venerdì 25 luglio 2008

Ritorna il Settore giovanile nerazzurro

Continua l'opera di ricostruzione dell'Imperia calcio, con l'inevitabile e necessaria rinascita dal nulla del Settore giovanile, colpevolmente raso al suolo dal master.
La seconda notizia è che l'iscrizione ai corsi è GRATUITA... e di questi tempi è davvero una gran notizia.
Davvero un bel modo per ricominciare ed una sfida lanciata alla concorrenza: non ci saranno zebre a fianco del logo, ma il nome Imperia ed i colori nerazzurri per noi hanno lo stesso valore. Credo che ora il "monopolio" potrebbe essere contrastato.
La terza notizia è che le iscrizioni si tengono presso della Segreteria del Nino Ciccione, finalmente riaperta non per farne un dormitorio: tutti i giorni, nel pomeriggio, negli orari che potete leggere nella locandina che vedete qua sotto.


19 commenti:

Anonimo ha detto...

istruttori qualificati ? a zero costo ? ma fammi il piacere e non prendiamo in giro nessuno. Monopolio ? ognuno e' libero di scegliere cio' che e' meglio per il proprio figlio ma il fatto che lo si faccia gratis deve rendere l'idea che in qualcosa si possa difettare.

un ultras ha detto...

Possibile che ad ogni iniziativa che prende la nuova dirigenza, qualcuno abbia sempre da contestare qualcosa!!!???

questa è una grande idea per attirare gente, e poi come dice 1m1923 di questi tempi fa anche comodo.

LUNGA VITA AGLI ULTRAS

Anonimo ha detto...

Sono daccordo, daccordissimo con l'ultras delle 8.53!


GRANDI SAMURAI!



MASSIMO

celestino ha detto...

Come allestire un settore giovanile dal nulla se non con qualche incentivo e poi si prosegue la politica dello scorso anno del Progetto Olimpia. Gli istruttori presumo siano tutti abilitati e poi vi posso assicurare che, dopo aver seguito il figlio per una decina di anni di giovanili, gli allenatori che operano in zona sono tutti più o meno bravi e fenomeni non ne ho conosciuto, anzi ho apprezzato di più gli allenatori che tecnicamente erano meno validi ma molto bravi a relazionarsi con i ragazzi a farli crescere caratterialmente senza la ricerca del risultato ad ogni costo. Poi è l'iscrizione che è gratuita gli allenatori avranno il loro rimborso spese e per la società sarà un costo o un mancato guadagno a secondo i punti di vista ma per allestire un vivaio degno di questo nome bisognerà fare pur qualche sacrificio. Sperando che in futuro questi ragazzi siano utili alla prima squadra e non venga fatta campagna acquisti nelle società limitrofe come successo l'anno scorso ad una società che esaltava i suoi giovani e poi tesserava ragazzi di Sanremo sicuramente bravi ma più dei nostri di imperia?

Anonimo ha detto...

Peccato che un settore giovanile gratuito non permetta di avere amicizie e collaborazioni con squadre molto importanti come la juve ,non c'è che dire , ma è molto più triste vedere che questa grande società quest'anno è scesa in riviera una sola volta per partecipare ad un torneo organizzato dal Golfodianese nel quale la RivieraPontedassioC**zieMazzi etc...etc... non è stat neanche invitata ....

prrrrrrrr ha detto...

un invito speciale a tutti i sostenitori se ce ne sono della prrrrro imperia fatevi 1 blog e non ci rompete piu le scatole grazie

celestino ha detto...

le collaborazioni con grandi squadre professionistiche è solo una facciata per aumentare il numero degli iscritti. Danno l'illusione di avere un futuro in campi più blasonati ma solo se un ragazzo è veramente bravo farà strada a prescindere da affiliazioni alla Juve o allenatori super qualificati. Si nasce con certe doti che puoi affinare e se sei fortunato ...

master ha detto...

