sabato 13 dicembre 2008

Le partite del cuore

Continua la collaborazione di im1923 con l' "Eco della Riviera". Questa volta rievochiamo la partita Imperia-Argentina Arma, disputata il 1° maggio 1988.


Questo il testo dell'articolo:
Imperia. 1° maggio 1988, stadio “Nino Ciccione”, campionato di Promozione ligure.
E’ l’ultima giornata di una travagliatissima stagione: i nerazzurri affrontano l’Argentina Arma, in una drammatica partita che vale una stagione.
L’Us Imperia del presidente Werner Rivaroli è in caduta libera: rilevata quando ancora era in serie C2, il massimo dirigente ingauno, nel giro di 4 anni, ha fatto precipitare il club di piazza
d’Armi in Promozione.
La stagione era iniziata con la rinuncia a giocare le prime due gare contro l’Alassio ed il Ceriale, per protesta dello stesso presidente Rivaroli nei confronti d e l l ’ a m m i n i s t r a z i o n e
comunale, a causa di una polemica relativa all’utilizzo del “Nino Ciccione”.
Alla terza giornata, finalmente, l’Us Imperia scende in campo contro la Veloce Savona e inizia la
sua stagione. Allenatore dei nerazzurri è inizialmente Milly Giordano, che ha a disposizione un manipolo di ragazzi locali, rafforzati inizialmente anche da Claudio Desolati (attaccante toscano, ex Fiorentina) e dal bomber savonese, Tony Saltarelli.
Ma torniamo al 1° maggio 1988. Ai nerazzurri reduci
da 3 sconfitte consecutive, che l’hanno fatti precipitare sul fondo della classifica, per poter raggiungere la salvezza, serve assolutamente la vittoria contro i rossoneri di Ezio Caboni.
Il nuovo allenatore dei nerazzurri è Gianni Schiesaro, subentrato al dimissionario Giordano.
Il vecchio “Scheggia”, dovendo fare di necessità virtù, svolge anche la mansione di calciatore,
ponendosi al centro della difesa nerazzurra: per lui sarà l’ultima delle 171 presenze con la casacca
della vecchia Us Imperia.
I ragazzi sono ormai abbandonati da tutti, dalla dirigenza, ma anche da parte della tifoseria imperiese che ha sposato la causa della neonata As Imperia 1987.
Resta solo l’orgoglio dei ragazzi che scendono in campo, impietriti dalla responsabilità che grava su di loro.
Queste le formazioni della partita. Imperia: Ciaffardone, Duberti, Laureri, Pastorino, Lucadello, Schiesaro, Bianchino, Luongo, Giordano, Pinto, Palma. All.: Schiesaro.

Argentina: Minori, Nocera, Capozzi, Parise, Sabatini, Di Antonio, Gregorio, Molinaro, Pinelli, Sbatucci, Ferrari. All.: Caboni.
L’inizio della partita non è affatto incoraggiante: dopo 23 minuti i nerazzurri subiscono la rete del
vantaggio armese, realizzata da Molinaro. Sembra l’inizio della disfatta, anche perché non c’è alcuna reazione.
Al rientro dagli spogliatoi, però, la gara cambia: dopo neanche un minuto, i nerazzurri pareggiano con Pinto e raddoppiano 10 minuti dopo con Palma. E’ il gol che significherebbe la salvezza ed i ragazzi di Schiesaro cercano di amministrare il piccolo vantaggio.

Al 38’ arriva però la doccia fredda: l’Argentina pareggia i conti con Pinelli e i nerazzurri sprofondano nel dramma.
Ma, forti del loro orgoglio, reagiscono in maniera confusa ma veemente: è un assedio alla porta del futuro portiere nerazzurro Gianni Minori, fino a che, al 43’, a pochi attimi dal fischio finale
di Coppello di Genova, “Gerry” Giordano, figlio dell’ex mister nerazzurro, trova il gol del 3-2.
Dopo 2 interminabili minuti di recupero, il fischio finale: la festa salvezza può iniziare...

Ma è una festa di breve durata. Pochi mesi più tardi, il presidente Rivaroli non iscriverà la società nerazzurra al torneo di Promozione, condannandola all’inevitabile radiazione.
In pratica 65 anni di storia vengono cancellati in un attimo.
L’eredità della vecchia Us Imperia sarà presa dall’As Imperia 1987, che inizierà la sua risalita verso il calcio che conta: 15 anni dopo, sarà ancora in serie C2...
Ma 8 anni dopo sarà ancora radiazione.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Si giocherà domani? Viste le previsioni...speriamo bene quest anno sembra che anche il tempo si accannisca sulla povera imperia! Comunque chi sa qualcosa ci tenga informati...

Anonimo ha detto...

SERI RISCHI DI RINVIO......
DOMANI DANNO ACQUA TUTTO IL GIORNO.

luca ha detto...

E speriamo che scenda anche un pò di VINO!