martedì 11 novembre 2008

E' ora di cambiare ?!?


Ho aspettato 24 ore per dire la mia sul momento della squadra nerazzurra: ho preferito non scrivere d'impulso, per evitare di esagerare, ma non sono certi diminuite la mia delusione, preoccupazione ed incazzatura.
Una delusione che non figlia solo della prestazione di domenica pomeriggio, che non ho visto di persona, della quale però mi sono fatto una chiara idea dai resoconti di chi c'era, oltre che dalle oneste considerazioni fatte da alcuni dei stessi nostri calciatori su questo blog.
Credo che, in questo momento, le chiacchiere stiano a zero: i torti arbitrali, i terreni indegni, gli infortuni e l'ostruzionismo degli avversari sono solo scuse, che nessuno, fortunatamente, ha voluto accampare.
E' da inizio stagione che ho dei dubbi che nessuno riesce a togliermi dalla testa: dubbi di ordine tecnico e dubbi di ordine, per così dire, societario.
La squadra ha delle lacune e non me la sento di dare più di tanto la colpa a chi scende in campo: per quello visto in questo primo scorcio di stagione, nessuno ha rimproverare loro di non dare tutto quanto è nelle loro capacità... il problema è che la squadra non è quell'invincibile corazzata che un po' tutti hanno voluto far credere che fosse.
Guardiamo attentamente l'attacco, ad esempio, il reparto più nell'occhio del ciclone in queste ultime 3 gare di Campionato: 3 soli gol fatti, 2 realizzati da centrocampisti (Ansaldi e Bocchi) su calci di punizione ed un autogol, sono un bottino imbarazzante, per chi dovrebbe dovuto (nei desideri dei tifosi) se non asfaltare, almeno sconfiggere in scioltezza gli avversari.
Però, se andiamo a vedere da chi è composta la rosa degli attaccanti, scopriamo che è composta, in ordine alfabetico, da Luca Bellini, 1 presenza in 2° categoria lo scorso anno, Luca Bragatto, reduce da 2 anni di inattività, Mattia Calvi 16 presenze e 7 gol lo scorso anno con una squadra di 2° categoria di metà classifica, Antonio D'Anca, 24 presenze e 2 soli gol con una squadra retrocessa in 1° categoria, Michael Faustini, 17 presenze e 2 gol in Promozione.
Insomma numeri che parlano più di tante chiacchiere: non c'è un attaccante vero, uno in grado di realizzare gol a valanga, e neanche di “farsi sentire” in mezzo all'area, vista la stazza media dei nostri.
Ho parlato dell'attacco, perché, come detto, è la punta dell'iceberg, ma pecche se ne possono trovare altrove. Sul portiere non mi esprimo, poiché è stato impegnato, credo, 5/6 volte in 5 partite.
La difesa per ora regge per la pochezza degli avversari, ma talvolta ha mostrato qualche scricchiolio: anche questo reparto è composta da ragazzi che hanno speso la loro onesta carriera in 1° o 2° categoria, in squadre mediocri.
Il centrocampo é il reparto di maggiore spessore, con giocatori di categoria superiore ed in grado di fare la differenza in questa ed altre categorie: manca, a mio avviso, l'uomo in grado di dettare l'ultimo passaggio, di verticalizzare e mettere l'uomo davanti al portiere, ma é il reparto che dà più garanzie.
