, che dirigerà la Società insieme alla famiglia Compagnoni assumendo il ruolo di Direttore Generale.

Andrea Croci, che domenica ha disputato la sua ultima gara in bianconero da calciatore, sarà invece il nuovo Direttore Sportivo indipendentemente dalla categoria alla quale la Lavagnese prenderà parte.

Nei prossimi giorni la società tigullina ha comunicato che renderà note ulteriori novità relative al futuro organigramma.

E noi? 



martedì 17 maggio 2022

Silenzio assordante

 "Dobbiamo delle risposte ai tifosi. Se vogliamo continuare a essere dirigentii di questa società dobbiamo ammettere i nostri errori ed essere tutti consapevoli di averne commesso qualcuno e che si poteva correggere qualcosa. Ci sono stati segnali che non abbiamo colto. La colpa è la nostra, chiedo scusa e abbraccio i tifosi perché abbiamo tradito le loro aspettative, nonostante gli sforzi della squadra. Abbiamo perso partite che non dovevamo perdere. Poi quando una squadra non vince merita di retrocedere".

Fabrizio Gramondo? No, il Presidente del Genoa C.F.C. Alberto Zangrillo pochi minuti dopo il fischio finale di Napoli-Genoa che ha sancito la retrocessione in Serie B del Grifone.

Sono trascorsi 16 giorni dalla matematica retrocessione in Eccellenza e nè il Presidente, nè nessuno dei Perino's (tranne il D.G. Alfredo Bencardino), ha avuto voglia, non dico di scusarsi, ma almeno di ammettere gli errori commessi...

A tal riguardo, posto qui una lettera aperta di Nik.


Dottor Gramondo, in qualità di Presidente, non sarebbe ora di dire qualcosa dopo una stagione del genere? Nella mia personale concezione, il Presidente è colui verso il quale ogni tifoso si identifica o comunque fa riferimento a partire dal supporto economico nei confronti della Società per finire con la comunicazione di tutto ciò che, nel bene e nel male, la riguarda in ogni sua dinamica, sportiva e non... 

Io non so e non mi permetto di giudicare quanto e quale sia il Suo sostegno economico nei confronti dell'Imperia Calcio (anche se un'idea me la sono fatta ,sicuramente, come molta gente), trovo gravemente insufficiente il Suo operato quantomeno dal punto di vista della comunicazione sia nei confronti dei tifosi sia verso i media e la carta stampata.

Certe cariche comportano, come ben Lei saprà, oneri e onori: sono entrambi sostantivi maschili.

Capisco che i secondi saranno molto più piacevoli e gratificanti ma, qualche volta, faccia un piccolo sforzo e si ricordi anche dei primi, gliene saremmo tutti grati...

lunedì 16 maggio 2022

Morti e Trimurti

L'ultima giornata della stagione regolare ha decretato questi verdetti:

Novara promosso in Serie C

Sanremese, Casale, Città di Varese e Bra ai play off

R.G. Ticino e Fossano ai play out

Imperia, Lavagnese e Saluzzo retrocesse in Eccellenza

L'Imperia lascia mestamente la Serie D, dopo sole due stagioni, con una vittoria esterna contro il fanalino di coda Saluzzo, che permette ai neroazzurri di essere "primi tra gli ultimi", una posizione che essere diventata importantissima e che ci viene venduta come un obbiettivo raggiunto: in realtà, ai fini di una eventuale domanda di ripescaggio questo prestigioso piazzamento varrebbe ben poco perchè, come riportato nel Comunicato Ufficiale della L.N.D. "la graduatoria relativa alle Società retrocesse direttamente perché classificatesi agli ultimi due posti della classifica sarà stilata solo nell’ipotesi in cui si verificasse la ulteriore disponibilità di posti a seguito dell’esaurimento di quella che prevede l’alternanza tra le Società perdenti le gare di play out e/o retrocesse a seguito di un distacco pari o superiore a punti 8 e quelle perdenti gli spareggi Nazionali dei Campionati di Eccellenza".

Insomma, comincia bene la fase storicamente più nebulosa e irritante dell'anno, visto il silenzio assordante della dirigenza neroazzurra che, da un decennio, ha fatto della non comunicazione il suo modus operandi. Una società che già in passato, più precisamente nell'estate del 2018, aveva annunciato di aver inoltrato la richiesta di ripescaggio, salvo poi essere sbugiardata da un Comunicato Ufficiale dalla L.N.D. scovato dal blog, che aveva provocato un'imbarazzata e imbarazzante risposta della dirigenza (cliccate sui link come interessante pro memoria). Una società che, in questa stagione, è stata protagonista del pastrocchio delle sostituzioni nella gara interna contro il Saluzzo.

