domenica 13 aprile 2008

Novese-Imperia: 2-0


Spareggio play out quest'oggi per l'U.S. Imperia 1923 che affronta al “Girardengo” di Novi Ligure la Novese, 6 punti sopra i nerazzurri ed anch'essa invischiata nella lotta per la sopravvivenza. Una settimana come sempre convulsa ha accompagnato i nerazzurri: a dominare la scena le lotte intestine tra il pseudo Presidente Mirco Buzzetti (sempre più burattino di un Mangiafuoco ormai sempre meno nascosto) ed il gruppo bresciano capitanato da Zamperlini (altro personaggio non meglio identificato).
Nel mezzo la squadra che si è allenata dovendo combattere con le bizze del tempo e quelle di Rocky Balboà, che ha impedito più volte (anche ieri pomeriggio in occasione della prevista rifinitura) che gli allenamenti potessero essere effettuati sulla sacra erba del “Ciccione”, ormai da anni di suo totale proprietà (a tal proposito: perché chiamarlo ancora “Stadio Comunale Nino Ciccione”... chiamamolo “Giardino privato Angelo Arquà”)... e poi il giorno dopo dovevano giocare i campioni del nuovo che dovrebbe avanzare, designato da tempo come salvatore della patria calcistica del capoluogo... e 'sti cazzi!
Mister Loris Boni, per la prima volta, ha comunque avuto a disposizione l'intera rosa nerazzurra, compresi i rientranti Marsiglia, Egnakou e Gamba. Presente, da giovedì, pure “lo sparviero” Francesconi ed anche questa è una notizia importante.
Tre, comunque, le assenze certe a Novi: i difensori Scaturro e Spiaggi infortunati e quella del centrocampista Moretto, fermato per un turno dal Giudice Sportivo.
Sconfitta senza attenuanti per i nerazzurri: 2-0 per la Novese con protagonisti assoluti il bomber Giglio e l'allenatore-attaccante-capitano Matteo Pastorino.
Tra i pali Loris Boni ripropone in porta Chiaverini, al posto di Policano, mentre Scaturro e Spiaggi sono rimpiazzati dall'esordiente Giusti e da Marcucci; completano la linea difensiva Di Placido e Storgato. A centrocampo Di Salvo, Cavaliere e Gamba; in attacco Marsiglia a supporto delle due punte Egnakou e Francesconi, oggi capitano.
La partita la fanno i padroni di casa che tengono in mano il pallino del gioco, coi nerazzurri a tentare solo qualche sortita in contropiede.
Dopo una ventina di minuti senza grosse emozioni, l'arbitro messinese Lembo sospende per alcuni minuti l'incontro a causa di un violento acquazzone, misto a grandine... in una stagione come questa, ci mancava anche questo contrattempo... inutile dire che piove, anzi grandina, sul bagnato. Le due squadre sono obbligate a rifugiarsi negli spogliatoi, ma dopo la sospensione dell'incontro, i nerazzurri in pratica non rientrano, in quanto in campo c'è solo la Novese, che crea la prima nitida occasione: Pastorino batte una punizione che, sporcata da un uomo in barriera, si schianta sulla traversa, la palla torna in gioco e Tavella, a porta quasi vuota, manda fuori di poco con un colpo di testa.
Sei minuti dopo il risultato si sblocca. Pastorino dalla destra mette un cross perfetto con l'esterno e Giglio, lasciato libero, non ha difficoltà ad insaccare di testa portando così in vantaggio i suoi.
Al 41' i novesi raddoppiano. Pastorino calcia forte e rasoterra una punizione da posizione defilata, Giglio ci mette il piatto destro e segna: venti reti stagionali per l'attaccante partenopeo, che già nella gara d'andata era stato decisivo.
Nella ripresa i nerazzurri, evidentemente strigliati a dovere, entrano in campo con un piglio diverso, ma non si rendono quasi mai pericolosi dalle parti della porta difesa da Binello.
La prima azione pericolosa giunge al 76° quando, in seguito ad un corner, Balacchi vince un rimpallo in area e tira ma Chiaverini è bravo a deviare in angolo.
Un minuto dopo la formazione novese si procura una nuova chance in contropiede con Motta che apre a sinistra per Balacchi che mette una gran palla sulla testa di Giglio il quale però mette a lato di un soffio da posizione più che favorevole.
Insomma un grande passo indietro per i nerazzurri dopo i miglioramenti visti domenica scorsa contro la Biellese: ed ora, domenica prossima, trasferta a Genova contro la Sestrese.
Ma se non si risolveranno i veri problemi dell'U.S. Imperia 1923, quelli a livello dirigenziale, questi ultimi quaranta giorni si riveleranno una via crucis con un esito già scontato.
Ed è un chiaro presagio che questo avvenga nella città patria del cioccolato: proprio a Novi, un'altra sostanza marrone sembra essere l'mmagine che ci portiamo a casa dopo questa ennesima disfatta.
Questi i giocatori schierati da Boni: Chiaverini, Storgato, Marcucci, Di Salvo (dal 46' Messeri), Giusti, Di Placido, Cavaliere, Gamba, Egnakou (dal 71' Minghinelli), Marsiglia, Francesconi.
Cliccando qui potete vedere la consueta fotocronaca di gigheland.