La maglia nerazzurra, da sola, non è in grado di trasformare in campioni, giocatori normali. Anzi, se la squadra pare pure più nervosa, è perché, probabilmente, alcuni elementi non sono abituati a reggere il peso che, comunque, una maglia come quella nerazzurra ha.
Il quadro pare sconfortante, pare quello di una squadra di bassa classifica: siamo però secondi in classifica, potenzialmente a 2 punti dalla vetta (vincendo domenica) e questo Campionato ce lo giocheremo fino alla fine.
Ma non era quello che ci aspettavamo, quanto meno non è quello che mi aspettavo io: io credevo che sarebbe stata allestita una squadra degna di portare il nome Imperia in 2° categoria, di vincere sempre e senza grosse difficoltà. Ed invece così non è: la squadra è discreta, nulla più, ha dei punti di forza, ma ha delle lacune e, senza qualche correttivo, faticherà a vincere il torneo con le proprie forze, ma dovrà sperare nel calo degli altri.
Mi aspettavo che fossero state gettate le basi, fin da quest'anno, per creare una squadra in grado di vincere non solo questo, ma anche i prossimi 2 tornei. Ma questa non mi pare che lo sia.
Mi aspetto, da inizio anno, di sentire parlare in un certo modo la dirigenza nerazzurra, che urlasse ai quattro venti l'orgoglio di essere nerazzurri, di essere l'Imperia calcio e che mettesse a tacere o chiarisse a tutti che l'Imperia siamo noi, non altri: perché domenica, ad esempio, per molti nostri concittadini poco attenti, leggendo le locandine di lunedì dei due giornali locali, l'Imperia ha vinto... ma sappiamo tutti, invece, che così non è.
Invece, permane il silenzio e, al di là di un paio di manifestini, non ho mai sentito né visto nulla di tutto ciò. Mi aspettavo una presentazione ufficiale all'altezza della situazione, iniziative volte a coinvolgere maggiormente i nostri tiepidi concittadini, invece mi sembra che ci si limiti al minimo sindacale... e dopo 5 anni di master e 2 di pirotecnico, questo basso profilo (che tanto ho odiato ai tempi del pizzaiolo), mi fa incazzare ancora di più.
Forse mi aspetto troppo? Forse esagero? Può darsi... ma è quello che penso e, come sempre, lo devo dire. Questo non è il sito ufficiale (anzi uffiale, come scritto da mesi in quello di un'altra squadra), dove tutti dicono che sono tutti bellissimi, che sono infallibili, che sono issimi issimi issimi... e poi si pugnalano alle spalle. Questo è solo un piccolo blog di un tifoso nerazzurro che ama questi colori e che non si vergogna di dire quel che pensa: lo avevo ribadito quest'estate.
Queste parole possono destabilizzare l'ambiente? Non credo proprio, non è mia intenzione.
Qualcuno gongolerà per la nostra crisetta e dell'incazzatura di molti di noi? Non me frega nulla di loro, non ce ne frega nulla degli altri.
Siamo solo ad un quarto di Torneo e nulla è perso: ma qualcosa deve cambiare, in campo e fuori, anche sugli spalti dove, dopo l'iniziale entusiasmo, le presenze sono colpevolmente calate.
Tutti insieme usciremo da questo momento non certo felice, ne sono certo: perché noi siamo l'Imperia e, come noto, la gente come noi non molla mai!