E qui ci fermiamo per carità di patria. Felici di essere smentiti, felicissimi se ci sarà una rivoluzione vera del gruppo dirigenziale, non la ventilata Trimurti (Perino's + MDG + Minasso) che creerebbe solo ulteriore confusione (anzi l'ha già creata viste le dichiarazioni di MDG dopo la spoilerata del D.G.).

Staremo a vedere. Concludiamo con un grande ringraziamento ai protagonisti di questa inDimenticabile (anzi Ecceellente) stagione.

domenica 15 maggio 2022

38° giornata (19° ritorno). Saluzzo-Imperia: 0-2

Questo pomeriggio alle ore 16,00, agli ordini di Fabio Franzò di Siracusa, l'Imperia di Alfredo Bencardino affronta il Saluzzo di Mario Briano.

Partita inutili ai fini della classifica tra due squadre già retrocesse in Eccellenza

il futuro è assai nebuloso, con Marco Del Gratta che ha posto delle condizioni alla sua permanenza a Imperia in contro tendenza a quello dichiarato dal D.G. Alfredo Bencardino, voci su quello che sarà il nuovo mister e la ventilata domanda di ripescaggio. Insomma, ci aspettano mesi di incertezza e silenzi, abbracci e coltellate alle spalle, come nella migliore tradizione della gestione Perino's.

Saluzzo e Imperia si sono affrontate, nella loro storia, in terra piemontese, in quattro occasioni. Il bilancio delle sfide è di 1 vittoria per i neroazzurri e 3 pareggi, 3 i gol realizzati dai liguri e 2 dai piemontesi.

L'unica vittoria imperiese è datata 30 settembre 2007, gara termina 0-1.

La partita d'andata, giocata il 9 marzo 2022, era terminata 0-0, poi trasformata con uno 0-3 a tavolino per un clamoroso errore nei cambi dei neroazzurri.

LE FORMAZIONI

Questi i convocati: Bova, Cefariello, Canovi, Carletti, Caruso, Cassata, Castaldo, Colantonio, Deiana, Fatnassi, Fazio, Giglio, Losasso, Lupoli, Mara, Minasso Montanari, Petti, Rosati, Morchio, Pillon, Vaccarezza. 

SALUZZO: De Marino, Bedino, Pittavino, Kieling, Costa, Andretta, Crudo, Mazzafera, Kone, Gaboardi, Clerici S.

IMPERIA: Caruso, Fazio, Carletti L., Mara, Castaldo, Colantonio, Deiana, Giglio, Cassata, Rosati, Montanari

LA CRONACA (a cura di Luca Bonsignorio)

5′ Lancio di Fazio per Rosati che si gira e calcia, facile in presa il portiere di casa

12′ Corner di Giglio, Rosati di testa va vicino al gol del vantaggio Imperia

14′ Rosati pesca benissimo Cassata che si libera alla grande, ma calcia debole e centrale

21′ Slalom di Deiana che non calcia, ma la mette. Il pallone arriva sul secondo a Giglio che la stoppa e calcia, ma la difesa di casa devia

25′ Fuori Colantonio per infortunio, dentro Coppola

34′ Castaldo! Ancora un’occasione per l’Imperia. Punizione dal lato corto dell’area di Coppola, sul secondo palo arriva il difensore che di testa manda fuori da ottima posizione

39′ Ammonito Mazzafera, primo giallo della gara

42′ Imperia in vantaggio, Coppola da calcio di punizione porta avanti i neroazzurri. 0 a 1

45′ Un minuto di recupero

Secondo tempo

1′ Via alla ripresa

4′ Giallo a Fazio

9′ Palo di Cassata! Il 9 riceve palla, si accentra e calcia bene. Palla piena sul montante

12′ Traversa di Deiana! Pasticcio di De Marino che su un cross lascia il pallone nel cuore dell’area, il 7 imperiese arriva a botta sicura e calcia sul legno lungo

17′ Il raddoppio dell’Imperia. Rosati dentro per Coppola che punisce De Marino e sigla la doppietta personale. 0 a 220′ Dentro Minasso e Lupoli per Cassata e Rosati

