mercoledì 14 marzo 2007

Imperia-Rivarolese: 2-0

Questo pomeriggio, al “Ciccione”, é stato disputato il recupero del 21° turno di Campionato (quarta di ritorno), non disputato per il blocco dei Campionati deciso dalla FIGC, dopo i noti fattacci di Catania. Si é giocato davanti a spalti semi deserti, causa il giorno lavorativo, l'orario e la drammatica situazione societaria nella quale versa l'U.S. Imperia 1923. Tra i nerazzurri, reduci da quattro sconfitte consecutive, assenti lo squalificato Panizzi e dei lungodegenti Mazzei e Notari. Di fronte i torinesi della Rivarolese, lanciatissimi da sette risultati utili consecutivi.
I nerazzurri si sono imposti per 2-0, grazie a due splendide reti realizzati nella ripresa.
Il primo tempo é stato di una noia mortale, con le due squadre bloccate dalla paura. Le uniche emozioni sono un atterramento in area di Clerino al 10°, sul quale l'incerta terna arbitrale sorvola. Due minuti più tardi, la Rivarolese sfiora il gol con Perrone che, solo davanti a Blasetta, non fa di meglio che sparagli il pallone addosso e sulla sua respinta sbuccia clamorosamente il pallone, a due metri dalla porta. Merzek, poi, al 40°, a seguito di un contrasto areo con Moro, lascia il terreno di gioco in barella, per il colpo ricevuto alla testa.
Nella ripresa, si sono letteralmente scatenati i nerazzurri. Al 48° Chiarlone salta come birilli tutti i difensori avversari, ma non riesce ad impensiere il portiere ospite. Al 50° il gol del vantaggio con un perentorio stacco di testa di Vago su punizione calciata dalla tre quarti da Iannolo, con la palla che si è infilata nell'angolo alla destra di Ferrato. Quarto gol stagionale per il capitano nerazzurro, record personale per il forte difensore piemontese. I nerazzurri non mollano la presa e continuano a cingere d'assedio la difesa ospite, sfiorando il raddoppio al 54° con Chiarlone ed al 58° con un colpo di testa di Clerino.
Il raddoppio arriva al 69° grazie ad uno spettacolare tiro al volo di Benassi su cross dalla sinistra di Garibbo, che si infila nell'angolo destro alla destra di Ferrato.
Nel finale i nerazzurri sfiorano più volte la terza marcatura, colpendo un clamoroso palo interno con Cuneo, servito splendidamente da Iannolo, con un paio di conclusioni dal limite di Iannolo e con Clerino che all'84° costringe ad un miracolo il portiere ospite. Gli ospiti assistono inerti all'assedio e tornano a casa a riflettere sui loro errori e soprattutto sull'assurda maglietta che indossavano.

Questi i nerazzurri schierati da Barozzi:
Blasetta, Vago, Fiorentini, Cuneo (76° Brega), Milianti, Di Placido, Benassi, Merzek (43° Garibbo), Clerino, Iannolo, Chiarlone (90° De Simeis).

Questi i risultati ed i marcatori delle altre partite:
Alessandria-Canelli 1-1 23’ Rig. Della Morte (A); 62’ Rig. Lentini (C).
Borgomanero-Castellettese 0-0
Canavese-Savona 1-1 7’ Pellegrini (S); 64’ Rig. Alberti (C).
Casale-Casteggio 1-0 62’ Marchetti (C).
Lavagnese-Voghera 0-0
Orbassano-Sestri L. 3-1 2’ Mastrapasqua (O); 33’ Marotta (S);70’ Salacone (O); 75’ Santoro (O).
Saluzzo-Giaveno 1-3 15’ Ammendolea (G); 19’ Pessone (S);49’ Melle (G); 57’ Melle (G).
Vado-PB Vercelli 1-1 24’ Zirafa (PB); 50’ Lombardo (V).

Per effetto di questi risultati questa è la classifica:
Canavese 56
Savona 51
Casale 49
Orbassano 40
PB Vercelli 40
Alessandria 39
Voghera 36
Giaveno 35
Borgomanero 35
Lavagnese 34
Rivarolese 33
Imperia 29
Saluzzo 25
Castellettese 24
Sestri Levante 24
Canelli 23
Vado 20
Casteggio Broni 19

3 commenti:

Anonimo ha detto...

splendido e puntuale come al solito

Peo ha detto...

Dai...che almeno sul campo forse ce la facciamo !!

im1923 ha detto...

peo, quello che stanno facendo i ragazzi (porcata con la P.B. Vercelli a parte) é straordinario. Sappiamo tutte le vicissitudini che vivono ogni giorno, sappiamo dei 5 mesi senza stipendio e quindi, da parte mia e di tutti, un grazie grande così, come vada a finire. Un esempio per tutti, specie per presidente, istituzioni ed impredintori locali, nei confronti dei quali riverso tutto il mio disgusto.