Caro Marco Alberti,industrialotto del latte e dell'edilizia cittadina,smettila di sparare cagate a ripetizione sul calcio!
Negli ultimi due mesi,cioè da quando la vecchia Imperia è stata cancellata dal panorama calcistico,hai annunciato almeno una quindicina di programmi diversi per il futuro della tua riviera-pontedassio.
Probabilmente in alcuni casi ha influito la cocente delusione della retrocessione appena patita(tipo quando hai tuonato dicendo che ti saresti occupato del solo settore giovanile),probabilmente altre volte i tuoi compagni di avventura non la pensavano esattamente come te e ,per compiacerli,hai prospettato il basso profilo.
Poi il tuo amichetto Marco,desideroso di mettere a posto la questione Imperia, ti convoca e ti mette di fronte al diavolo,impersonato da sinagra e galliano.
Giammai ti metterei a "fare calcio" con loro e allora di nuovo a cercare nuove vie e nuovi programmi.
Poi,un bel giorno,mentre cerchi di capire come la pensano i famigerati ultras,scopri che qualcuno ha fatto quello che non hai mai osato:far rinascere l'Imperia.
Da allora in avanto ho assistito ad una corsa incredibile nel cercare di offuscare la luce nascente,con miraggi di ingaggi stratosferici per la tua categoria(altro cambio di programma...).
Oggi leggo che ingaggi Faraldi e che ti proponi di riportare il calcio che conta in citta'...sai cosa ti dico? TIENITELO PURE IL TUO GIOCATTOLO!

intruso ha detto...

cari amici della pro,venendo a scrivere su questo blog,non fate altro che aumentare l'odio che esiste nei vostri confronti.
Un buon studio di marketing direbbe che sarebbe meglio lasciar perdere le questioni,specie in territorio nemico.
Oltretutto,grazie alla vostra politica,non avete nessun amico.

YOGURT ha detto...

Alberti ha ingaggiato mister Faraldi ... perchè l'ha consigliato Riolfo o perchè ha una squadra di femminuccie?

Sanre............. ha detto...

sono un appassionato di calcio lo ammetto.sara' una colpa ? non lo so . odio da sempre la Sanremese dai tempi in cui all'eta' di 6 anni mi portava allo stadio a tifare Imperia ( bei tempi, lo stadio era pieno ) poi con la crescita ho continuato a seguire la squadra impegni scolastici permettendo ed a tifare Imperia fino a qualche tempo fa .
Ho un figlio grande che fa altro sport ed il piccolo che inizia la strada del calcio.
Leggendo casualmente e saltuariamente questo Blog mi pare di vedere due societa' acerrime nemiche con rivalita' stile Imperia Sanremerda . Ma son sveglio o son rincoglionito due societa' di Imperia con progetti forse diversi ma pur sempre di Imperia . L'ideale sarebbe la squadra unica ma se non vi e' unita' di intenti che percorrano le proprie strade senza odio ( ? )quello lo riservero' sempre per quella squadra che sta dopo Arma di Taggia perche'noi siamo e saremo sempre il Capoluogo e perche' perche' perche' Sanr... e' .... .
concludendo un appello ad entrambi i sostenitori dirigenti allenatori e quant altro, smorzate i toni fate un buo lavoro e smettiamola di romperci in casa ad IMPERIA.
non so se verro' ascoltato ma tanto non mi costava nulla provarci.
Forza Imperia sempre e qualunque esse siano.

EL LOBO ha detto...

PER IL P.R.O.-CONIGLIO (ovviamente ANONIMO) delle 8.53
E tu chi hai di qualificato? Chiappino? Torrente? Pea? Casagrande?
Mi risulta che l'unico "qualificato", Pionetti, abbia optato per nuovi lidi. Forse è stato spaventato da una realtà enorme come la vostra ed ha preferito accasarsi in categorie più tranquille, come la serie A francese...
Se ti caghi sotto perché ogni ragazzino che lascia Pontedassio costa 250€, o giù di lì, fai bene e ti consiglio di fare scorta di pannoloni all'Ekom perché ne avrai bisogno...

enju ha detto...