21′ Ientile per Pittavino e Clerici per Greco nel Saluzzo

23′ Lupoli subito vicino al tris, De Marino respinge

24′ Greco! Caruso respinge in parata

29′ Losasso per Fazio

31′ Gaboardi! Servito bene dentro l’area fa un tocco di troppo, Caruso riesce a parare

33′ Lupoli! Gran tiro dal limite, De Marino alza in angolo

36′ Ancora Lupoli! Solo davanti al portiere calcia alto 

38′ Kone lascia il campo a Savio

43′ Vaccarezza prende il posto di Caruso

45′ Tre minuti di recupero

48′ Finisce così 0 a 2 con doppietta di Coppola

38° giornata (19° ritorno). Risultati, marcatori e classifica

 

CARONNESE-BRA: 2-3. 44' Bongiovanni (B), 69' Masawoud (C), 79' Zeroli (C), 88' F. Esposito (C), 95 Cappelupo (B)

CASALE-LIGORNA: 1-1. 65' Gatto (C), 66' Cericola (L)

FOSSANO-ASTI: 2-1. 14' Di Salvatore (F), 41' Adorni (F), 59' Piana (A)

GOZZANO-CHIERI: 1-0. 7' Pennati

LAVAGNESE-BORGOSESIA: 0-4. 56' Marra, 69' e 90' Rancati, 75' Manfrè

NOVARA-DERTHONA: 3-1. 37', 67' e 88'  Vuthaj (N), 42' Manasiev (D)

PONT DONNAZ-CITTA DI VARESE: 1-2. 6' rig. Di Sabato (V), 21' Mamah (V), 53' Frugoli (P)

SALUZZO-IMPERIA: 0-2. 42' e 62' Coppola (I)

SANREMESE-R.G. TICINO: 1-0. 27' Larotonda (S)

VADO-SESTRI LEVANTE: 2-2. 12' Cirrincione (S), 35' rig. Costantini (V), 83' Lobosco (V), 92' Mesina (S)


CLASSIFICA

NOVARA 85 

SANREMESE 74

CASALE 64

CITTÀ DI VARESE 60

BRA 54

DERTHONA 54

CARONNESE 53

CHIERI 52

SESTRI LEVANTE 52

BORGOSESIA 52

GOZZANO 51

VADO 48

ASTI 47

PONT DONNAZ 47

LIGORNA 47

R.G. TICINO 44

FOSSANO 41

IMPERIA 33

LAVAGNESE 30 

SALUZZO 18


PROMOSSO IN SERIE C

PLAY OFF

PLAY OUT

RETROCESSO IN ECCELLENZA

sabato 14 maggio 2022

Lupopensiero

Alessandro Lupo, intervistato da Diego David su imperianews,it: "Mi fa sempre piacere l'interessamento dell'Imperia perchè Imperia è sempre una piazza ambita, una piazza nella quale, per due anni, mi son tolto delle belle soddisfazioni

Non c'è nulla di concreto, solo una chiacchierata con di dirigenti. Potrei anche decidere di tentare una avventura fuori regione, perchè mi piacerebbe confrontarmi con altre realtà e poi perchè è presto per parlare del futuro dell'Imperia, visto che ha ancora una partita molto importante da giocare. 

La scorsa stagione non è stata una separazione: al termine dell'ultima partita dello scorso Cmpionato, il presidente Gramondo mi confermò per un altro anno ma io ero in contatto con Eugenio Minasso e si era pensato che era arrivato il momento di provare nuove esperienze da parte mia e avevamo deciso di comune accordo di separarci. Credo che anche da parte loro ci fosse il gradimento di fare una nuova esperienza.

Io quando sono arrivato qua, dopo aver allenato la Sanremese, sono stata accolto con insulti di ogni genere: ero già stato a Imperia nel 2012, una stagione nefasta, ed ero tornato a Imperia apposta, perchè mi sentivo in debito con la città e la categoria, avevamo fatto un brutto anno e il mio intento era di riportarla dove l'avevo presa. Ce l'abbiamo fatta, assieme a tutti, dopodichè abbiamo fatto un Campionato splendido di Serie D, forse con una salvezza arrivata troppo presto. Di quello che la gente dice di me faccio caso fino a un certo punto. Se a qualcuno non fa piacere dove io vada a giocare dovrebbe imparare a immedesimarsi in me: quando sono arrivato qui l'unica cosa che mi hanno chiesto è di non baciare la maglia, cosa che onestamente non ho mai fatto, nè quando giocavo nè da quando alleno: l'unica che potrei baciare è quella del Lecce, che è la mia città e forse l'unica squadra che non potrei allenare è il Bari, ma se mi chiamasse il Bari accetterei perchè per me è lavoro.  

