martedì 13 gennaio 2009

Il punto del Capitano


Ho chiesto a Capitan "Gianbo" Bocchi di fare un resoconto su quanto accaduto in questa prima metà di stagione e lui, come sempre, non si è sottratto.
Siamo arrivati al giro di boa ed è giusto fare alcune considerazioni su quanto si è fatto e su quello che ci sarà da fare.
In questo momento una squadra ci sta precedendo e, in tutta onesta', ad inizio torneo non pensavo potesse accadere dopo 12 partite giocate.
Il calcio non è scienza e matematica, ci sono mille fattori che incidono sul risultato finale e bisogna ammettere che chi ci precede sta facendo un grandissimo campionato.
Da parte nostra, possiamo vantarci di essere l'unica squadra del ponente ad essere ancora imbattuti sia in campionato che in coppa, di essere ampiamente in corsa su tutti gli obbiettivi di stagione e di aver trovato, finalmente, la giusta quadratura di squadra.
Dopo un inizio accettabile sotto il profilo dei risultati, ma un po' al di sotto delle aspettative dal punto di vista del gioco, l'intervento della societa' al mercato dicembrino, ampiamente invocato in maniera civile e composta dalla tifoseria, ha portato i correttivi giusti per rendere l'attuale rosa super-competitiva.
Il futuro lo si può guardare con estremo ottimismo, è il mio punto di vista, pero' condiviso da molti addetti ai lavori, affrontando le gare che ci aspettano con la solita convinzione che ci sta contraddistinguendo nelle ultime uscite.
Io credo anche che il grandissimo girone di andata del Sanremo Boys faccia sì che gli stimoli per noi giocatori, per la societa' e per i tifosi che ci seguono non vengano mai a mancare fino alla fine, rendendo tutto il campionato molto avvincente.
Vorrei sottolineare, inoltre, una cosa che mi rende orgoglioso di essere il capitano di questa squadra: tutti i giocatori della rosa hanno fatto, e continuano a fare, sacrifici enormi pur di vestire questa maglia.
Mi riferisco a chi trascura la propria attività lavorativa, chi la famiglia, altri hanno rinunciato a categorie superiori (con i relativi rimborsi...) per essere sempre presente alle sedute di allenamento,in special modo durante le festività.
La rosa è composta da ragazzi che hanno capito il significato di giocare nell'Imperia: una squadra con un blasone, una tifoseria ed una storia di 4/5 categorie superiori.
Il nostro più bel gol sarà quello di poter dire, un giorno, di aver contribuito alla rinascita dell'Imperia e ad aver fatto sì che la "lunga storia Nerazzurra" continuasse.

4 commenti:

Un nuova leva.. ha detto...

Grande capitano...Grazie

mentalità ULTRAS ha detto...

Grande Gianbo fiero di avere te come CAPITANO la mentalità è quella giusta AVERE DATO CONTINUITA' ALLA STORIA CALCISTICA CITTADINA.
Non dimenticheremo mai le persone che hanno cercato di distruggerla per sempre e non parlo solo del MONSTER PRESIDENT.

mandingo ha detto...

un capitano c'è solo un capitano.....!?
Gianbo uno di noi...
sempre forza IMPERIA.....

ase_86 ha detto...

grande giambo...oltre a portare avanti la prima squadra come capitano aiuti dei piccolissimi nel settore giovanile come allenatore...
giambo n°1