giovedì 4 ottobre 2007

Per una copia in più



Avrei voluto parlare del derby vinto nella stagione 2003/2004, ma, mio malgrado, ci sono ricascato! L'aria del derby, come già detto, mi sta mandando in confusione e, passando davanti ad una locandina di un'edicola, ho letto il titolone del XIX “Minacce tra tifoserie: rischio derby a porte chiuse”.
L'autore dell'articolo, dimostrando grande un coraggio smisurato (o senso del pudore), non ha neppure firmato l'articolo, ma vi ha posto in calce solo due lettere, R.S.
A parte questo non trascurabile particolare, leggendo l'articolo (e questo è un parolone) ne ho saputo quanto prima, trattandosi di un misto aria fritta, parole riportate e copia/incolla vari... nulla di nuovo su queste colonne, insomma.
Si parla, in pratica, di una riunione del “Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza” che c'è stata martedì sera in Prefettura, dalla quale sarebbe trapelato che sarebbero stati intercettati dei messaggi tra le due tifoserie, i quali si sarebbero dati “appuntamento” lontano dallo stadio, per regolare vecchi conti in sospeso (una serie infinita di condizionali, insomma). A mettere in ansia il Comitato anche il probabile arrivo di una delegazione di esponenti della Brigade Sud Nice ed il cantiere della Ferrovial, considerato un'armeria a cielo aperto. Tanto basterebbe per richiedere, secondo quanto affermato da R.S., la disputa dell'incontro a porte chiuse: insomma qualche sms, che peraltro sarebbe facilmente rintracciabile, (come detto giustamente ieri da grillo parlante nel commento al post), e nessun messaggio sui siti che parlano delle due squadre che, come facilmente verificabile, taciono e parlano d'altro; quanto al cantiere della Ferrovial, non é certo stato aperto ieri e quella della visita di una delegazione di ragazzi nizzardi é una bella consuetudine, più volte ricambiata, a testimonianza di un legame di amicizia decennale.
Insomma, a mio avviso, un articolo ad effetto, tanto per vendere qualche copia in più (io per primo ci sono cascato... che pollo, eh?).
Chi scrive parla senza essere informato della storia e dei precedenti dei derby disputati al “Ciccione” dove non é mai successo mai nulla... ed anche questo è facilmente riscontrabile (semmai é a sanremo che succede sempre qualcosa). Innanzitutto per merito della civiltà della tifoseria nerazzurra che, in rarissime occasioni, ha esagerato, e mai in occasione di un derby casalingo. Inoltre, la conformazione e la collocazione del “Ciccione” sfavoriscono ogni tipo di contatto tra le due tifoserie, se controllate senza grandi spiegamenti di forze.
Capisco che si debba stare sempre all'erta e che la prudenza non sia mai troppa, ma qui si sta esagerando. Un dato in più: negli ultimi 10 anni, nei pressi dello stadio imperiese, si sono verificati dei tafferugli solo in un paio di occasioni: il famigerato 30/05/2004, al termine dello spareggio contro il Venturina, e prima della partita di Coppa Italia contro il Viareggio disputata il 31/03/2006. 2 volte in 10 anni. 2 volte in cui si sono verificati delle scazzottate e degli atti di vandalismo. 2 volte, quante ne capitano una volta alla settimana al Prino, tante per fare un esempio, tutte le estati. Questo, non per giustificare questi atti di violenza, ma per dare loro il giusto peso alle cose.
Ma é poi così difficile garantire l'ordine pubblico nel derby ad Imperia? Secondo me, la soluzione è semplice semplice: si prendono i sostenitori nella città delle baracche (quanti potranno mai essere? Una cinquantina? Mica un migliaio...), si fanno salire su un pullman di linea della R.T. noleggiato all'uopo, gli si fa pagare alla partenza biglietto della corsa e della partita e si fanno scendere all'inizio della salita Piazza d'Armi; breve passeggiata di cento metri in una via opportunamente senza auto parcheggiate sui due lati e voilà, i matuziani sono dentro la Sud. Fischio finale: i matuziani vengono fatti uscire dalla Sud prima di tutti, scendono per la stradina e risalgono sul pullman... mezz'oretta e tornano al freddo delle loro baracche, con buona pace di tutti.
Se poi, invece, ad arte, si vuole creare un clima di tensione ingiustificato, lo si dica subito: prima la ripicca del master con i Samurai Ultras Imperia cui, due domeniche fa, gli é stato impedito di appendere i loro striscioni all'interno dello stadio (e lo stesso potrebbe accadere questa domenica se sarà esposto lo striscione “Montali vattene”, alla faccia della libertà di opinione...), ora questa altro motivo di tensione.
Perché invece, non si parla del fatto che da 50 giorni almeno, dal giorno dell'uscita del calendario, i ragazzi della Nord stanno preparando la spettacolare coreografia che tutti potranno ammirare domenica prossima? Perché non si parla del fatto che, per la prima volta negli ultimi 15 anni, giochiamo un derby con i biancobuzzurri dietro di 5 punti? Lo so, queste cose non fanno vendere 3 o 4 copie in più a belinoni come il sottoscritto, non finiscono sulla locandina. Perché tanto, domenica prossima, si giocherà davanti ad un pubblico record e questa pagina del XIX verrà utilizzata per cose più utili. Ma tutto questo R.S. lo sa, vero?

2 commenti:

Tifoso Casale ha detto...

Intanto sul muro dei grigi hanno abboccato....
FATELI NERI

Anonimo ha detto...

GIORNALISTI TERRORISTI

'' UN SECOLO XIX DI INFAMITà''

FORZA IMPERIA..!