Conosco molto bene le tre anime che compongono la società: la famiglia Del Gratta con cui a Sanremo abbiamo ottenuto grandissimi risultati, i dirigenti dell'Imperia che conosco anche personalmente, la moglie di Eugenio Minasso, Marcella, con la quale c'è un'amicizia profonda. Se riescono tra di loro a trovare un accordo, possono fare molto bene per il calcio in questa città e, se questo avvenisse, mi farebbe piacere tornare ad allenare a Imperia". 

La terna arbitrale

Saluzzo-Imperia sarà diretta da Fabio Franzò di Siracusa, coadiuvato da Diego Spatrisano di Cesena e Giuseppe Cucinotta di Brescia.

Fabio Franzò, 27 anni, è un infermiere all’ospedale di Siracusa, ma nel weekend è uno dei prospetti più interessanti tra gli arbitri di Serie D. L’ultima designazione l’ha visto in campo per Casertana-Rotonda, dove con ogni probabilità ha salvato la vita al portiere degli ospiti, il classe 2002 Kapustins. Al 67’ è andato in uscita bassa in area, scontrandosi con un attaccante avversario. Ha
perso conoscenza immediatamente, il primo ad accorgersene è il compagno di squadra De Foglio che gli ha estratto la lingua. Franzò si è reso conto subito della gravità della situazione, ha effettuato il massaggio cardiaco e in quella circostanza ha notato che non c’era espansione toracica: Kapustins non respirava.

I due staff medici si sono assicurati che non ci fosse arresto cardiaco, l’arbitro si è occupato invece di quello respiratorio con cannula orofaringea e pallone autoespandibile. Il ragazzo si è ripreso dopo qualche minuto, nel sollievo generale, ed è stato portato in ospedale per gli accertamenti del caso.

Giudice sportivo

Squalificato per un turno (5° infrazione) Pierluigi Cappelluzzo e Federico Virga.

Ammonizione (11° infrazione) per Giuseppe Giglio e ammonizione (8° infrazione) per Luca Carletti

venerdì 13 maggio 2022

La rivoluzione di MDG?


Copio/incollo da imperianews.it a firma Diego David

 “Amo il calcio, mi piacciono l’ambiente e la tifoseria imperiese, ma vorrei essere io, in prima persona, a gestire la squadra il prossimo anno”. Marco Del Gratta, main sponsor dell’Imperia calcio rompe il silenzio e, quasi al termine di una sciagurata stagione culminata con la retrocessione in Eccellenza (sia pure con la speranza del ripescaggio) torna a parlare.

“Ammetto che ci sono stati vertici con l’attuale dirigenza neroazzurra -dichiara al nostro giornale -  ma accordi non ne sono stati ancora firmati. La mia condizione è questa, poter gestire la squadra, sia pure nella massima sintonia con l’attuale proprietà. Sono sicuro, infatti, che con l’esperienza maturata in questi anni, di poter garantire un lavoro proficuo”.

Del Gratta non lo dice, ma non deve aver digerito benissimo le esternazioni del direttore generale Alfredo Bencardino che al termine dell’ultima partita casalinga pareggiata 3-3 dai neoroazzurri col Fossano aveva ufficializzato, appunto, l’accordo con le famiglie Del Gratta e Minasso. Secondo le dichiarazioni di Bencardino sarebbe, addirittura, già stato formalizzato tra le parti un accordo triennale con un posto garantito nel board alla vedeva del compinato Eugenio Minasso, Marcella Golizio.

L’ex numero 1 della Sanremese non nega che incontri ne sono stati fatti, anche recentemente, che la strada, forse, è segnata, ma solo a determinate (sue) condizioni che non possono non prescindere da una gestione diretta della prima squadra, in altri termini del budget versato nelle casse neroazzurre.

In questo quadro, Marco Del Gratta parla anche delle voci che darebbero per certo il ritorno di Alessandro Lupo sulla panchina neroazzurra. “È uno dei papabili -ammette  - ma ad oggi, per quanto mi riguarda, non sono state individuate nemmeno ancora le figure tecniche in grado di poter trattare e formalizzare accordi con calciatori e allenatore”.