30 commenti:

stefano ha detto...

YES WE CAN!!!

mentalità ultras ha detto...

bel post, sono d'accordo su quasi niente.
Ma qualcuno disse lo scorso anno al cambio societario "tifiamo e diamo fiducia alla nuova proprietà".
adesso non va bene niente quando sappiamo cosa è sucesso questa estate e che rischi ha corso il calcio ad IMPERIA. è vero siamo poco pungenti in attacco ma la 1° in classifica che ha perso 2 a 0 al Ciccione in coppa è sempre la stessa squadra e in campionato 1 a 1 a S.remo non ha fatto paura per niente.
NOI FACCIAMO IL NOSTRO TIFO CONTINUO IN CASA E IN TRASFERTA SEGUIAMO I RAGAZZI E PORTIAMO GENTE SE I RISULTATI CI DARANNO TORTO POTREMMO CONTESTARE.

Cmq. lunedi 17 incontro tra ULTRAS e società vediamo quanti siamo a partecipare questa volta.

saluti ULTRAS a tutti.

mentalità ultras ha detto...

tratto da GIGHELAND:

Domani, mercoledi' 12 novembre, e' in programma la seconda fase della Coppa Liguria seconda categoria. L'Imperia sara' di scena al "comunale" di Borgio Verezzi affrontando la squadra locale, con fischio d'inizio alle ore 20,30. Dopo l'opaca prestazione di Bordighera, si spera in una piccola prova d'orgoglio per i nerazzurri, che di certo non saranno soli. I Samurai Ultras Imperia saranno presenti anche a Borgio, anche di mercoledi. Chi volesse partecipare alla trasferta di Borgio Verezzi il ritrovo e' fissato dietro la Curva Nord alle ore 18,30.
Il Citta' di Finale ospitera' il Ponente Calcio.

VEDIAMO QUANTI SIAMO?

Mork ha detto...

in questa categoria attaccanti veri ce ne sono 2 al max 3 e nn sono a imperia..... o la società sborsava un bel po di soldi come il lattaio....oppure sofferenze a go go perchè le squadre più isidiose di questa categoria nn le avete ancora incontrate... poi mi saprete dire....

r.g. ha detto...

Un post abbastanza duro,che indirettamente "attacca" anche quei pochi anzi pochissimi che in campo scendono solo per l'imperia per i suoi tifosi e per i suoi colori,anche se magari non fenomeni cercano di dare tutto quello che hanno per la causa nerazzurra e quello in queste categorie vale molto di piu' di giocatori affermati(quelli che alcuni tifosi vorrebbero) da 500-600 euro al mese!
Il mio non vuole essere un commento polemico,bensi' una riflessione su quello che sta accadendo.Da tifoso dell'imperia non sono assolutamente contento di quello che sta succedendo ,sto parlando sia di risultati sia di movimenti a livello societario,purtroppo questa e' la realta' e bisogna abituarsi a questa situazione sperando che qualcosa cambi al piu' presto....Ora come ora probabilmente non si arriva da nessuna parte tanto meno in prima categoria!!

Anonimo ha detto...

CARISSIMO MORK,
COME DICI TU DI SQUADRE INSIDIOSE CE NE SONO TANTE E IN TUTTE LE CATEGORIE,MA NEL MOMENTO IN CUI TI CHIAMI IMPERIA E SEI IN SECONDA CATEGORIA DOVRESTI VERAMENTE AMMAZZARE IL CAMPIONATO!

miss g ha detto...

non attacca nessuno....denuncia una situazione.....

master ha detto...

Mentalita' ultras,non penso che fosse nelle intenzioni di im1923 dar luogo ad una contestazione.
Diciamo che è stata una riflessione amara e,purtroppo,veritiera.
Ai giocatori scesi in campo a Bordighera e nelle altre occasioni non si puo' dire che si sono impegnati poco...è proprio questo il problema:se l'impegno e la dedizione non bastano a sconfiggere il Bordighera, serve qualcosa in piu'.
Penso e spero che queste riflessioni le abbiano fatte anche chi di dovere.
Poi,sempre dal post di im1923,come fare a non dargli torto riguardo alla pochezza di iniziative per coinvolgere i tifosi attorno alla maglia nerazzurra?
Sono mesi che i giornalai di turno confondono i nomi delle squadre,piu' o meno inconsapevolmente,e nessuno ha detto nulla...ma l'Imperia chi è ???
Non voglio pensare ad una non vittoria del campionato e nemmeno voglio pensare di penare per battere oneste formazioni che contro di noi vivono il loro momento di gloria.
Io spero che ci siano dei segnali in tal senso nei prossimi giorni,anzi nelle prossime ore,perche' nell'altro senso ce ne sono stati gia' troppi.
Forza Imperia,non mollare!!!

miss g ha detto...

caro Master...dapo per scontato che i giornalai..specie ultimamente,stanno dando u n servizio penoso, devo dirti che pero io credo che chi tifa IMPERIA sa benissimo qual'e la realta nerazzurra e quale l'altra..percio imputerei anche a chi davvero dovrebbe sostenere l'asd ,un scarsa partecipazione ...sbaglio?

master ha detto...

