venerdì 26 ottobre 2007

La prossima avversaria: U.S.D. Lavagnese 1919


L'Unione Sportiva Dilettanti Lavagnese é stata fondata nel 1919 ed è alla sesta stagione consecutiva in serie D, la nona con il Presidente Stefano Compagnoni che ha riportato in D i bianconeri , a distanza di 40 anni, con un triplo salto dalla Prima Categoria.
In panchina siede ancora Claudio Maselli, bandiera del Genoa, del quale é stato calciatore ed anche allenatore in serie A ed in serie B, ma anche ex mister della Cremonese, Rimini ed Alessandria, nonché del Naftes Burgas, serie A bulgara.
Della squadra dello scorso anno, non ci sono più gli argentini Martin e Lencina, Pozzo passato al Rivasamba e l'esterno difensivo Pattuglia, passato al Sansovino. Confermato lo zoccolo duro della squadra formato dai vari Matteazzi, Muzio, Di Carlo, Maretti, Masitto e Nicolini.
Portieri: due giovanissimi, il titolare Giacomo Tani (1989) e Francesco Bacigalupo (1990)
Difensori: l'esperto capitano Matteo Matteazzi (1971); Gionata Antoni (1989); Saverio Di Carlo (1987); Manuel Favaro (1976), ex Carpi; Andrea Germano (1989); Claudio Ghirlanda (1989); Andrea Muzio (1976); Michele Russo (1986).
Centrocampisti: Giacomo Nicolini (1985); Marco Cappannelli (1989), ex giovanili della Samp, lo scorso anno nel Derthona; Roberto Russo (1977) ex Montichiari; Edoardo Albrieux (1987), ex Alessandria; Andrea Bacigalupo (1988); Romeo Bianco (1989); Marco Cappannelli (1989); Simone Conti (1988); Davide Logomarsini (1990); Mirko Maretti (1980); Jonathan Romano (1988).
Attaccanti: l'esperto fantasista Cristiano Masitto (1972), la stella della squadra; Davide Evacuo (1987), ex Primavera dell'Avellino e fratello di di Felice, ex Lazio ed ora al Frosinone; Maicol Albanese (1988), ex Savona e giovanili Genoa; Silvestro Bonaiuto (1990); Alberto Ghiggeri (1989); Massimo Pierotti (1976).
La Lavagnese ha 18 punti in classifica, frutto di 6 vittorie (in casa contro Rivarolese, Novese, Rivoli e Savona, in trasferta contro Derthona e Pro Belvedere Vercelli) e 2 sconfitte (in trasferta a Sanremo e Biella). In casa, quest'anno, quindi, ha sempre vinto ed ha subito una sola rete, realizzandone 9; non perde al “Riboli” dal 18 marzo del 2007, quando venne sconfitto 0-1 dal Vado e non pareggia dal 25 aprile 2007 quando impattò con il Canavese per 1-1.
In totale sono 13 le reti fatte e 7 quelle subite.
Questi i marcatori bianconeri:
4 reti: Pierotti
2 reti: Evacuo e Nicolini
1 rete: Cappannelli, Ghiggeri, Maretti, Russo Michele e Russo Roberto.
Lo scorso anno i nerazzurri hanno rimediato due sconfitte contro i bianconeri. La partita d'andata, al “Ciccione”, era finita con la vittoria della Lavagnese per 1-0, con gol di Michele Russo: l'U.S. Imperia1923 sarebbe comunque uscita sconfitta, perché il geniale allenatore di turno, Alberto Merlo, dopo il gol dei bianconeri, era riuscito a sbagliare i cambi. Nel girone di ritorno, nuova vittoria della Lavagnese, con rete di Masitto e Nicolini.
Si giocherà nello Stadio Edoardo Riboli, il primo in Liguria nel quale sia stato messo in opera un manto erboso in erba sintetica, nel 2002: lo stadio è dotato di una Tribuna coperta dotata di seggiolini e due gradinate, per totali 800 posti.

8 commenti:

GIO' ha detto...

MA COME C**** E' POSSIBILE?
ALLORA RIEPILOGHIAMO: LUNEDI' E MARTEDI' IL CAMBIO SOCIETARIO SI DAVA PER COSA FATTA. MERCOLEDI' E GIOVEDI' BRUSCA FRENATA CON ADDIRITTURA L'INCUBO DI VEDER SCIOGLIERE LA SQUADRA IN UNA MISTERIOSA RIUNIONE CHE AVREBBE DOVUTO ESSERCI IERI SERA. TUTTI ALL'ERTA, GIORNALAI VARI CON LE ANTENNE DRITTE PRONTI A GETTARE FIUMI DI INCHIOSTRO PER INCENSARE IL BENEFATTORE DI TURNO E IL GIORNO DOPO? NULLA. ALZI LA MANO CHI DI VOI SA COSA E' SUCCESSO IERI E CI FACCIA SAPERE SE DOMENICA POTREMO ANDARE A LAVAGNA A VEDERE UNA PARTITA VERA O SE STAREMO A CASA ASPETTANDO DI SENTIRE SE LA JUNIORES NE AVRA' PRESI PIU' O MENO DI 10. NON SE NE PUO' PIU'.
VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!

