venerdì 11 aprile 2008

Le ultime


Copio/incollo dal Secolo XIX di oggi a firma Diego David

All'interno dell'Imperia si fa sempre più profonda la spaccatura tra il presidente Mirco Buzzetti e i finanziatori bresciani gli imprenditori del mattone Claudio Gallina e Domenico Guidoni, che, attraverso il portavoce Lamberto Zamperlini, hanno fatto sapere voler addirittura tenere nascosto a Buzzetti il nome del ristorante nel quale la squadra si recherà a mangiare per evitare ogni contatto. Intanto in piazza d'Armi si stanno raccogliendo le forze per affrontare la trasferta di dopodomani a Novi Ligure.La gara del "Costante Girardengo"è una partita delicata soprattutto per i padroni di casa, che ambiscono ad evitare la lotteria dei play-out, mentre per i nerazzurri si tratta di una ulteriore tappa di avvicinamento agli spareggi salvezza. Anche se, infatti, dovesse materializzarsi il fantasma della penalizzazione di altri cinque punti (ieri avrebbe era il giorno della fatidica scadenza) il margine di vantaggio sul Vado e la prestazione offerta contro la Biellese dai nerazzurri fanno sperare che almeno l'ultimo posto utile dei play-out sia, comunque, alla portata della squadra di Boni. Alla partitella del giovedì hanno partecipato anche il "bomber" a gettone Alberto Francesconi e il centrale Giusti che potrebbe sostituire al centro della difesa Spiaggi nel caso in cui il capitano non ce la facesse a scendere in campo.L'arrivo di Marsiglia è atteso forse per domani, mentre si allontanano le possibilità di rivedere in maglia nerazzurra Fabio Barison che chiede garanzie (soldi) che, evidentemente, i nuovi "padroni" dell'Imperia non vogliono o possono soddisfare. In seno alla società si continua, infatti, a litigare a distanza: il plenipotenziario della cordata bresciana Lamberto Zamperlini ha confermato di non voler assolutamente sedersi a un tavolo (tantomeno da pranzo) con chi formalmente ricopre la carica di presidente, ovvero Mirco Buzzetti «per evitare - ha detto Zamperlini spiegando i motivi della "blindatura" della squadra sottratta dopo ai giornalisti e ai blogger anche al presidente - che i giocatori vedendolo si innervosiscano e magari gli mettano le mani addosso prima di una partita così importante. E poi se vuole venire a mangiare con noi, visto che è il presidente, paghi il conto».Mirco Buzzetti non fa una piega e replica: «Io andrò a Novi Ligure a vedere la partita come presidente perché sono l'unico titolato a farlo. Voglio vedere come faranno a comprare se non si vogliono confrontare con me. E poi se vogliono continuare a prendersi responsabilità come quella di pagare in nero giocatori e fornitori continuino pure a farlo?».Comunque ieri sera in piazza d'Armi non si erano ancora visti i soldi per pagare il pullman della trasferta di Novi Ligure, il che la dice lunga sulle prospettive che attendono i colori nerazzurri - e in particolare i tifosi - in questa stagione tutta da dimenticare.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

si vede che tutti vogliono una nuova societa' e la retrocessione . NON SI TRATTA ! GENTE SENZA TITOLO CHE SI NASCONDE ........ SARA' TERZA CATEGORIA SICURA ! ......... MA ALLORA GLI SFORZI DI SALVARCI SUL CAMPO ?

Semiufficiale ha detto...

Caro amico rispondo alla tua domanda:Gli spareggi anche se li
"VINCESSERO" cosa a me personalmente dubbia,non servirebbero proprio a nulla.
Lo ribadisco da tempo,L'IMPERIA fallira' ripartirà dalla promozione,(se sarà possibile)con L'industriale ALBERTI a capo di una cordata di imprenditori locali!.