Caro r.g.,mentro scrivevo il mio pensiero,tu scrivevi il tuo...
Nessuno vuole attaccare quei ragazzi che,magari a zero lire,vestono la maglia nerazzurra con tanta dedizione e impegno,ma per il blasone,la storia e le aspettative serve qualcosa in piu'.
Serve qualcosa in piu' e, se questi giocatori non sono in grado di darlo, è obbligo da parte della societa' apportare le giuste correzioni intervenendo nel modo adeguato.
Se rileggi il post di im1923 vedrai che non c'è nessun attacco ai giocatori,pero' vengono delineati solamente alcuni limiti che ,grazie ai numeri,sono impietosi.
Il succo del discorso è questo:la squadra cosi' puo' garantire un campionato di vertice,ma non puo' GARANTIRE il salto di categoria,magari con un po' di tempo di anticipo per poter programmare al meglio la stagione successiva.

r.g. ha detto...

Master hai ragione,

il fatto e' che si sta venendo a creare una situazione poco piacevole(soprattutto di classifica).
Non pensavo che dopo anni di sofferenze avrei dovuto patire anche quest'anno in seconda categoria.
Chiedo scusa anche a im1923 ,probabilmente ho interpretato male il pensieroe lo sfogo!

S.P. ha detto...

Premettendo che ho il più totale rispetto per coloro che scendono in campo con la maglia nerazzurra in questo momento.
I problemi detti da im1923 ci sono. MA IL PROBLEMA PIU' GROSSO E' CHE SE NE DOVREBBE PARLARE LA DOMENICA DOPO LA PARTITA, NEI VIAGGI DI RITORNO DALLE "TRASFERTE", IN RIUNIONE, NEGLI INCONTRI CON LA DIRIGENZA.
Come al solito in mille che hanno a cuore le sorti dell'Imperia e criticano, ma le facce che si vedono a sostenere la squadra o negli incontri, sono sempre le stesse.

Anonimo ha detto...

il master ha ragione l' imperia si deve dare una svegliata

luca ha detto...

ragazzi pensate solo che se non era per questa nuova società l'imperia spariva..
dobbiamo solo lasciarli lavorare in pace,i risultati arriveranno..
imperia siamo noi solo noi..
forza vecchio cuore nero-azzuro..
la gente come noi non molla mai..!

gighe ha detto...

Vedendo l'esultanza,a fine partita dei giocatori del Bordighera per il pareggio di domenica scorsa,manco avessero vinto la champions league,la dice tutta. Tutte le squadre che affrontano i nerazzurri danno sempre quel qualcosa in piu'.Piu' che farsi dei problemi,bisognerebbe stringersi ancora di piu' intorno la squadra sostenendola, come, solo noi tfosi dell'Imperia sappiamo fare.

gianbo ha detto...

Prima di scrivere qualcosa ci ho pensato un bel po',non per nascondermi,ma prima ho voluto vedere alcune reazioni.
Quello che ho letto fino a questo momento,a parte qualche "intruso" che cerca di destabilizzare e basta,è sicuramente condivisibile.
Non ci si puo' nascondere dietro ad un dito,i problemi ci sono.
Per problemi,sportivi si intende,mi riferisco alle difficolta' che stiamo incontrando nelle ultime partite,non previsti ad inizio torneo.
Le valutazioni devono essere fatte a 360° ,tenendo ben presente quello che alla domenica, scendendo in campo, rappresentiamo.
Sono felice che venga sottolineato l'impegno che la squadra sta mettendo in questa prima parte di campionato;non ci sono stati episodi di superficialita' o presunzione.Purtroppo abbiamo anche palesato alcuni limiti che stanno frenando la nostra voglia di risalita.
E' vero quello che scrive "mentalita' ultras", e cioe' che non ci sentiamo assolutamente inferiori a chi ci sta precedendo in classifica(...tutt'altro...),pero',come ha sottolineato "master",penso che il blasone dell'Imperia meriti qualcosa in piu'.
Per qualcosa in piu' intendo una squadra capace di assicurare un campionato diverso da tutte quelle compagini che ci accompagnano in questa annata,magari incorrendo in un incidente di percorso,come puo' essere la partita di domenica,ma dando la netta impressione di "ammazzare" il campionato.
Questo non sta avvenendo,non per volere dei giocatori,non per volere dei dirigenti e nemmeno dei tifosi...pero' è innegabile che le aspettative di inizio anno erano altre.Con questo non voglio dire che tutto è perso,anzi...in tutti i campionati si fanno i conti alla fine e io,come tutti i miei compagni siamo disposti a batterci per ottenere ogni domenica la vittoria,contro chiunque e dovunque.Mi sembrava doveroso, pero',rendere pubblico il mio pensiero,come è giusto che sia,in modo da dimostrare che nessuno si vuole arrampicare sugli specchi e nemmeno vuole millantare quelle persone che anche domenica ci hanno seguito e incitato fino al 95°.