Le parole di Mdg sembrano far presagire alla volontà di mettere in atto, se rimarrà nell’Imperia, una mini rivoluzione societaria nell’anno del Centenario, a partire, magari dagli stessi vertici, se non altro, per dare un segnale di discontinuità nei confronti della città dopo un’annata in cui si sono ripetuti errori su errori.

In questo senso, magari, un po’ di professionalità in più servirebbe anche dietro la scrivania, considerate certe 'sviste' che sono state commesse durante la stagione, vedi i cambi sbagliati nella partita col Saluzzo.  


Voi che pensate?

Scontri diretti. Saluzzo VS Imperia

Saluzzo e Imperia si sono affrontate, nella loro storia, in terra piemontese, in quattro occasioni. Il bilancio delle sfide è di 1 vittoria per i neroazzurri e 3 pareggi, 3 i gol realizzati dai liguri e 2 dai piemontesi.

L'unica vittoria imperiese è datata 30 settembre 2007. Questo il tabellino della partita:

SALUZZO-IMPERIA: 0-1

RETE: 4' Ciolli

SALUZZO: Mordenti, Galluccio, Bessone, Milianti, Baritello (82' Ferrati), Graziolo (57' Sismonda), Peretti (77' Brino), Bonfiglio, Falchini, Jura, Paschetta. All. Scarpa

IMPERIA: Cicutti, Vago (72' Panizzi), Davanzante, Vannucci, Ciolli (60' Gatti), Di Placido, Ambrosini, Siciliano, Lamberti, Marsiglia, Chiarlone (60' Damonte). All. Riolfo

ARBITRO: Tana di Roma

La partita d'andata, giocata il 9 marzo 2022, era terminata 0-0, poi trasformata con uno 0-3 a tavolino per un clamoroso errore nei cambi dei neroazzurri.

Tutti questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.

La prossima avversaria: A.C.S.D. Saluzzo

Il Saluzzo di Mario Briano è attualmente 20° in classifica e ha totalizzato 18 punti, frutto di 3 vittorie (2 in casa e 1 in trasferta), 9 pareggi (5 in casa e 4 in trasferta) e 25 sconfitte (11 in casa e 14 in trasferta).

I gol fatti sono 20 (9 in casa, 11 in trasferta) e 57 quelli subiti (21 in casa e 36 in trasferta).

Cannonieri granta azzurri:

4 RETI: Gaboardi

3 RETI: Lewandowski

2 RETI:  Pucinelli

1 RETE: Bedino, Cinquemani, Fink, Greco, Kieling, Mazzafera, Sima, Thiam

Per aggiornamenti relativi alla rosa del Saluzzo fate riferimento a questo e questo post. dedicato al calciomercato invernale.

giovedì 12 maggio 2022

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno

E' Giuseppe Giglio il neroazzurro dell'anno: il capitano imperiese vince questo speciale concorso per la terza volta nella sua carriera, così come era accaduto a Roberto Iannolo. 

Questi, infatti, i vincitori delle 14 stagioni precedenti: Marco Di PlacidoGian Luca BocchiRoberto Iannolo , ancora Roberto IannoloGuido Balbo , Roberto IannoloMarco PrunecchiAmerigo CastagnaGiuseppe GiglioArturo YmeriGiuseppe GiglioEdoardo Capra e ancora Edoardo Capra.  

Complimenti al capitano, anche in questa stagione uno dei pochi a salvarsi, e appuntamento alla prossima stagione.

Sondaggio. Il neroazzurro dell'anno


Chiudo il sondaggio " Vota il migliore contro il Fossano" che ha visto la vittoria di Rosati (5 punti), seguito da Virga (3 punti) e Giglio (1 punto).

Per effetto di questo risultato, quindi, la classifica, dopo diciannove giornate, è la seguente:

41 punti: Giglio

25 punti: Bova

16 punti: Coppola, Caruso

14 punti: Petti

10 punti: Cassata, Mara

6 punti: Deiana Testoni

5 punti: Lupoli, Rosati, Virga

4 punti: Montanari

3 punti: Cappelluzzo, Morchio

1 punto: Castaldo, Demontis, Fatnassi, Fazio,  Losasso

mercoledì 11 maggio 2022

A volte ritornano...

 ... e ritornano... 


Lunedì, probabilmente, l'annuncio, con una sgradita e incomprensibile sorpresa...