domenica 20 aprile 2008

Sestrese-Imperia: 5-1

La domenica, come di consueto, mi tappo occhi e naso e faccio finta che tutti i casini che ci sono attorno all'U.S. Imperia 1923 non esistano e parlo della partita.
A 180 minuti dal termine della stagione regolare ed a poco meno di un mese dalla gara d'andata dei play off, l'U.S. Imperia 1923 affronta quest'oggi, al “Piccardo” di Genova Borzoli, la Sestrese di mister Maisano, autentica rivelazione di questo torneo.
I nerazzurri arrivano all'appuntamento al termine di una settimana relativamente tranquilla e con l'organico quasi al completo: anche questa domenica, direttamente dalla Toscana, dovrebbero arrivare lo “sparviero” Alberto Francesconi e Mario Giusti, mentre Mickael Marsiglia giungerà dalla Francia, dopo non essersi allenato tutta la settimana.
Secondo quanto scritto sul Secolo XIX di oggi "per la gara contro i verdestellati di Beppe Maisano, il tecnico nerazzurro Loris Boni può disporre dei rientranti Spiaggi, Minghinelli, Moretto e Scaturro. Possibile l'impiego dal primo minuto tra i pali del portiere Policano (classe '87), che permetterebbe a Boni di disporre dell'assetto più affidabile in mezzo al campo. La prestazione offerta da Chiaverini a Novi Ligure, tra l'altro, non avrebbe soddisfatto il tecnico bresciano, che quindi, anche per tenere Chiaverini sotto pressione in vista dei play-out, potrebbe far sedere in panchina l'estremo difensore toscano. Al fianco di Francesconi giostrerebbe il coloured Egnakou. Tra i bocciati dovrebbero esserci Bordonaro, destinato alla tribuna, così come Piscitelli e Vona, anche in ragione del gioco dei giovani da portare obbligatoriamente in panchina.
Senza più speranze di poter evitare la lotteria degli spareggi, e neppure di poterli affrontare in una posizione di vantaggio, queste ultime 3 partite serviranno solo per preparare la doppia sfida dei play out e scoprire quale sarà la squadra che dovremo affrontare.
5-1 finale. Una disfatta, inevitabile vista le note vicende del club di piazza d'armi.
Una squadra, che poi una squadra non è, nonostante gli sforzi compiuti prima da Mazzeo ed ora da Boni. Con i tre undicesimi (Francesconi, Giusti e Marsiglia) che si allenano (si spera) per conto loro e si aggregano al gruppo solo nella mattinata della domenica ed il resto della truppa che si allena quando può, a seconda delle bizze del tempo e del custode del campo.
Una squadra vera, scarsa o debole tecnicamente che sia, reagisce alle difficoltà: questo gruppo di ragazzi, invece, alla prima difficoltà crolla ed è incapace di reagire.
Ed è quello che è accaduto anche quest'oggi al “Piccardo” di Borzoli. I nerazzurri sono rimasti in partita per tutto il primo tempo, fino al gol del vantaggio verdestellato, realizzato al 44° da Sigona. A questo punto non c'è stata reazione e, al ritorno dagli spogliatoi, la Sestrese ha asfaltato i nerazzurri. L’avvio, infatti, scivola via in equilibrio con l’Imperia tutt’altro che rassegnata a subire l’iniziativa dei verdi e pronta a pungere in avanti. Al 10’ sono proprio gli ospiti a protestare timidamente per un deciso intervento in area di Moretti su Capuano, ma la prima occasione
è per la Sestrese conGrazzini che al 14’ serve Puppo, la cui conclusione al volo viene deviata sul fondo da Chiaverini. I verdi sono ancora pericolosi con Sigona (21’) e Pelanda (30’), con replica
dell’Imperia affidata a un colpo di testa di Capuano (31’) e, soprattutto, ad un pallonetto di Egnakou dal cuore dell’area di rigore che finisce alto (43’). Alla fine del primo tempo,
insomma, il pareggio sembra il risultato più logico, ma a spezzare l’equilibrio proprio allo scadere arriva il malinteso tra Giusti e Chiaverini in uscita che si scontrano lasciando la palla a Sigona per
la comoda deviazione in rete. La ripresa comincia a ritmi ancor più blandi e la prima occasione arriva solo al 13’ con Egnakou che costringe Giovinazzo alla deviazione in angolo dopo una incursione da sinistra. Al 13’ dopo due mesi torna in campo Ramenghi che al 20’ potrebbe già esultare se Chiaverini non fosse bravissimo a chiudergli lo specchio in uscita.
Il raddoppio, però, è nell’aria e arriva al 25’ ancora in seguito ad una disattenzione difensiva, con il portiere nerazzurro che anticipa di piede Sigona, ma colpisce Minghinelli, sicché la palla arriva a Grazzini che centra l’angolino. Non passano neppure sessanta secondi e l’argentino si ripete
fulminando Chiaverini con un diagonale dal limite dopo aver ricevuto palla da Ramenghi. Al31’Marsiglia accorcia le distanze con una punizione perfetta che si infila nell’angolo alto
alla destra di Giovinazzo. L’Imperia a questo punto ci prova ancora, ma al 43’ e 44’ deve ancora incassare le reti diRamenghi eVirgili.
Insomma una disfatta che ha tanti colpevoli, l'ennesimo passo di questa via crucis che terminerà il 25 maggio 2008, con la quasi certa retrocessione in Eccellenza... sul campo, perché quel giorno non saranno terminati i guai dell'U.S. Imperia 1923.
Questi i giocatori schierati oggi da Loris Boni: Chiaverini, Storgato (p.t. 43’ Bordonaro), Minghinelli, Gamba, Giusti, Di Placido, Egnakou, Moretto (s.t. 41’ Piscitelli), Capuano (s.t. 29’ Cavaliere), Marsiglia, Francesconi.