Anonimo ha detto...

ESTREMO SOSTEGNO.
basta gufare e fare i piagnoni fuori la voce ed i coglioni.
ultras imperia ultimo baluardo.

Anonimo ha detto...

perchè non chiediamo un parere tecnico a giò lui si che porta sfiga.

Anonimo ha detto...

max ma quando parla di dubbi sulla squadra ti ho capito, ma sui dubbi societari proprio no.

Anonimo ha detto...

mah.... nn so cosa pensare... ora solo il campo parlerà e le caselle della classifica....

El Lobo ha detto...

Io sono certo non ci fosse alcuna vena polemica da parte di IM1923.
Non posso essere allo stadio, come ben sapete, ma sento pareri tendenzialmente concordi: a questa squadra manca qualcosa. Nessuno, tantomeno io, vuole criticare l'operato della società (a parte la gigantesca cazzata di dare un'incarico a quell'infame di DDG) ma credo che segnalare un problema e discuterne sia un punto di partenza. Per quanto sia certo che i nostri dirigenti abbiano già capito è doveroso da parte nostra spronarli ad apportare le giuste correzioni.
Analizziamo la situazione...
Primo: noi siamo l'Imperia! Con tutto il rispetto per le formazioni, alcune pur ben organizzate, di questa categoria noi dovremmo ammazzare il campionato, anche assieme ai matutialand boys e giocarcela fra di noi. Così non è, per ora: infatti anche recuperando il turno di riposo ed ipotizzando di vincere saremmo comunque secondi.
Secondo: manca un attaccante, di quelli veri, uno da promozione che in questa categoria fa 20 gol. Non c'è nessuno che tenti mai il tiro in porta e chi non tira non segna. A quanto mi dicono creiamo una quantità di palle gol che naufragano miseramente negli ultimi metri.
Terzo: manca un difensore. Simone è giocatore di qualità eccelsa, altrimenti non sarebbe arrivato a quei livelli, ma sappiamo bene che i suoi guai fisici non gli consentono di essere in campo con regolarità. Per cui quando manca diventa difficile sostituirlo anche se come osserva IM1923 la difesa sta ancora reggendo abbastanza bene.
Quarto: tutti concordano sull'impegno in campo dei ragazzi ma l'impegno in settimana? Quanti tra i nostri atleti si allenano regolarmente? Capisco che bisogna fare i conti con una realtà diversa, oggi, ma chi porta questa casacca deve avere una mentalità da IMPERIA. Penso che i ragazzi siano stati informati, ad inizio stagione, dell'impegno che ciò comporta. Avere la possibilità di crescere enormemente dal punto di vista tecnico e tattico, lavorando con professionisti come Simone e Gianbo, diviene inutile se poi ci si allena una volta alla settimana. Ripeto che capisco ma bisognava chiarire da subito verso quali responsabilità ci si avvicinava. Come spiega intelligentemente Gighe, per gli avversari giocare contro un blasone come questo costituisce uno sprone non indifferente: chi era a Bogliasco (a parte San Lorenzo, in "tutt'altre faccende affaccendato..."), in una delle nostre memorabili trasferte, ricorderà bene le parole dei dirigenti genovesi dopo avere sconfitto la nostra squadra: "a noi sembra di avere vinto lo scudetto...". Quindi, a maggior ragione, se loro danno di più non vedo perché non debba essere così anche da parte nostra.
Chiudo qui lasciando spazio ad altre analisi.
Sia ben chiaro che LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI, sostegno INCONDIZIONATO alla squadra ed alla società ma nascondere la testa sotto la sabbia di fronte ai problemi reali sarebbe ben poco costruttivo, anche in previsione futura...

corvo nero ha detto...