Anonimo ha detto...

ma veramente è successo questo?

ROBA DA PAZZI..!

GIO' ha detto...

GUARDA ANONIMO, QUANDO SI PARLA DI IMPERIA CALCIO NON BISOGNA PIU' STUPIRSI DI NIENTE. FORSE NON MI SONO SPIEGATO, NON E' CHE E' SUCCESSO QUESTO, E' CHE A QUESTO MOMENTO NESSUNO SA COSA STIA SUCCEDENDO. HO ANCHE SENTITO DIRE CHE EFFETTIVAMENTE NONOSTANTE LE SMENTITE LA TRATTATIVA C'E', MA SEMBRA SIA SLITTATA. IL PROBLEMA E' CHE OGGI SI APRONO LE LISTE DI SVINCOL E TRASFERIMENTO E, GIUSTAMENTE, SE I GIOCATORI NON HANNO CERTEZZE FANNO BENE A FARE LE VALIGIE. TRA 2 GIORNI SI GIOCHEREBBE E NOI SIAMO QUI AD ASPETTARE.......... COME SEMPRE!

Anonimo ha detto...

CURIOSITA'!
DOPO LE CIFRE DEL GRUPPO COLUSSI SNOCCIOLATE COSI' BENE L'ALTRO IERI DA IM1923 MI SONO DIVERTITO A FARE UN CONTO. PONIAMO IL CASO CHE OGNI MESE FRA STIPENDI E TASSE IL GRUPPO PAGHI CIRCA 1500 EURO A DIPENDENTE (CIFRA ARROTONDATA SICURAMENTE PER DIFETTO), SIGNIFICHEREBBE CHE IN UN MESE IL GRUPPO DEVE SBORSARE CIRCA 4000000 DI EURI SOLO PER GLI STIPENDI. QUESTO SIGNIFICA CHE SE LO STESSO GRUPPO IMPEGNASSE SULL'IMPERIA CALCIO 1/4 DI QUELLO CHE PAGA OGNI MESE AI SUOI DIPENDENTI PROBABILMENTE LA NOSTRA CARA VECCHIA IMPERIA CAMPEREBBE PER 2/3 STAGIONI SENZA PROBLEMI (E SENZA TENERE CONTO DEGLI INTROITI DERIVANTI DA INCASSI, EVENTUALI SPONSOR, SETTORI GIOVANILI, LEGA, DIRITTI TV, ECC..). QUESTO NON SIGNIFICA CHE IO PENSI CHE SIANO OBBLIGATI A PRENDERE L'IMPERIA CALCIO, CI MANCHEREBBE ALTRO,PERO' VISTO CHE SUL TERRITORIO POSSIEDONO UN MARCHIO LEADER NELL'INDUSTRIA ALIMENTARE E POTREBBERO OTTENERE UNA COMMESSA MULTIMILIONARIA NEL SETTORE EDILIZIO, MAGARI UN PENSIERINO....

ettopascal ha detto...

il problema è sempre lo stesso. tu trovi una bicicletta per strada, nel frattempo ci fai un po' di danni, consumi le ruote, i tacchetti dei freni logori, le forcelle le sputtani, dopo 5 anni quella bicicletta sembra piu' un monopattino che altro. nel frattempo c'è sempre il problema che il vero proprietario la riconosca e te la chieda indietro...come puoi un giorno che arriva uno che vuole comprarti quella bicicletta che ormai è una merda vendergliela per una ferrari? assurdo. chi vuol intendere intenda

ettopascal ha detto...

ed è assurdo il silenzio che c'è intorno all'Imperia, assurdo che i suoi tifosi, le persone che piu' la amano, non hanno diritto di sapere nulla, nè nel bene che nel male. Questa è una gestione vergognosa perchè continua a nascondere tutto. ci vorrebbe un po' piu' di trasparenza, non pretendo sapere quanti peli nel culo a Mazzei (e nemmeno me ne frega) ma sapere almeno cosa sta succedendo si.

Anonimo ha detto...

andiamo a lavagna perche' e' l ultima partita vera dell' imperia da domenica prossima chi puo' andare via' tutti tranne un giovane che per motivi di lega non puo' essere trasferito hanno gia' una squadra. . complimenti e vergogna davvero.

Anonimo ha detto...

CHE SKIFO...MI VERGOGNO..C'ERA GENTE KE GIà PARLAVI DI C2..MA PENSA TE..