Questo il quadro completo della giornata:
Alessandria-Savona 1-1 14’ Marantino (S); 31’ Buelli (A).
Casale-Lavagnese 2-0 2’ Serra (C); 84’ Sacco (C).
Cirie`-Biellese-0-0
LottoGiaveno-Rivoli 1-1 57’ Bonsanto (G); 94’ Alessi (R).
Saluzzo-Rivarolese 0-5 28’ Pierobon (R); 56’ Brescia (R);77’ Bergantin (R); 80’ Tardivo (R);89’ Brescia (R).
sanremese-Novese 1-1 69’ Parla (S); 72’ Giglio (N).
Sestri Levante-PB Vercelli 0-2 43’ Caredda (PB); 68’ Perelli (PB).
Vado-Derthona 1-1 12’ Spinaci (D); 37’ Iannolo (V).

Classifica aggiornata a due turni dalla fine:

Alessandria 73
Biellese 56
Savona 54
Lavagnese 52
LottoGiaveno 52
Sestrese 51
PB Vercelli 50
Rivoli 49
Rivarolese 43
Cirie' 41
Novese 40
Casale 40
Derthona 38
Sestri Levante 38
Imperia 30 (Pen. -3)
sanremese 30
Vado 21
Saluzzo 18

16 commenti:

max ha detto...

Ma scusate,cosa vi aspettavate? la gran parte di questi giocatori,se giocatori si possono chiamare,sono tutti qui x farsi la vacanza..quelli che vengono a gettone,chiamali scemi!si prendono sti due soldi..altri gli anni precedenti hanno fatto solo della gran panchina,anzi qualcuno pagava lui x giocare...e quindi questa non è assolutamente la nostra IMPERIA,compresi giocatori...

Massimoalfredogiuseppemaria Buscemi ha detto...

Scusa max ma negli ultimi 5 anni dove sei stato ?
Perchè solo ora critichi sempre tutti ?
Io un' idea ce l' avrei.......
MUMBLE MUMBLE MUMBLE

luca ha detto...

si si si anche io.bravo massimo.....

MAX ha detto...

nON SONO CHI PENSATE VOI.....NON MI CHIAMO MASSIMO!

curva nord ha detto...

no, ti chiami ma... aggiungete voi 2 consonanti e 1 vocale.
Guarda che se siamo cosi nella merda non è colpa di questi ragazzi, che hanno dei grossi limiti tecnici, ma grande dignità: la colpa è di chi ha fatto si che ci ritrovassino in questa merda... e sai bene chi è, anche se, sotto sotto, lo difendi sempre. Anche lui, guarda caso si chiama ma.... (aggiungete 3 consonanti ed 1 vocale)

Anonimo ha detto...

max= amico di montali...