Basta che quel menagramo di S.S. la finisca di occuparsi dell' Imperia sul XIX e tutto si risolve.....

Anonimo ha detto...

e' arrivata la Punta. grazie-

Anonimo ha detto...

CHI SAREBBE?

plotone d'esecuzione ha detto...

anonimo qui anonimo la controlliamo l'IP e l'anonimo sparirà.

PAPA' HALF ha detto...

...ma invece di dirlo di continuo....fallo!!!!!!!almeno risolviamo

Forza Imperia ha detto...

Lobo la tua analisi e' impeccabile come sempre,l'unica cosa che vorrei contraddire e' il fatto che simone o non simone ,punta o non puta , la squadra cosi' com'e' ha tutte le potenzialita' per vincere quest'anno!

Grazie.

plotone d'esecuzione ha detto...

half fatti riconoscere presentati in nord ai bigliardi o dove tu prefesci poi risolviamo.

Faghi ha detto...

Lacune nell'Imperia?????e noi altre squadre di seconda categoria cosa abbiamo??? dei buchi neri????
Punte come Faustini,Spadino e Bragatto sono da leccarsi le dita per la seconda categoria...basta leggere bene i loro curriculum e non in maniera avventata e superficiale come nel post...
Diciamo che solo persone poco avezze al mondo del calcio poteva pensare che l'Imperia avrebbe ucciso il campionato senza mai perdere, nè pareggiare. E il brutto della cosa è che qualcuno di quelli è anche in società...
Qualcuno che contatta i giocatori e gli dice ma dove vai, per fare un esempio, al Dolcedo o al Santo Stefano? vieni da noi che stravinciamo e in due anni siamo in Promozione....
Per carità la fiducia nel progetto è indispensabile, come la convinzione di poter vincere il campionato e di non essere inferiori a nessuno, però ci vuole anche l'umiltà di guardare la realtà della seconda categoria e mettersi in testa che a Bordighera non è una passeggiata fare punti, che la Nuova Intemelia che arriva al Ciccione domenica è una squadra DI CATEGORIA e per tanto venderà cara la pelle, così come la giornata successiva mette di fronte un Santo Stefano che arriva dalla Prima Categoria con un blocco di giocatori praticamente confermato e un campo che sino ad ora li ha sempre visti vincitori.
L'Imperia ha fatto un'ottima squadra di seconda categoria con giocatori decisamente di categoria superiore come Bocchi, come Faustini, come Sinagra anche se infortunato e giocatori di prestigio per la seconda categoria(si vedano Ansaldi, D'Anca, Fresia, Amoretti...). Parlare di lacune è da fantacalcio o da Premier Manager (il buon vecchio Scudetto), l'Imperia è senza ombra di dubbio la squadra meglio fornita del girone, ma pensare che debba stravincere sempre, "per il blasone" è peccare di presunzione e non rispettare gli avversari, che sono meno "scappati di casa" di quanto si creda.

Anonimo ha detto...

FAGHI COMPLIMENTI,

CON QUESTO TUO INTERVENTO HAI SINTETIZZATO TUTTA LA SITUAZIONE IN MANIERA IMPECCABILE!
SONO PIENAMENTE IN SINTONIA CON QUANTO TU SCRIVI PERCHE' LA REALTA' E' QUELLA!
OGNI DOMENICA E OGNI PARTITA L'IMPERIA LA DEVE SUDARE,BASTA CON CHI PENSA CHE OGNI INCONTRO DEVE FINIRE 6/7 A 0.L'IMPORTANTE E' VINCERE ANCHE CON IL MINIMO SCARTO E GIA' QUELLO NON E' FACILE!