I risultati ed i marcatori delle altre gare:
Biellese-Sestrese 3-1 7’ Saviozzi (B); 36’ Lazzaro (B);84’ Grazzini (S); 86’ Lazzaro (B).
Derthona-Casale 3-1 9’ Panzanaro (C); 21’ Lorieri (D);46’ Spinaci (D); 76’ Rig. Spinaci (D).
Lavagnese-Lottogiaveno 1-1 58’ Soncin (L); 72’ Draca (L).
PB Vercelli-Alessandria 0-2 21’ Rig. Artico (A); 72’ Balestri (A).
Rivarolese-Vado 4-1 13’ Brescia (R); 35’ Pierobon (R);40’ Uccello (R); 51’ Moro (R);67’ Marotta (V).
Rivoli-Sestri 2-0 34’ Alessi (R); 58’ Rig. Ammendolea (R);87’ Alessi (R).
sanremese-Saluzzo 1-0 60’ Giglio (San).
Savona-Cirie` 1-0 80’ Rig. Barone (S).

La nuova classifica:

Alessandria 72
Biellese 55
Savona 53
Lavagnese 52
LottoGiaveno 51
Rivoli 48
Sestrese 48
PB Vercelli 47
Cirie' 40
Rivarolese 40
Novese 39
Sestri Levante 38
Derthona 37
Casale 37
Imperia 30 (Pen. -3)
sanremese 29
Vado 20
Saluzzo 18

6 commenti:

SEZ. ROMA ha detto...

Non se ne può più! Inutile aggiungere altro! Se volete sul nostro blog: www.suisezioneroma.blogspot.com c'è un consiglio di voto per gli incerti!

max ha detto...

Zamperlini non mi convince, ma non solo me,questo vedrete porta l'imperia in terza categoria...è un altro personaggio......e qualcuno dira' che lui paga? è vero,ma appunto per questo ci sono molti misteri........!!!!!non fidatevi veramente.

max ha detto...

Im1923,Gighe,vedete non lo dico solo io,vi voglio solo informare su cose vere e mi sembra che sino ad ora non mi sono mai sbagliato,anche perche ho fonti sicure su questo personaggio,anzi piu che sicure,quindi secondo me non appoggiatelo,anche se i giocatori gli vanno dietro,fidatevi!!!Fate qualcosa x mandarlo via...

Anonimo ha detto...

ciao max amico di montali...

im1923 ha detto...

una precisazione per max e gli anonimi scrittori: il sottoscritto non è dalla parte di nessuno, nè difende qualcuno. Non ci vuole un grande cervello per capire che tutti questi avvoltoi che volano sulla carogna dell'U.S. Imperia 1923, siano qui solo per fare i loro porci comodi, disossarne la carcassa e poi andarsene altrove a continuare la loro "missione".
E se c'è una carcassa è perchè in origine qualcun'altro, l'"assassino" dell'U.S. Imperia 1923, ha compiuto impunito questo efferato delitto. Il sottoscritto, e come lui tanti altri, hanno cercato di combattere l'"assassino" in tutte le maniere legali possibili... pagandone le conseguenze di tasca propria... nello stesso modo contesta e non spalleggia i nuovi avvoltoi, ma riporta quelle notizie e quei fatti che trapelano da varie fonti.
Una cosa è certa: mi fanno tutti schifo, dal primo all'ultimo, sia gli avvoltoi che le finte colombe della pace... questa ancora di più.
Ora spiegami tu, o max, cosa potremmo e dovremmo fare per cacciare via tutta questa rumenta? Ci sono altre persone preposte per queste cose, con ben altri mezzi che non sono quelli di una tastiera o di una voce urlante.
Se tu conosci qualche altro mezzo (legale, lo ripeto) fammelo e faccelo sapere... te ne saremo eternamente grati.

Anonimo ha detto...

gian battista LANCINI ha pagato con euro falsi l' HELLAS VERONA e il mediatore era LAMBERTO ZAMPERLINI ... LEGGETE INCEOLORA.LEONARDO.IT/BLOG NOVEMBRE 2007 .