Anonimo ha detto...

anche loris boni è daccordo con i bresciani,quindi vuole far perdere la quadra apposta per far retrocedere,
quallido

SEZ. ROMA ha detto...

La colpa non è dei ragazzi, ma quanto brucia! Il problema è che il futuro non si offre scenari così buoni, immaginate se ci rimettessero (via tribunali) Montali a tempo pieno a Piazza d'Armi... Ammesso che se ne sia mai andato e onestamente ho molti dubbi sulle vicende di questa stagione, ma sono forse un "malpensante"!
Per il resto credo che le chiacchere servano a poco, la Sezione Roma, insieme alla Sezione Torino, saranno presenti sia contro il Ciriè che agli spareggi, perchè nonostante tutto la voglia di esserci e di urlare in faccia a tutti la nostra passione è grande... NONOSTANTE TUTTO!
FORZA IMPERIA

Anonimo ha detto...

via i bresciani dal ciccione

Anonimo ha detto...

per max

adesso hai rotto, le tue pseudo-news non sono più tanto news come vuoi farci credere..meglio se sparisci nel nulla o ti sveli dimostrando che sei qualcuno veramente.
Non desti più scalpore, non susciti più alcun interesse

sempre per te max

trovati un onesto lavoro, magari però spingiti un pò più a sud verso le tue terre di provenienza

alessio ha detto...

Scusate,avrei una domanda rivolta a tutti quelli che scrivono e danno giudizi:
Secondo voi quanti e quali sono i VERI giocatori di calcio che ci sono ora come ora nella squadra?Vorrei vedere se qualcun'altro la pensa come me.
Grazie.

e.pascal ha detto...

marsiglia è sicuramente il piu' pubblicizzato nonchè il peggiore, mi chiedo come abbia fatto a calcare certi palcoscenici...mah

vecchio samurai ha detto...

Io credo Di Placido sia l'unico o quasi..E comunque Marsiglia è molto pubblicizzato ma non penso sia il peggiore.Ieri non ha giocato male da quello che mi hanno detto.Questo è solo il mio pensiero,poi magari posso sbagliarmi.Ciao samurai.

SEZ. ROMA ha detto...

Se posso dirti la mia, secondo me questi sono ragazzi che allo stato atuuale delle cose non troverebbero collocazione in altre squadre (magari più sane dell'Imperia a livello societario) soprattutto a stagione avanzata, anzi ormai terminata... Si allenano in settimana e la domenica "mantengono" il ritmo-partita... Forse solo Di Placido, se non altro per le presenze con la nostra maglia e le buone prestazioni è un buon giocatore.
Lo stesso Francesconi, qualche annetto nelle gambe ce l'ha...

im1923 ha detto...

Partiamo dal presupposto che questa serie D è di un livello bassissimo e quindi essere solo considerati competitivi x questo campionato, non è certo un titolo di merito. Dei reduci di quest'anno reputo validi Marco Di Placido e lo sparviero Francesconi (malgrado la sua non più tenera età). Tutti gli altri ragazzini sono miracolati dal regolamento, che obbliga di schierare almeno 4 fuoriquota, e gli altri dalle disgrazie della società nerazzurra, che hanno permesso loro di poter vantare un buon numero di presenze in serie D: ma bisognerebbe vederli un po' tutti in condizioni normali, con una società seria, con tutto quel che ne consegue.
Marsiglia? per me resta un mistero come abbia potuto militare tanti anni a così alto livello: Gorretta, tanto per fare il solito paragone con uno straniero, secondo me,se lo mangia a colazione.

Stefano ha detto...

Im 1923,la penso come te.Di Placido credo che sia un ottimo giocatore e lo ha dimostrato anche quest'anno,soprattutto all'inizio di stagione.Ma come mai è tornato a Imperia?Non si era svincolato?Gli unici secondo me sono Di Placido,un muro dietro e Francesconi che nonostante l'età si fa sempre valere e sentire.Ciao a tutti a domenica.