venerdì 4 gennaio 2008

Tarocchi: secondi 5 Arcani

Dopo la prima cinquina, Proseguiamo la visione delle seconde cinque carte del mazzo.



La sesta carta é "Il matto", Angelo... della Finangelo... e solo un matto poteva dare dei soldi ad una persona inaffidabile.

L’energia del Matto è estremamente favorevole per i nuovi progetti: porta sconvolgimenti e rinnovamenti (del manto erboso...); ma l’occasione favorevole deve essere afferrata al volo, facendo affidamento sul proprio istinto (come ha fatto qualcuno spillandogli gli euri). Indica anche la liberazione da situazioni opprimenti e stagnanti, rimanda alla libertà di scelta e all’indipendenza (da notare il fedele cagnetto al fianco).




La settima carta é "La giustizia", Roberto, il G.L.
Questa carta indica ciò che è giusto o no per il consultante ed influenza notevolmente le carte intorno. Rappresenta un invito alla riflessione, a fare il punto della situazione con rigore e imparzialità. La Giustizia è una carta molto dura: ci pone di fronte ad un ostacolo (anzi a 1.800.000 di ostacoli) che non può essere evitato, ma che si deve affrontare. Tuttavia se il consulto riguarda una questione specifica, la realizzazione è sicura, nonostante i tempi piuttosto lunghi (un annetto circa per la verifica...) ed il ritardo che si rivelerà, alla lunga positivo.



L'ottava carta è "Il sole", Milo.
E' la carta più positiva del mazzo e la più rassicurante. II Sole indica il conseguimento di un successo, una realizzazione di un sogno. È anche l'inizio di una nuova vita, che si lascia indietro le difficoltà del passato. Dal punto di vista affettivo indica amore incondizionato, un amico sincero sul quale contare (e chi più di Milo?)




La nona carta é "L'imperatore", Claudio, che sarebbe meglio chiamare "L'Imperiatore". La figura dell'Imperatore rappresenta il comando: é colui che "puote ciò che lui vuote". Questa carta rimanda a progetti con solide basi che avranno garanzia di riuscita (mega porto turistico, palazzine, parcheggi). Dal punto di vista professionale: realizzazione di progetti, successo nel mondo del lavoro e anche buone entrate economiche.




La decima carta é "Il carro", Luigi.
E’ la carta del successo determinato dalle azioni dell’individuo (l'Imperatore), non dal Fato. Può indicare anche un viaggio (da buon carro si fa trascinare da qualcuno... chi sarà?). Dal punto di vista professionale, rimanda ad una posizione invidiabile, a successi, avanzamenti di carriera, senza mai esporsi per non scontentare e contraddire il volere della sua musa ispiratrice, cui deve tutto.

2 commenti:

SANLORENZO ha detto...

novità e schede sui nuovi giocatori? xchè non lanci il nuovo sondaggio: vi fidate o no di questa nuova dirigenza? una sola parola....PERPLESSITA'!

gighe ha detto...

tanti dubbi quello si,ma la squadra va sostenuta sempre!
siamo pronti per la trasferta di giaveno!LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!