giovedì 30 maggio 2013

Ricominciamo ! Garantisce Alfredo Bencardino

Approfitto della disponibilita’ e della competenza di questo blog per informare tutti i tifosi e gli sportivi imperiesi che il progetto per la stagione 2013/2014 è iniziato.
Parto dalle cariche societarie:presidente Dott. Fabrizio Gramondo, Direttore Generale Attilio Ascheri, Direttore Tecnico Alfredo Bencardino, Direttore Sportivo compreso il Settore Giovanile Adriano Pisano, Responsabile del Settore Giovanile Paolo Semeria ed il Direttivo tutto.
Ringrazio quest’ultimo di essere rimasto, nonostante la delusioni della passata stagione, con l’onestà e la serietà di assolvere a tutti gli impegni presi negli anni precedenti e di essere riuscito a mettere a disposizione, con un ulteriore sacrificio, un budget che, anche se limitato, ci dà la certezza e la sicurezza di poter iscriverci al Campionato e continuare a far vivere la NOSTRA IMPERIA.
Tutti insieme stiamo cercando di dare di nuovo credibilità e visibilità.
Il sottoscritto sarà responsabile anche dei rapporti con la stampa e con il blog cercando settimanalmente di tenervi informati di tutto (squalifiche, infortuni, ecc…)
Vi posso dire che al 90%  l’allenatore sarà il signor Andrea Caverzan e che non piu’ tardi del 2 luglio, data entro la quale si possono firmare i tesseramenti, la squadra sarà completa e competitiva compresa di massaggiatore, vestiario, magazziniere, campi d’allenamento ecc..

VI ASSICURO CHE CI TOGLIEREMO DELLE SODDISFAZIONI
FORZA IMPERIA SEMPRE
Alfredo Bencardino “Ruspa”

13 commenti:

Lello ha detto...

Un uomo, una garanzia !!! Finalmente !!!

Anonimo ha detto...

Questo penso che sia l'intervento piu' bello di un dirigente dell'Imperia (e tifoso soprattutto) che si sia mai letto su questo blog.
GRAZIE BENCA.

Anonimo ha detto...

Bencardino mi scusi se mi permetto, ma non poteva sporcarsi le mani prima ? Se interveniva durante la stagione appena trascorsa forse le soddisfazioni potevamo già averle avute....
Però forse è vero, si fa più bella figura così, a fare affondare la barca e poi uscire allo scoperto in modalità paladino della giustizia.
Mi dispiace scriverlo, ma mi ha deluso !
Luca

Edicola Onegliese ha detto...

Da tifoso dell'imperia non chiedo nient'altro che un annata normale, sarebbe già una gran cosa, e vedere che la persona di Bencardino ci mette la faccia è già un ottimo inizio. Grazie Benca!!!!

im1923 ha detto...

Luca, rispetto ma non condivido quanto scrivi. Conoscendo "Ruspa" non mi pare proprio una persona opportunista come la dipingi. Sono invece contento di quanto ha affermato in questa dichiarazione d'intenti.
Quella prospettata da "Ruspa" è la soluzione più intelligente per cercare di ricostruire dalla macerie l'Imperia del futuro: non mi aspetto trionfi e promesse, ma tanta concretezza, tanta serietà e tantissimo amore per i colori neroazzurri.
Mi auguro che, come ha affermato, l'Imperia dei prossimi anni comunichi con l'esterno, non faccia l'errore che hanno fatto le ultime dirigenze. La città deve/vuole essere coinvolta, deve/vuole tornare ad essere orgogliosa dei propri colori sociali.
Per fare poi il salto di qualità, poi, speriamo che una società nella quale sono presenti persone competenti, serie e neroazzurre, possa invogliare qualcuno ad entrare in società.

Anonimo ha detto...

X Luca: non è che magari durante la stagione in corso era la società che non aveva intenzione di cambiare le cose ?

Portorino ha detto...

Concordo in toto im1923. Scusa Luca, ma non ti sembra di esagerare? Ma secondo te Ruspa cosa avrebbe potuto fare nello sfacelo generato la scorsa stagione dagli "Innominabili"? Non so se questa "rivoluzione" abbia davvero tagliato fuori i responsabili del disastro, ma quantomeno una serie di nomi davvero nerazzurri e non finti come quelli della scorsa stagione e una serie di intendimenti per nulla campati in aria e "anglofonizzati", come quelli da sbellicarsi dal ridere della scorsa stagione, lasciano pensare che questo possa finalmente essere l'anno della svolta. Crediamoci e poi giudicheremo!

