giovedì 7 agosto 2008

Le casacche nerazzurre: le assurde

Chiudiamo il viaggio tra le casacche indossate dai giocatori nerazzurri, andando a vedere due magliette che definisco "assurde", poichè nulla hanno a che vedere con la storia e la tradizione nerazzurra.
La prima è una casacca arancione, con maniche blu, indossata in una sola occasione, nella stagione 1980/1981, serie D, nella penultima partita del torneo, tra la capolista Imperia ed il Voghera secondo in classifica. La partita, per la cronaca, terminò 1-0 con rete di Tonino Sacco, entrato da pochi secondi, e sancì la promozione in C2 di entrambe le compagini.
Nella foto, indossa l'insolita casacca il centrocampista Dorno Greco (alle sue spalle c'è il match winner Sacco), fotografato a fine gara mentre abbraccia il bomber rossonero Colloca.
La seconda casacca è gialla e nera, con calzoncini bianchi e calzettoni gialli.
Ad indossarla è lo "sparviero" Alberto Francesconi.

Termina qui il lungo viaggio nella storia delle casacche nerazzurre, che spero abbiate gradito, così come è piaciuto a me raccontarlo.

A giorni verranno presentate le nuove casacche che, secondo quanto è trapelato, saranno tradizionali: a strisce verticali nere ed azzurre la prima e bianca con bordi neri ed azzurri la seconda.

3 commenti:

miliziano matuziano ha detto...

ciao, sono matuziano e ti devo fare i complimenti per come gestisci questo sito-blog, cercando sempre di renderlo interessante (e lo è...), tenendolo sempre fuori da inutili e sterili campanilismi con l''altra tifoseria'(il tifo e la giusta rivalità si misurano sulle gradinate...), rintuzzando e ricordando sempre chi ha prodotto questi scempi , sia a imperia che a sanremo...complimenti!!!

Il Lava ha detto...

Complimenti "im1923" per questo stupendo viaggio che ci hai regalato...

Avanti Sezione Blog!!! :-)

santilicheri ha detto...

la maglia gialla se non sbaglio è una trovata del gianfry. probabilmente ha utilizzato quel colore per ricordarsi spesso di stare attento a quelle fiamme che di lì a poco lo avrebbero messo a nudo