Lobo ti devo correggere ma il mitico Pio è in serie B, magari fosse in serie A.... non ti posso dire tutto......

Anonimo ha detto...

enju....enju.....che mi combini....dalla padella alla brace...

Kalle ha detto...

Non ho mai avuto nulla contro la Riviera, anzi, tanto di cappello a chi per anni ha comunque dato la possibilità di giocare a pallone in una città povera di strutture e di iniziative come la nostra.
Ma è da quando ho fatto i pulcini (1982) che l'Imperia ha sede in Piazza d'Armi... gli altri sotto un ponte dell'autostrada.

Ps a chi si stupisce di un settore giovanile qualificato a costo zero, vorrei ricordare che l'A.S. Imperia 87 per i primi anni fece un settore giovanile a costo zero, solo offerte da parte delle famiglie con tanto di sacche, tute e materiale sponsorizzato SICAUTO ... E TUTTE LE TRASFERTE DEL SETTORE GIOVANILE IN PULLMAN a causa di quella maledetta tragedia...

Anonimo ha detto...

Caro Kalle (pulcino del 82) forse ti sfuggono 2 dettagli.
La PRO IMPERIA (ex Riviera Calcio) opera su una struttura propria dal 1970 (oggi in parte addirittura acquistata); P.zza d'Armi non è e non potrà mai essere di nessuno se non dell'unico legittimo proprietario che è il Comune di Imperia. A me pare molto diverso se si desidera "guardare" lontano ... oggi potrebbe esserci domani ... chissà ... L'autostrada non ci crea nessun problema sai ... Sull'altro punto (Imperia 87) forse non ricordi dove portarono quelle lungimiranti strategie (vedere archivio Tribunale di Imperia...). Comunque grazie per i complimenti e in bocca al lupo grande Kalle.

El Lobo ha detto...

Caro anonimo (coniglio del 2008), vai in una macelleria e acquista un paio di coglioni (non necesariamente della tua specie) poi armati di bostik e attaccali in mezzo alle gambe.
Forse così ti firmerai...
Per la cronaca, l'acquisto dello stadio era stato proposto dal comune ad almeno 2 gestioni che però hanno rifiutato... Quindi ora è del comune ma non è detto che sarà sempre così.
Per Enju: grazie della precisazione, cmq anche tu sei "qualificato" ma mi sembra che l'anno prossimo vestirai Nerazzurro ;-)
Faraldi chi porta in biancoblu? Qualche donnina della matuziana?
Ciao orecchie lunghe...

master ha detto...

X anonimo, ma non troppo,inatnto abbiamo capito chi sei...:

Se siete cosi' orgogliosi e, allo stesso tempo,gelosi della vostra struttura,che comunque rimane sempre sotto un ponte e in riva al fiume, che qualche volta vi fa pure lo scherzetto,perche' non decidete di giocare le vostre gare interne sul "vostro" campo senza andare a rompere le scatole all'Imperia e ai suoi tifosi profanando il Ciccione?
Oltretutto mi sembra che una capienza di 30/40 persone sia piu' che sufficente per contenere gli unici spettatori che seguiranno le gesta delle faraldi's angels...o boys?
Intanto non avete piu' la scusa della scorsa stagione delle dimensioni ridotte del campo perche' SIETE RETROCESSI!!!

Anonimo ha detto...

Quando personalmente giocavo e mi allenavo nell'imperia,parlo di settore giovanile,ero strafelice
di pagare e di indossare i colori
nerazzurri!!!detto questo � anche vero che la questione di pagare o meno per allenarsi non � il fulcro del discorso,ma � quanto la gente (in questo caso
i mister) ci mettano passione
per insegnare a divertirsi e allo stesso tempo cercare di formare atleti che un giorno possano
indossare il nerrazzurro in prima
squadra!!!

Forza vecchio cuore nerazzurrooo
lunga vita ai samurai!!
(sperando di salire velocemente
almeno in serie D!!!)