Espoirs ha detto...

Undici leoni con il nerazzurro tatuato sulla pelle. Non chiediamo altro Ruspa e poi sarà quel che sarà.

Anonimo ha detto...

Portorino delle 13:26,hai super ragione sul discorso di Ruspa che se fosse arrivato la stagione passata non avrebbe combinato nulla di buono con tutti i personaggi strani e incapaci pescati dall'ex presidente
Alberti.Ripartendo da Ruspa si può pensare in positivo.Se sarà l'allenatore Caverzan è un'ottima scelta perchè è bravo a lavorare con i giovani e l'ha dimostrato nelle precedenti esperienze quando allenava l'Argentina Arma,il Taggia,la Juniores nazionale e gli allievi dell'Imperia...

SANLORENZO ha detto...

Grazie Ruspa, finalmente parole degne e da una persona corretta! Finalmente si sente di nuovo parlare della Squadra nei tempi necessari x costruire e non ad inizio stagione o ancor più avanti come negli ultimi anni! Ora crediamo veramente nella rifondazione! Avanti con serietà ed entusiasmo,creiamo nuovamente un Ciccione caldo ed appassionato!!!

El Lobo ha detto...

E' tanto che non intervengo sul blog ma stavolta sento di farlo perché, per la prima volta dopo anni, vedo uno spiraglio di luce. Se Ruspa ci mette la faccia è perché ha avuto delle garanzie. Garanzie tangibili, intendo, non parole. Bencardino è una persona competente, seria, affidabile e soprattutto (merce rarissima nel calcio di oggi) un UOMO. Abbiamo chiacchierato più volte in passato della situazione Nerazzurra, alla partita di pallanuoto, dove ci incontriamo quasi sempre: chissà come mai non mi ha mai detto una parola in più o in meno di quelle che avrebbe dichiarato pubblicamente in seguito. Non come altri che raccontavano una versione diversa ad ogni interlocutore. Questa si chiama "coerenza" (cfr. Dizionario della Lingua Italiana per la maggior parte dei personaggi alternatisi in Piazza d'Armi negli ultimi anni). Qui nessuno pretende uno squadrone che ammazzi il campionato, specialmente dopo le umiliazioni subite (e non mi riferisco ai risultati) di questi ultimi tempi, ma credo che i SUI, i tifosi e la città abbiano diritto a quella dignità che è stata affossata da improbabili manie di grandezza di deliranti.
A Luca rispondo solo (e mi fermo qui, è meglio...) che sono ben altri ad aver deluso.
Con Ruspa sempre! Riappropriamoci dell'orgoglio Nerazzurro!

Anonimo ha detto...

Sicuramente dal punto di vista umano la persona non si discute , pertanto alcune riflessioni sono solo ed escusivamente di carattere calcistico. L'Organigramma e stato dedinito ed era necessario per ripartie. Quello che mi lascia perplesso sono un po le figure: nel calcio la figura di Direttore Generale e colui che si occupa dell Amministrazione della societa sia dal punto di vista amministrativa sia dacquello tecnico. Poi abbiamo la figura del Direttore Sportivo (non sempre con la presenza di un DG) il quale dovrebbe occuparsi della campagna partenze/acuisti. Il Direttore Tecnico figura oramai obsoleta con quali competenze? Poi ancora l'Allenatore che ha tutta la competenza tecnica sulla conduzione della squadra ed e quello che poi in buona sostanza rischia piu di tutti (ma questo gli allenatori lo mettono in preventivo). Io credo che ci siano troppe figure e poco inclini a decisioni collegiali. Se poi sommiamo A+B+C il costo non e da poco per dei doppioni, perche cosi sara' dal momento che e' notorio che tutto e' riconducibile ad un interesse finanziario e non di facciata. Se poi si vuole riflettere pure sui risultati sportivi da allenatori forse qualche dubbio puo' sorgere.

go homer ha detto...

Personalmente ritengo che manchi invece una figura non da poco: il Presidente, almeno per come lo intendo io... ma spero vivamente di sbagliarmi.