sabato 2 agosto 2008

La replica di Fabrizio Piccareta

Da un pò ti tempo, avendo un incarico all'interno della nuova società ASD IMPERIA, seguo con interesse le notizie ed i commenti che animano questo blog.
Non ho mai ritenuto corretto (forse proprio perché parte in causa) intervenire con un mio commento relativamente alla querelle che va avanti da giorni.
Decido di farlo oggi dopo aver letto alcuni commenti al post di Giambo Bocchi forse perché, in qualità di responsabile tecnico del settore giovanile dell'IMPERIA nonché del progetto di "attività propedeutica al gioco del calcio" (che, tengo a precisare, portiamo avanti dallo scorso anno quando ci chiamavamo ancora Progetto Olimpia), mi sento chiamato in causa dalle "considerazioni" degli "anonimi" (che tanto anonimi non sono...).
Al commento dell'anonimo delle 2.06 "La vostra scuola calcio adotta la stessa politica dell'oratorio... avanti... tutti nella mischia!!!" rispondo: e allora? Non siamo né la Juventus né l'Inter. Non dobbiamo fare selezione, né ci vanteremo di aver scoperto talenti. Quanto ai "figli di dottori politici" non sono abituato a trattare i bambini sulla base del reddito dei genitori, né sulla base della loro nazionalità. Cosa dovremmo fare, chiedere il 740 all'atto dell'iscrizione? All'anonimo delle 6.29 voglio chiarire che, come dicevo prima, abbiamo iniziato l'attività di avviamento al calcio nelle scuole elementari già da un anno.
Anna, Pina, Simone, Giuseppe ed il sottoscritto (nessun esperto talent scout) hanno, tutte le mattine, fatto divertire e giocare i bambini delle scuole di Oneglia e Porto senza, ripeto, senza nessun altro scopo che non fosse quello di far fare loro un pò di attività motoria e ci sono tutti maestri e le maestre a testimoniarlo.
Per cui mi fa ridere sentirlo definire "progetto articolato ad arte".
Fabrizio Piccareta

8 commenti:

giambo ha detto...

Grazie Fabrizio per la tua testimonianza che ha reso ancor piu' chiaro il mio concetto.
Penso che il lavoro(egregio) che avete svolto nelle scuole la scorsa stagione con il "progetto olimpia" quest'anno sara' ancora piu' importante perche' interessera' ancora piu' scuole.
L'unico inconveniente è che,chiamandoci Imperia,saremo sicuramente oggetto di strumentalizzazioni.
Sai cosa possiamo risponedere? Venite con noi,volontari,e vedrete che piu' bella cosa non c'è che vedere i nostri figli "avvicinarsi" al calcio e all'attivita' motoria in genere.
Saro' felice di farlo anch'io,almeno una volta a settimana,magari assieme ad "antonio l.t.",cosi' potra' capire qual'è lo spirito che ci anima...

e 290 ha detto...

ciao fabri un buon lavoro anche a te -

Anonimo ha detto...

mi e arrivata la voce che Dipla no sta piu col Suzzara...Giambo...lo porti con noi?

El Lobo ha detto...

Fabrizio, hai fatto bene a precisare ma credimi: solo quelli a cui brucia il deretano devono mettere i bastoni tra le ruote. E' giusto fare avvicinare i giovani al calcio oltretutto cercando di non gravare eccessivamente sulle famiglie: è un periodo di crisi e non tutti purtroppo possono permettersi spese extra...
Continuiamo per la nostra strada, lasciando perdere i rosiconi...

master ha detto...

Miss g,tu ne sai qualcosa di Dipla?
Se tornasse nell'Imperia,quella vera,sarebbe la ciliegina...Giambo,visto che eri il suo capitano,portalo con noi!

miss g ha detto...

mi spiace caro Master, avevo letto anch'io che era al Suzzara.........ma se sapro qks vi dico...............

Anonimo ha detto...

sarebbe bello che dipla tornasse nell'Imperia visto che è stato premiato come nerazzurro dell'anno...

Anonimo ha detto...

Mi collego a quello che ha detto fabrizio. il lavoro iniziato l'anno scorso nelle scuole e nel settore giovanile è arrivato a termine della passata stagione con grande entusiamo e soddisfazione da parte di tutti. e quest'anno c'è ancora l'intento di lavorare bene e di portare avanti il nostro progetto con serietà... perchè parlare male ancora prima di vedere come funziona la società, dalla prima squadra al settore giovanile?fate lavorare e vi garantisco che non rimarrete delusi.